Edinburgo e le Highlands: fra fiabe e realtà

Avventura in auto fra castelli e paesaggi incantati
 
Partenza il: 05/08/2010
Ritorno il: 07/08/2010
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

alla famosa formazione di Kilt Rock, così chiamata per via delle pieghe formate dai due tipi di roccia che la compongono e che ricordano un kilt. Dal punto panoramico si può ammirare la cascata Mealt Waterfall che dopo un tuffo di 100 metri si riversa nella baia di Sound of Raasay.

Da Kilt rock (isola di Skye) a Stirling: 223 miglia, 5 ore e 25 minuti Ci fermiamo lungo la strada per pranzare in un ristorantino locale che troviamo prima di attraversare il ponte. Il viaggio verso Stirling sarà lungo. Attraversiamo qualsiasi tipo di paesaggio, sembra persino un posto differente dalla Scozia. Arriviamo a Stirling in serata. Posiamo le valigie nella guest house “Munroe guest house” http://www.munroguesthouse.co.uk/locate.htm per 60£ a notte a camera compresa la prima colazione, sempre molto abbondante. Fra le tante cose da vedere non è da perdere una visita all’antichissimo Castello di Stirling, uno dei più solenni castelli scozzesi da cui si gode di una meravigliosa vista tanto da essere considerato anche meglio del Castello di Edimburgo con cui è inevitabile il paragone. Il giro per la cittadina dura poco, anche perché è tutto chiuso e poi ha iniziato a piovere. La giornata si chiude quindi con la cena in un locale della via principale e a dormire presto. Domani ci attenderà Edimburgo! Sabato 7 agosto Da Stirling ad Edimburgo: 42 miglia, 1 ora Il centro storico di Edimburgo è diviso a metà da Princess Street. La via è la più frequentata sia per il passeggio che per gli acquisti. Nella parte sud il panorama è dominato dal Castello di Edimburgo e dalle costruzioni della Old Town mentre sulla parte est si affaccia la New Town. La Old Town si affaccia sulla via principale la Royal Mile. È un lungo rettilineo di un miglio circa che collega il castello di Edimburgo con l’Holyrood Palace e l’omonima abbazia in rovina. Il “Royal Mile” è in verità un insieme di quattro vie (Castlehill, Lawnmarket, High-street e Canongate) sulle quali si affacciano numerosi edifici pubblici di notevole interesse. La High Kirk of St. Giles che è la principale chiesa della città, da molti chiamata erroneamente cattedrale, si trova lungo la High-street. Dietro questa chiesa si trova anche la casa del parlamento (Parliament House). Dal Royal Mile si dipartono a spina di pesce le vie secondarie che scendono dalla collina in varie direzioni, con ampie piazze, dove una volta si svolgevano i mercati, a circondare gli edifici pubblici principali e le chiese. Molte di queste viuzze secondarie sono dei cosiddetti close, ossia vicoletti angusti ricoperti da volte che spesso sboccano in cortili interni. La New Town e la Old Town sono state dichiarate dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. Edimburgo è famosa per il Festival di Edimburgo, una nota manifestazione di arti dello spettacolo che si svolge in estate. Il Festival è in verità un insieme di diversi eventi culturali che hanno luogo dalla fine di luglio, per l’intero mese di agosto, fino all’inizio di settembre. Noi abbiamo visto la prima parata che dava inizio al Festival. Hard rock cafè: facendo collezione di queste magliette, non potevamo mancare la “visita”. Si trova al 20 di George Street. Inizialmente avevamo pensato di girare Edimburgo con il “city sightseeing”, ma dato che quel giorno iniziava proprio il Festival, il percorso del bus era un po’ deviato, e quindi abbiamo deciso di girarla a piedi, cosa di cui non ci siamo affatto pentiti. Verso il pomeriggio è uscita una giornata bellissima, calda con il sole ed il cielo azzurro; così ne abbiamo aproffitato per prendere un po’ di sole sdraiati al parco, alla moda inglese! Un’ultima visita al parco sopra al castello con vista della città, e via verso l’aeroporto dove ci aspettava il volo di ritorno a Belfast!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Castello di Dunnottar
    Diari di viaggio
    giro della scozia in senso antiorario.

    Giro della Scozia in senso antiorario.

    Siamo partiti in 3 con nostro figlio di 12 anni e abbiamo percorso in 12 giorni 1500 miglia da Glasgow a Glasgow dedicando solo un’ora a...

    Diari di viaggio
    edinburgo e le highlands: fra fiabe e realtà

    Edinburgo e le Highlands: fra fiabe e realtà

    alla famosa formazione di Kilt Rock, così chiamata per via delle pieghe formate dai due tipi di roccia che la compongono e che ricordano...