Da Phoenix a Yellowstone, il grande Ovest e alcune delle sue più affascinanti meraviglie

L’itinerario prescelto di circa 2.500 km consente di visitare alcune tra le più affascinanti meraviglie naturali dell’Ovest e di approcciare la storia dei nativi americani e della cruenta conquista del West
 
Partenza il: 09/05/2018
Ritorno il: 20/05/2018
Viaggiatori: 4
Spesa: 3000 €

Le strade percorse, spesso in splendida solitudine e attraverso panorami sconfinati e limpidissimi cieli azzurri, costituiranno parte integrante e indimenticabile del vostro viaggio.

Un viaggio nell’Ovest degli Stati Uniti può rappresentare un autentico sogno per il viaggiatore alla ricerca di paesaggi fantastici, orizzonti infiniti, pace ed emozioni legate anche al ricordo delle drammatiche vicende storiche di un non lontano passato. Personalmente sono stato stregato dal mio primo approccio lo scorso anno ai grandi classici di queste regioni (Zion, Bryce, Monument Valley, Grand Canyon e altri di cui potete trovare il mio resoconto su TA ed anche sul Magazine dello scorso Maggio) e quest’anno ho deciso di ritornare cambiando ovviamente itinerario.

Cercherò qui di riassumere le tappe di questa nuova avventura che si è rivelata altrettanto entusiasmante. Il viaggio è partito da Phoenix in Arizona, raggiungibile dall’Italia con voli che prevedono comunque uno scalo. Meta ultima era il Parco Nazionale di Yellowstone nel Wyoming che è possibile raggiungere con un itinerario sud-nord che permette di attraversare aree di grande interesse paesaggistico e di visitare altri meravigliosi Parchi/Monumenti Nazionali.

Il periodo scelto si è situato a cavallo della metà del mese di maggio, scelta strategica che consente di evitare il caldo e l’affollamento dei mesi estivi. E‘anche importante sapere che fino all’inizio di maggio, con date che possono variare di anno in anno, parte delle strade che attraversano Yellowstone sono chiuse al traffico privato e di ciò bisogna essere informati per evitare brutte sorprese.

1° giorno: da Phoenix a Holbrook e al Petrified Forest National Park (km 329, circa 3h 30’)

La cittadina di Holbrook che si raggiunge da Phoenix in circa tre ore è il punto ideale di sosta per poter visitare nel pomeriggio il Parco Nazionale della Petrified Forest, che comprende anche l’area nota come Painted Desert. Calcolate di impiegare almeno 4-5 ore per poter percorrere anche il magnifico Blue Mesa Trail, dare un’occhiata ad alcune altre aree segnalate quali Crystal Forest, Giant Logs e Long Logs ed ammirare i colori del Painted Desert nella luce del tardo pomeriggio. Se i resti pietrificati di piante vissute diverse milioni di anni fa costituiscono il patrimonio più specifico del parco, le multicolori colline di pietra donano al paesaggio desertico un fascino singolare che stimolerà la vostra passione per la fotografia.

Noi abbiamo raggiunto il Parco dalla South Entrance e percorso la strada di circa 40 Km che lo attraversa per raggiungere la North Entrance e da lì rapidamente Holbrook dove abbiamo pernottato.

2° giorno: da Holbrook a Chinle (Canyon de Chelly) (km 199, circa 2h)

L’AZ-77N che imboccherete nelle immediate vicinanze di Holbrook sarà essa stessa parte importante della giornata. Il nastro d’asfalto vi immerge in un paesaggio desertico, vivacizzato dalla presenza di isolati gruppi rocciosi, da un cielo incredibilmente azzurro e dalle multicolori sfumature della rada vegetazione: un autentico concentrato dell’ovest e per me un momento emozionante ed indimenticabile. Arrivati a Chinle ricordarsi di spostare in avanti di 1 ora il vostro orologio.

Il Canyon de Chelly aggiunge alle classiche tonalità rossastre, così tipiche delle rocce di queste zone, il verde brillante della vegetazione arborea che cresce rigogliosa nel fondo del Canyon. L’area è Monumento Nazionale ed è gestita dai Navajos che ancora vi praticano qualche attività agricola. La strada che costeggia i due rami del canyon, South e North Rim, vi porta nelle immediate vicinanze di diversi overlook da dove ammirare dall’alto il panorama; il più spettacolare è quello noto come Spider Rock, al termine del South Rim, dove si ammirano due giganteschi monoliti simili a colonne affiancate che si innalzano dal fondo e che conferiscono al paesaggio una particolare solennità. Consiglio vivamente di scendere al fondo del Canyon de Chelly lungo lo spettacolare sentiero noto come White House Trail; è l’unica possibilità di discesa in autonomia a meno di ricorrere all’utilizzo di tour con fuoristrada con guida Navajo. Il sentiero non presenta particolari difficoltà se avete un minimo di abitudine a camminare in montagna. Si deve superare un dislivello di circa 200 metri e vi serviranno un paio d’ore (ma anche meno se siete buoni camminatori) tra andata e ritorno includendo le soste per le fotografie e per ammirare il grandioso spettacolo.

Calcolate un pomeriggio intero per l’escursione in auto lungo il South Rim e per il White House Trail.

A Chinle è possibile e consigliabile pernottare se si vuole avere almeno una mezza giornata per la visita di questo National Monument.

3° giorno: da Chinle a Cortez (Mesa Verde)(km 241, circa 2h 30’)

Partendo da Chinle si segue per qualche km il North Rim lungo il quale si incontrano altri tre sempre spettacolari overlook per ammirare il braccio del Canyon noto come Canyon del Muerto. Si raggiunge poi la deviazione per la Indian Route 13 (studiate bene il percorso su Google Maps perché qui le indicazioni sono un po’carenti) che attraverso un paesaggio alpestre impreziosito da gruppi rocciosi qui particolarmente rosseggianti, vi porterà alla visione della sterminata piana dove si innalza solitario ed affascinante il picco roccioso dello Ship Rock, uno dei simboli del New Mexico, sacro ai Nativi Americani.

La Indian Route 13 conclude la sua corsa incontrando la US-191N con cui raggiungerete la cittadina di Cortez dove potrete lasciare i bagagli nell’hotel da voi prescelto prima di raggiungere rapidamente il Mesa Verde National Park. Si tratta di un altipiano solcato da alcuni canyon dove fino agli inizi del XIV secolo gruppi di Nativi Americani risiedettero in spettacolari strutture in muratura sfruttando delle cavità naturali nelle pareti dei canyon. Percorrete la strada di circa 35 km (Chapin Mesa) che attraversa l’altipiano e da cui potrete effettuare con la vostra auto i due principali itinerari per osservare le principali attrazioni, il Cliff Palace Loop ed il Mesa Top Loop, lunghi entrambi una decina di km.

Le più spettacolari di queste strutture abitative sono visibili da diversi overlook lungo la strada o raggiungibili grazie a brevi e semplici sentieri. Mi limito a citare la Spruce Tree House, la Balcony House, la Tower House ed il Cliff Palace, il più celebre e più grande. I Ranger organizzano giornalmente diverse visite guidate di gruppo alla Balcony House ed al Cliff Palace. Rivolgetevi al Visitor Center all’ingresso del Parco per iscrivervi ad una di queste visite: i posti sono limitati e non è affatto scontato riuscire a partecipare (non è possibile prenotare online). Comunque anche la sola semplice visione dagli overlook di queste strutture vale il viaggio. L’area è dal 1978 Patrimonio Unesco dell’Umanità.

Guarda la gallery
colorado-s3gv8

Arizona Route 77

colorado-fpvbz

Canyon de Chelly

colorado-uxbgy

Petrified Forerst

colorado-3juu4

Seep Creek Overlook

colorado-praf4

Grand Teton

colorado-k8mwk

Mesa Verde Cliff Palace

colorado-hx68p

Colorado National Monument

colorado-nrts7

Yellowstone idway Basin

colorado-14rdy

Yellowstone Canyon



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Arizona
    Diari di viaggio
    usa on the road con bambini

    USA on the road con bambini

    Tanto ero rimasta colpita dai parchi degli States nel 2009 che quest’anno ho deciso di tornare con marito e bimbi. A posteriori rientrata...

    Diari di viaggio
    viaggio negli stati uniti: louisiana, grandi parchi e hawaii

    Viaggio negli Stati Uniti: Louisiana, Grandi Parchi e Hawaii

    Mi riconoscete? Sono proprio io, a 18 anni, durante il mio primo viaggio negli Stati Uniti, il mio primo vero viaggio. Un viaggio che per...

    Diari di viaggio
    on the road sulla west coast, il sogno americano si avvera

    On the road sulla West Coast, il sogno americano si avvera

    A mio avviso l’autunno è il momento migliore per affrontare questo viaggio impegnativo e magnifico: la West Coast degli Stati Uniti...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze on the road: california, nevada, utah, arizona da scoprire!

    Viaggio di nozze on the road: California, Nevada, Utah, Arizona da scoprire!

    (200 km)Monument Valley – Grand Canyon (280 km)Grand Canyon – Sedona (175 km)Sedona – Kingman (280 km)Kingman...

    Diari di viaggio
    itinerario usa - antelope canyon

    Itinerario USA – Antelope Canyon

    L'Antelope Canyon si trova in Arizona, vicino a Page che rappresenta l'Hub principale per visitare questo canyon e altri paesaggi...

    Diari di viaggio
    usa coast to coast: nyc-la

    USA coast to coast: NYC-LA

    L’esperienza americana nel sud est asiatico, leggasi, la guerra del Vietnam o la american war come la definiscono i Vietnamiti, è la mia...

    Diari di viaggio
    the cowboyland

    The Cowboyland

    INTRODUZIONE Lunedì 11 agosto 2014… Cheyenne, Wyoming… una passeggiata al Frontier Park, ormai deserto dopo i dieci giorni di...

    Diari di viaggio
    usa coast to coast

    USA coast to coast

    DIARIO DI VIAGGIO USA - AGOSTO 2018 Abbiamo fatto un tour on the road in USA, partendo da LA, California, siamo passati per i parchi ed...

    Diari di viaggio
    da phoenix a yellowstone, il grande ovest e alcune delle sue più affascinanti meraviglie

    Da Phoenix a Yellowstone, il grande Ovest e alcune delle sue più affascinanti meraviglie

    Le strade percorse, spesso in splendida solitudine e attraverso panorami sconfinati e limpidissimi cieli azzurri, costituiranno parte...

    Diari di viaggio
    usa: west coast in pratica

    USA: West Coast in pratica

    Consigli utili prima della lettura e dell’eventuale viaggio Le macchine americane non sono come quelle italiane, quindi attenti al...

    Video Itinerari