GERMANIA 2004: un’ondata di birra e entusiasmo

Eravamo rimasti al Liechtenstein (vd. Il Liechtenstein......entusiasmo!). Sempre più caricati dalla giusta dose di entusiasmo ci spingiamo nel cuore del nostro viaggio, la Germania appunto, senza avere ancora chiare le idee rigurdo l'itinerario. Superato il confine svizzero e poi i pochi km dell' estrema punta occidentale austriaca, giungiamo a...
 
Partenza il: 13/04/2004
Ritorno il: 16/04/2004
Viaggiatori: fino a 6
Spesa: 500 €

Eravamo rimasti al Liechtenstein (vd. Il Liechtenstein…Entusiasmo!).

Sempre più caricati dalla giusta dose di entusiasmo ci spingiamo nel cuore del nostro viaggio, la Germania appunto, senza avere ancora chiare le idee rigurdo l’itinerario. Superato il confine svizzero e poi i pochi km dell’ estrema punta occidentale austriaca, giungiamo a Lindau, un’ incantevole località sulle rive del lago di Costanza che racchiude in sè le caratteristiche proprie del tipico paese mitteleuropeo. Con estrema facilità scarichiamo i bagagli nell’ ostello che fa parte dell ‘Associazione internazionale degli ostelli della gioventù(lo consiglio vivamente in quanto qui a Lindau al prezzo di 21 euro a testa abbiamo preso una quadrupla con bagno in camera molto pulita e ordinata e ad attenderci al mattino una colazione luculliana degna di Petronio). Ovviamente dato che la luce pervade ancora il cielo ci incamminiamo al centro del paese che è su un isolotto collegato alla terraferma tramite un ponte e ci dilettiamo nello scattare un copioso numero di foto nel borgo bavarese. La zona più bella è sicuramente quella del porticciolo, con i suoi caratteristici borghetti e la statua del leone, simbolo della città unitamente al faro. Veniamo colpiti in particolare da una grossa birreria che si affaccia sul lago, il Mar Mor Saal, la cui caratteristica è un tabernacolo che, come ci ha descritto in un capibilissimo italiano il proprietario, era stato prelevato da una chiesa sconsacrata! La Paulaner scorre ovviamente a litri tant’è che torniamo in ostello con la giusta dose di allegria e anche qualche strascico fastidioso(vero Lucas?). Siamo poi stati colpiti dalla grande accoglienza che una compagnia corale di Augsburg ci ha riservato: sembravamo quasi degli idoli locali tanto è stato l’entusiasmo dimostrato ma (ahimè) il fascino italiano che anche questa volta ha colpito non è stato monetizzato causa la giovanissima età delle pur belle ragazzine bavaresi. Come d’accordo al mattino con la nostra Scenic ci dirigiamo verso Monaco che raggiungiamo in un paio d’ore grazie all’ ottima rete autostradale teutonica(perlopiù gratuita). La capitale della Baviera non è una citta caotica come potrebbe sembrare anzi, potrei dire che è a misura d’uomo oltre che ricca di posti da visitare. Quelli che mi hanno più colpito sono stati sicuramente l’Olympia Park, costruito per i Giochi del ’72, il palazzo del Comune, monumentale come vuole la tradizione tedesca e l’ HB, la birreria forse più famosa del mondo in cui ondate di birra scorrono insieme ai tipici piatti della cucina bavarese, pesante ma decisamente saporita. I prezzi sono decisamente abbordabili nonostante il tenore di vita sia più alto che in Italia. Dopo un’ avventurosa gita notturna in metropolitana e una serata nel centro cittadino torniamo esausti in ostello dove avevamo lasciato un Lucas decisamente malandato. Il mattino seguente lo dedichiamo completamente alla visita del campo di concentramento di Dachau: l’atmosfera che si respira è decisamente turbante basti solo vedere le foto delle stragi commesse e le testimonianze più che evidenti e lampanti dateci dai forni e le camere a gas. Una visita è obbligatoria se siete nella zona, così come lo è una bella escursione ai castelli di Ludwig II, siti a ridosso delle Alpi Bavaresi. La fortezza di Neuschwenstein è assolutamente maestosa dato che si trova sul picco di un colle circondato da boschi da favola e torrenti che si snodano tra i monti. Alla sera dopo la spiacevole notizia che l’ostello di Lindau era al completo con la tristezza nel cuore c’accingiamo a trascorrere la nottata a Bregenz, sulla riva austriaca del lago di Costanza. L’ultimo giorno di questa breve ma esaltante vacanza lo passiamo interamente in Svizzera, tra Zurigo e Lucerna. La prima è una grossa metropoli commerciale non priva di fascino mentre Lucerna è veramente una perla incastonata nel cuore dei monti svizzeri, una città molto caratteristica immersa nel lago dei 4 cantoni con una ricca presenza di negozietti e ragazze, il che non guasta mai.

Dopo le ultime disavventure tipiche delle vacanze matte che ci contraddistinguono sempre(Marco, ovvero il sottoscritto rompe il cellulare, Lucas la macchina fotografica e Beppe un finestrino della macchina), attraversato il San Gottardo e la frontiera a Chiasso e dopo aver imboccato l’autostrada torniamo a La Spezia, a casa, con nuove idee per viaggi sempre più esaltanti.

Alla prossima MARCO



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Germania
    Diari di viaggio
    viaggio in sassonia: lungo le sponde dell'elba

    Viaggio in Sassonia: Lungo le sponde dell’Elba

    Un diario di viaggio di Chiara PanzieriArrivo In previsione di questo viaggio mi ero preparata devo dire come non mai. Stavo per...

    Diari di viaggio
    da parma a annecy, nancy, stoccarda: un viaggio fai da te come piace a noi!

    Da Parma a Annecy, Nancy, Stoccarda: un viaggio “fai da te” come piace a noi!

    Da Parma a Annecy, Nancy, e Stoccarda, sempre due coppie e il mitico WuilliNoi e la nostra passione "viaggi in auto fai da...

    Diari di viaggio
    viaggio on the road in polonia

    Viaggio on the road in Polonia

    Viaggio on the road, destinazione Polonia. Estate 2021 (seconda estate in epoca di coronavirus), io e mia moglie Donatella decidiamo di...

    Diari di viaggio
    il grande nord europa in camper

    Il grande Nord Europa in camper

    L’avvicinamento alla penisola scandinava Erano anni che avevo in testa questo viaggio, e solo ora, dopo averlo terminato, dopo aver...

    Diari di viaggio
    la germania di treviri, magonza, coblenza e colonia

    La Germania di Treviri, Magonza, Coblenza e Colonia

    GERMANIA 2017Partecipanti: La sottoscritta e mio maritoINTRODUZIONE: Treviri – Magonza – Coblenza e Colonia : ecco il ...

    Diari di viaggio
    in bus da norimberga a stoccarda

    In bus da Norimberga a Stoccarda

    Nonostante i viaggi in aereo siano indispensabili per arrivare i luoghi lontani e tanto sognati il mio motto,una volta arrivata a...

    Diari di viaggio
    monaco di baviera e l'oktoberfest, 2019

    Monaco di Baviera e l’Oktoberfest, 2019

    1° giorno Arriva l’ora di vedere com’è l’Oktoberfest, dopo avere rinviato negli anni in favore di altre destinazioni. Con...

    Diari di viaggio
    berlino un connubio perfetto tra antico e moderno

    Berlino un connubio perfetto tra antico e moderno

    Finalmente eccomi a Berlino, dopo vari tentativi andati a vuoto. Dopo aver trovato col Ciber Monday un volo a 10 euro A/R da Bergamo mi...

    Diari di viaggio
    berlino a natale: 4 giorni nella capitale tedesca

    Berlino a Natale: 4 giorni nella capitale tedesca

    Non avevamo mai pensato concretamente ad un viaggio a Berlino fino a quando a causa di un cambio programma, abbiamo optato per questa meta...

    Diari di viaggio
    in giro per berlino

    In giro per Berlino

    30 luglio 2019 – martedì Volo Easyjet Pisa (20:25) – Berlino Schonenfeld (22:20)Una volta ritirati i bagagli ci rechiamo alla...