Florida… sunshine state 2

Una settimana tra Miami, Everglades e Keys
 
Partenza il: 26/11/2016
Ritorno il: 03/12/2016
Viaggiatori: 3
Spesa: 2000 €

Da sempre mi ha affascinato l’idea di trovarmi al caldo quando da noi le giornate sono grigie, umide e nelle case accendiamo il riscaldamento.

E’ così che a fine Novembre di quest’anno, con mio marito Stefano e nostro figlio Davide questo desiderio si realizza… Wow! Una settimana in Florida tra Miami, Everglades e, infine, le Keys.

Ad Agosto acquistiamo tramite agenzia i biglietti aerei con volo diretto Milano Malpensa – Miami (compagnia American Airlines) e poco dopo con Europe Assistance anche l’assicurazione per annullamento viaggio. In prossimità della partenza sempre con la medesima agenzia concordiamo anche l’assicurazione sanitaria. La partenza è prevista Sabato 26 Novembre alle ore 10,30, ma già la notte precedente pernottiamo a Somma Lombardo in modo da evitare una levataccia.

Dopo quasi undici ore di volo atterriamo al MIA (Miami International Airport), fuori la giornata è calda e soleggiata, sbrigate le formalità di entrata nel paese, con un taxi raggiungiamo il nostro Hotel “Wynwood ” situato a South Beach. Qui trascorriamo tre notti avendo a disposizione due giorni interi per visitare Miami.

Essendo la città priva di metropolitana, per spostarci utilizziamo gli autobus ma soprattutto Uber, un servizio di taxi privato rivelatosi molto più conveniente rispetto ai taxi pubblici. Per prenotarlo Davide usa il cellulare su cui in precedenza ha scaricato l’applicazione; il metodo di pagamento avviene tramite carta di credito.

Durante il nostro soggiorno a Miami abbiamo passeggiato lungo Ocean Drive (il cuore pulsante di South Beach) fino a South Pointe, la punta più meridionale di Miami Beach, ammirato l’Art Deco lungo Ocean Drive e Collins Ave, dove coloratissimi alberghi in tinta pastello dalle facciate in stile tropical-africano sono l’aspetto più caratteristico di Miami, Lincoln Road, una strada pedonale con negozi di grandi marche, Espanola Way, una deliziosa stradina fiancheggiata da ristoranti e bar dove potersi godere un drink o un caffè osservando il passeggio, Wynwood Walls, un museo a cielo aperto di murales, dipinti e altre espressioni di arte urbana, Downtown il centro finanziario e amministrativo della città dove il pigro e torbido Miami River divide il quartiere in zona nord e sud; qui facciamo un giro sul Metromover, una monorotaia elettrica sopraelevata che gratuitamente compie un giro circolare in mezzo ai grattaceli. Proseguiamo per Bayfront Park passando davanti all’American Airlines Arena, un imponente edificio in cui si giocano le partite di basket, è proprio qui che la sera di Lunedì, nostro ultimo giorno a Miami, dopo aver comprato i biglietti online, assistiamo alla partita tra il Miami Heat e il Boston Celtic (più che una partita è uno spettacolo).

Finisce qui il nostro periodo in questa città magica fortemente glamour: il lusso di Lincoln Rd., il fascino dell’Art Deco, le coloratissime ed eleganti auto d’epoca lungo Ocean Dr. e infine il clima di eterna vacanza che si respira… tutto questo è MIAMI, domani si parte… destinazione EVERGLADES.

29/11

In tarda mattinata ci rechiamo all’aeroporto per ritirare l’auto prenotata dall’Italia; scegliamo una confortevole Jeep Cherokee color bianco e appena usciti dal Rent a Car, ci dirigiamo alla Shark Valley la nostra prima tappa nell’Everglades National Park.

Man mano che lasciamo alle spalle la città ci inoltriamo sempre più in quest’area chiamata “mare d’erba” dove il clima estremamente umido in buona parte dell’anno convive con le paludi, le macchie di cipressi, i laghi, i fiumi, rendendo questo paesaggio unico nel resto d’America.

All’ora di pranzo arriviamo alla Shark Valley (il biglietto di accesso al parco con auto costa $ 25 e vale sette giorni) e scesi dall’auto, poco distanti, due alligatori sostano lungo la riva del canale indifferenti al passaggio dei turisti. Dopo il nostro primo incontro con una delle tante specie che vivono in questo parco, andiamo a comprare i biglietti ($ 24 a persona) per il tour di due ore a bordo di una navetta che corre lungo un sentiero di 24 Km.

La guida ci segnala numerosi alligatori e svariate specie di uccelli; la macchina fotografica pare impazzita e le foto si susseguono l’una all’altra. A metà del percorso facciamo una sosta all’Observation Tower, una torre di cemento alta 15 m. che offre una vista spettacolare sul “River Grass”.

Finita la visita, percorriamo per un tratto l’US-41 (Tamiami Trail) poi la FL-997 e ci dirigiamo verso sud a Florida City, dove abbiamo prenotato una notte presso l’Hotel Travelodge F.C.

Termina così questa giornata nelle Everglades ma prima di addormentarmi ancora una volta ripenso a ciò che ho visto e con quanto rispetto ed emozione ho ammirato questo paesaggio di umida prateria, dove il solo verso degli animali e la quiete ti avvolgono… domani il sole sorgerà ancora e saranno le Everglades sud orientali ad accoglierci!

30/11

Fatta colazione all’aperto nel caldo sole della Florida procediamo per la State Rd. 9336 e dopo alcuni chilometri entriamo nuovamente nell’Everglades National Park all’altezza di Ernest Coe Visitor Center per poi fermarci 6 km. oltre al Royal Palm Visitor Center. Da questo punto delle Glades partono due sentieri: l’Anhinga e il Gumbo Limbo; scegliamo l’Anhinga Trail, dove una passerella di legno s’inoltra lungo un percorso a piedi di circa un’ora tra i canneti per avvistare la ricca fauna del posto.

Purtroppo non siamo particolarmente fortunati e a parte qualche sonnacchioso alligatore e alcune aninghe sugli alberi non vediamo altro. Subito dopo ci incamminiamo per un breve tratto nell’altro sentiero, ma non trovandolo particolarmente interessante torniamo indietro e saliti in auto, ci dirigiamo al punto estremo ed isolato di questo parco: Flamingo Visitor Centre.

Arrivati, notiamo immediatamente il senso di abbandono di questo piccolo porto turistico, pranziamo con alcuni sandwich nell’unico posto di ristoro disponibile poi acquistiamo i biglietti ($ 37 cad.) per un giro in barca della durata di un’ora e mezza tra i canali e le isolette di Florida Bay. Nell’attesa di partire, da un pontile, immortalo con la reflex un grosso pigro coccodrillo che galleggia lungo il canale e numerosi lamantini che nell’atto di respirare fuoriescono col muso dall’acqua.

Guarda la gallery
florida-vcwzg

FLORIDA…..SUNSHINE STATE



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Florida
    Diari di viaggio
    breve tour della florida in auto

    Breve tour della Florida in auto

    Optiamo per questo viaggio un po’ fuori dai nostri canoni soliti a giugno 2018, sapendo che quella estate ci sarebbe toccato un viaggio...

    Diari di viaggio
    babbo natale regala voli per miami

    Babbo Natale regala voli per Miami

    Era dicembre quando mio fratello si avvicina e a bassa voce mi dice: “Che ne pensi se a maggio andiamo tutti a Miami? Però dobbiamo...

    Diari di viaggio
    florida 2019... e il sogno americano continua

    Florida 2019… e il sogno americano continua

    Regalo di prima comunione per i miei bambini? Quale se non un viaggio spettacolare? E dove si trovano i parchi più belli da visitare ?...

    Diari di viaggio
    stati uniti: georgia - alabama - mississippi - arkansas - texas - oklahoma - louisiana - florida

    Stati Uniti: Georgia – Alabama – Mississippi – Arkansas – Texas – Oklahoma – Louisiana – Florida

    moderno e funzionale), dove restiamo in riposo fino alle ore 17,30 quando decidiamo di muoverci per andare prima a un vicino Valmart per...

    Diari di viaggio
    guatemala, messico e florida tra vulcani, spiagge e siti maya

    Guatemala, Messico e Florida tra vulcani, spiagge e siti maya

    Key West è certamente piacevole, anche se ormai piuttosto lontana da quell’atmosfera...

    Diari di viaggio
    crociera ai caraibi... l'inverno in infradito!

    Crociera ai Caraibi… l’inverno in infradito!

    L’idea di togliere scarpe, cappotti e sciarpe e anche per una sola settimana durante i mesi più freddi infilare un semplice paio di...

    Diari di viaggio
    musica e sole... a stelle e strisce

    Musica e sole… a stelle e strisce

    19/08 Finalmente ci siamo: le nostre tanto desiderate ferie sono arrivate! Quest’anno optiamo per un viaggio itinerante: da New...

    Diari di viaggio
    la nostra florida on the road

    La nostra Florida on the road

    Abbiamo scelto di partire tra ottobre e novembre dopo esserci confrontati con altri viaggiatori che ci hanno preceduto i quali hanno...

    Diari di viaggio
    in florida con bambini: 12 di buoni consigli

    In Florida con bambini: 12 di buoni consigli

    marini e foche. Il Seaquarium è molto grande (circa 40 ettari), ha quindi al proprio interno numerose strutture: il Penguin Isle (sede di...

    Diari di viaggio
    arizona e california on the road

    Arizona e California on the road

    ristorazione. Abbiamo trovato Tempe più vivace e piacevole.Entriamo quindi a Phoenix e con le energie ormai al termine passiamo il...

    Video Itinerari