Creta in 8 giorni: si può!

Una settimana tra cultura, mare e relax
Scritto da: wondermau
creta in 8 giorni: si può!
Partenza il: 01/08/2010
Ritorno il: 09/08/2010
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Premessa: io e la mia fidanzata abbiamo optato per un volo diretto da Malpensa ad Heraklion. Non è molto economico (330 euro a testa andata e ritorno), ma è diretto. Se non vi stressa potete trovare a molto meno dei pacchetti con voli che fanno scalo ad Atene. Troverete all’interno del diario tutti i dettagli di alberghi, noleggio auto e ristoranti.

Domenica 1 Agosto 2010 Partiti da Milano Malpensa alle h 17.55 atterriamo all’aeroporto di Heraklion alle h 21.50 circa, ritiriamo i bagagli e ci dirigiamo verso il desk della hertz dove avevamo prenotato la nostra auto. Dopo le varie firme ci viene consegnata la chiave della nostra chevrolet matiz che ci aspetta al parcheggio appena fuori dall’aeroporto. Il noleggio dell’auto per gli 8 giorni è costato 290 euro, ma l’abbiamo prenotato solo una settimana prima della partenza. Trovate buonissime offerte su www.rental-center-crete.com , ovviamente dovete prenotarla in anticipo! Caricate le valigie partiamo verso la nostra prima destinazione: Agios Nikolaos. Arriviamo all’hotel in 1 ora e 15 minuti circa. Noi abbiamo optato per mikro village ( www.mikrovillage.com ), dove abbiamo dormito per tre notti con soli 105 euro (non a testa) colazione inclusa.

Lunedì 2 Agosto 2010 Vai – Moni Toplou Sveglia alle h 9, colazione e partenza con destinazione Vai e la sua meravigliosa spiaggia. La raggiungiamo in circa 1 h e 30 minuti. Vai è una splendida spiaggia a nord-est di Creta caratterizzata da un palmeto autoctono. Il mare è molto bello e l’ombra delle palme è estremamente rilassante. Pranzo al chiosco presente in spiaggia con hot-dog, hamburger e acqua (totale 6 euro!), relax con pennichella sotto le palme, bagno, sole e verso le 16 ripartiamo. Nel ritorno ad Agios Nikolaos effetuiamo una piccola deviazione per visitare il monastero di Moni Toplou. L’ingresso costa 3 euro, ma non ha molto da offrire. è ricco di icone e antichi libri, ma niente di che. Piacevole è la strada per arrivarci con panorami stupendi e capre che attraversano la strada. Tornati ad Agios Nikolaos facciamo un bagno nella piscina dell’hotel, una breve doccia e poi andiamo in città per una cena. Ceniamo da Itanos, attratti dai tavolini sulla strada protetti dagli alberi. Il proprietario ci accoglie con gioia e ci invita ad entrare per mostrarci le specialità cucinate. Io opto per delle polpette di maiale buonissime e un piattone di patate al forno, la mia fidanzata per un’insalatona greca, beviamo dell’acqua fresca (totale 11 euro!!).

Martedì 3 Agosto 2010 Isola di Spinalonga Sveglia alle solite h 9, colazione, piscina e con calma ci dirigiamo verso il porto di Agios Nikoloaos per la nostra mini crociera all’isola di Spinalonga. Facciamo tappa in un supermercato per comprare pane, prosciutto e dell’acqua (consiglio il pranzo al sacco, dato che i prezzi del ristorante della barca sono piuttosto alti!). Arrivati al porto acquistiamo i biglietti (18 euro a testa) e alle 12.30 leviamo l’ancora. Sulla nave è possibile prendere il sole, quindi il viaggio è piuttosto piacevole. Un’altoparlante spiega , anche in italiano, le varie tappe della crociera. Prima si visita la città sommersa di Olus, ovviamente non si vede nulla, ma i colori del mare sono stupendi, poi si fa tappa a largo per un bagno nell’acqua limpidissima di circa 20 minuti e poi ci si ferma a Spinalonga. La nave effetua il giro di tutta l’isola prima di fermarsi, così potete fare tutte le foto che volete! Attraccati abbiamo avuto 1 h e 30 minuti per visitare la fortezza veneziana, ed ex lebbrosario, presente sull’isola. Molto suggestiva e ben conservata. In 30 minuti si riesce a fare il giro di tutta l’isola (l’ingresso nella fortezza costa 2 euro). Nel tragitto di rotorno si passa vicino all’isola del faro e all’isola dei kri kri, dove se si è fortunati si riesce a scattare qualche foto a questi animali. Alle 17 circa si ritorna al porto di Agios Nikolaos. Piscina, doccia e cena da Sarri’s. Antipasto con la torta di spinaci, fritto misto, insalata greca e acqua (13.50 euro totale).

Mercoledì 4 Agosto 2010 Iarepetra e Kalamaki Oggi dobbiamo raggiungere il secondo hotel, che si trova a Kalamaki, vicino Matala. Viamichelin consiglia di tornare ad Heraklio e scendere verso Matala, ma noi decidiamo di fare la strada a sud, anche perchè vogliamo visitare Iarepetra. Partiamo alle 10 e arriviamo a Iarepetra verso le 10.45. La visitiamo per circa 30 minuti, dto che i posti interessanti non sono molto vicini e poi decidiamo di partire con la speranza che la strada alternativa ci offra degli scorci interessanti di creta. Purtroppo non è stato così e a causa di qualche mezzo pesante che ci ha intralciato la strada abbiamo impiegato circa 4 ore per raggiungere Kalamaki. Quindi vi consiglio vivamente di optare per la strada ‘del nord’. Arrivati a Kalamaki cerchiamo l’Agelos studios. Veniamo ricevuti da una signora gentilissima che ci mostra l’appartamento che ci ospiterà per 2 notti (totale 70 euro). La signora si dimostra molto cortese portandoci in camera dell’acqua, dell’uva e delle arance candite!. Dalla nostra stanza si vede il mare, che si trova a soli 40 metri!! Kalamaki è un paesino poco turistico dove è facile rilassarsi e dove si ha a disposizione un’ampia spiaggia. Bagno nel mare di Kalamaki, doccia e fuori per la cena. Scegliamo di cenare in uno dei tanti ristoranti sulla spiaggia. La signora ci consiglia di mangiare polipo e sardine, che sono freschissimi. Ci fidiamo e prendiamo entrambi, contornati da patate al forno e dell’acqua (totale 14 euro!!). Alla fine della cena la signora ci offre del raki e dell’anguria, ovviamente gratis!

Giovedì 5 Agosto 2010 Phaestos e Matala Sveglia verso le ore 9, colazione e via con la macchina per raggiungere le rovine di Phaestos. In circa 20 minuti siamo già arrivati e la visita si dimostra molto interessante (ingresso 4 euro). Tornati a Kalamaki rientriamo nell’appartamento per un veloce pranzo comprato al supermercato e per metterci il costume. Ad attenderci troviamo una buonissima torta a base di yogurt, fatta dalla signora! Merenda e poi mare. La sera decidiamo di andare a Matala (a soli 15 minuti), ma nel tragitto ci fermiamo a cenare al Mystical view. Da questo ristorante la vista è meravigliosa. è a picco sul mare e si possono ammirare le spiagge. In più ci godiamo un pochino di tramonto! Decidiamo di esagerare: antipasto con i calamari e una salsa al tonno (tuna salad) meravigliosa. come secondo optiamo per il pescato del giorni e il cameriere ci porta due pesci giganti buonissimi accompagnati da verdure epatate lesse, da tzatziki e da un’insalatona greca. Totale della cena, con acqua e coca-cola, 39 euro! Ne vale davvero la pena perchè la vista è fantastica e il pesce buonissimo! Finita la cena andiamo a Matala, breve giro e poi ritorniamo al nostro appartamento.



    Commenti

    Lascia un commento

    Creta: leggi gli altri diari di viaggio