Creta occidentale 3

Quest’anno abbiamo scelto come meta per le nostre vacanze l’isola di Creta, la più grande delle isole greche. Come già per gli altri viaggi fatti in questo paese abbiamo deciso di orientarci su un tipo di soggiorno che permetta di girare l’isola senza troppe complicazioni e di passare poi alcuni giorni in relax. Per il soggiorno scegliamo...
 
Partenza il: 04/09/2006
Ritorno il: 18/09/2006
Viaggiatori: fino a 6
Spesa: 2000 €

Quest’anno abbiamo scelto come meta per le nostre vacanze l’isola di Creta, la più grande delle isole greche. Come già per gli altri viaggi fatti in questo paese abbiamo deciso di orientarci su un tipo di soggiorno che permetta di girare l’isola senza troppe complicazioni e di passare poi alcuni giorni in relax. Per il soggiorno scegliamo quindi un villaggio dal catalogo Columbus, il “Columbus Club Creta Star”, che consigliamo caldamente: ottimo praticamente in tutto, ad eccezione forse dell’insofferenza degli impiegati della reception.

Poiché l’isola è molta estesa, abbiamo scelto di limitare la nostra visita alla sola parte occidentale che abbiamo “esplorato” in circa cinque giorni. La parte orientale abbiamo scelto di lasciarla per il prossimo anno, così abbiamo la scusa per tornare su questa meravigliosa isola un’altra volta.

04/09 Finalmente cominciamo la vacanza a Creta , sognata da mesi ormai. Piccolo inconveniente: l’aereo che deve portarci in Grecia decolla alle 23:00!!!! Di fatto perdiamo il primo giorno di vacanza perché tra l’atterraggio (ore 02:35 a.M.), l’attesa al ritiro dei bagagli e l’ora di strada che ci vuole tra l’aeroporto e Skaleta, vicino a Rethymno, dove si trova il nostro hotel riusciamo ad essere nella nostra stanza solo alle 05:00 del mattino. Comunque il viaggio si è rivelato molto divertente, grazie all’autista dell’autobus che aveva la tendenza a prendere le curve su un lato solo. Esperienza da fare, soprattutto perché riusciva comunque a non ribaltarsi.

05/09 Di fatto la giornata di oggi altro non è che la continuazione di quella di ieri, visto l’ora di arrivo. Ci alziamo, infatti, dal letto dopo solo due ore e scegliamo di passare la giornata di oggi a poltrire nel giardino dell’hotel e sulla spiaggia, approfittando dell’all inclusive Columbus. Dopo tutta una giornata passata in spiaggia e a fare il bagno, in un acqua blu e trasparente da sembrare finta, dove i pesci ti vengono a nuotare tra i piedi, decidiamo di andare a fare una passeggiata a Rethymno, per avere un primo approccio con la città che torneremo a visitare più di una volta nei prossimi giorni. Dall’albergo la città dista solo pochi km, circa 12, ed è raggiungibile con gli autobus di linea (1 ogni 20 minuti, fermata davanti l’albergo, una corsa costa 1€50, i biglietti si possono acquistare al minimarket dell’albergo). Attenzione alla fermata perché si trova proprio lungo la New Road e visto come guidano da queste parti meglio non affacciarsi troppo per vedere se l’autobus arriva. Una volta saliti si può provare la favolosa guida greca, poco consigliabile se si soffre di mal d’auto… A Rethymno arriviamo in poco più di venti minuti, lasciati dall’autista lungo odos Gavriil che sembra lontana miglia dal porto e dal centro storico della città. Ci informiamo per trovare dove prendere l’autobus per il ritorno (800 m più avanti dall’altro lato della strada, il cartello della fermata c’era ed era davanti ad un favoloso negozio di modernariato, peccato fosse chiuso vista l’ora) e poi prendiamo odos Nikiforou Fora, proprio dove ci ha fatto scendere l’autista (in seguito poi ci hanno lasciato un cinquantina di metri prima, quindi occhio) che conduce direttamente alla fortezza, che visiteremo più avanti. Questa sera la vogliamo passare semplicemente a zonzo per la città, un po’ perché ancora stanchi da ieri, un po’ perché è bello essere di nuovo in Grecia dopo un anno. Creta sembra diversa dagli altri posti che abbiamo visto in Grecia, ci sono più possibilità di vedere i greci nella loro quotidianità. Lo si nota soprattutto dai negozi, non ci sono solo quelli che vendono la solita roba per turisti, ce ne sono molti in cui la clientela è prettamente greca, inclusi quelli di abbigliamento dove ci sono i saldi!!!!!! 07/09 Ieri abbiamo preferito restare in spiaggia e a nuotare (occhio ai ricci di mare quando il mare è mosso, parlo per esperienza!) ma oggi andiamo a vedere Rethymno per bene e alla luce del giorno.

Riprendiamo l’autobus che ci porta in città in circa mezz’ora e prendiamo per la fortezza, dove scopriamo che c’è un qualche sciopero (non abbiamo capito il motivo, i cartelli scritti con l’alfabeto greco sono un po’ un problema) e possiamo entrare gratis, meglio risparmiamo 3€ a testa. La fortezza è grande e tenuta abbastanza bene per gli standard greci ma si può visitare solo all’esterno, sulle mura e nel cortile, all’interno non è visitabile. Vale comunque la pena, se non altro per la vista sulla città e sul mare (ma perché qui è così blu?).

Il pomeriggio lo dedichiamo alle solite incombenze, acquisto di cartoline e bottigliette di ouzo e raki da riportare in Italia, spezie, ecc.

08/09 Oggi andiamo a vedere Elafonissi, la spiaggia con la sabbia rosa, che ci è stata consigliata da dei nostri amici e da tutti i commenti letti su internet.

Per arrivare prendiamo la New Road per circa un’ora, fino a che incontriamo un cartello con la scritta Elafonissi Beach che ci indica di svoltare a sinistra, e poi una strada tutta curve e parecchi strapiombi, con una galleria larga appena per un autobus e in un solo senso di marcia!. Dopo due ore di viaggio arriviamo: dall’alto si vede dapprima il mare blu, poi avvicinandosi ci si avvicina a questa piccola baia, dove l’acqua arriva al massimo alla coscia ed è così chiara e trasparente! Decidiamo di attraversare la baia e andare a vedere l’altro lato dell’isoletta (portarsi un paio di ciabattine, così da camminare agevolmente una volta arrivati), esplorando le piccole insenature rocciose, dove ci sono fiori che crescono quasi sul bordo dell’acqua. La spiaggia è attrezzata con lettini e ombrelloni (7€ un ombrellone e due lettini), utili soprattutto attorno all’ora di pranzo, quando il sole picchia forte, basta sedersi e dopo poco arrivano a riscuotere. Oggi non sembra esserci molta folla, forse perché è settembre, anche all’arrivo dei pullman turistici la spiaggia continua a sembrare quasi vuota…Proprio come in Italia, quando si sta in cinque in due mq.

Verso le quattro andiamo a riprendere l’auto, diventata un forno per l’assenza di ombra nel parcheggio, visto che ci aspettano almeno due ore di strada per tornare in albergo.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Chania
    Diari di viaggio
    la nostra creta in un insolito 2020

    La nostra Creta in un insolito 2020

    Si può essere rivoluzionari semplicemente viaggiando? Nel 2020 evidentemente si. Rientrando nel novero di coloro che non si sono fatti...

    Diari di viaggio
    creta nel cuore

    Creta nel cuore

    Siamo di nuovo qui. Dopo lunga preparazione abbiamo finalmente chiuso le valigie, gli zaini e le borse ed il 31 agosto ci imbarchiamo con...

    Diari di viaggio
    santorini&creta: un'accoppiata mica male

    Santorini&Creta: un’accoppiata mica male

    AVVERTENZE “turista per caso”, questo diario di viaggio ti servirà ben poco se:- sei “stanziale”: una volta disfatta la...

    Diari di viaggio
    una settimana on the road a creta

    Una settimana on the road a Creta

    Il sole, le acque cristalline, la montagna, il buon cibo, la cordialità degli abitanti, la storia e la cultura fanno di Creta un'ottima...

    Diari di viaggio
    creta a pasqua... fai da te

    Creta a Pasqua… fai da te

    Vacanza a 5 stelle... ma a prezzi scontati Partiamo da Pisa il giorno di Pasqua con volo Ryanair acquistato circa 2 mesi prima a circa 90...

    Diari di viaggio
    creta, le meraviglie dell’ovest

    Creta, le meraviglie dell’Ovest

    Per questo viaggetto di inizio giugno, la scelta era caduta su Creta perché cercavamo una meta dove andare al mare e rilassarci e, al...

    Diari di viaggio
    creta, non solo mare 2

    Creta, non solo mare 2

    1° GIORNO Nell'aprile 2012 mio marito ed io decidiamo di partire, ma non abbiamo un'idea precisa su dove ci piacerebbe...

    Diari di viaggio
    creta: diario per genitori che viaggiano con bambini al seguito

    Creta: diario per genitori che viaggiano con bambini al seguito

    VIAGGIATORI DAVIDE: 1 anno di età, al suo primo viaggio, gattonatore maratoneta, ama le scarpe, soprattutto ama portare via gli...

    Diari di viaggio
    creta d'inverno
    M&E

    Creta d’inverno

    Partenza il 31/12/2016 • Ritorno il 7/1/2017 L'idea di scrivere un diario di viaggio, mi viene in mente ogni volta che torno da un...

    Diari di viaggio
    a creta tra immersioni e archeologia

    A Creta tra immersioni e archeologia

    CRETA: TOCCATA E FUGA… DAL LABIRINTO DEL MINOTAURO! Una settimana di vacanze a settembre e cosa fare? Volevo approfittare per fare...