Dalmazia con tappa in Montenegro e Bosnia Erzegovina… che incanto!

Un viaggio tra Croazia, Montenegro e Bosnia un po' per il mare e un po' per le tante cose da vedere
 
Partenza il: 03/08/2019
Ritorno il: 18/08/2019
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Come ogni anno ci siamo messi a tavolino per organizzare il nostro viaggio che non fosse solo mare e pertanto abbiamo pensato alla Croazia che offre non solo mare cristallino ma molto da vedere e scoprire e che permette di visitare anche altri Stati confinanti. Così eccomi a programmare la vacanza per la gioia di mio marito! Cartina in mano e mete da vedere, così inizia il nostro primo viaggio in Croazia esattamente scegliamo la Dalmazia.

Si parte Sabato 3 agosto da Roma Fiumicino per arrivare all’aeroporto più vicino a Dubrovnik (DBV) che è quello di Cilipi a circa 20 km sud-est della cittadina. Arriviamo la sera e avendo già noleggiato auto dall’Italia ritiriamo macchina e ci dirigiamo a Srebreno/Mlini a pochi km dall’aeroporto. Abbiamo prenotato una camera presso VILLA AVANTGUARDE. Ci consegnano un mini appartamentino dotato di tutto e con un bel balcone anche attrezzato con stendino per i panni. Qui abbiamo la prima colazione ( non molto abbondante peccato…) ma a sorpresa una sera ci offrono un aperitivo con dell’ottimo vino locale e con musica dal vivo a bordo della piccola piscina di cui è dotata la struttura.

La località che abbiamo scelto è molto tranquilla (l’abbiamo scelta apposta!). Vicinissimo c’è un centro commerciale con ottimo supermercato e vari localini dove cenare. Noi abbiamo cenato al Risorante Puntizela la domenica 4 per brindare al mio compleanno mangiando dell’ottimo pesce alla griglia con verdure e sorseggiando un buon bicchiere di vino per concludere con un buon dolce (prezzo equivalente a circa 20 euro a persona). Le sere successive abbiamo sempre cenato presso il Ristorante The Pansion Srebreno Restaurant Portun. Ristorante veramente ottimo con porzioni abbondanti sia di carne che di pesce. Personale cortese a due passi dal nostro alloggio. Veramente consigliatissimo. I prezzi si aggirano sempre intorno a 350 kune (circa 50 euro totali carne o pesce alla brace, verdure grigliate, vino, dolce). A 1 km di distanza da questa località si trova una bellissima spiaggia di Kupari. Acqua cristallina. Si possono noleggiare ombrellone e lettini (90 kune 2 lettini e un ombrellone). Consigliamo di andarci presto. Spiaggia dotata di parcheggio gratuito e bar- ristorantino dove si mangia bene e a buon prezzo. È circondata da hotel abbandonati che sono stati bombardati durante la guerra… questo fa’ molta tristezza e impressione… se si pensa a quel brutto periodo che ha colpito questo meraviglioso paese.

La domenica mattina decidiamo di visitare Dubrovnik. A parte il parcheggio un po’ costoso e la folla, la cittadina è proprio un incanto. Lascia senza parole per tanta bellezza e per i suoi panorami e i colori del mare. Abbiamo visitato la fortezza ne vale la pena soprattutto girare tra le antiche mura, dall’alto si vede un panorama indescrivibile. Volendo davanti la nostra struttura c’è la fermata del bus per raggiungere Dubrovnik ed altre località senza prendere la macchina. Però proprio perché eravamo in macchina dopo avere visitato la città ci siamo avventurati salendo in alto (uscita Bosanka sulla strada di ritorno subito dopo Dubrovnik). Si sale stradina stretta e si vede un panorama mozzafiato. Si va su dove arriva anche la funicolare che parte da Dubrovnik e che costicchia. Dall’alto si vedono le montagne intorno (a sud Montenegro) e dietro (Bosnia -Erzegovina) e davanti il mare cristallino, la città fortificata di Dubrovnik e le isole…..troppo bello, imperdibile!In questa settimana che abbiamo soggiornato a Srebreno decidiamo di concederci due gite senza prendere macchina; così tramite la nostra struttura alberghiera che ci ha messo in contatto con un’agenzia locale , prenotiamo gita in bus per il martedi 6 agosto in Montenegro e il giovedi in Bosnia Erzegovina. Prezzo della singola gita 45 euro a persona (accettano anche euro per il pagamento ma solo contante e paghiamo alla reception di Villa Avantguarde). La guida che ci accompagna è in lingua inglese e il tutto è organizzato molto bene. Bisogna ricordarsi solo il passaporto perché si attraverseranno le frontiere e i controlli sono rigidi.

Il viaggio in Montenegro ci porta alle bocche di Cattaro si tratta di una baia splendida e spettacolare, caratterizzata da una serie di insenature che creano un suggestivo paesaggio costiero di grande impatto. Le Bocche di Cattaro sono considerate il più meridionale fiordo d’Europa. La principale città delle Bocche di Cattaro è Kotor è situata in fondo al fiordo e circondata da una cinta muraria. Si tratta del più imponente porto naturale del mar Mediterraneo ed è anche stata dichiarata Patrimonio UNESCO. Il centro storico, un labirinto di vicoletti e piazzette nascoste, si trova proprio tra le mura, su cui si può passeggiare per ammirare la città dall’alto. Nella cinta muraria vi sono ben 30 chiese, tra le quali spiccano in particolare, oltre alla Cattedrale di San Trifone, quelle di Sant’Anna, San Luca, San Paolo e Santa Maria. Meritano una visita anche il Palazzo Ducale, dallo stile barocco ma anche un po’ rinascimentale, la Torre dell’orologio, il Palazzo Pima e il Palazzo Drago.

Poi ci siamo diretti vero la cittadina di Perast. Ricorda Venezia con la quale aveva rapporti commerciali e culturali molto vivaci. Ci sono moltissimi resti di palazzi nobiliari che testimoniano gli antichi fasti e la ricchezza del passato. Nella baia ci sono alcune isole che vale la pena di visitare. Sull’isola della Signora dello Scarpello c’è una chiesetta in stile barocco edificata nell’anno 1630, si trova di fronte a Perast. Mentre l’isola di San Giorgio è così bella che è stata fonte d’ispirazione per pittori, oggetto di tradizioni orali e leggende. Su di essa si trovano la chiesa e il monastero, che si suppone siano stati costruiti da monaci benedettini. È raggiungibile in barca, attraverso la baia di Kotor, dal molo di Verige. Vale la pena visitarla per prendere la barca abbiamo pagato in più 5 euro alla guida che ci accompagnava.

Giovedi 8 agosto invece facciamo la seconda gita questa volta in Bosnia Erzegovina, qui attraversiamo doppia frontiera croate e bosniaca. Il viaggio in bus durerà un bel po’ ma proprio per questo abbiamo deciso di farlo con una guida per poter poi dormicchiare al ritorno! Ci dirigiamo prima alle cascate di Kravice: una delle meraviglie naturali della Bosnia ed Erzegovina. Lasciato il parcheggio, in alto, si arriva alle cascate in 10 – 15 minuti. C’era molta gente che faceva il bagno ed era caldissimo. Siamo stati un po’ lì e poi ci siamo diretti a Mostar, città fondata dai turchi e con una cultura musulmana. Simbolo della città è il suo bellissimo ponte che fu distrutto durante la guerra dei Balcani e dopo la ricostruzione fu inserito nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bosnia Erzegovina
    Diari di viaggio
    bosnia, montenegro e croazia: 16 giorni tra mare, montagna, laghi, paesini e città

    Bosnia, Montenegro e Croazia: 16 giorni tra mare, montagna, laghi, paesini e città

    La nostra idea (io Andrea e la mia compagna entrambi sui 30 anni) era di fare un road trip esplorando le bellezze naturalistiche e...

    Diari di viaggio
    da sarajevo a srebrenica, city of hope

    Da Sarajevo a Srebrenica, “City of Hope”

    Riparto da Sarajevo in direzione Srebrenica, la temperatura si è decisamente abbassata, pedalando nei Balcani si vedono i preparativi per...

    Diari di viaggio
    sarajevo chiama, val d'aosta risponde! storie incredibili...

    Sarajevo chiama, Val d’Aosta risponde! Storie incredibili…

    Riparto da Jajce diretto a Sarajevo. Oltrepasso Travnik, a circa 80 km dalla mia meta, cittadina non particolarmente attraente, block di...

    Diari di viaggio
    jajce il cuore della bosnia erzegovina, verso sarajevo

    Jajce il cuore della Bosnia Erzegovina, verso Sarajevo

    All'alba mi alzo e guardando l’azzurro del cielo ammicco a Fernanda... mia cara, è ora di riprendere la via. Oggi mi dirigo a Jajce,...

    Diari di viaggio
    dalmazia con tappa in montenegro e bosnia erzegovina... che incanto!

    Dalmazia con tappa in Montenegro e Bosnia Erzegovina… che incanto!

    Come ogni anno ci siamo messi a tavolino per organizzare il nostro viaggio che non fosse solo mare e pertanto abbiamo pensato alla Croazia...

    Diari di viaggio
    dalla croazia si passa in bosnia erzegovina

    Dalla Croazia si passa in Bosnia Erzegovina

    Dopo aver passato una notte con gli amici ciclisti croati di Kutina e aver goduto della loro ospitalità e cordialità in sella a Fernanda...

    Diari di viaggio
    racconto da mostar: cosa vedere tra fiaba e realtà, tra presente e passato

    Racconto da Mostar: cosa vedere tra fiaba e realtà, tra presente e passato

    Cosa vedere a Mostar, cosa aspettarsi da questo paese malinconico che si è riscattato e che adesso, dopo la guerra in Bosnia, sembra...

    Diari di viaggio
    la sorprendente bellezza del viaggio da dubrovnik a sarajevo

    La sorprendente bellezza del viaggio da Dubrovnik a Sarajevo

    Cari tpc, oggi vi racconto il breve viaggio di 5 giorni che io e mia moglie abbiamo fatto tra le frontiere di Croazia e Bosnia, un...

    Diari di viaggio
    10 giorni in montenegro, dalmazia e bosnia erzegovina

    10 giorni in Montenegro, Dalmazia e Bosnia Erzegovina

    DOMENICA 27 MAGGIO 2018 La frase del mese è: “eh, ma il Montenegro deve essere bellissimo…” lo scopriremo solo vivendo. Pogdorica...

    Diari di viaggio
    vacanze tra montenegro e albania

    Vacanze tra Montenegro e Albania

    Questa vacanza me la ricorderò a lungo come quella che sin dall’inizio è stata piena di imprevisti o quantomeno assolutamente diversa...