Da un capo all’altro del Mediterraneo: viaggio a Madrid e Marrakech

Diario di una settimana di viaggio iniziata con una toccata e fuga nell’elegante e festaiola capitale spagnola e continuata con qualche giorno di scoperte culinarie tra spezie e tè alla menta nella confusionaria città del Marocco
Partenza il: 31/12/2017
Ritorno il: 06/01/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

31 DICEMBRE: CAPODANNO A MADRID

Quest’anno io e mio fratello Andrea abbiamo deciso di passare il Capodanno in viaggio, possibilmente in un luogo dove non fossimo accompagnati dal gelo che a Torino ha regnato sovrano negli ultimi mesi. La scelta cade quindi su Marrakech, non troppo lontana, non troppo cara, ma che ci permetterà di trascorrere qualche giornata indossando le maniche corte. Ci accorgiamo subito però che saremo costretti a fare almeno uno scalo, in quanto l’unica compagnia diretta, la Tuifly, non viaggia di domenica. Perché non fermarci allora un paio di giorni a Madrid prima di volare verso il Marocco? Ecco quindi che il nostro viaggio prende forma: notte di capodanno e 1 gennaio a Madrid e partenza il 2 gennaio per Marrakech, con rientro diretto su Torino il 6. Peccato che la Blue Air, compagnia con la quale prenotiamo la tratta Torino-Madrid, decida di farci un brutto scherzo cancellandoci poche settimane prima della partenza il volo. Prenotiamo in fretta e furia un volo con Iberia che però arriverà a Madrid alle 21:00. Appena arrivati ci fiondiamo alla fermata della metro dell’aeroporto Barajas, cercando di perdere il minor tempo possibile per capire quali tra le 3.500 possibilità di scelta del biglietto (non indicate sul sito internet che avevamo visitato) faccia al caso nostro, e in tre quarti d’ora arriviamo sulla Gran Vía, illuminata a festa. Il nostro hostal, prenotato con booking per soli 50€ a notte, si trova proprio di fronte Plaza del Callao, in pieno centro. L’Hostal Pensión Stella si rivelerà essere un hotel basico, senza particolari servizi se non wifi ben funzionante e pc e stampante a disposizione dei clienti, ma pulito e soprattutto comodissimo, data la posizione che ci permetterà di girare gran parte di Madrid semplicemente camminando, senza dover utilizzare metro né bus. Abbiamo poco tempo prima che scocchi la mezzanotte: lasciamo così i bagagli in camera e ceniamo al primo posto trovato aperto: il Café Pan di Plaza de Callao. Il nostro cenone di Capodanno è quindi composto da panini al Jamón Serrano, patatine fritte, dolce al cioccolato e Coca Cola pagati 20€, con vista sulla piazza che si prepara a festeggiare! La mezzanotte si avvicina e, superati i controlli della polizia, entriamo in Calle de Preciados per raggiungere la Puerta del Sol, piazza del Capodanno madrileno. La piazza e le vie circostanti sono gremite di gente che canta e ride in attesa di brindare all’anno nuovo. A mezzanotte l’orologio suona le 12 campanadas e i fuochi d’artificio illuminano a giorno il cielo di Madrid. La piazza si svuota presto: la vera festa inizia ora, nei tanti locali della capitale. Noi invece, stanchi per la giornata lavorativa e il viaggio, rientriamo in albergo cercando un negozio dove comprare almeno una bottiglia di spumante ma senza avere successo. Verrà ricordato a lungo come il capodanno più sobrio di sempre…

01 GENNAIO: MADRID

La città è appena andata a dormire quando ci svegliamo. Sono appena le 9:00 e iniziamo il nostro giro della capitale spagnola. Colazione al solito Café Pan con croissant e cappuccino particolarmente cari e si parte alla scoperta di Madrid. Le strade sono deserte e incontriamo solo qualche turista particolarmente mattiniero. La Puerta del Sol sembra ancora addormentata sotto un cielo nuvoloso e un’aria fredda che presto lasciano spazio ad un bel sole. Essendo il 1 gennaio, molti punti di interesse sono chiusi. È il caso del Palazzo Reale, che possiamo ammirare solo all’esterno, così come il Museo del Prado e il Museo Reina Sofía. Vagabondiamo quindi per le vie della città verso la Puerta de Toledo, risalendo lungo il quartiere medievale La Latina fino alla seconda piazza principale di Madrid, Plaza Mayor, coi suoi porticati e la sua splendida Casa de la Panadería. Calle de Atocha ci porta poi verso la piccola Plaza de Santa Ana, elegante e curata. È ormai ora di pranzo e ci fermiamo a La Cervecería La Cruz de Malta, ristorante dai prezzi abbastanza economici le cui tapas sono fenomenali. La paella mista è invece discreta ma si sa da sempre che Madrid non è la città più adatta per mangiare una buona paella. Nel pomeriggio ci dedichiamo invece alla via più famosa di Madrid, la Gran Vía. La maggior parte dei negozi è chiusa ma la strada è invasa dai turisti. L’architettura della città ci lascia senza fiato: le piazze, il Palacio de Comunicaciones così come gli alti edifici che circondano la Gran Vía le danno un’aria austera e regale, che ce ne fa innamorare. Torniamo poi verso il centro per andare al Mercato di San Miguel e bere un’ottima sangria accompagnata da qualche stuzzichino. Per cena scegliamo La Venta El Buscón, un ristorante in zona Plaza de Santa Ana di cui avevamo letto delle buone recensioni e che sarà all’altezza delle aspettative. I piatti sono buoni ma è soprattutto il servizio che ci farà trascorrere una serata piacevole, ridendo coi camerieri tra una battuta e l’altra. Attraversiamo il centro della città illuminata, tra alberi di Natale e luminarie, per tornare in hotel. Il nostro viaggio a Madrid è appena iniziato ma già quasi alla fine: domani si parte per Marrakech.

Guarda la gallery
cultura-kuz2j

Gran Vía

cultura-59tzp

Palacio de Cristál

cultura-h4sdg

Koutoubia

cultura-kkt6f

Souk

cultura-wnsfp

Palazzo Bahia

cultura-pqyvk

Jamaa el Fna

cultura-p3mvh

Jamaa el Fna

cultura-4y9jx

Giardini Majorelle

cultura-caymy

Gueliz



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
viaggio nel mani, peloponneso

Viaggio nel Mani, Peloponneso

La regione del Mani si trova nel Sud del Peloponneso, tra Messenia e Laconia. Un...

patrizio e le giuggiole di arquà petrarca

Patrizio e le giuggiole di Arquà Petrarca

Un episodio inedito dello Slow Tour Padano di Patrizio Roversi: durante l’itinerario...

villa vizcaya miami

Villa Vizcaya Miami

Villa Vizcaya Miami

Leggi i Diari di viaggio su Cultura
Diari di viaggio
dubai gold

Dubai Gold

1°g sab 16 ottobre - Volo Milano-Dubai Volo Emirates Milano-Dubai con partenza alle ore 14.45 e arrivo alle ore 22.50. Preleviamo...

Diari di viaggio
bulgaria: sofia e plovdid

Bulgaria: Sofia e Plovdid

Viaggio in Bulgaria, tre notti, quasi quattro giorni, due a Plovdid e due a Sofia. Plovdid è stata capitale europea della cultura nel...

Diari di viaggio
vienna, la città imperiale a misura di bambino

Vienna, la città imperiale a misura di bambino

Atterriamo nell'aeroporto (flughafen in tedesco) di Vienna-Schwechat (20 chilometri sud-est della cittadina) a pomeriggio inoltrato con un...

Diari di viaggio
interrail con le ali tra le capitali del nord europa

Interrail con le ali tra le capitali del Nord Europa

Un viaggio con tre giorni in media per ogni capitale, con la permanenza in ogni città influenzata dalle tariffe che si riuscivano a...

Diari di viaggio
in tutti i laghi: val d'ega e dintorni

In tutti i laghi: Val d’Ega e dintorni

19 AGOSTO 2021: NOVA PONENTE Partiamo prima dell'alba per evitare traffico ed alte temperature. Il viaggio si svolge senza problemi in...

Diari di viaggio
scoprendo i musei di torino

Scoprendo i musei di Torino

Scoprendo alcuni dei più importanti musei di TORINO si comprende l'anima orgogliosa, policroma e resiliente di quella che è stata la...

Diari di viaggio
monaco di baviera 2

Monaco di Baviera 2

Non avevo mai considerato la Germania come una destinazione turistica (Berlino a parte), e mi sbagliavo, perché Monaco è sicuramente una...

Diari di viaggio
sei giorni ad amsterdam in agosto

Sei giorni ad Amsterdam in agosto

GIORNO 1: 10 agosto 2021 Siamo partiti da Bologna con il volo KLM delle 6 di mattina, a bordo ci hanno dato un panino non molto buono...

Diari di viaggio
le scimmie di kathmandu

Le scimmie di Kathmandu

Non passa giorno in cui io non pensi all'Asia e ormai dopo un anno e mezzo di separazione forzata, a causa delle restrizioni pandemia,...

Diari di viaggio
l’oltrepò pavese

L’Oltrepò Pavese

Partenza per L’Oltrepò Pavese, area a sud del fiume Po in provincia di Pavia, ricca di punti d’interesse storici e naturalistici.Il...