Da Miyajima a Tokio

In primavera ci sono i Sakura (ciliegi) in fiore!
Scritto da: sdm
da miyajima a tokio
Partenza il: 03/04/2010
Ritorno il: 11/04/2010
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Abbiamo trascorso in Giappone 9 giorni, nel miglior periodo dell’anno: quello dei Sakura (ciliegi) in fiore.

Nelle due settimane di fioritura dei ciliegi (in genere, durante la prima meta’ di aprile) la maggior parte del popolo giapponese va in vacanza e si dedica all’HINAMI (picnic ai piedi dei Sakura).

Il nostro itinerario, organizzato in proprio, e’ stato il seguente: TOKIO – MIYAJIMA – HIROSHIMA – HIMEJI – OSAKA – KYOTO E NARA – TOKIO

PRIMO GIORNO – TOKIO

Arrivo a Tokyo in serata. All’aeroporto, abbiamo convertito i nostri JAPAN RAIL PASS e prenotato gli spostamenti in SHINKANSES (treno proiettile). L’unico treno non incluso nel pass e’ il NOZOMI, ma anche gli altri Shinkansen sono molto veloci e tutti puntualissimi. Il costo di un pass per 7 giorni (da acquistare prima di partire) e’ di 230 euro ma visti i prezzi dei trasporti in Giappone, e’ assolutamente conveniente. Trasferimento in hotel (in treno fino a Ueno e poi metro per 3 fermate fino ad Asakusa). Pernottamento presso l’Hotel CHI SUN ASAKUSA. Pulito ma con camera e bagno piccolissimi. Comunque per una notte va bene. Costo camera doppia senza colazione: 100 Euro. Cena leggera presso il TESTAROSSA CAFE (www.testarossacafe.net), di fronte all’hotel, con una buona pizzetta ed un sandwich. Costo per due persone inclusi drink: 20 Euro.

SECONDO GIORNO – TOKYO / MIYAJIMA

La mattina siamo partiti in treno dalla stazione di Tokyo diretti a Miyajima, un’isola sacra non molto distante da Hiroshima. Il percorso in treno ha previsto un cambio a Shin-Osaka e uno spostamento di 25 minuti con un treno locale da Hiroshima a Miyajima-Guchi. Dalla stazione ferroviaria di Miyajima-Guchi si attraversa la strada e si prende lo JR Ferry che in 10 minuti porta a Miyajima. Sia il costo del treno locale che quello del traghetto sono inclusi nel Japan Rail Pass. All’arrivo al porto di Miyajima ci attendeva un incaricato del nostro ryokan con il suo pulmino.

Pernottamento presso il RYOKAN JUKEISO (www.jukeiso.com), in camera superior vista mare. Dalla camera, si vedono il famosissimo TORII rosso che si ritrova in molti scatti del Giappone, una bellissima pagoda ed il pittoresco centro storico dell’isola. Davvero spettacolare! Per chi desidera provare lo stile di vita locale, consigliamo questo tipo di sistemazione, in quanto somiglia molto ad una casa privata giapponese. La camera era enorme. I letti venivano preparati ogni sera dal personale, con materassi appoggiati direttamente sul pavimento. L’effetto e’ quello di un letto ortopedico molto rigido che per alcun puo’ risultare scomodo. Per due giorni, in mezza pensione, abbiamo speso circa 500 Euro per due persone. Un po’ caro, ma ne vale veramente la pena! Noi abbiamo scelto colazione occidentale e cene in stile giapponese, ma per ogni pasto viene data l’opzione. All’ora del tramonto siamo andati a visitare il TORII GATE. A quell’ora c’e’ la bassa marea ed il monumento e’ raggiungibile a piedi. Nelle ore di alta marea, invece, e’ parzialmente sommerso. Proseguendo la passeggiata per il centro, siamo arrivati alla FIVE-STORIED PAGODA, una bellissima pagoda a cinque piani, situata su un’altura.

I cherry blossoms in questo periodo rendo l’atmosfera dell’isola davvero magica. Nelle strade si trovano molti cerbiatti allo stato brado, ormai abituati ad essere avvicinati dalle persone.

TERZO GIORNO – HIROSHIMA / MIYAJIMA

In mattinata abbiamo visitato Hiroshima: L’A-DOME (il ground zero dell’esplosione atomica), il Memorial Park ed il Museo. Passeggiata lungo il fiume adorno di sakura, con una marea di persone dedite all’hinami. Pranzo a base di OKONOMIYAKI, un piatto locale molto gustoso che si e’ diffuso nel dopoguerra, in un periodo di carestia. Il ristorante NAGATA-YA si trova dalla parte opposta del fiume rispetto al Memorial Park. Costo totale per due persone inclusa bevanda: circa 15 Euro. Il pomeriggio siamo rientrati a Miyajima e ne abbiamo approfittato per visitare lo ITSUKUSHIMA SHRINE, la Tahoto Pagoda ed il Momijidani Park, dove e’ visibile una piccola cascata.

QUARTO GIORNO – MIYAJIMA / HIMEJI / OSAKA

In mattinata abbiamo lasciato Miyajima, diretti a Osaka. Ad HIMEJI abbiamo deciso di scendere dal treno per visitare il famoso castello medioevale. Abbiamo lasciato i nostri bagagli negli appositi lockers della stazione (attenzione perche’ nei periodi di alta stagione potrebbero essere tutti pieni!). Dopo una passeggiata di 15 minuti dalla stazione, abbiamo raggiunto il castello. Anche qui, il parco era una distesa enorme di ciliegi in fiore, ed era pieno di persone che si dedicavano all’Hinami. Dopo la visita, pranzo a base di soba noodles (quelli sottili, simili agli spaghetti alla chitarra. Gli udon, invece, sono i noodles spessi). La combinazione di questi noodles con la tempura (frittura) e’ una cosa insolita per noi occidentali, ma davvero deliziosa.

Nel pomeriggio, abbiamo proseguito per Osaka, dove siamo arrivati in serata. Pernottamento presso l’Hotel CHI SUN SHINSAIBASHI, molto bello. Anche se della stessa catena di quello di Tokyo, qui le camere sono spaziose e pulitissime. Costo per due notti in camera doppia (senza colazione), circa 220 Euro. Eravamo stanchi, quindi a cena abbiamo mangiato una pizza ed un’insalata nel ristorantino dell’hotel, discreto. Costo per due persone, circa 25 Euro.

QUINTO GIORNO – KYOTO E NARA

Visita di Kyoto e Nara con un tour organizzato (prenotato online prima di partire, tramite il sito City Discovery). In mattinata, a Kyoto, abbiamo visto il NIJO CASTLE, residenza shogun dell’era Tokugawa, con degli affreschi interessanti), il KINKAKUJI TEMPLE, con il Padiglione d’Oro (bellissimo!) ed il PALAZZO IMPERIALE. Il pranzo era incluso nel tour ed era all’interno del KYOTO HANDICRAFTS CENTER, dove erano disponibili souvenir e articoli artigianali. Nel pomeriggio a NARA abbiamo visto il TODAIJI, la struttura di legno piu’ grande al mondo, con la statua del GRANDE BUDDHA, poi abbiamo proseguito verso il NARA PARK per visitare il KASUGA TAISHA SHRINE. Non siamo rimasti particolarmente colpiti da questa gita, quasi sicuramente a causa del freddo: la peggiore giornata dell’intero tour. Tuttavia, questo era l’unico modo per avere un assaggio, in una sola giornata, di Kyoto e Nara. La sera, cena in un ristorante italo-francese vicino all’hotel, KATSUI (www.99katsui.sakura.ne.jp), dove ci hanno servito un’ottima insalata di gamberi e tonno fresco e degli spaghetti alle vongole davvero eccellenti. Cena per due incluso vino, circa 80 Euro.



    Commenti

    Lascia un commento

    Giappone: leggi gli altri diari di viaggio