Due settimane in Indonesia

In giro tra Bali e Giava alla scoperta di templi, spiagge e città
 
Partenza il: 07/08/2018
Ritorno il: 23/08/2018
Viaggiatori: 3
Spesa: 3000 €

Premessa: purtroppo causa terremoti abbiamo dovuto modificare in corsa il nostro itinerario, sostituendo la settimana tra Gili Air e Lombok con quella a Kuta Bali. Viaggio di 3 persone: io, la mia ragazza e mia cognata.

DAY 1-2 – (07-08/08/2018): MILANO + JAKARTA

Partenza a mezzanotte da Milano con volo Qatarairways (€ 1.000 a testa) e arrivo a Jakarta alle 23:00. Sbrigate le lunghe formalità all’immigrazione (quasi un’ora) prendiamo un taxi per l’hotel Ibis Budget vicino all’aeroporto (€ 33 x 1 notte con colazione a partire dalle 03:00).

DAY 3 – (09/08/2018): YOGYACARTA

Riposiamo un paio di ore ed eccoci di nuovo in aeroporto per il volo delle 05:30 direzione Yogyacarta (Air Asia € 73 in 3). Arrivati a destinazione, conosciamo il taxista Mustofa che ci farà da driver per due giorni. L’albergo, il Prime Plaza Hotel (€ 130 x 2 notti colazione inclusa), pulito e bello, è 5 km dalla via principale Malioboro e a 6 km dall’aeroporto. Posiamo i bagagli e iniziamo il tour della città. La mattinata la passiamo tra il Palazzo del Sultano e il Water Castle, entrambi 15k rupie e niente di che. Pranzo indonesiano e rientro in hotel, dove finalmente è pronta la nostra camera. Doccia veloce e alle 15:30 partiamo alla volta del Prambanan, un complesso di templi induisti, prima però al Candi Ploasan (un tempio vicino). Passiamo un paio di ore piacevoli al Prambanan (25$) con l’ausilio gratuito di due guide adolescenti, che per esercitarsi con l’inglese fanno da “cicerone” ai turisti. Tramonto bellissimo e cena con vista tempio. Serata passata a vedere uno spettacolo balinese e rientro in hotel per le 22:00.

DAY 4 – (10/08/2018): YOGYACARTA

Sveglia ore 03:30 direzione Borobudur, monumento buddhista più famoso dell’Indonesia (1h di viaggio e biglietto a 450k rupie). All’ingresso si viene forniti di una torcia e il percorso per raggiungere la cima del tempio è di circa 10 min a piedi. Sono le 5 e attendiamo una mezz’oretta abbondante l’alba sorgere su Yogyacarta: che spettacolo! Con la luce del giorno visitiamo il tempio (molto più bello del Prambanan); foto di rito e di nuovo in taxi per il rientro in città. Nel percorso ci fermiamo alla Chicken Church (30k rupie), una bellissima non-chiesa, enorme e a forma di gallina. Non chiesa perché a dir la verità è un luogo di preghiera per tutte le religioni. Si può salire in cima sulla corona per ammirare il panorama circostante. Proseguiamo per Candi Mendut (3k rupie), altro tempio carino sito in un giardino Thai. Pranzo in Malioboro Road e pomeriggio relax nella piscina dell’hotel. Cena a due passi dall’albergo in un ristorantino economico.

DAY 5 – (11/08/2018): KUTA, BALI

Lasciamo Yogyacarta e il nostro amico driver alla volta di Bali, con volo Airasia € 86 in 3. Qui ad attenderci un altro driver, Danny, pure lui molto carino e gentile, già contattato mesi prima tramite amici. Ore 12:00 e siamo in hotel: il Kuta Flora (€ 80 in 3 x 2 notti, colazione inclusa), carino, pulito, molto zen e a 400 metri dalla spiaggia Kuta Beach. Pomeriggio a Kuta Beach, non bellissima, con cielo nuvoloso. Cena ottima al Ristorante Gabah e fine serata con drink all’Hard Rock Cafè.

DAY 6 – (12/08/2018): KUTA, BALI

Oggi niente relax, giornata full. Sveglia alle 09:00 e partenza per Nusa Dua. Mattinata al Water Sport, 190€ in 3 per ciambella, paracadute e fish flying. Pranzo in un warung locale (li chiamano cosi i ristorantini tipici balinesi) e primo pomeriggio a Padang Padang Beach (10k rupie). La spiaggia è una vera delusione: brutta, piccola e con sassi. Ci rifacciamo successivamente al tempio sulla roccia di Uluwatu (30k rupie) con annessa fantastica Kecak Dance (100k rupie). Cena di pesce a Jimbaran al Blue Moon (€ 63 x 3).

DAY 7 – (13/08/2018): UBUD

Lasciamo Kuta Bali alle 07:00 del mattino. Prima tappa il tempio arroccato in mezzo al mare, il famoso Tanah Lot (60k rupie). Riusciamo a visitarlo di prima mattina senza l’orda di turisti. Secondo tempio della giornata il Taman Ayun (20k rupie); decisamente sottotono per non dire una delusione totale. Proseguiamo con la visita al Silver Village (manifattura d’argento), l’altalena sospesa nel vuoto che però non facciamo perché non adrenalinica e affascinante come ci aspettavamo e assaggiando thè locali e bevendo il famoso Luwak coffe: caffè prodotto dalle bacche defecate dallo zibetto. Pausa pranzo in un ristorante di passaggio e arrivo in tardo pomeriggio Ubud. Soggiorno al Taman Rahasia Tropical Sanctuary and Spa (€ 215 x 3 notti in 3 con colazione). L’hotel è stato una piacevole scoperta: davvero bello e con bagno all’aperto, tipicamente in stile balinese. Non è proprio in centro ma con una camminata di 30 minuti sei nel cuore di Ubud. Serata tra negozi di souvenir e cena all’Hujon a degustare la crispy duck, una specialità in questa zona di Bali.

DAY 8 – (14/08/2018): UBUD

Ore 8:00 partenza per Tegallalang. Le risaie sono bellissime, il ticket costa 10k rupie a testa. In un’oretta si visitano tranquillamente, concedendosi anche un giro sull’altalena (100k); questa si che ne vale la pena! Saliti sulla Jeep proseguiamo per il tempio Gunung Kawi Sebatu (15k rupie), carino ma non entusiasmante. Terza tappa della giornata il tempio spirituale Tirta Empul (15k rupie) dove chiunque può concedersi un bagno nelle famose “acque sante”. Vista la quantità di persone presenti e la non nitidezza delle acque decidiamo di non immergerci limitandoci alle foto di rito. Pausa pranzo sul Vulcano Batur vista lago. Primo pomeriggio al Tempio Madre Besakih. A dir la verità questo non è il famoso tempio con le porte del paradiso tanto pubblicizzato in rete. Resta comunque un complesso di 9 tempi davvero bello e la visita dura circa un’oretta con l’aiuto di una guida locale. Torniamo a Ubud e ci concediamo una meritata Spa “all body” di un’ora. Cena al Bunut Cafè.

DAY 9 – (15/08/2018): UBUD

Ore 8:30 e siamo già operative in macchina del nostro driver Danny. Prima tappa: Barong Dance (100k rupie), molto meno bella della sua cugina Kecak Dance ammirata a Uluwatu. Proseguiamo per il Beratan Lake, dove ad attenderci c’è il tempio simbolo di Bali, l’Ulun Danu Beratan (50k rupie), una pagoda non tanto grande in mezzo al lago. Complice anche il bel tempo anche il panorama in sottofondo è davvero bello. Pausa pranzo in un ristorante a buffet in zona e primo pomeriggio alle Git Git Waterfall (400k rupie in 3). Fare il bagno sotto le cascate con l’acqua neanche tanto fredda è davvero una goduria. Quarta e ultima tappa della giornata le Rise Terrace di Jatiluwih (40k rupie). Una sola parola per descriverle: spettacolari! Cena in centro a Ubud al ristorante Three Monkeys: anatra buona ma quella dell’Hujon era più buona.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bali
    Diari di viaggio
    ubud è il cuore spirituale di bali

    Ubud è il cuore spirituale di Bali

    Chi mi conosce bene sa quanto l'Asia per me sia diventata non solo la mia meta oltreoceano preferita ma anche un vero e proprio stato...

    Diari di viaggio
    sanur: il piccolo villaggio costiero di bali tutto da scoprire

    Sanur: il piccolo villaggio costiero di Bali tutto da scoprire

    Isola degli Dei è questo l'appellativo che Bali si è guadagnata nel tempo per la presenza di un numero elevato di templi, grandi o molto...

    Diari di viaggio
    tre grandi viaggi che si possono fare in 10 giorni di provati da noi! - bali

    Tre grandi viaggi che si possono fare in 10 giorni di provati da noi! – Bali

    Il programma di questo viaggio è quello di Bali Secrets Diving, compagnia italiana con sede a Sanur. Abbiamo conosciuto Marco, il...

    Diari di viaggio
    bali, la nostra scoperta

    Bali, la nostra scoperta

    Il nostro viaggio è iniziato un po’ per caso, un invito inaspettato al matrimonio dell’anno. Proprio lì, nell'isola degli Dei. Come...

    Diari di viaggio
    bali e la filosofia del wahaha

    Bali e la filosofia del Wahaha

    Viaggio family per chi cerca una destinazione che non sia solo mare o solo cultura, per chi è attirato dall'Asia, ma ha paura di un...

    Diari di viaggio
    avventure in indonesia: borneo - java - bali - nusa penida - komodo - flores

    Avventure in Indonesia: Borneo – Java – Bali – Nusa Penida – Komodo – Flores

    Un viaggio all'avventura in Indonesia, prendendo tanti mezzi per arrivare dall'est all'ovest di una nazione ricca di cultura e una...

    Diari di viaggio
    dubai, abu dhabi, giava e bali: il nostro viaggio di nozze fai da te

    Dubai, Abu Dhabi, Giava e Bali: il nostro viaggio di nozze fai da te

    5 agosto Arriviamo a Dubai al mattino presto, dopo 6 ore di volo tranquille con Emirates. Dopo una veloce colazione in aeroporto, ci...

    Diari di viaggio
    indonesia: bali, lombok e il parco nazionale di komodo

    Indonesia: Bali, Lombok e il parco nazionale di Komodo

    BALI: Ci siamo stati 6 giorni totali, 4 all'inizio della vacanza, 2 alla fine prima di rientrare in Italia.Abbiamo prenotato un...

    Diari di viaggio
    due settimane in indonesia

    Due settimane in Indonesia

    Premessa: purtroppo causa terremoti abbiamo dovuto modificare in corsa il nostro itinerario, sostituendo la settimana tra Gili Air e...

    Diari di viaggio
    viaggio alle isole delle meraviglie con stop over a singapore

    Viaggio alle isole delle meraviglie con stop over a Singapore

    Un viaggio, questo in Indonesia, alquanto sofferto nell’organizzazione, considerati i dieci scali aerei da effettuare in tredici...