Due cuori ed un’utilitaria

Periodo: 4-16 marzo 2009 volo alitalia acquistato online torino-roma-damasco (383 euro a testa AR) visto ottenuto tramite box office visti della città di Torino (via mazzini) vaccinazioni: solo antitetanica, però viste le condizioni igieniche meglio anche antitifica e antiepatite A come consigliano le guide pericoli percepiti: praticamente...
 
Partenza il: 04/03/2009
Ritorno il: 16/03/2009
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 2000 €

Periodo: 4-16 marzo 2009 volo alitalia acquistato online torino-roma-damasco (383 euro a testa AR) visto ottenuto tramite box office visti della città di Torino (via mazzini) vaccinazioni: solo antitetanica, però viste le condizioni igieniche meglio anche antitifica e antiepatite A come consigliano le guide pericoli percepiti: praticamente mai, solo un po’ rischioso l’attraversamento pedonale a causa della totale non considerazione per i semafori (quando ci sono!) budget: 1000 euro a testa circa spostamenti: auto a nolo (33 auro al giorno con agenzia Budget per una kia morning…Indistruttibile!) alberghi: trovati di volta in volta (essendo bassa stagione) senza problemi tranne il primo prenotato via internet visto che siamo arrivati alle due di notte. (abbiamo seguito le indicazioni lonely planet) denaro: meglio avere qualche euro da cambiare soprattutto perchè all’aereoporto c’è un bancomat che non accetta nè i circuiti cirrus maestro nè le carte visa (anche se sopra c’è scritto che li accetta), invece c’è un cambio all’aereoporto aperto anche in piena notte. Poi abbiamo prelevato col bancomat o con la visa.

clima: un po’ freddo in alcune ventose giornate ma nemmeno un giorno di pioggia. Maglia o maglietta di giorno, giacca la sera.

supporto: lonely planet siria e libano ed nov 2008 (eng luglio 2008). Utile nel complesso indispensabile però ci sono alcuni punti che critichiamo, sia sulla logistica sia sulle indicazioni su albergi e ristoranti. Abbiamo anche integrato per i siti con la Touring.

itinerario: damasco (+bosra, ezra, maalula, mar musa, shahba, suweida), krak dei cavalieri, hama, apamea, latakia, aleppo, dar az zur, palmira, damasco.

Noleggiare l’auto info e commenti: Per affittare l’auto a Damasco siamo andati nel centro commerciale che si trova dietro il gigantesco albergo “Four seasons” proprio davanti al Museo Nazionale dove si trova l’agenzia Sixt e dall’altra parte della strada la Budget (dove abbiamo preso noi la macchina). Come patente è bastata quella italiana e per mettere anche la seconda patente nel contratto e nell’assicurazione costa solo 10 euro in più. ATTENZIONE portatevi una cartina stradale perchè non si trovano! Ma se proprio l’avete dimenticata noi, ovviamente l’ultimo giorno!!!, le abbiamo viste nel negozietto del museo nazionale.

Le autostrade (si fa per dire) non si pagano, hanno meno buchi delle altre strade ma abbondano le pecore al posto del guard rail sia all’esterno sia nel centro strada. E’ vero che guidano come matti ma questo è particolarmente impressionante a Damasco e a Aleppo, invece fuori città, visto che quasi nessuno ha la macchina, ci sono davvero pochi mezzi, prevalentemente camion, e tutto sommato si viaggia bene. Le strade, a parte l’autostrada, sono disseminate di buchi di tutti i tipi e anche le autostrade spesso attrraversano i paesini tanto che in orario di mercato la polizia le riduce a una corsia. La nostra esperienza è che tra pecore, passanti, buchi e cani (tragicamente un’ecatombe di cani pastori caduti sul lavoro) è decisamente meglio calcolare bene i tempi ed evitare di guidare col buio, davvero molto stressante e faticoso e anche pericoloso.

I cartelli sono praticamente sempre scritti in caratteri arabi e latini (anche se le traslitterazioni sono a volte piuttosto diverse e ci vuole un po’ di fantasia) quindi non abbiamo avuto porblemi. Le poche volte che viaggiando per stradine secondarie meno turistiche non c’erano indicazioni, non è stato troppo difficile chiedere tutto sommato ci si capisce abbastanze anche perchè i siriani sono davvero gentilissimi! Per quanto riguarda la benzina ci sono abbastanza benzinai, anche se non tantissimi, quindi meglio non rischiare di scendere troppo verso il fondo del serbatoio anche perchè a volte sono rotti o fuori uso o hanno solo diesel…Comunque si mette benzina super (non c’è la verde!) e per 1500 £ circa si fa il pieno.

E’ pieno di autostoppisti, noi abbiamo voluto provare l’abbrezza di caricare una famiglia solo che sembravano due, erano quattro e abbiamo fatto insieme più di 100 KM!!!! Concludendo: usare la macchina fai da te in Siria oggi è abbastanza facile, la parte più difficile è entrare e uscire da Damasco e Aleppo. Permette di spostarsi molto più in fretta e di visitare tutti i siti arheologici che si trovano fuori dalle città se non si ha tempo o non si vuole cercare bus, microbus e taxi vari…

qualche commento o integrazione sulla base della lonely planet: Siamo partiti per un viaggio in Siria in 2 con l’idea del completo fai da te. Proprio ai limiti della bassa stagione, dal 4 al 16 marzo, con qualche dubbio sulla pioggia e sul freddo che poi si è rivelato infondato, abbiamo viaggiato con uno scomodo ma economico volo alitalia torino roma damasco (383 euro a testa ma arrivo alle due di notte ora locale!). All’arrivo in aereoporto problema soldi: bisogna cambiare gli euro (1 euro = 60 £ siriane circa) per pagare il taxi perchè il bancomat non accetta carte (vedi sopra).

Per raggiungere la città abbiamo preso un taxi. All’uscita ci sono molti procacciatori di clienti per taxi abusivi o autonomi, noi abbiamo preferito rivolgerci al botteghino ufficiale dove si pagano tariffe scritte su tariffario ufficiale prima di salire e si parla in inglese. Abbiamo chiesto una doppia destinazione, con relativo supplemento, perchè abbiamo diviso la corsa con altri due turisti che sono arrivati con noi. Unica fregatura non ci spieghiamo perchè la stessa tratta, con taxi ufficiale ma trovato dall’hotel, al ritorno alla stessa ora indegna ci sia costata circa la metà…(800 £)! Siamo andati all’hotel Afamia (indicato nella guida lonely planet) prenotato senza bisogno di carta di credito nè acconto via internet. A parte un incoveniente iniziale (lenzuola sporche in uno dei due letti che ci sono state fulmineamente cambiate) ci siamo trovati bene in questo albergo che si trova a dieci minuti a piedi dalla cittadella e dal suq, pulito, comodo, organizzato. Forse il primo impatto rispetto all’Italia non è splendido ma visto dove siamo finiti dopo, al ritorno a Damasco l’Afamia ci è sembrato davvero “casa”!!! A proposito degli alberghi spesso i prezzi non corrispondono assolutamente a quelli indicati nella guida lonely planet nonostante sia un’edizione recente (nov 2008) e quasi mai siamo riusciti ad avere le fantomatiche tariffe bassa stagione che forse sono state solo decantate dai proprietari al momento della stesura della guida o forse per ottenerle bisogna padroneggiare l’arabo o far parte di un gruppo! Per esempio l’Afamia era stimato 35 dollari e a noi è costato 55 euro! Come ristorante ci siamo trovati benissimo in particolare allo Jabri house, carte da gioco, narghile e ottimo cibo in una casa bellissima nella città vecchia. Proprio di fianco ci sono delle bacheche con informazioni su viaggi o escursioni organizzate da un’agenzia locale. Noi non ne abbiamo usufruito perchè purtroppo le abbiamo viste solo al ritorno ma era proprio quello che ci sarebbe piaciuto per poter far parte di qualche piccolo gruppetto con itinerari cuciti su misura, una buona alternativa al giro fai da te.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Aleppo
    Diari di viaggio
    ricordi di siria

    Ricordi di Siria

    Questo non è un racconto di viaggio, ma è il ricordo di un viaggio, ricordo stimolato dalle notizie di distruzioni che sentiamo e vediamo...

    Diari di viaggio
    emozioni e sensazioni... siria e giordania.

    Emozioni e sensazioni… Siria e Giordania.

    La premessa di questo diario di viaggio è che non si parlerà di costi, avendo noi comprato un pacchetto, veramente tutto compreso, volo,...

    Diari di viaggio
    dall'antilibano all'eufrate. viaggio in siria

    Dall’Antilibano all’Eufrate. Viaggio in Siria

    DALL’ANTILIBANO ALL’EUFRATE. VIAGGIO IN SIRIA 7-14APRILE 20107 APRILE. BOLOGNA - ALEPPOPartiamo in sei: Teresa e Maria...

    Diari di viaggio
    italia fans club siria

    Italia Fans Club Siria

    Periodo: Dal 26 Dicembre al 6 Gennaio Volo: Turkish Airlines 400 euroGuida: Touring, niente di che, però era la più...

    Diari di viaggio
    le strade della siria in camper

    Le strade della Siria in camper

    dal 25.09.2010 al 16.10.2010 Partecipanti: Cinzia & Luca, Paola & Goffredo“La Siria è un paese canaglia”, “Ti fidi ad andare in...

    Diari di viaggio
    siria e giordania i love you!

    Siria e Giordania I love you!

    Siria e Giordania 2010 24-06 Italia 25-06 Damascus 26-06 Damascus- Palmira 27-06 Palmira-Aleppo 28-06 Aleppo 29-06 A Aleppo-Ebla-Apamea-...

    Diari di viaggio
    siria per caso

    Siria per caso

    Non mi sarebbe mai venuto in mente di fare un viaggio in Syria se non fose stato che la mia amica Patrizia, invitata dal suo amico Alaa,...

    Diari di viaggio
    giordania & siria in scooter 2009

    Giordania & Siria in scooter 2009

    Siria e Giordania (2009) Periodo : dal 1/8/2009 al 24/8/2009 Partecipanti : 2 (Massimo e Sabrina) Itinerario: Italia – Grecia – Turchia...

    Diari di viaggio
    siria culla della civilta' e fascino orientale

    Siria culla della civilta’ e fascino orientale

    La siria è un paese che mi ha affascinato molto, ricco di storia, siti archeologici, la cordialità e disponibilità del popolo siriano in...

    Diari di viaggio
    siria & giordania in scooter di 2009

    Siria & Giordania in scooter di 2009

    Siria e Giordania (2009) Periodo : dal 1/8/2009 al 24/8/2009 Partecipanti : 2 (Massimo e Sabrina) Itinerario: Italia – Grecia – Turchia...