Fuga dalla città: Dozza, Brisighella e Bologna

Borghi e città dell'Emilia Romagna
Partenza il: 31/01/2015
Ritorno il: 01/02/2015
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

31 gennaio 2015

La stagione non è particolarmente indicata, ma le previsioni per il week end di qualche settimana fa erano buone e nel giro di mezza giornata decido di organizzare un fine settimana nella bella Emilia Romagna.

Partiamo da Milano e arriviamo a Dozza in circa 3 ore, nonostante il freddo c’è un bel sole e questo ci conforta. Annoverato tra i più belli d’Italia, Dozza è adagiato sulle colline che dominano la via Emilia tra Bologna e Imola. All’ingresso del paese notiamo subito la grande e imponente Rocca Sforzesca, punto d’incontro delle due strade che lo attraversano. La particolarità di questo borgo è quella di avere decine di murales dipinti sulle facciate delle case, ognuno diverso dall’altro per dimensione e tipologia. Dagli anni ‘60 ad oggi Dozza è diventata una sorta di museo all’aperto dove ogni anno gli artisti provenienti da tutto il mondo danno libero sfogo alla loro fantasia realizzando delle vere opere d’arte. Mentre passeggiamo nelle vie acciottolate del borgo sentiamo il profumo di soffritto e incontriamo qualche anziano signore con in mano il sacchetto del pane appena sfornato. Mi ricordo che qualche anno fa i Luna Pop cantavano: “Ma quant’è bello andare in giro per i Colli Bolognesi…” e anche noi in questa fredda mattina d’inverno ci ritroviamo ad ammirare la campagna bolognese apprezzandone la sua tranquillità.

Visto la bella giornata, dopo avere visitato Dozza, decidiamo di fare una puntatina a Cervia per vedere il mare e magari fermarci in qualche ristorantino per un pranzo a base di pesce. Purtroppo l’idea non è stata delle migliori in quanto scopriamo che quel tratto di costa è una sorta di “litorale fantasma”: tutto chiuso e strade deserte. Facciamo due passi lungo il bagnasciuga dell’immensa e solitaria spiaggia pensando a quanto è apprezzata e animata in estate da chi dalla vacanza chiede relax e divertimento. Rinunciamo al nostro pranzo a base di pesce e riprendiamo la Via Emilia in direzione di Faenza. Ormai sono passate le 13.00 e la fame si fa sentire. Ci fermiamo al Ristorante Chicchirichì (Via Emilia Levante 134 Faenza Tel. 0546 638014 www.chicchirichi.it) e gustiamo un tagliere di ottimi affettati con bruschette e piadina, tagliatelle al ragù di castrato e uno spiedone di carne con verdure grigliate il tutto accompagnato da un buon vino sfuso della casa, piatti classici dell’ottima cucina romagnola cucinati con semplicità com’è nella loro tradizione.

L’ultima tappa della giornata è Brisighella, qui ci fermeremo a dormire nel B&B “La casa della Nonna” in Via Faentina 120 (www.bb-lacasadellanonna.com mail: romina.gentilini@hotmail.it tel. 0546 84852 cell. 348 3607152). L’accoglienza della Sig.a Romina è calorosa e famigliare, le camere sono ben tenute e la pulizia è impeccabile. Buona la colazione che si può consumare nel soggiorno centrale della casa. Pur essendo sulla strada il posto è tranquillissimo e il sonno assicurato. Il Borgo di Brisighella, anch’esso annoverato tra i più belli d’Italia, ha tante viuzze medioevali che noi percorriamo fino a raggiungere la Via degli Asini, una suggestiva stradina sopraelevata, così chiamata perché passavano di qui le carovane di animali con il loro carico di merci. Decidiamo anche di visitare la Rocca Manfrediana che si trova appena sopra il borgo. Mancano pochi minuti alla chiusura ma la sig.a addetta alla vendita dei biglietti molto gentilmente ci consente di visitarla anche se siamo quasi fuori orario. Il biglietto costa 3,00 euro e dà diritto anche all’ingresso al museo Giuseppe Ugonia, che si trova in paese. D’origine trecentesca e restaurata negli anni sessanta, passeggiamo come unici visitatori in un silenzio magico, tra le antiche mura di pietra della Rocca e dall’alto della torre, e ammiriamo una spettacolare vista di Brisighella e di tutta la vallata. Decidiamo anche di recarci alla Torre dell’Orologio. E’ ormai sera e la vista del borgo dall’alto quando si accendono le luci diventa ancora più suggestiva. Rientriamo in paese e visitiamo il Museo dell’incisore Giuseppe Ugonia nel quale sono esposte le sue litografie ed alcuni suoi acquerelli. E’ stato anche ricostruito il suo studio, che conserva il torchio, alcune pietre litografiche, il banco ed i suoi colori e strumenti.



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Nell’immaginario collettivo il contadino è legato al liscio, ma oltre alla transizione...

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il primo grande viaggio, il viaggio dei viaggi, da Parma a Napapijri. Amici...

Andalusia on the Road: 7 giorni con un bambino

Andalusia on the Road: 7 giorni con un bambino

Destinazione: Andalusia Viaggiatori: 2 adulti + 1 bambino Periodo di viaggio: da giovedi...

Leggi i Diari di viaggio su Bologna
Diari di viaggio
Benvenuti in Umbria

Benvenuti in Umbria

Umbria 2017 in moto Eccoci tornati in sella alla nostra moto. Quest'anno ci concediamo solo 5 gg di vacanza da bikers. Destinazione...

Diari di viaggio
Bologna mordi e fuggi

Bologna mordi e fuggi

Partiamo (io e mamma) alle 8.10 da Padova con il treno regionale: direzione Bologna! Arriviamo alle 9.40 in stazione centrale ed in...

Diari di viaggio
Bologna, non solo tortellini

Bologna, non solo tortellini

Bologna, Bulåggna in dialetto bolognese, è una città ricca di tradizioni di 388.257 abitanti, capoluogo della regione Emilia-Romagna....

Diari di viaggio
Un giro a Bologna

Un giro a Bologna

Bologna la dotta, la grassa, la rossa: in questa mattina d’inverno Bologna mi accoglie nel suo ventre gelido e nebbioso; tuttavia sento...

Diari di viaggio
Copenaghen di la tranquilla e un po' di Bologna di la grassa

Copenaghen di la tranquilla e un po’ di Bologna di la grassa

COPENAGHEN: 4-6/10/2016 “Splendida, splendida Copenaghen…” recitava una canzone di qualche annetto fa ! Non sarà splendida, ma la...

Diari di viaggio
I misteri di Rocchetta Mattei

I misteri di Rocchetta Mattei

Questa nuova avventura potrebbe iniziare con “c’era una volta” o con il monologo del replicante di Blade Runner “ho viste cose che...

Diari di viaggio
Weekend in Emilia Romagna

Weekend in Emilia Romagna

Per Natale mi sono stati regalati due buoni vacanza DayDreams, con i quali a prezzi scontati si ha la possibilità di passare un weekend...

Diari di viaggio
Weekend a Bologna 2

Weekend a Bologna 2

Bologna è una città che non abbiamo mai visto ed io e Donatella decidiamo di trascorrervi un weekend. Sabato 17 ottobre Arriviamo in...

Diari di viaggio
In giro per Bologna

In giro per Bologna

Bologna è la mia città. Un giorno, recandomi in piazza Santo Stefano per girovagare per il mercato dell’antiquariato davvero appagante...

Diari di viaggio
Fuga dalla città: Dozza, Brisighella e Bologna

Fuga dalla città: Dozza, Brisighella e Bologna

31 gennaio 2015 La stagione non è particolarmente indicata, ma le previsioni per il week end di qualche settimana fa erano buone e nel...