Dall’sola rossa a Santa Teresa di Gallura

Siamo partiti i primi di Agosto per rientrare dopo 3 settimane, il tempo assolutamente necessario per ridare una carica seria all0organismo, sia psicologica e fisica. Abbiamo pernottato presso Trinità d'Agulto, piccola collina alle spalle dell'Isola Rossa. Avevamo la macchina che ci ha dato la possibilità di conoscere non la solita spiaggia...
Scritto da: pammm3
dall'sola rossa a santa teresa di gallura
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

Siamo partiti i primi di Agosto per rientrare dopo 3 settimane, il tempo assolutamente necessario per ridare una carica seria all0organismo, sia psicologica e fisica. Abbiamo pernottato presso Trinità d’Agulto, piccola collina alle spalle dell’Isola Rossa. Avevamo la macchina che ci ha dato la possibilità di conoscere non la solita spiaggia vicino e comoda a casa, ma anche più distante, sempre nel raggio di una quindicina di km..La spiaggia che incontrate subito passeggiando per quelle zone è la Marinedda. Spiaggia molto bella dal punto di vista strutturale, facile da raggiungere, ma non consigliabile a chi, come noi ama la tranquillità e non la ressa che si rischia di trovare ad Agosto.Consigliamo di passare dalla spiaggia e poi proseguire nella scogliera che le si presenta a dx. Con una mezz’ora di cammino si ha la fortuna di trovare angoli veramente di paradiso, non più spiaggia ma situazioni nella roccia dove ci si può sdraiare e poter con un balzo trovarsi già in acque profonde e assolutamente fantastiche. Poi..

*La spiaggi di Tinnari. Si lascia l’incrocio tra Isola Rossa e Trinità e direzione Santa Teresa e dopo circa 5 km si prende la strada per Cala Rossa, la quale diviene sterrata, di fronte ad un cancello si lascia la macchina e si procede per un’ora a piedi. Un’oretta piacevole in andata, tutta discesa e più faticosa al rientro. La fatica non si sente per le spettacolari immagini che ti regala il paesaggio.

*La Spiaggia di cala Seraina, dove la trovi sempre nella direzione Santa Teresa, dopo circa 10/15 km si incontra una strada che indica la cala e, credetimi altro mondo difficile da descrivere con le parole. Raggiungete la spiaggia con la macchina, nel mese di Agosto la spiaggia è satura, proseguite mantenendo il sentiero sulla sx e troverete cale piccole, intime dove avete la possibilità di entrare in mare dolcemente. E’ il posto dove abbiamo visto più stelle marine.

Per mangiare fermatevi assolutamente da Paolino a Trinità d’Agulto.

Buon viaggio e a presto per un confronto dell’esperienze



    Commenti

    Lascia un commento

    Italia: leggi gli altri diari di viaggio