Fuerteventura: l’isola del benessere

I nostri viaggi sono sempre preceduti da mesi di lunghe ricerche sul luogo da visitare, itinerari da vedere e soprattutto dove alloggiare; pertanto mia intenzione è darvi notizie utili per poter visitare quest' isola del benessere. Siamo partiti da Roma Ciampino con volo Ryanair, che fa scalo a Barcellona (Girona), per poi prendere il volo per...
Scritto da: mariquita
fuerteventura: l'isola del benessere
Partenza il: 18/07/2007
Ritorno il: 28/07/2007
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

I nostri viaggi sono sempre preceduti da mesi di lunghe ricerche sul luogo da visitare, itinerari da vedere e soprattutto dove alloggiare; pertanto mia intenzione è darvi notizie utili per poter visitare quest’ isola del benessere.

Siamo partiti da Roma Ciampino con volo Ryanair, che fa scalo a Barcellona (Girona), per poi prendere il volo per Fuerteventuta il giorno dopo.

Consiglio (ovviamente se sapete già il periodo delle vostre vacanze) di prenotare con largo anticipo il volo, troverete dell offerte eccezionali, pensate che il volo di a/r Roma -Girona l’ho trovato a soli 0,01cent senza tasse , mentre quello per fuerteventura a 14,99 cent senza tasse.

18 luglio Arrivati a Girona, avevamo un giorno a disposizione, quindi che fare? Decidiamo di visitare Girona città, pertanto compriamo i biglietti per l’autobus che dall’aeroporto ci porterà al centro di Girona ( i biglietti li potete acquistare all’interno dell’aeroporto a soli 7 euro circa a coppia).Non vi so dire un itinerario preciso, perchè noi abbiamo girovagato a caso trovando Girona veramente deliziosa, negozi carinissimi, e poi la famosa ZARA, (catena d’abbigliamento per chi non lo sapesse), dove fare acquisti e soprattutto con i saldi in Spagna è meraviglioso,perchè si trovano delle occasioni da rifarsi il guardaroba! Verso sera prendiamo l’ultimo autobus che ci riporta all’aeroporto alle 22.00 e lì come tutti decidiamo di trascorrere la notte all’interno. Novità per noi, infatti eravamo alla ricerca di un hotel nelle vicinanze, quando abbiamo visto che intere famiglia attrezzate con teli da mare, lenzuola e cuscini da stendere sul pavimento si preparavano per la notte, così abbiamo fatto anche noi…

19 luglio Si parte! Ore 6.45 arrivo a Fuerteventura ore 9.20 Al vostro arrivo inizierete a vedere una immensa distesa di terra rossa, arida, con l’oceano che fa da scenario e il vento che vi da il benvenuto (il vento sarà il vostro compagno per tutto il viaggio, quindi portate qualcosa per la sera e per chi, come me , soffre di mal di gola).

Sempre tramite internet abbiamo prenotato una macchina utilitaria con la compagnia “Orlando” prezzo per 9 giorni 187.00 euro.L’agenzia si trova all’esteno dell’ areoporto, quindi al vostro arrivo troverete un ragazzo che con il pulmino vi porterà all’agenzia.

Presa la macchina, si parte alla ricerca dell’hotel, anche questo prenotato tramite internet con largo anticipo .

Abbiamo scelto il “Playa Park Club” zona di Corralejo prezzo per 2 persone colazione inclusa 390 euro, un affarone. Valutazione hotel: buono,personale gentile, disponibile, camere accoglienti, arredate in vimini con cucinotto interno (ecco perchè abbiamo scelto solo colazione), e terrazzo con tavolino che si affacciava sulla piscina, bellissima, grande con acqua salata e scivolo per i bambini. Il mangiare non era eccellente, come dicevano altri italiani incontrati nell’hotel, la colazione da noi provata si può dire essere discreta, senza avere tante pretese.

a parte ciò, non conviene scegliere la formula mezza pensione, perchè durante il giorno stando sempre in giro alla scoperta di spiagge e insenature, un panino o frutta è tutto quello che vi servirà, poi la sera lungo la via principale troverete tanti ristoranti, soprattutto italiani, con prezzi abordabili e lo staff fuori dai locali che vi chiameranno in maniera insistente per farvi entrare, – per un’ottima pizza consiglio “Don Camillo III” lo noterete perchè ha un’insegna grande (2 pizze e da bere per due persone 22 euro) – per mangiare le povere ma deliziose capre, consiglio “Tio Bernabè”, che si trova vicino al porto, basta chiedere e ve lo indicheranno.

– per ilpesce c’è l’imbarazzo della scelta, troverete tantissimi ristorantini soprattutto italiani che hanno aperto attività commerciali.

Date queste informazioni tecniche iniziamo a raccontare il paesaggio: Non vi aspettate, “movida”, discoteche o maxi divertimento, è un’isola da puro relax, dove bisogna trascorrere le giornate sdraiati al sole, ammirare una natura ancora incontaminata, e dove ciò che bisogna fare è il semplice “dolce far nulla”, farsi trasportare piacevolmente dalle ore della giornata, dove ci si sveglia, si va in spiaggia, si torna in hotel, doccia e fuori per la cena…

La macchina è necessaria per poter visitare l’isola, noi abbiamo visto tutta la costa destra dell’isola che va da Corralejo a Morro Jable, è la zona più facile da girare perchè gode di un’ottima struttura autostradale, cosa inesistente nella costa sinistra fatta di strade sterrate e precipizi.

– Corralejo E’ la zona meno ventosa di tutta l’isola (ho detto meno ventosa, non vento inesistente), e anche la più giovanile, quindi la consiglio per giovani coppie o gruppi di amici.

E’ famosa anche per le sue dune, che devo dire sono uno spettacolo, la cui vista rimane nel cuore, dune di sabbia bianca, altissime, morbidissime, faticose da salire ma divertimento assicurato lasciarvi cadere giù rotolando. Qui scatterete la vostre foto migliori! E’ famosa anche per essere zona di nudisti,ma non danno fastidio, basta non guardare.

– Cotillo Mare meraviglioso, molto vento, non per niente è la zona di surfisti. Proprio per il vento la nostra visita è stata sfuggente, e non è stato possibile prendere il sole nella spiaggia principale, ma iniziamo a girare, troviamo un’insenatura ideale dove trascorriamo tutto il giorno, poco vento, mare cristallino, pesci che si vedono …La miglior cosa è addentrarsi e trovare posti che magari sulla mappa non sono segnalati.

– Caleta de Fuste Zona creata per il turismo, nata appositamente per far nascere struttute turistiche, quindi troverete bei portici con negozi e un centro commerciale “Atlantico” – Puerto del Risario E’ il capoluogo dell’isola quindi è la zona più attrezzata, con un lungo mare molto bello.

– Tarajalejo visita di passaggio, da non perdere molto tempo,.

– Jandia e Morro Jable Sono zone molto tranquille, molto piacevole e passeggiare per il lungo mare, zone più ideali per le famiglie. La zona sud è quella più ventosa dell’isola. Jandia è famosa per il suo faro.

Sempre nella zona sud consiglio di veder Caleta Negra, è un’insenatura con la sabbia molto scura e veramente carina per trascorrere il pomeriggio al sole.



    Commenti

    Lascia un commento

    Betancuria: leggi gli altri diari di viaggio