Galapagos diventate realtà

Perfette in questa stagione sotto ogni punto di vista!
 
Partenza il: 22/11/2010
Ritorno il: 05/12/2010
Viaggiatori: 2
Spesa: 4000 €

Abbiamo tanto fantasticato su questo viaggio e pianificato l’itinerario nei dettagli per poter ammirare tutte le diverse specie di animali esistenti, con l’obiettivo di rimanere due settimane alle Galapagos; ci siamo quasi riusciti, se includiamo la sosta obbligata a Quito. Non siamo riusciti a fare un viaggio completamente indipendente perche’ le isole piu’ belle sono lontane fra loro, non hanno alberghi e si possono visitare solo con guide autorizzate. Abbiamo pertanto deciso di rimanere quattro giorni nelle due isole maggiori di Santa Cruz e SanCristobal e di acquistare un pacchetto crociera per 8 giorni.

Siamo partiti il 22 novembre per Quito che e’ una citta’ molto interessante e merita un viaggio a parte insieme alla scoperta dell’Ecuador. Ci siamo rimasti 2 giorni, appena sufficienti per abituarci all’altitudine (2850 metri) e vedere molto velocemente il centro storico abbarbicato sulle pendici delle Ande. L’altitudine mi ha portato stanchezza e mal di testa per tutto il giorno, sopportati con mate di coca a volonta’ (tipica bevanda andina molto simile al the’) . Abbiamo dormito all’Hostal de la Rabida nel quartiere di Colon; sistemazione buona, un po’ distante dal centro storico ma vicina al mercato artigianale del Mariscal, pieno di banchetti artigianali con prezzi molto piu’ convenienti dei souvenir trovati alle Galapagos. La citta’ e’ bella non solo per i monumenti, ma soprattutto per gli abitanti , vestiti con i tipici vestiti e copricapi andini. Purtroppo il traffico e’ particolarmente caotico e a quell’altezza lo smog e’ particolarmente fastidioso.

Il 24 novembre siamo partiti con Aerogal per le Galapagos con passaggio obbligato a Guayaquil . Dopo circa 4 ore di volo siamo atterrati a Baltra, l’aereoporto dell’isola di Santa Cruz. Il controllo bagagli e’ stato particolarmente severo e ci siamo subito resi conto che gli abitanti sono molto attenti a preservare la biodiversita’ dell’arcipelago e ad evitare i “disastri” del turismo! Abbiamo prenotato 3 notti al lodge Casa del Lago a Puerto Ayora, l’unico vero paesino dell’isola dove ci siamo trovati benissimo. La proprietaria, Elena, e’ una cantante folk che adora il suo paese ed e’ stata felicisima di aituarci ad organizzare i tour dell’isola. Il paese ci ha sorpreso perche’ non pensavamo di trovare una localita’ ben organizzata con piccoli supermarket, ristoranti per tutte le tasche, negozietti per turisti e anche offerte di case in affitto per l’estate; in giro per le stradine era bellissimo trovare iguane marine, pellicani e aironi, come in Italia troviamo cani e gatti.

Ci siamo resi conto che le Galapagos sono ormai una localita’ turistica dell’america Latina anche se particolarmente attenta all’ambiente e alla conservazione dell’habitat , e non piu’ uno sperduto arcipelago abitato, nel nostro immaginario, solo da animali ! Nei 4 giorni a disposizione a Santa Cruz siamo stati a Tortuga bay, partendo a piedi dal paese per vedere colonie di iguane marine; con un taxi d’acqua e poi a piedi, siamo andati a las Grietas, uno specchio d’acqua di mare turchese compreso in un crepaccio di roccia da dove i locali si tuffano ; con un taxi siamo andati, in circa un’ora, al Rancho Permiso, nel centro dell’isola, a vedere le tartarughe terrestri libere nel loro habitat; e ovviamente siamo stati alla stazione scientifica Charles Darwin sempre raggiungibile a piedi dal paese; Lonesome George, l’ultima tartaruga gigante della sua specie, che stanno cercando disperatamente ed inutilmente di far riprodurre, si e’ mostrato all’improvviso, regalandoci una lenta e commovente passeggiata che abbiamo ripreso con eccitazione. La sera abbiamo sempre trovato simpatici ristorantini dove mangiare piatti tipici ecuadoriani e pesce.

Il 27 novembre ci siamo spostati all’isola di San Cristobal, con l’unica imbarcazione che parte ogni giorno alle 14 dal porto. Dopo 2 ore di movimentata navigazione siamo arrivati a Puerto Baquerito Moreno, paesino piu’ piccolo di Puerto Ayora ma altrettanto turistico. Abbiamo prenotato una stanza deliziosa nel lodge Casablanca, gestito da Jacquilin, una pittrice amica di Elena, che ha personalizzato le camere con simpatici disegni marini. Il pontile del porto e’ praticamente occupato dai leoni marini che sonnecchiano dappertutto e non si curano di noi. Che spettacolo!! Ma il posto piu’ incantevole e’ Playa Mann, spiaggia abitata da leoni marini con i loro piccoli e frequentata anche dai locali che non disturbano affatto gli animali; ci sorprende che gli stessi bambini nuotino circondati da leoni marini senza meravigliarsi e senza importunare gli animali!!

Il 28 novembre siamo partiti per la crociera di 8 giorni con Ecoventura, una compagnia trovata in Internet e scelta per la completezza del tour che prevedeva anche l’isola Genovesa. Al porto ci aspettava Letty, la nostra imbarcazione di 20 posti, con cabine molto confortevoli, bagno privato e acqua calda. Una vera coccola!!. E’ difficile fare una sintesi del viaggio perche’ ogni isola e’ unica per la vegetazione, gli animali e il paesaggio e ancora oggi non saprei dire cosa mi ha meravigliato di piu’. In questo periodo dell’anno tutti gli animali hanno i loro piccoli ed e’ stato uno spettacolo vedere ovunque nidi con uova o pulcini e piccoli di leone marino che succhiavano il latte. Le isole sono visitabili solo con le guide, si devono seguire percorsi obbligati che permettono di vedere parte dell’isola senza danneggiare l’habitat. Gli animali sono ovunque e non hanno paura ma solo curiosita’ per noi strani bipedi; ovviamente e’ assolutamente vietato toccarli e dar loro del cibo. Abbiamo viaggiato molto, quasi sempre di notte, passando 2 volte l’equatore e spesso il movimento dell’oceano non tanto “pacifico” si e’ fatto sentire!! La nave attraccava in rada e tutti gli sbarchi avvenivano con lo zodiac che i locali chiamano “panga”.

Nell’isola Genovesa ci sono le famose sule dalle zampe rosse che vivono solo qui; in Isabela abbiamo visto i pinguini delle Galapagos, cormorani e leoni marini; Fernandina e’ l’isola piu’ giovane con vulcani ancora attivi; ci siamo fermati a Punta Espinosa: un posto da favola con uno scenario di lava solidificato che sI getta nell’oceano; qui vivono iguana marini, I coloratissimi granchi delle Galapagos, leoni marini , il falco delle Galapagos e tartarughe marine. A Saint James ci siamo fermati a Puerto Egas, una spiaggia di scogli di lava abitata da leoni marini. Saint Bartolome’ e’ una piccola isola vulcanica che abbiamo visitato la mattina molto presto perche’ di giorno e’ molto caldo. Siamo saliti sul vulcano fino alla cima da dove si ammira un panorama mozzafiato su tutte le isole. North Sejmur e’ il paradiso delle sule dalle zampe azzurre e delle fregate da gozzo rosso ed e’ l’unica isola dove si puo’ vedere l’iguana terrestre. La crociera ha previsto anche Santa Cruz ma non ci e’dispiaciuto affatto rivedere l’isola che abbiamo ammirato con occhi piu’ esperti e meno ansiosi.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Ecuador
    Diari di viaggio
    alla scoperta dell'ecuador gioiello del sud america

    Alla scoperta dell’Ecuador gioiello del Sud America

    allo spiedo, prima dell’arrivo a Cuenca (2530 m) con breve giro nel centro sino alla piazza della cattedrale. Ottima sistemazione al...

    Diari di viaggio
    columpio en el cielo!

    Columpio en el cielo!

    9 Maggio 2019 (Milano-Quito) Fede deve andare a Quito per lavoro. Quale migliore occasione per prendere ferie e visitare questo piccolo...

    Diari di viaggio
    ecuador e galapagos 3

    Ecuador e Galapagos 3

    Giovedì 9 agosto 2018 - Non è stato facile organizzare questo viaggio in Ecuador a causa i costi elevati delle crociere alle Galapagos....

    Diari di viaggio
    galapagos: le isole che tutti sognano

    Galapagos: le isole che tutti sognano

    GUAYAQUIL-BALTRA-MOTONAVE LEGEND Sveglia all’alba per prendere il volo da Guayaquil (Ecuador) per le Galàpagos, un arcipelago di isole...

    Diari di viaggio
    galápagos fai da te

    Galápagos fai da te

    cerchiamo di stare attenti alle spese, ma anche di goderci la vacanza! Va bene risparmiare, ma se serve spendere qualche soldo in più per...

    Diari di viaggio
    tutti i colori dell’ecuador

    Tutti i colori dell’Ecuador

    Una meta che immagino sogni ogni viaggiatore amante della natura. L’Ecuador con la sua diversità riesce a offrire innumerevoli paesaggi...

    Diari di viaggio
    ecuador&galapagos

    Ecuador&Galapagos

    foto alle tante sule dai piedi azzurri che annidano anche qui. Molti sono anche i maschi che danzano per corteggiare le femmine. ...

    Diari di viaggio
    dai vulcani dell'ecuador al mare delle galapagos

    Dai vulcani dell’Ecuador al mare delle Galapagos

    GIOVEDì 9 GIUGNO Ancora una volta l’idea di vedere un vulcano in attività ci attira e se questo può succedere in Sud America, terra...

    Diari di viaggio
    capodanno tra ecuador, galapagos e bogotà

    Capodanno tra Ecuador, Galapagos e Bogotà

    Per il viaggio di fine anno la scelta questa volta cade sull’Ecuador e sulle sue mitiche Galapagos. Grazie a uno spostamento...

    Diari di viaggio
    le galapagos senza un mutuo

    Le Galapagos senza un mutuo

    Alcuni anni fa scrissi un reportage che spiegava come godere appieno di una meta di lusso come le Hawaii, senza dover necessariamente...