Deserto, colori, storia e avventura: Giordania on the road

Tour di un Paese meraviglioso, tra storia, deserto, Mar Morto e Mar Rosso
 
Partenza il: 25/04/2014
Ritorno il: 03/05/2014
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

La sognavo da quando ho visto Indiana Jones e l’Ultima Crociata, lontano 1989. Quell’immagine di Petra mi ha semplicemente stregata, ed erano 25 anni che immaginavo di essere anche io li davanti, al cospetto del Tesoro. E finalmente a dicembre prenoto il volo con la Royal Jordanian per fine aprile. E’ da lì che il mio sogno si è concretizzato. Armata di guida inizio a studiare il mio viaggio.

Arrivo previsto ad Amman, poi visita di Jerash, Mar Morto, Mar Rosso, Wadi Rum e…duclis in fundo, Petra, l’antica città dei Nabatei. Una settimana è sufficiente perché la Giordania è piccola, le strade sono buone, si può fare tutto gustandosi ogni tappa.

Iniziamo quindi il nostro meraviglioso viaggio.

Dopo 3 ore di volo arriviamo in Giordania dove velocemente facciamo il visto di ingresso accanto al controllo passaporti. All’uscita ci viene a prendere l’autista che ci accompagnerà per tutto il viaggio. Anche se mi piace organizzare tutto da me per l’autista mi sono affidata alla Jordan Tours & Travels con la quale mi sono trovata benissimo. Viaggiando in auto non ci sono tempi morti, hai meno preoccupazioni e soprattutto hai una persona locale che tì darà sempre ottimi consigli. Perché la Giordania ha un grande rispetto per il turismo e non c’è da stupirsi visto che rappresenta la sua più grande risorsa e vista la posizione delicata nella quale si trova questo paese, stretto tra Palestina, Israele, Siria e Arabia saudita.

Mohammed ci accoglie con un sorriso e ci accompagna al nostro hotel, situato al centro della Capitale, a circa 30 minuti dall’Aeroporto. L’aria è calda, il cielo inizia già a tingersi del caldo rosso del tramonto. Arriviamo all’Hotel Landmark che è molto accogliente e pulito. Ci stupisce la presenza di metal detector per l’ingresso nella hall, ma questo elemento caratterizzerà l’ingresso di ogni hotel del nostro viaggio.

E’ inquietante e rassicurante nello stesso momento. Perché ti rendi conto che sei in un paese “caldo” ma che presta molta attenzione alla sicurezza. I sovrani giordani sono benvoluti e probabilmente la Giordania è tra i più stabili dei Paesi Arabi, ma un po’ di attenzione non guasta mai.

Usciamo per vedere velocemente il centro città e per fare una passeggiata nel vivace quartiere Rainbow. Andiamo a cena da Sufra, molto grazioso e tipico, con un accogliente terrazza. La cena è squisita, a base di mezde e pietanze tipiche libanesi. Rientriamo in hotel in taxi (sono 5 minuti) e ci prepariamo per partenza presto la mattina seguente. Il nostro autista puntuale ci accompagna subito al nord, confine con la Siria per vedere il sito di Umm Quais. Onestamente bella la vista che spazia tra Israele e Siria, ma il sito non è niente di eccezionale e lo visitiamo molto rapidamente. La tappa successiva è il castello di Aijoun, anche questo bello ma sufficiente per coprire la parte dei Castelli. Infine arriviamo nella splendida Jerash, antica città Romana con uno splendido teatro, Colonnato e resti ben conservati. Quindi camminiamo per un paio di ore sotto il sole convinti di essere nell’antica Roma. Il Teatro è davvero ben conservato e molto scenografico.

Lasciamo Jerash dopo aver bevuto un dissetante e squisito succo di melograno alla volta del Mar Morto, un paio di ore di trasferimento.

All’ingresso della zona c’è un bel cartello a indicare che siamo nel punto più basso della terra, 400 mt sotto il livello del mare. Fa uno strano effetto. Il Mar Morto è immenso, immobile, sull’altro lato si scorgono le luci di Gerusalemme. Il clima è caldo ma piacevole. Il nostro resort , Crowne Plaza, è bellissimo. Ceniamo all’aperto con una bella brezza e ci godiamo la vista del tramonto in questo luogo magico.

La mattina seguente provare la sensazione di galleggiare sull’acqua è davvero incredibile. Si fa fatica a non galleggiare, si rimane sospesi in quest’acqua calda e densissima, e soprattutto salatissima. Uno schizzo negli occhi ed è la fine! Ma l’iter corretto prevede coprirsi di fango per 20 minuti e poi immergersi nell’acqua per pulirsi. Un’esperienza divertente e soprattutto eccezionale per la pelle, che rimane liscia e compatta. Rimaniamo poi a rilassarci nella splendida piscina vista Mare, giornata di puro relax. Il pomeriggio con calma il nostro fedele autista ci viene a prendere per portarci, lungo la splendida strada dei re, fino al Mar Rosso.

La strada lambisce il Mar Morto per ore, e solo lì si percepisce veramente la sua vastità, lasciando poi spazio alle saline e al deserto. Il Mar morto è destinato a scomparire, nei prossimi 50 anni, perché evapora naturalmente e perché viene estratto molto sale. Il Governo Giordano sta studiando dei modi per non farlo davvero morire, uno di questi è rappresentato da un condotto per far arrivare l’acqua dal Mar Rosso, speriamo si trovi presto una soluzione, per conservare un luogo unico al mondo.

Attraversando dune di colore bruciato e montagne di colore rosso, arriviamo dopo 4 ore a Aqaba, una piccola e vivace città che si affaccia sul Mar Rosso. La pertinenza Giordana sul Mar Rosso è davvero piccola, stretta sempre tra Israele, Egitto e Arabia Saudita.

E’ una città trafficata da turisti che si riversano per un po’ di mare, e forse risente di questo clima turistico. Gli hotel sono tutti vicini, e nelle strade adiacenti ci sono tanti negozi di souvenir e ristorantini. Il Nostro hotel, Movenpick, è molto bello, centrale, con una graziosa spiaggia private e varie piscine. Usciamo per fare due passi e cenare in uno dei tanti localini, scegliamo il Captain, il clima è mite, una serata perfetta.

La mattina seguente prendiamo il bus per la spiaggia attrezzata di Berenice, dotata di piccola barriera corallina dove fare snorkeling. La spiaggia è tranquilla ed il mare turchese. Nella vicina barriera è facile vedere pesci variopinti e rari, incluso il pesce scorpione. Dal mare si vede in lontananza la vicina spiaggia destinata ai locali, con le donne completamente vestite con i burca. Di nuovo il contrasto tra occidente e Oriente si fa molto forte, noi liberi in costume, loro imprigionate nelle lunghe vesti nere, senza possibilità alcuna di nuotare.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Aqaba
    Diari di viaggio
    giordania: terra del cuore

    Giordania: terra del cuore

    Ci dicevano che la Giordania custodisce bellezze naturali e plasmate dall'uomo, che oltre ai panorami ci avrebbero conquistato le...

    Diari di viaggio
    giordania on the road

    Giordania on the road

    L'incanto della terra rossa. Viaggio on the road alla scoperta della GiordaniaDiario di viaggio 1° settembre - Arrivo ad...

    Diari di viaggio
    giordania on the road: tra tradizione, avventura e divertimento

    Giordania on the road: tra tradizione, avventura e divertimento

    Giorno 1 – Direzione sud Arriviamo ad Amman intorno alle 11 del mattino e grazie al Jordan pass (comprato sul sito qualche settimana...

    Diari di viaggio
    giordania on the road 6

    Giordania on the road 6

    È il deserto, una distesa di nulla più assoluto, quello che vediamo mentre l’aereo si abbassa per atterrare all’aeroporto di Amman,...

    Diari di viaggio
    giordania in febbraio

    Giordania in Febbraio

    A settembre 2019, in accordo con una coppia di amici, abbiamo deciso di organizzare una decina di giorni da trascorrere non lontano...

    Diari di viaggio
    4 giorni in giordania con bambino di 6 anni

    4 giorni in Giordania con bambino di 6 anni

    Voli: EasyJet Malpensa - Aqaba acquistati ad agosto 103 € con il solo bagaglio a mano (due adulti e un bambino di 6 anni). Al momento del...

    Diari di viaggio
    vacanze di natale in giordania

    Vacanze di Natale in Giordania

    La Giordania è un’ottima meta per le vacanze invernali perché, nonostante le non troppe ore di luce, permette di visitarla quasi...

    Diari di viaggio
    giordania classica di o quasi

    Giordania classica di o quasi

    Domenica 15 settembre 2019 – In viaggio Ci aspetta una lunga giornata: anche se le ore volo in sè non sono tante, le coincidenze non...

    Diari di viaggio
    giordania 2019

    Giordania 2019

    30/8/2019 - venerdì Ore 12 prendiamo l'autostrada per l'aeroporto, oggi è molto affollata e impieghiamo più di un ora per raggiungere...

    Diari di viaggio
    giordania zaino in spalla

    Giordania zaino in spalla

    La mia filosofia di viaggiatore mi porta a stare a contatto con la gente del posto, mangiare dove mangiano i "locali" e prendere mezzi di...