Estate in Alaska

Tour di due settimane alla scoperta di ghiacciai, fiordi e foreste… in compagnia degli orsi
Scritto da: laurentino
estate in alaska
Partenza il: 15/06/2014
Ritorno il: 29/06/2014
Viaggiatori: 2
Spesa: 4000 €

L’ALASKA di Nadia e Laurentino

Durata del viaggio 14 giorni, periodo15 giugno- 29 giugno 2014,

15/06/2014

Partenza con Lufthansa da Milano per Anchorage via Francoforte e Houston. Arrivati a Francoforte il volo per Houston ha avuto un guasto al computer di bordo, dopo vari tentativi il volo è stato cancellato La Lufthansa ci ha riprotetto con un volo il giorno dopo via Chicago per Anchorage, mettendoci a disposizione il telefono per cancellare la prenotazione dell’hotel di Anchorage e per qualsiasi altra necessità come hotel, pranzo, cena, colazione e trasferimento da e per l’aeroporto senza alcun costo aggiuntivo.

16/06/2014

Partenza da Francoforte per Chicago e poi da Chicago per Anchorage con arrivo alle 21:30. Abbiamo ritirato la macchina prenotata tramite l’Alamo, prepagata a marzo al costo di 700,34 euro. Ci danno un Dodge Dart con 14 miglia nuovissima. Partiamo per Healy, cittadina vicino l’ingresso del Denali Park,a 397 km da Anchorage. Partiamo subito e per recuperare il tempo perso non siamo rimasti entro il limiti di velocità, arrivando a destinazione alle 02:30 di notte con ancora la luce del giorno. Avevamo paura che di notte nel parco gli animali liberi ci attraversassero la strada, ma cosi non è stato fortunatamente e siamo sempre stati accompagnati dal silenzio. Solo un’altra macchina nel nostro percorso e luce come se fossero le 6 del pomeriggio al tramonto. Bellissimo, questa sarà una costante per tutte le sere del nostro viaggio sempre luce ..Soggiorniamo presso il Denali Park Hotel a Healy la reception dell’hotel è una struttura insolita cioè di carrozze dei treni giallo blu, l’hotel è una struttura silenziosa e pulita con personale molto gentile.

17/06/2014

Partiamo da Hearly per il Denali National Park, 21 km, e davanti al Visitor Center abbiamo avuto il primo incontro con una famiglia di Moose. Alle 7:30 avevamo l’escursione per Kantishna, un viaggio di 92 miglia, 12 h per andata e ritorno, costo del tour 123,00 $ per 2 persone prenotata su www.reservedenali.com. Vi consigliamo di prendere sul bus i posti a sinistra.

La giornata è stata favolosa sia per il clima che per la quantità di animali avvistati: orsi, caribu, moose, volpi, scoiattoli oltre alle immancabili zanzare. Durante questo viaggio il bus si ferma ogni due ore circa per una sosta dove si può andare al bagno fornito di tutto e molto pulito oppure ci si può sgranchire le gambe per qualche minuto oppure cogliere l’occasione per fare qualche foto al paesaggio bellissimo, selvaggio con colori straordinari. La differenza che abbiamo colto tra questo parco e quello di Yellostone è che qui al Denali N. P. tutto è molto meno turistico e molto più selvaggio e per questo motivo c’è piaciuto moltissimo.

18/06/2014

Al mattino nuova escursione al Denali National Park con destinazione Toklat per un costo di 74,00 $ per due persone. Anche oggi ‘incontriamo’ con un orso al bordo strada. E’ stato favoloso. Abbiamo avvistati Big Horn ed Alci. Nel pomeriggio partenza per Fairbanks 184 km, durante il percorso ci siamo fermati a Nenana sperando di vedere la St. Mark’s Episcopal Church nella quale c’è un altare decorato con i tradizionali motivi ornamentali a perline, ma purtroppo non siamo stati fortunati la chiesa era chiusa. E’ aperta solo il sabato mattina e ci siamo dovuti accontentare di vedere la Nenana Train Station.

Pernottamento presso il Best Western Plus Chena River.

Abbiamo cenato al Pump House Restorant & Saloon, 796 chena pump rd, (www.pumphouse.com) favoloso il granchio King, il salmone e l’halibut pesce bianco molto buono di cui l’Alaska è il produttore numero uno al mondo. Il locale è molto bello, ma non economico e poichè la nostra filosofia è che anche attraverso un buon cibo si scopre una nazione noi abbiamo fatto tale scelta.

19/06/2014

Partenza per il Circolo Polare Artico con la società Northern Alaska Tour Company (www.northernalaska.com) al costo di 419,00 euro a persona prenotati il 27/03/14. Dopo aver incontrato la guida-autista siamo partiti a bordo di un pulmino Ford 4×4 e dopo 6 ore siamo arrivati a destinazione. La strada, la Dalton Highway, per piccoli tratti è asfaltata, ma per la maggior parte è sterrata. Il paesaggio è spettacolare perchè gli alti alberi sono enormi e i rami sono pieni di foglie di un verde bellissimo. Man mano che saliamo verso nord gli alberi si diradano, i rami non sono più così pieni di foglie poi si spogliano rimanendo solo i fusti di colore bianco che man mano si accorciano sino a sparire per poi lasciare posto alla tundra di color marrone rossicio e qui niente ghiaccio, ma molte zanzare data la presenza di acquitrini. Anche qui ci siamo fermati per delle soste ogni 2 ore, poi ci siamo fermati a Yukon River e mentre arrivavamo al circolo un simpatico moose ci ha attraversato la strada tranquillamente. Tale strada è percorsa anche da motociclisti solitari o in gruppo in sella alle loro fantastiche moto, che spettacolo!

Quello che si trova al Circolo Polare artico è una linea immaginaria che passa in quel punto particolare come è indicato da un plastico e la guida ci ha offerto persino un dolce per festeggiare l’evento. Poi siamo rientrati con un volo da Coldfoot a Fairbanks. Questa escursione si può fare andando e tornando in pulmino, ma i tempi sarebbero stati lunghi. La stanchezza è molta, mentre il costo sarebbe stato più economico.

20/06/2014

Giornata di trasferimento da Fairbanks a Whittier. Dato che sono 676 km vi consigliamo di partire presto e di non rispettare i limiti nei punti di non pericolo. Sosta per pranzo presso il Birchwood Saloon in Chugiak. Per arrivare a Whittier bisogna attraversare un tunnel a senso alterno ogni 30 minuti. Visto che siamo arrivati per le 17.00, dopo aver preso possesso della camera presso l’Hotel Inn at Whittier, ci siamo fatti un’escursione di un paio d’ore per avere il primo contatto con un ghiacciaio il Portage Glacier. Cena nel ristorante dell’hotel con Zuppa di cipolle ed ottima Prime rib.



    Commenti

    Lascia un commento

    Alaska: leggi gli altri diari di viaggio