Crociera sul Nilo

Pasqua in Egitto tra relax e cultura alla scoperta di Luxor, Kom Ombo…
 
Partenza il: 05/04/2012
Ritorno il: 12/04/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Decidiamo per Pasqua di fare un viaggetto da qualche parte, possibilmente in un posto dove batta il sole, visto che in Olanda non è una realtà all’ordine del giorno.

Dopo qualche indecisione (Turchia? Isreaele?) e pochi consigli da parte dell’agente di viaggi a cui ci affidiamo, decidiamo di optare per un fifrty-fifty di sightseeing e relax. Non ce la sentiamo di fare una settimana su una spiaggia senza approfittarne per visitare anche qualcosa…

Crociera sul Nilo! Ci sembra potenzialmente un buon compromesso fra relax e cultura.

Prendiamo un pacchetto bello pronto con un tour operator olandese. Nonostante ci sia la Pasqua di mezzo il prezzo è più che buono, considerando che comprende volo più soggiorno in motonave (a 5 stelle, haahha) con pensione completa. Certo, tutte le escursioni sono extra, ma si può decisamente fare…

Ecco il programma della settimana giorno per giorno:

Giovedì 5 aprile

Sveglia alle 4 e mezza, cominciamo bene. Ma è l’unico modo per arrivare in tempo in stazione e prendere il primo treno per l’aeroporto di Schipol. Alle 8:30 partiamo per Luxor, per fortuna volo diretto e non con scalo a Hurgada come ci avevano detto.

Nel primo pomeriggio siamo a Luxor, sole, caldo, non ci par vero… Dopo la prima esperienza fregacchina con i tizi locali che cercano di spillare a Fede ben 5 euro per prenderci le valigie di mano e caricarle sul bagagliaio, prima cosa a bordo del pullman ci spillano 51 euro a testa (16 per il visto e 35 per le mance al personale della motonave; strano sistema…). Poco dopo arriviamo alla motonave, dove ci assegnano la cabina 214, la più vicina alla reception. La nave non è male e la cabina è piuttosto piccola ma discreta. Ha una bella finestra sul Nilo e tutto quel che serve, compresa la cassaforte. Quel che resta del pomeriggio, dopo un meeting di benvenuto e introduzione del programma della settimana da parte dello staff locale del tour operator, lo passiamo sul deck a bordo piscinetta (comunque migliore di quella di molte motonavi vicine) in attesa che aprano la cena eccezionalmente alle 18:00, vista la lunghezza della giornata e la fame del gruppo. Facciamo il giro della nave: c’è un negozietto che vende vestiti e amenità locali varie, una piccola gioelleria, un grande (e freddissimo) lounge bar, il deck con piscina e bar all’aperto, e al piano più basso raso-Nilo, il ristorante.

La vista dalla motonave è affascinante: si vede il tempio di Luxor, l’inizio del deserto, e sull’altra sponda la montagnetta dietro la quale si nasconde la Valle dei Re. Ancora ignari di come cercheranno di fregarci (non tanto i locali, bensì il personale del tour operator), decidiamo di comprare l’escursione per domani mattina alla Valle dei Re, tempio di Hatsepsut e Colossi di Memnon. Partenza alle 5:30, di nuovo sveglia infausta. Per questa escursione ci chiedono 35 euro a testa. Se volessimo il pacchetto che comprende tutte le escursioni (tranne Abu Simbel) sarebbero 165 euro a testa. Ma prima di cedere decidiamo di capire come funzionano e cosa sarà possibile fare autonomamente, anche perché i racconti della guida sono tutti in olandese, quindi a noi ben poco utili.

La cena è discreta, niente di trascendentale, ma va bene. Stiamo un po’ sul deck a goderci il fresco e il panorama e poi collassiamo a letto senza nemmeno accorgercene.

Venerdì 6 Aprile

Sveglia alle 4:45, tremendo. Colazione al ristorante, caffè sul deck con vista sull’alba e sulle mongolfiere colorate che si alzano in volo, riunione in reception e partenza per la Valle dei Re. Col pullman attraversiamo un bel pezzo di valle delNilo, passiamo all’altra sponda e arriviamo alla valle dei Re. Con un trenino aperto dall’entrata ci portano all’ingresso delle tombe. Col nostro biglietto di ingresso possiamo vederne tre. La guida sceglie quelle di Ramsete III, IV e IX. Veramente meravigliose tanto che è difficile credere a quanti millenni hanno. Peccato che ci siano orde oceaniche ovunque. Abdu, la nostra guida, dopo le lunghe spiegazioni in Olandese ci fa un breve riassunto in inglese, di cui ci dobbiamo accontentare. Prossima tappa: tempio di Hapsepsut. Altro trenino e davanti a noi si staglia, bellissimo, il tempio incastonato nella roccia desertica.

Fa caldissimo, all’ombra del bar Abdu ci fa il solito breve racconto in inglese e poi partiamo alla scoperta del tempio. Alle 11 fa veramente caldo, ed è solo il 6 di aprile… Risaliamo sul pullman e sopresa, ci ritroviamo in un laboratorio di alabastro. Fasullo quanto mai, i finti scultori, da stravaccati all’ombra, riprendono a limare alabastro non appena vedono il pullman in lontananza. I vari vasi, statue, ecc. sono bruttarelli, quelli fosforescenti sono tremendi, e mentre cercano di abbindolarci Abdu si pappa il pranzo che gli hanno portato come mazzetta. Va bene, fa parte del gioco. Ultima tappa della mattinata sono i colossi di Memnon. Enormi, imponenti. Foto ricordo e via alla motonave. Saliamo a bordo, scendiamo al ristorante per il pranzo e iniziamo la navigazione lungo il Nilo.

Il pomeriggio lo passiamo sul deck a prendere il sole, alle 4 beviamo il tè con un po’di torta secca e ci godiamo il panorama. Bello, verde, pieno di palme e alberi di mango, minuscoli villaggi e orribili edifici qua e là. I compagni di viaggio sono tutti olandesi (a parte una ragazza svedese) e molto eterogenei: la solita miss botox che non manca mai, il rozzo, la famiglia colta, ecc.

Scendiamo al ristorante per la cena. Ormai abbiamo capito che la zuppa è sempre la stessa: riso, manzo cucinato in qualche modo, patate, a volte pasta, pollo, verdure cotte, pesce, zuppa e insalate che non abbiamo il coraggio di mangiare. Forse stupidamente visto che gli altri le prendono e stanno apparentemente tutti bene.

Dopo cena decidiamo di comprare l’escursione al tempio di Edfu per il giorno dopo. Ci siamo fatti infinocchiare da Abdu, che ci ha detto che non è un’escursione fattibile individualmente e che il tempio è da non perdere (questo assolutamente vero). Ci spilla 25 euro a testa. Dopo di che birretta (portata dall’Olanda) sul deck e poi nanna di nuovo relativamente presto.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Luxor
    Diari di viaggio
    egitto, tra storia e blu del mar rosso

    Egitto, tra storia e blu del Mar Rosso

    Siamo due coniugi over 50 abituati ad organizzare sempre da soli i nostri viaggi.Per l’Egitto i nostri amici e parenti ci dicevano...

    Diari di viaggio
    pasqua sul nilo

    Pasqua sul Nilo

    18 aprile 2019 - Giorno 1 Volo Milano Malpensa – LuxorMotonave Jaz Crown Jubilee con pensione completa a bordo (pasti a buffet)....

    Diari di viaggio
    ritorno in egitto, a tutto low cost
    pil

    Ritorno in Egitto, a tutto low cost

    In totale abbiamo speso circa 1100 euro in 4 per una settimana tutto compreso, più o meno così ripartiti:- Volo Easyjet: 65 Euro...

    Diari di viaggio
    egitto classico: istruzioni per l'uso

    Egitto Classico: istruzioni per l’uso

    Buongiorno a tutti! Ciao a chi già conosce i miei diari di viaggio e anche a chi mi legge per la prima volta. (Per altre mete, cercatemi...

    Diari di viaggio
    i tesori del nilo

    I tesori del Nilo

    Un Paese affascinante l’Egitto, custode di monumenti e segreti della civiltà più straordinaria del mondo antico e che Erodoto...

    Diari di viaggio
    luxor e le meraviglie dell’antica tebe

    Luxor e le meraviglie dell’antica Tebe

    sul Nilo, da non perdere!IL PALAZZO D’INVERNO: SULLE ORME DI AGATHA CHRISTIE! Il Winter Palace Hotel è un albergo storico in stile...

    Diari di viaggio
    egitto: 5000 anni di meraviglie

    Egitto: 5000 anni di meraviglie

    Scrivo questa recensione di un viaggio bellissimo appena concluso, con la tristezza nel cuore, dopo aver letto della notizia di uno...

    Diari di viaggio
    viaggio nell'egitto magico tra piramidi e antichi luoghi sacri

    Viaggio nell’Egitto magico tra piramidi e antichi luoghi sacri

    La Magia dell’Egitto Finalmente dopo tanti anni ho realizzato il sogno di fare questo viaggio in Egitto con la crociera sul Nilo ed era...

    Diari di viaggio
    egitto: sharm el sheikh e sinai del sud

    Egitto: Sharm el Sheikh e Sinai del Sud

    Sono le 4 di mattina e fuori il termometro segna 0 gradi quando noi entriamo all’aeroporto di Bologna.. e verso la fine della mattina...

    Diari di viaggio
    non solo sharm 2

    Non solo Sharm 2

    NON SOLO SHARM Per la prima volta vacanze di Natale: dove andare? Città? Montagna? Al freddo? Al caldo? Vada per quest’ultima scelta ma...