Giappone 2009-Giro di 24 giorni

PERIODO, PARTECIPANTI E ORGANIZZAZIONE Io e mia moglie Katy siamo partiti da Malpensa venerdì 20/3/2009 alle 21 e siamo tornati lunedì 13/4/09 alle 18. Come al solito abbiamo organizzato il viaggio da soli viaggiando con zaini da 40 litri in modo da poterli tenere come bagaglio a mano in aereo ed essere comodi negli innumerevoli trasferimenti...
Scritto da: lauro
giappone 2009-giro di 24 giorni
Partenza il: 20/03/2009
Ritorno il: 13/04/2009
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 3500 €

PERIODO, PARTECIPANTI E ORGANIZZAZIONE Io e mia moglie Katy siamo partiti da Malpensa venerdì 20/3/2009 alle 21 e siamo tornati lunedì 13/4/09 alle 18. Come al solito abbiamo organizzato il viaggio da soli viaggiando con zaini da 40 litri in modo da poterli tenere come bagaglio a mano in aereo ed essere comodi negli innumerevoli trasferimenti in treno.

Il periodo di viaggio a cavallo tra marzo e aprile è stato scelto perchè poco piovoso e adatto a vedere la fioritura dei ciliegi. In effetti ha piovuto poco e i ciliegi in fiore erano molto belli, ma ha fatto anche molto freddo durante le prime 2 settimane. Il 25/3 ha anche abbondantemente nevicato a Takayama, e comunque l’abbigliamento corretto in quel periodo era stato tipicamente invernale, con giacca a vento di piumino, guanti e cappello. Dall’Italia abbiamo comperato gli abbonamenti ai treni per 3 settimane (JR pass) e prenotato gli alberghi delle prime 4 tappe: Tokyo, Takayama, Kanazawa e Kyoto. Gli altri alberghi li abbiamo trovati o tramite l’aiuto delle agenzie turistiche sempre presenti nelle stazioni ferroviarie oppure semplicemente girando un po’ attorno alle stazioni.

Tutti gli alberghi che abbiamo usato erano nelle immediate vicinanze delle stazioni ferroviarie, da arrivarci a piedi in una decina di minuti (tranne a Tokyo).

Come fanno tutti quelli che viaggiano da soli, l’itinerario di massima lo abbiamo preparato studiando le guide turistiche (Lonely Planet e Mondadori), guardando i depliant turistici, leggendo molti diari di viaggio e cercando approfondimenti in Internet.

Non abbiamo avuto problemi di lingua o di organizzazione durante il viaggio: tutto è stato relativamente semplice e siamo tornati entusiasti del Giappone.

ITINERARIO DEL VIAGGIO 20/3 sera, partenza Milano Malpensa verso Tokyo 21/3 arrivo ore 17 a Narita/Tokyo, Tokyo 22/3 Tokyo 23/3 Tokyo 24/3 Tokyo – Takayama 25/3 Takayama – Kanazawa 26/3 Kanazawa – Kyoto 27/3 Kyoto 28/3 Kyoto 29/3 Kyoto – Nara – Kyoto 30/3 Kyoto – Matsuyama 31/3 Matsuyama – Ozu – Yawatahama 1/4 Yawatahama – Beppu 2/4 Beppu – Usuki – Beppu 3/4 Beppu – Yufuin – Fukuoka 4/4 Fukuoka – Hiroshima 5/4 Hiroshima – Miyajima – Hiroshima 6/4 Hiroshima – Himeji – Osaka 7/4 Osaka – Koyasan (monte Koya) – Osaka 8/4 Osaka – Nikko 9/4 Nikko – Sendai – Matsushima – Sendai 10/4 Sendai – Tokyo 11/4 Tokyo – Hakone – Tokyo 12/4 Tokyo – Kamakura – Yokohama – Tokyo 13/4 mattina partenza per Milano, arrivo a Malpensa alle 18

NOTE SULL’ITINERARIO L’itinerario ha coperto le classiche località turistiche del Giappone, ma col senno di poi avrei aggiunto qualche località ancora più a nord di Sendai, non andando a: Kanazawa: non abbiamo visto molto, ma l’impressione avuta è che non valesse la pena andarci. La sua maggiore attrattiva è il famoso giardino, che è bellissimo… Ma di giardini bellissimi ne abbiamo visti molti altri un po’ dovunque (specialmente a Kyoto e Hiroshima).

Monte Koya: mi spettavo un posto più tranquillo e ‘’spirituale’’, ed invece era pieno di pullman di turisti, con un gran numero di templi trasformati in alberghi. Sono rimasto complessivamente deluso dal posto, considerando anche gli alti costi per arrivarci.

Yawatahama: questa cittadina non ha alcuna attrattiva, nè c’è qualcosa da vedere o fare nelle vicinanze (come mi hanno confermato all’ufficio turistico). Non vale la pena dormire qui (o anche solo visitarla…) e conviene prendere il primo traghetto utile per andare a Beppu. Orari traghetti: 6.20 – 10,15 – 13 – 17,25 – 20,30. Durata 2h 50m, YEN 3.020.

CAMBI E COSTI I costi variano molto in relazione del cambio EURO/YEN al momento del viaggio.

Nel 2008 il cambio è stato anche di 1 euro = 170 YEN. All’inizio del 2009 il cambio è stato anche di 1 euro = 115 YEN. Io ho cambiato a 1 euro = 126 YEN.

Mi sono portato dietro tutti i contanti in YEN che ritenevo necessari (abbondando un po’) più la carta di credito. Non ho quindi mai prelevato agli ATM e non so quanto siano frequenti e affidabili.

Aereo Milano-Tokyo (andata volo diretto JAL, ritorno via Helsinki con Finnair) EUR 700 x 2 Japan Rail Pass per 21 giorni EUR 516 x 2 Guide e mappa EUR 70 Assicurazione sanitaria: non fatta perchè già coperti da quella aziendale Spostamenti vari in Italia EUR 36 Spesi in viaggio in Giappone EUR 3.266 Spesa totale del viaggio per due persone: EUR 5.804

ALBERGHI Abbiamo usato vari tipi di alberghi economici: ryokan, minshuku e business hotel. Tranne il minshuku a Takayama, tutti con il bagno in camera. I letti erano all’occidentale nei business hotel (anche se con il matrimoniale è un po’ stretto) e alla giapponese negli altri casi… E ci siamo sempre trovati bene.

In tutte le camere c’era tutto: sapone, shampoo, phon, spazzolino, dentifricio, pettine, televisore, frigorifero, boiler per il tè con bustine, vestaglie da camera, ciabatte (differenziate per camera e bagno), aria condizionata/riscaldamento. A volte anche: radiosveglia, rasoio, attrezzo stira-pantaloni, spazzola per scarpe, spazzola per capelli, ciabatte monouso da portare eventualmente via.

Tutti gli alberghi hanno Internet, o gratis o pagando qualche soldo oppure con un cavo di rete o wireless in camera (ma in questo caso serve avere il proprio portatile). Gli alberghi tradizionali hanno anche gli onsen.

I prezzi indicati sono per camera doppia, a volte con colazione inclusa.

TOKYO, Hotel/Ryokan Edoya, YEN 8.450 TAKAYAMA, Minshuku Kawataniya, YEN 8.400 KANAZAWA, Hotel Econo, YEN 9.450 KYOTO, Ryokan Kyoraku, YEN 11.000 MATSUYAMA, Hotel New Kajiwara, YEN 7.980 YAWATAHAMA, hotel senza nome a sinistra della stazione, YEN 7.500 BEPPU, Hostel Khaosan, YEN 6.000 (+ 200 per asciugamani) FUKUOKA, Hakata Business Hotel, YEN 7.350 HIROSHIMA, Hiroshima Ekimae Green Hotel, YEN 8.400 OSAKA, Hotel Shinosaka, YEN 11.760 NIKKO, Hotel Viva Nikko, YEN 11.000 SENDAI, Chisun Hotel Sendai, YEN 10.000

CIBO Ottimo ed abbondante… Ed economico.

I ristoranti non solo hanno le foto dei cibi sul menu, ma molto spesso hanno in vetrina le riproduzioni in tre dimensioni dei piatti, perfette riproduzioni di quello che poi porteranno in tavola.



    Commenti

    Lascia un commento

    Giappone: leggi gli altri diari di viaggio