Dicembre in Nepal in 11 giorni

Tour del Nepal in 11 giorni con 2 bambini. Kathmandu, Bhaktapur, Pokhara, trekking circolare Tadapani- Poon Hill- Ghorepani, Chitwan Park e Patan.
Scritto da: cesena
dicembre in nepal in 11 giorni
Partenza il: 01/12/2018
Ritorno il: 11/12/2018
Viaggiatori: 4
Spesa: 2000 €

Viaggiatori: 2 adulti e 2 bambini di 4 e 7 anni.

Partenza da Milano alle16.20 – arrivo a Kathmandu alle 10.30 a.m.. Qatar Airways: 5 stelle su Skytrax, come sole altre 10 compagnie a livello mondiale (solo Lufthansa tra le europee) Ritorno: partenza da Kathmandu alle 11.40 a.m. ed arrivo a Milano alle 20.30. Pianificazione del viaggio con l’agenzia di viaggio locale Peak, tra quelle consigliate sulla Lonely Planet (già Himalayan Encounters).

– trasporto con auto privata ed autista

– trekking (circuito Ghorepani-Ghandruk con partenza da Naya Pul) Referente: Samundra Subedi.

Visto: compilata l’application form direttamente on-line, abbiamo stampato la ricevuta e presentata all’immigration desk all’aeroporto. http://online.nepalimmigration.gov.np

Costo per ogni adulto: 25$ (la nostra permanenza è stata di soli 11 giorni). Per i bambini, pur essendo obbligatorio (e quindi il modulo va compilato), il visto è gratuito.

Periodo: il migliore sarebbe stato nei mesi di ottobre e novembre. A dicembre inizia a fare un po’ freddino. Alternativa valida: marzo – aprile (anche per vedere il rododendro – simbolo nazionale- in fiore); il cielo in montagna rischia però di essere meno terso.

Cambio: in generale a Thamel ogni agenzia di cambio va bene ed il tasso è lo stesso per tutte ogni 24 ore, quindi è inutile perdere del tempo a girare. Non è necessariamente vero che all’aeroporto si cambi male come si trova scritto sulle varie guide. Appena usciti dall’area di ritiro bagagli presso un desk sulla sinistra di cui non ricordiamo il nome (ma aveva un’insegna verde), cambiavano meglio di quanto abbiamo poi ottenuto a Bhaktapur. Di base 1$ può fluttuare da 109,6 a 112,2 Rupie nepalesi.

Mancia: molti ristoranti aggiungono a fine conto il 10% per il servizio ed il 13% per le tasse (basta leggere sul menu). Ci siamo trovati un po’ in difficoltà per stabilire l’importo della mancia della nostra guida, portatori e autista al termine del trekking. Di base abbiamo poi dato 5$ al giorno a ciascuno di loro, senza distinzione.

Acquisti: i posti consigliati sono Thamel (noi non ci siamo stati, ma cosí tutti i viaggiatori suggeriscono) e Patan. Cianfrusaglie cinesi sono vendute insieme a veri oggetti di artigianato nepalese, quindi occorre prestare attenzione.

Popolazione: i nepalesi sono onesti, cortesi, assolutamente non assillanti nel cercare di vendere di tutto ai turisti. Ovviamente bisogna contrattare.

Sistemazioni alberghiere:

Bhaktapur

Peacock Guest House Tachupal Tole, Dattatreya Square, Tel: +977-1-661-1829, +977-985-116-4324 Email: [email protected]

Kathmandu

Ganesh Himal Hotel, Chhetrapati Email: [email protected] Website: www.ganeshhimal.com.

E per l’ultima notte l’Alliance Hotel Boudnatah che non consigliamo. Ci è stato consigliato l’Hotel Nepalaya (email: [email protected]). Non abbiamo però avuto modo di testarlo personalmente ma ci sarebbe piaciuto.

Pokhara

Bishnu Homestay, Sedibagar, Panchasemarga, Phone: +97761-462873 Email: [email protected]

Sauraha

Travellers Jungle Camp, e-mail: [email protected]

Per quanto riguarda il trekking sull’Himalaya l’unica sistemazione che ci sentiamo davvero di consigliare è: Excellent View Lodge di Ghandruk

1 dicembre

Arrivo a Kathmandu ed incontro con il referente dell’agenzia di viaggi Peak al quale consegniamo l’importo pattuito in contanti (1380 US$ + 40 per la guida inglese al tempio delle scimmie). Il ritiro bagagli è una procedura molto lenta, mentre più rapido è il disbrigo delle formalità per l’immigrazione. Il nostro autista, Rajan, ha 21 anni e per fortuna parla un pò di inglese. Il referente dell’agenzia ci aveva detto che sarebbe stato difficile trovare un autista che parlasse inglese, non volendo noi una guida sempre al seguito. Ci dirigiamo direttamente a visitare Changunarayan con il suo antico tempio buddista. Ingresso 300 Rupie. Successivamente raggiungiamo Bhaktapur ed il Peacock Guest House, 75$ a notte per una tripla con ottima colazione inclusa (i bimbi hanno sempre dormito insieme nello stesso letto per tutta la vacanza). L’ingresso alla città antica di Bhaktapur è a pagamento: 1500 Rupie a testa per gli adulti.

La città è splendida, a nostro parere la più bella visitata in Nepal.

La piazza è un museo a cielo aperto, con templi, musei e sculture ovunque. Ci siamo subito lanciati in perlustrazione, prima del calare del sole (alle 17.30 circa). Abbiamo visitato il quartiere dei vasai e seguito tutto il percorso suggerito dalla Lonely Planet.

Crediamo che molti nepalesi non avessero mai visto un passeggino per bambini in vita loro (effettivamente il Nepal non è forse proprio una meta usuale per viaggi con bambini)…guardavano increduli nostro figlio forse pensando che avesse dei problemi fisici.

Decidiamo di mangiare direttamente nel ristorante del nostro albergo (Mayur Restaurant): si rivela una buona scelta, seppur i prezzi siano un po’ più alti della media. Chiediamo categoricamente cibo non piccante (per i bimbi) che ci viene espressamente preparato.

In stanza per fortuna ci sono le coperte elettriche ed una stufetta elettrica…nelle ore notturne la temperatura tende a calare molto.

Peacock Guest House Nepal Tachupal Tole, Dattatreya Square, Bhaktapur, Nepal Tel: +977-1-661-1829, +977-985-116-4324 Email: [email protected]

2 dicembre

Giro all’alba per la città per poi fare un’ottima colazione, varia ed abbondante presso il nostro hotel. Assaggiamo il famoso “re degli yogurt” (Juju Dhau) per cui la città di Bhaktapur è famosa e dobbiamo ammettere che ne valela pena. Il nostro autista è puntualissimo e ci porta a Kathmandu. La strada è molto trafficata e impieghiamo parecchio a raggiungere Swombhunath, il cosiddetto tempio delle scimmie, dove ci attende la nostra guida (English speaking) che per l’intera giornata percepirà 40US$ più mancia. Ingresso 200 Rupie. Dopo la visita al tempio ci dirigiamo verso il centro di Kathmandu. Purtroppo il terremoto del 2015 ha danneggiato seriamente il palazzo reale ed i templi della piazza centrale. L’ingresso alla città vecchia per i turisti costa 1000 Rupie.

Passiamo in albergo a lasciare i bagagli. Abbiamo scelto il Ganesh Himal Hotel. La camera tripla con colazione inclusa costa 42$. Non è però una camera moderna, infatti in questo albergo è possibile scegliere tra varie tipologie di sistemazione, con prezzi anche molto diversi. Verso le 15.15 partiamo per Bodnatah (ingresso 400 Rupie), uno dei più importanti stupa buddisti (merita la visita soprattutto al tramonto) ed a seguire Pashupatinah. Anche qui l’ingresso è a pagamento: 1000 Rupie. Non essendo induisti non possiamo accedere al tempio. Ci dirigiamo verso i ghat e vediamo, ormai al buio, dall’altra sponda del fiume, due cremazioni. Assistiamo poi allo “spettacolo delle luci”. La guidasi è rivelata davvero utile. Pensavamo checon i bambini, una persona che parlasse inglese tutto il tempo,sarebbe stata un problema, in realtà non è stato affatto così.

Guarda la gallery
nepal-76r4v

Bhaktapur Mercato

nepal-4msck

Bandipur

nepal-qe12e

Kathmandu

nepal-sehg6

Kathmandu Tempio delle scimmie

nepal-kq935

Bhaktapur Barbiere

nepal-qehkq

Kathmandu tempio

nepal-chg2q

Kathmandu Tempio delle scimmie

nepal-bsa29

Bhaktapur Durban square

nepal-xy5zu

Bhaktapur

nepal-nbjnc

Annapurna

nepal-gezpv

Patan

nepal-63qpd

Patan

nepal-qys77

Orso al Chitwan

nepal-zq2vu

Elefanti al Chitwan

nepal-z3vqx

Coccodrilli al Chitwan

nepal-32e69

Phokara

nepal-15j3b

Ghandruk



    Commenti

    Lascia un commento

    Bhaktapur: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari