Dagli Appennini alle Tremiti

In viaggio per il centro Italia, da Urbino a Spoleto, dai Monti Sibillini a Campo Imperatore, passando per Opi fino alle Tremiti
 
Partenza il: 22/08/2018
Ritorno il: 30/08/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

22/8: Torino- Urbino. B&B “Villa Paradiso”.

23/8: Urbino – Appenino – Gubbio – Fabriano: B&B “La casa dei Papi” (Borgo S. Giustino, Collamato) 24/8: Grotte di Frasassi – percorso tra le colline Iesi-Macerata – Spoleto. B&B Casa di accoglienza Monastero S. Ponzano

25/8: Spoleto – Monti Sibillini, Castelluccio di Norcia, Arquata, Amatrice – Campo Imperatore, Gran Sasso – Opi. B&B: “La Paeja”

26/8: Opi, Barrea – Isernia – Termoli. B&B: “La casa di Viola”

27/8: Termoli 28/8: S. Domino (Tremiti) – Hotel Eden

29/8: S. Nicola (Tremiti) e S. Domino

30/8: S. Domino – Termoli – Torino

MERCOLEDÌ 22 AGOSTO

Partendo da Torino, con la TO-BO arriviamo a Urbino alle 19.30, con una pausa di 30 minuti. Scegliamo di far uso di B&B, prenotati tramite Booking.com il giorno stesso o quello precedente l’arrivo. Il B&B “Villa Paradiso” sembra un po’ banale esteriormente, ma è ottimo all’interno. I locali sono lindi, accoglienti, bagno nuovo e cucina fornita adeguatamente, con una certa cura. Siamo nella camera 2, “Nirvana”, con tutto ciò che era stato elencato: si trova sulla strada principale, e questo potrebbe essere l’unico neo del tutto, ma il rumore non disturba e, soprattutto, Urbino è proprio di fronte, si raggiunge a piedi facilmente. Infatti, ci inerpichiamo subito verso il centro storico, che è animato e vivo. Per cena, scegliamo a caso “Il girarrosto”, in una piazzetta all’aperto e ci buttiamo su un tagliere di formaggi, linguine al sugo di mare e cioncioni con fave e erbette, e spaccadenti con mandorle. Buon prezzo adeguato alla buona qualità. Stanchi, saliamo ancora al Palazzo Ducale, imponente, e scendiamo fino al B&B. Ancora un caffè in cucina, e buonanotte.

GIOVEDÌ 23

Ottima colazione servita fuori, tra le migliori dell’intera vacanza, preparata con grande attenzione e cucinata in loco: tre pizzette, muffins, microsandwiches e tre torte diverse fatte dalla padrona di casa, che adora fare dolci. succhi e una gentilezza esagerata. Dopo di che, Urbino a piedi, vista in tutti i suoi punti di interesse. Verso le 12, iniziamo la seconda tappa: il percorso appenninico che ci eravamo prefissati, con destinazione Sansepolcro. Arriviamo a S. Angelo e dopo un’ora di curve e boschi, quasi in cima al valico, scopriamo increduli che è incredibilmente chiuso, dopo Bocca Trabaria: l’unico avvertimento era stato un cartello dipinto con vernice bianca, talmente surreale da far pensare a un gesto di goliardia. Scopriamo di essere a Lamoli, dove la vita scorre più che tranquilla, soprattutto dopo la chiusura della strada: c’è un piccolo negozio di alimentari, che è stato profondamente danneggiato dall’assenza del passaggio dei viaggiatori. Prendiamo un caffè nel bar più vicino e visitiamo l’abbazia benedettina, poi, rassegnati, decidiamo di raggiungere Gubbio, per godere di un po’ di sicura bellezza, e riprendiamo i colli tra curve, e boschi, e curve. Alle 16 siamo nel noto piazzale. Ce lo godiamo nella sua luce particolare e saliamo fino al duomo, fermandoci a guardare perplessi i vari angoli dedicati alla serie di don Matteo. Le pietre chiare e il sole caldo ci fanno chiedere perché non abbiamo cercato un B&B in loco, ma tant’è, ormai la nostra destinazione è “La casa dei papi”, Borgo S. Giustino, Collamato, a 11 km da Fabriano. Sarà la pioggia battente nel percorso, sarà la distanza e la stanchezza, questa sistemazione ci lascia perplessi: è vero che si può godere di un ottimo panorama che fa pregustare le colline marchigiane, e che era stata scelta per gli ottimi giudizi scritti online, ma la stanza piccola e le lenzuola acriliche rattristano il tutto. Sicuramente altre stanza sono migliori, pensiamo. A ravvivarci ci pensa “La Provenza”, piccola trattoria condita con gentilezza e giovane energia: si trova a Esanatoglia, paese accanto al b&b: da consigliare per ottima qualità e costo.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Castelluccio di norcia
    Diari di viaggio
    viaggio attraverso le marche, con fioritura della piana di castelluccio

    Viaggio attraverso le Marche, con fioritura della piana di Castelluccio

    - RECANATIMezza giornata in spiaggia, poi pranzo con l'ottima piadina da Chicca. A seguire visita a Recanati che si trova a circa 12...

    Diari di viaggio
    viaggio in umbria 2021

    Viaggio in Umbria 2021

    Una breve ma rilassante puntata nel cuore dell’Italia, per ammirare la fioritura a Castelluccio di Norcia, un evento naturale che si...

    Diari di viaggio
    dagli appennini alle tremiti

    Dagli Appennini alle Tremiti

    22/8: Torino- Urbino. B&B "Villa Paradiso". 23/8: Urbino - Appenino - Gubbio - Fabriano: B&B "La casa dei Papi" (Borgo S. Giustino,...

    Diari di viaggio
    spello e i monti sibillini, un tour all'insegna delle emozioni

    Spello e i monti Sibillini, un tour all’insegna delle emozioni

    VENERDì 8 GIUGNO – SPOLETO E BEVAGNA Con una coppia di amici (Francesca e Kemp) partiamo alle 8.30 da Meldola (Forlì), tempo un po'...

    Diari di viaggio
    trekking in umbria con muli e cavalli

    Trekking in Umbria con muli e cavalli

    Raccontiamo il viaggio meraviglioso che ci ha portati in Valnerina da Monteluco di Spoleto a Castelluccio di Norcia passando per Scheggino,...