Florida dicembre 2009

FLORIDA 29 NOVEMBRE 2009 10 DICEMBRE 200929 NOVEMBRE Ore 3.30 del mattino suona la sveglia!!!!Alle 4 partiamo da casa io mio marito e nostro figlio Francesco di 10 anni per l’aeroporto di Bologna . Alle 7.05 puntuale parte il volo air france destinazione Parigi dove arriviamo alle 8.50. Il Charles de Gaulle di Parigi è un aeroporto...
 
Partenza il: 29/11/2009
Ritorno il: 10/12/2009
Viaggiatori: fino a 6

FLORIDA 29 NOVEMBRE 2009 10 DICEMBRE 2009

29 NOVEMBRE Ore 3.30 del mattino suona la sveglia!!!!Alle 4 partiamo da casa io mio marito e nostro figlio Francesco di 10 anni per l’aeroporto di Bologna .

Alle 7.05 puntuale parte il volo air france destinazione Parigi dove arriviamo alle 8.50. Il Charles de Gaulle di Parigi è un aeroporto enorme ma organizzatissimo raggiungiamo facilmente con un autobus il Gate da dove parte il volo per Miami, destinazione Stati Uniti, che emozione!!! All’imbarco salgono con noi due tipi stranissimi … il mondo è bello perché è vario, mi imbarazza un po’ fargli una foto per una questione di rispetto ma da parte di molte persone sono oggetto di scatti e occhi sgranati, sono un uomo e una donna, vestiti esattamente in modo identico e vestono abiti femminili, hanno una pelliccia di leopardo… giusta giusta per il clima di Miami.. Sono troppo buffi!!! Si parte con un leggero ritardo di circa 30 minuti, arriviamo a Miami dopo 10 ore che sembrano non finire più.

Arrivati in aeroporto alle 15 , impronte digitale e foto di riconoscimento e via si va al ritiro bagagli, usciamo dall’aeroporto e troviamo subito il pulmino della Dollar la compagnia di noleggio auto che avevamo prenotato a 249 euro tramite e-noleggio auto grazie a vacanze in america.It, un sito meraviglioso dove ho trovato un aiuto prezioso per l’organizzazione di questa vacanza. Alla Dollar sbrighiamo le pratiche per il noleggio ( ci chiedono una cauzione di 250 dollari) e ci consegnano una chrysler sebring bianca, una bella auto comodissima.

La guida con il cambio automatico per i primi km è un po’ strana ma mio marito si abitua subito, al primo incrocio di una strada con 4 corsie per senso di marcia stiamo per essere travolti, dato che il semaforo in America non è in prossimità dello stop ma oltre l’incrocio e noi ci eravamo fermati esattamente al centro del crocevia…Rischiamo di brutto ma impariamo subito! Grazie al nostro navigatore satellitare ci dirigiamo all’albergo che avevamo prenotato dall’Italia sempre tramite il sito di vacanze in america.It il Sixty Sixty di Miami beach pagato 57 euro. Siamo stanchissimi appogiamo le nostre cose e cerchiamo un posto per cenare. Il primo approccio con il cibo non è il massimo, troviamo un Bagel Deli e prendiamo 3 panini con il pollo … solo che quando ci portano i panini il pollo è omogeneizzato… che schifo!!!! Non riusciamo proprio a mangiarlo e per fortuna li vicino c’è una pizzeria e mio marito si prende una pizza, io sono talmente stanca che non ceno nemmeno voglio solo andare a dormire e anche nostro figlio è cotto! 30 NOVEMBRE Alle 3.30 siamo già svegli.. Il fuso orario!!! Proviamo a riposare un altro po’ ma nulla da fare aspettiamo le 5.30 e usiamo dall’albergo dove paghiamo 10 dollari per il parcheggio facciamo un giro per miami beach dove ritorneremo negli ultimi giorni della vacanza e partiamo destinazione Key West. A Florida City ci fermiamo a fare colazione troviamo una caffetteria “Starbuks” dove beviamo un bel cappuccino e assaggiamo i tipici dolci americani alla cannella, qui abbiamo la sensazione di sentirci veramente in america per le persone che abbiamo incontrato. Questa caffetteria si rivelerà poi la mia preferita.

La strada per Key West è meravigliosa si vedono panorami fantastici, la prima tappa è Islamorada un piccolo porto di pescatori dove si possono vedere dei pesci giganti i Tarpon, ci sono gli alberi di natale decorati con le conchiglie, veramente delizioso.

La seconda tappa è la spiaggia di Baya Honda una delle poche spiaggie che si incontrano, lì ci fermiamo un paio di ore stiamo al sole, sulla spiaggia ci sono pescatori, famiglie americane con i bambini che fanno un pic-nic. L’acqua del mare è molto bella ma è fredda.

Pranziamo con hot-dog e io mi prendo un Pretzel, non sapendo di cosa si tratta, pensavo fosse dolce e invece è una specie di pane ricoperto di sale solo che dentro era completamente crudo, probabilmente quello che ho assaggiato era poco buono,perché ho visto poi che i pretzel hanno un gran successo fra gli americani! Arriviamo a Key West alle 15 circa e cerchiamo subito il nostro albergo: l’holiday inn prenotato sempre grazie a Marco del sito vacanzeinamerica.It a 83 euro.

I motel americani sono tutti molto simili fra loro e anche qui ci troviamo bene, nostro figlio non resiste e vuole subito fare il bagno in piscina e dato il caldo afoso anche noi ci tuffiamo nella vasca idromassaggio e ci beviamo una pinacolada buonissima.

Dopo il relax ci prepariamo per visitare Key West andiamo a vedere il punto più a sud di tutti gli Stati Uniti e andiamo a Mallory Square per vedere il famoso tramonto che qui si festeggia tutte le sere, assistiamo a vari spettacoli di giocolieri, saltimbanchi, facciamo un giro per vedere la casa di Hemingway e vediamo lo Sloppy Joe’s bar.

Ceniamo a base di carne niente male e andiamo a letto.

Key West è veramente bella molto stile caraibico con i suoi colori e le sue strade pittoresche e i panorami bellissimi che si vedono mentre la si raggiunge! 1 DICEMBRE Ci svegliamo alle 5 del mattino… noi inizieremo a smaltire il fuso orario dopo 1 settimana circa…Facciamo colazione da Waffel House a base di uova e pancetta e lasciamo le Keys, vediamo l’alba durante il viaggio panorami mozzafiato! Direzione Everglades.

Alle 10.30 siamo già a Florida City e andiamo all’Alligator-Farm una fattoria dove si trovano alligatori e facciamo un giro nelle paludi con il famoso airboat , davvero bello da non perdere.

All’Alligator –Farm ci fermiamo a vedere molti animali oltre agli alligatori: tartarughe iguane coccodrilli serpenti, insomma è un’oasi naturalistica.

Ci mettiamo in marcia e per strada ci fermiamo da “Robbie is here”, una fattoria che vende frutta prodotti tipici:troppo bella! Ci prendiamo il famoso frullato che era buonissimo ma una quantità industriale, tanto che ha sostituito il pranzo! In america tutto è dimensioni giganti: le porzioni di cibo sono il doppio delle nostre se la coca cola non la si chiede small size ti danno 1 litro di coca, noi molte volte prendavamo 2 pietanze e mangiavamo tranquillamente in 3.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Napoli
    Diari di viaggio
    vedi napoli e poi...

    Vedi Napoli e poi…

    "Vedi Napoli e poi muori", lo diceva un certo Goethe, giunto nella città del sole nel febbraio del 1787 durante il suo lungo viaggio in...

    Diari di viaggio
    napoli, storia della fine di un pregiudizio

    Napoli, storia della fine di un pregiudizio

    Desideravo fare una vacanza che fosse piena di colori, di profumi, che mi riempisse il vuoto grigio lasciato dai due anni di Covid. Mentre...

    Diari di viaggio
    napoli, sorrento e capri

    Napoli, Sorrento e Capri

    In questi tempi di covid il last minute è diventato di rigore, a due settimane dalla partenza passiamo dall’Alsazia, Strasburgo e Parigi...

    Diari di viaggio
    campania intima

    Campania intima

    Giorno 1, Napoli - Fontegreca Caricato anche l’ultimo bagaglio in macchina, finalmente siamo partiti. Un traffico insolitamente...

    Diari di viaggio
    napoli e capri connubio perfetto

    Napoli e Capri connubio perfetto

    Fare una vacanza a Napoli e Capri era da sempre il desiderio di mia sorella e il mio. La sua amica ci invitò alcuni giorni a casa sua e...

    Diari di viaggio
    campania: mille tesori da scoprire

    Campania: mille tesori da scoprire

    Il desiderio di partire nonostante le 1000 restrizioni nel periodo di Natale ‘21, la paura di questa pandemia sta colpendo tutta Italia...

    Diari di viaggio
    prospettive napoletane

    Prospettive napoletane

    Descrivere Napoli per me che ci sono nato e dove ho vissuto quasi metà della mia vita è un pochino complicato, non tanto per l’impegno...

    Diari di viaggio
    4 giorni tra napoli e la costiera a settembre

    4 giorni tra Napoli e la costiera a settembre

    Finalmente è arrivato il tempo delle nostre ferie annuali, anche se abbiamo pochi giorni a disposizione, nella testa ho un solo pensiero,...

    Diari di viaggio
    le murge settembrine

    Le Murge settembrine

    La scelta di restare anche quest'anno in Italia è nata in primavera dopo l'allentamento delle restrizioni per la pandemia, visto che non...

    Diari di viaggio
    fine settimana straordinario napoli-pompei

    Fine settimana straordinario Napoli-Pompei

    Io e mia suocera abbiamo deciso di visitare la città partenopea da venerdì a domenica circa un mesetto fa; mi sono subito messa alla...