Da Città del Messico a Puerto Escondido, passando

Da Città del Messico a Puerto Escondido, passando per il Chiapas Anche quest’anno ci siamo potuti permettere di staccare dal lavoro e partire… Lasciato il cuore in Brasile, lo scorso anno, questa volta abbiamo deciso di tornare per la terza volta in Messico, ma facendo un itinerario più personale, e prenotando solo il volo...
 
Partenza il: 02/01/2009
Ritorno il: 23/01/2009
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 2000 €

Da Città del Messico a Puerto Escondido, passando per il Chiapas Anche quest’anno ci siamo potuti permettere di staccare dal lavoro e partire… Lasciato il cuore in Brasile, lo scorso anno, questa volta abbiamo deciso di tornare per la terza volta in Messico, ma facendo un itinerario più personale, e prenotando solo il volo andata/ritorno.

Il costo totale della vacanza, compreso di 8 + 2 voli aerei x arrivare a Roma, alberghi, ristoranti, trasferimenti e regali, è stato di circa 2.300,00 euro a testa.

Itinerario : 02/01/2009 Roma/Città del Messico (via Madrid) – San Cristobal – Palenque – Oaxaca – Puerto Escondido – Città del Messico/Roma (via Londra) 23/01/2009 Siamo partiti con il volo Iberia, da Roma, via Madrid, e abbiamo avuto forse l’unico “inghippo” della vacanza, dato che abbiamo beccato lo sciopero “bianco” dei dipendenti Iberia, che ci ha ritardato la partenza per Madrid, con conseguenza di perdere la coincidenza per Città del Messico, e relativo ritardo di 12 ore (dovevamo partire all’1 di notte, siamo partiti alle 12.30 del giorno dopo!) Malgrado la disavventura e la relativa stanchezza, siamo arrivati a Città del Messico alle 18.00, convinti peraltro di non trovare i bagagli vista la situazione ma, per nostra incredibile fortuna, i nostri c’erano… Sapevamo di non doverci fidare dei taxi che avremmo trovato per strada, e ci siamo diretti subito alla ricerca, oltre che di un bancomat, dei taxi con lo stemma dell’aereo, per fare il biglietto subito… Ma bastava andare all’uscita dei taxi e ci sono tutti gli uffici che li vendono, ma ormai era fatta (200 pesos, perché abbiamo scelto un SUV; senza saperlo, altrimenti era 130/150))! Avevamo prenotato via internet un hotel di cui parlavano bene un po’ tutti, Hotel Catedral, e le referenze si sono rivelate esatte… L’albergo è tipo un Holiday Inn, con camere però spaziose, un grande e ottimo bagno, abbastanza pulito e con personale gentilissimo e, soprattutto economicissimo, circa 35 euro a notte, esclusa la colazione, che potete comunque fare in hotel, pagando a parte, se vi và ( è veramente buona…); La cosa ovviamente migliore è la sua posizione, praticamente dietro la cattedrale, per cui in pieno Zocalo, con la possibilità di spostarsi a piedi nella zona di Placa de la Costitution e da lì, per le vie che la intersecano, partire alla scoperta dei vari quartieri… Il primo giorno, causa fuso orario, ci siamo svegliati piuttosto presto, per cui siamo partiti alla volta del Paseo de la Reforma e della zona Rosa che doveva essere il cuore della città ma, forse perché era domenica, ci siamo trovati di fronte solo un lungo viale alberato, bello ma niente di più… la passeggiata, piuttosto lunga, in Avenida Juarez ci ha però permesso di vedere il museo delle Belle Arti, con i murales di Rivera e alcuni quadri di Frida Kalo; al ritorno passiamo da Placa Garibaldi, zona dei mariachi, dove ci sono tantissimi ristoranti e locali attivi la sera, e un grandissimo mercato di giorno, ma ci sembra una zona piuttosto trasandata e non torneremo… Proseguendo per tornare indietro, passiamo per p.Zza San Francisco e la bellissima p.Zza Santo Domingo, già vicinissima alla cattedrale, caratterizzata dal bel porticato che ricorda un po’ Merida, nello Yucatan, con tantissimi banchetti di piccole “tipografie” e vecchie macchine da scrivere, dove si recavano anni addietro a farsi scrivere le lettere i Mexicani; dopo una doccia in hotel, decidiamo di seguire i consigli della Lonely, e andiamo a cena al Majestic, un hotel della piazza, con ristorante in terrazza, da dove si ha davvero uno spettacolo unico della Cattedrale e della piazza di notte, dall’alto…La pista di ghiaccio, montata per le festività natalizie, spezza la dimensione reale, ma non ne nasconde la vastità… la vista è eccellente, la cena un po’ meno, a meno che a qualcuno non piaccia rovinare il pesce con salse di tutti i generi e formaggi… il costo però è davvero basso, 370 pesos in due (circa 19,00 euro) Dopo una bella dormita, già il giorno dopo partiamo per Teotihacan ! Uno dei siti Maya che mi è piaciuto di più… e oltre alla bellezza del sito, anche raggiungerlo è stato piacevole! Ci siamo avventurati nella fatidica “metropolitana” tanto temuta e bistrattata.

Beh, la gente che la frequenta è tanta, bisogna stare attenti a borse e zaini, come in tutti i posti affollati del mondo, ma è stato un “viaggio”, come tutti gli altri che faremo, tranquillo, piacevole e veloce; ci siamo anche sentiti il “lettore di sermoni”, per giunta con una voce baritonale fantastica, degna di un attore di teatro… Con tre cambi di linea raggiungiamo il terminal Norte; è facilissimo trovare il banco per fare il biglietto e, per circa 4 euro, ci ritroviamo su un autobus un po’ scalcagnato, ma anche a contatto con la gente del posto che usa quotidianamente lo stesso mezzo.

Durante il tragitto, oltre ai normali passeggeri, salgono tutta una serie di personaggi, dal venditore di libri da cucina, al musicista cantante, ai venditori di caramelle e dolci, piuttosto che di bevande; l’ora di viaggio passa veramente velocissima! Arriviamo al sito verso le 11.00, c’è poca gente e la temperatura è perfetta… Passeggiare lungo i due km del viale dei morti, costeggiare e poi salire sulla bellissima piramide del sole, e raggiungere poi la piramide della luna è una cosa emozionante… neanche Chichen Itza mi aveva dato le stesse sensazioni; inoltre qui è ancora possibile salire sulle piramidi, mentre non lo era lì…Ne valeva davvero la pena… Alla fine, malgrado sapessi che le maschere e gli oggetti che vengono venduti lungo il viale, non fossero di vera ossidiana, ne ho comprato comunque due, il costo irrisorio ne faceva dei bellissimi souvenir… Al rientro allo Zocalo, ci fermiamo a prenotare per la cena il ristorante “las casas de las sirenas” che, a leggere la Lonely, è spettacolare…

In un’agenzia di viaggi, in piazza, prenotiamo intanto il volo per Tuxtla Gutierrez, che ci porterà in chiapas, dopodomani e, effettivamente, conviene fare il biglietto sui voli interni in Messico, costano meno che farli in Italia e, in questo periodo, nessun problema di disponibilità (Mexico-Tuxtla G. 52,00 a persona con Aviacsa o Mexicana Click).



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Chiapas
    Diari di viaggio
    messico e nuvole 9

    Messico e nuvole 9

    17/12/2019 Quest’anno saltiamo il Natale e tutte le feste a piè pari e ce ne andiamo in Messico! È finalmente arrivato l’atteso...

    Diari di viaggio
    in messico dallo yucatan al chiapas

    In Messico dallo Yucatan al Chiapas

    la pena x quest'esperienza. Ritorniamo, pranziamo e ci dirigiamo verso Bonanpak... un gioiello… il tour ideale. Siamo giunti in un posto...

    Diari di viaggio
    messico: tra le rovine nascoste e il mare

    Messico: tra le rovine nascoste e il mare

    con tanto di corda, vista sulla giungla emozionante. Sopra la porta del tempio un Dio Discendente. Abbiamo un po’ girovagato: gioco della...

    Diari di viaggio
    weekend alla scoperta del chiapas

    Weekend alla scoperta del Chiapas

    Questo weekend, programmato da tempo, è stato solo una settimana dopo il terribile terremoto di 8.1 che ha devastato lo stato di Oaxaca e...

    Diari di viaggio
    messico, un sogno a occhi aperti

    Messico, un sogno a occhi aperti

    Voglio raccontarvi il bellissimo viaggio che ci siamo regalati io e mia moglie per il nostro 10 anniversario, sperando anche possa esservi...

    Diari di viaggio
    in yucatan con un salto in chiapas

    In Yucatan con un salto in Chiapas

    Eccomi qua a descrivere quella che per me è stata un’esperienza unica alla luce del fatto che fino a ieri avevo girato in lungo in largo...

    Diari di viaggio
    messico: consigli per un viaggio fai da te

    Messico: consigli per un viaggio fai da te

    Un saluto a tutti da Dario e Mari ed eccoci alle prese con un altro diario di viaggio. Dopo la Turchia dello scorso anno, è ora la volta...

    Diari di viaggio
    yucatan y chiapas fai da te

    Yucatan y Chiapas fai da te

    Volo: Roma-Cancun AIRFRANCE 630 euro a/r Autobus: circa 100 euro a testaHotel, guesthouse, ostelli: circa 400 euro in dueSpesa...

    Diari di viaggio
    messico tra giungla e mare

    Messico tra giungla e mare

    Siamo appena rientrati da un’indimenticabile viaggio in Messico di due settimane e adesso che abbiamo ancora il ricordo nitido della...

    Diari di viaggio
    il nostro messico: yucatan & chiapas fai da te

    Il nostro Messico: Yucatan & Chiapas fai da te

    Prendi 6 amici amanti dell’avventura, organizza il tuo viaggio in autonomia prenotando tutto su internet, prepara lo zaino e il gioco è...