Due turisti fai da te… in Sri Lanka

Dai siti archeologici di Sigirya e Polonnaruwa alle piantagioni di Kandy, dalle montagne di Ella al mare di Mirissa e Unawatuna... qualche info pratica per un viaggio fai da te
 
Partenza il: 08/03/2016
Ritorno il: 19/03/2016
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

La prima cosa da fare prima di organizzare un viaggio è decidere di partire. Dove andiamo? Sri Lanka! Vi lasciamo qualche dritta e qualche numero per dare anche a voi la possibilità di organizzare un viaggio fai da te risparmiando qualche soldo.

Numeri

Cambio: 1 euro=160 rupie circa

Volo x 2 : 880 euro (Srilankan airlines)

Visto on line x 2: 64 euro

Alloggi vari x 9 notti in camera matrimoniale: 265 euro

Taxi e trasporti pubblici: 150 euro

Entrate a Polonnaruwa (25 dollari), Sigiriya (30 dollari) e Botanical Gardens x2: tot 110 euro

Il viaggio

Siamo Davide e Riva, insieme facciamo il nostro terzo viaggio in oriente. Volo Roma Colombo con Srilankan a 440 euro per persona, visto fatto on line (35 dollari ciascuno) per evitare le file all’arrivo, dopo 9 ore di volo siamo a destinazione.

9 Marzo

Ore 5:45 un caldo infernale ci attende, dobbiamo arrivare a Dambulla (170 km circa), i nostri propositi di prendere un bus pubblico tramontano appena usciti dall’aeroporto, cambiamo il minimo indispensabile ed optiamo per un taxi ufficiale prenotato nell’ufficio appena usciti a sinistra. (www.airport.lk/passenger_guide/getting_arround/taxi_service.php): Dopo 4 ore di macchina su una strada trafficatissima arriviamo a Dambulla presso la guest house Dignity Villa (2 notti in camera matrimoniale 84 euro), ci accoglie il proprietario Daniel che asseconderà ogni nostra esigenza.

Siamo sfiniti e ci concediamo qualche ora di sonno. Nel pomeriggio, Daniel ci accompagna con il suo tuk tuk all’ingresso delle “Royal Rock Temple” spiegandoci che per il momento l’entrata è gratuita a seguito di una controversia legale tra il capo dei monaci ed il governo. Ci attende una bella e faticosa scalinata in salita. Le Dambulla Caves si trovano a 100-150 mt di altezza rispetto alla strada. Visitiamo le 5 grotte, contenenti circa 150 effigi del Buddha, rigorosamente scalzi e dopo un paio di ore torniamo alla guest house dove il proprietario ci ha preparato la cena.

Dambulla è una città anonima ma risulta strategica per le escursioni a Sigiriya e Polonnaruwa che sono un must dello Sri Lanka.

10 marzo

Ci svegliamo di buon’ora e Daniel, dopo averci preparato la colazione ci accompagna alla fermata dell’autobus per Sigiriya spiegandoci tutto quello che c’è da sapere, (viaggio di 40 minuti al prezzo di 50 rupie cadauno). L’esperienza del bus pubblico è qualcosa di veramente forte, guidano come pazzi, sorpassi azzardati, curve in accelerazione, velocità da Formula 1, discese e salite al volo dei passeggeri, musica a tutto volume ed autista in preda ad un delirio di onnipotenza, ma qui tutto è normale:siamo in Sri Lanka.Ci facciamo lasciare all’ingresso della rocca. Il prezzo di entrata è caro ( 30 dollari a persona), ma chi volesse risparmiare può raggiungere la montagna di Pidurangala che sorge proprio al fianco di quella di Sigiriya, il prezzo di ingresso è inferiore e la salita è meno faticosa:il panorama è assicurato. Noi abbiamo optato per Sigiriya ed i suoi giardini terrazzati perché comunque è come andare a Roma e non vedere il Colosseo.Consigliamo di affrontare gli oltre mille scalini che portano alla sommità nelle prime ore della mattina, perché il caldo è veramente torrido e naturalmente munitevi di acqua che potete acquistare nel bar vicino la biglietteria. Il museo all’interno non è niente di che. Al ritorno ci ferma un tuk –tukaro che dovendo tornare anche lui a Dambulla si offre di accompagnarci per 200 rupie (viva l’onestà).Cena anonima al ristorante Mango Mango e diritti a letto.

11 marzo

DI nuovo sveglia mattutina ed autobus per Polonnaruwa (100 rupie a persona, 1 ora abbondante di viaggio).Il caldo non molla e decidiamo di affittare 2 biciclette (700 rupie), ci rechiamo alla biglietteria che si trova nel museo (25 dollari a persona) ,risaliamo la strada ed entriamo nel sito archeologico. Qui, per quasi 9 km si trovano i resti di templi,padiglioni, statue, bacini e santuari, a conti fatti girarlo a piedi sarebbe veramente impossibile, l’alternativa alla bici è il tuk tuk. Tra una rovina e l’altra ci imbattiamo nel gruppo monastico dell ‘Alahana Pirivena, il Lankatilaka shrine, con il suo Buddha in posizione eretta circondato da pareti alte 17 mt dove è stato girato il video dei Duran Duran di “Save a Prayer”. Un altro gruppo monastico importante è il “Gal Vihara” che si trova a nord del sito; un gruppo di 4 statue scavate nella roccia, ciascuna ricavata da un’unica lastra di granito. Un Buddha eretto alto 7mt, un Buddha sdraiato di 14mt (entrambi si vedono sempre nel video “Save a Prayer”) e altri seduti. Verso le 14 usciamo dal sito e facciamo un giro sul lungolago di Polonnaruwa, posiamo le bici e ritorniamo a Dambulla.In guest house recuperiamo i bagagli non prima di aver bevuto un succo di avocado e Daniel ci aspetta per accompagnarci alla fermata direzione Kandy. Due ore e mezzo di viaggio ( 90 rupie a persona) ed arriviamo nella trafficata città, ci fermiamo al Sevana City Hotel nei pressi del centro ( 2 notti 51 euro).

12 marzo

Colazioniamo in una pasticceria di fianco all’albergo, facciamo rifornimento di acqua e cibo, fermiamo un tuk tuk al volo: stamattina visita alla piantagione di thè di Giragama, circa 20 km alle porte di Kandy. Le visite guidate sono gratuite ed in inglese con annessa degustazione, il tutto finalizzato alla vendita dei loro prodotti che sono abbastanza cari rispetto a quello che si trova nei normali supermercati. Ma vedere la spiegazione delle varie fasi delle lavorazioni del thè è veramente interessante. Dopo un paio di ore il nostro tuk tuk-aro, che ci ha pazientemente aspettato, ci propone improbabili visite a fantomatici giardini delle spezie, ma noi abbiamo le idee chiare e ci facciamo accompagnare al ben più famoso Botanical Gardens di Kandy (1100 rupie a persona). Giriamo dalle 13:30 alle 16:30, il parco è molto bello. Vediamo una gran varietà di piante, dai bamboo giganti agli alberi secolari, compresa una serra delle orchidee. Una volta usciti ci rechiamo alla stazione perché vorremmo prenotare i biglietti per il treno panoramico delle 11 del giorno dopo direzione Ella, ma apprendiamo che tutti i posti a sedere sono esauriti e ci toccherà il viaggio in piedi. A due passi dalla stazione ferroviaria ci imbattiamo nel Kandy Market Hall, un mercato a forma di quadrilatero disposto su due piani, molto ordinato e pulito,eccezionale per prezzi e scelta di articoli fra artigianato locale, spezie, profumi. Si è veramente invogliati a comprare e non ve ne sono di simili in Sri Lanka, imparate a contrattare ma in uno stile più pacato rispetto a quello dei suk arabi. Dopo aver fatto qualche acquisto, torniamo in centro e ci godiamo la parte più interessante di Kandy quella lontana dal traffico disordinato. Al fianco del lago sorge il tempio del Sacro dente “Sri Dalada Maligawa”. Il tempio brulica di gente in preghiera per la funzione delle 18:30, bisogna superare i varchi di controllo per un abbigliamento consono alla sacralità, ma non vi preoccupate che se siete troppo scoperti sono pronti a rifilarvi un pareo per 400 rupie. Facciamo un giro un pò veloce perché non siamo poi così interessati. L’entrata costa 1000 Rs. Mangiamo un hot dog nella piazza dell’orologio e andiamo a nanna:giornata veramente piena.

Guarda la gallery
cultura-65rvr

Color verde thè

cultura-x722c

La rocca di Sigirya



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Dambulla
    Diari di viaggio
    massimo e florence in sri lanka

    Massimo e Florence in Sri Lanka

    Dopo varie ricerche contatto una guida locale che fa anche da autista Manjula Wijesekera. La scelta è stata veramente azzeccata. Manjula...

    Diari di viaggio
    sri lanka: appunti utili di viaggio

    Sri Lanka: appunti utili di viaggio

    e i colori e va bene per rilassarsi qualche giorno, nulla più. Abbiamo per lo più mangiato molto piacevolmente in guesthouse, tranne due...

    Diari di viaggio
    tutto il fascino dello sri lanka

    Tutto il fascino dello Sri Lanka

    Martedì 05.01 Arrivo a Colombo… compriamo scheda telefonica locale a 1000 rupie (d’ora in poi scrivo solo il numero), con inclusi 40...

    Diari di viaggio
    natale in sri lanka 2

    Natale in Sri Lanka 2

    oceano caldo e relativamente tranquillo. Dopo una deviazione verso Mulkirigala per visitare un complesso di meravigliosi templi rupestri...

    Diari di viaggio
    sri lanka, cuore e occhi pieni di spirito e di natura

    Sri Lanka, cuore e occhi pieni di spirito e di natura

    Volo a/r Bologna-Colombo con Turkish Airlines. Prenotando anche 5-6 mesi prima si possono trovare ottimi prezzi anche durante il periodo...

    Diari di viaggio
    sri lanka zaino in spalla 4
    Oti

    Sri Lanka zaino in spalla 4

    Eccoci! Il 5 gennaio 2017 siamo a Malpensa in attesa della partenza del volo Oman Air delle 21:30 con destinazione Colombo e scalo a...

    Diari di viaggio
    sri lanka tra sorrisi, spiagge e tramonti

    Sri Lanka tra sorrisi, spiagge e tramonti

    Ricorderò per sempre questo paese per i suoi abitanti gentili e sorridenti, per le spiagge lunghe e selvagge e per i suoi infuocati...

    Diari di viaggio
    sri lanka fai ta te

    Sri Lanka fai ta te

    Ciao a tutti, a chi può interessare posto il nostro viaggio. Abbiamo prenotato i voli con Qatar a febbraio 1300 euro in due e prenotato...

    Diari di viaggio
    delizioso sri lanka

    Delizioso Sri Lanka

    Sono nuvole basse e bianche quelle che ci accolgono durante la discesa verso l’aeroporto di Colombo in questo mattino poco soleggiato:...

    Diari di viaggio
    alla scoperta dello sri lanka

    Alla scoperta dello Sri Lanka

    Hai mai pensato di potere ammirare in un solo viaggio le piantagioni di tabacco di Cuba, i monaci del Tibet, gli elefanti del parco Etosha...