Creta 2018, ritorno a casa

Tre settimane tra persone, luoghi, cibo e relax.
Scritto da: marco1952
creta 2018, ritorno a casa
Partenza il: 31/08/2018
Ritorno il: 21/09/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Ci risiamo, quest’anno si va dal 31 agosto al 21 settembre. Abbiamo prenotato il volo di andata con Aegean, Fiumicino/Atene e Atene/Heraklion con Olimpic. Ritorno Chania/Fiumicino con Ryanair. I prezzi non sono molto economici, ma è il meglio che abbiamo trovato. Creta sta lentamente cambiando, oltre all’IVA abbiamo anche l’imposta di soggiorno, la Troika ha colpito duro.

Primo giorno, 31 agosto.

Si va in macchina, partiamo verso le 10,00. Il volo è previsto per le 17,30. Viaggio e tempo tranquilli, in aeroporto tutto bene, solita sosta all’edicola, poi al gate. Prima brutta notizia, il volo ritarda di circa mezz’ora. Mentre siamo in attesa arriva il secondo ritardo, ulteriore mezz’ora, che mette a rischio la coincidenza Atene/Heraklion. Chiediamo lumi, ci dicono che non ci sono problemi. All’arrivo ad Atene il loro personale ci avrebbe assistito per il transfer. Niente di vero, ma arriviamo ad Atene in tempo per il volo verso Heraklion. Ci dicono di salire a bordo e non preoccuparci per il bagaglio, che ci avrebbe seguito con il volo successivo. Arriviamo ad Heraklion, aspettiamo il volo con i bagagli, ma non ci sono. Ci chiamano per chiederci il recapito dove ce li avrebbero portati la mattina successiva. Niente di vero, lo recupero io in aeroporto il pomeriggio del giorno successivo, dopo lunghe discussioni, ed un certo nervosismo.

Siamo scesi al Knossos apart. a Karteros. È la prima volta, si sta molto bene, è tranquillo e vicino all’aeroporto. La signora che ci ha aspettato ci accoglie con cordialità, anche se siamo arrivati con un certo ritardo. Ci assicura che il giorno successivo ci avrebbe aiutato per recuperare i bagagli. Ma non è servito.

Secondo giorno, 1 settembre

Ce ne andiamo a spasso per Heraklion, l’anno scorso non ci eravamo fermati, per cui giriamo tutto il giorno per il centro, il mercato, il porto. A pranzo ce la caviamo con 32 euro in due, ma ci abboffiamo di calamari, gamberetti fritti, insalata greca patate e zucchine fritte, il polipo lo lascio per domani. A sera si rientra, dopo aver recuperato il bagaglio in aeroporto. Siamo stanchi e a cena andiamo in una taverna vicino al Knossos, dove abbiamo speso in due 12 euro, giuro.

Terzo giorno, 2 settembre

Partenza per Siteia, ci aspettano al Petras beach. Facciamo una sosta in una cafeteria lungo la strada, Kukuvaja si chiama. Ci sono due ragazze veramente in gamba, rifocillati ripartiamo, verso le 12 arriviamo al Petras e Sifis con la moglie ci accolgono avvisando che due nostri amici erano passati di lì poco prima, in attesa che si liberasse la loro stanza erano andati a fare un giro. Sorpresa perchè non sappiamo niente di amici che sarebbero venuti a Creta in questo periodo. Comunque giù le valigie e ce ne andiamo ad Erimoupoli, oltre Vai, vicino ad Itanos. Non conoscevamo questa spiaggia, ma ne vale la pena. C’è molta gente, e data la giornata festiva, sono quasi tutti greci. Ma la spiaggia è ampia, c’è posto in abbondanza per tutti. Il mare è bellissimo, ed è pieno di pesci. Fattosi pomeriggio rientriamo al Petras e scopriamo che i due amici in realtà sono una coppia che hanno letto il diario dello scorso anno e sono venuti a vedere. A cena andiamo da Rakadiko, sul lungomare di Siteia, e ci lasciamo 30 euro in due il polipo è squisito.

Quarto giorno, 3 settembre

Andiamo a Xerocambos dove restiamo tutto il giorno, pranzo con frutta e a cena ce ne andiamo da Dyonisos e poi, dopo un giro sul lungomare ed un raki propiziatorio il sonno, ce ne andiamo a dormire.

Quinto giorno, 4 settembre

Lasciamo il Petras dopo aver salutato gli amici. Quest’anno la colazione è stata leggermente sotto tono rispetto a come eravamo abituati, pazienza, rimediamo l’anno prossimo. Andiamo a Myrtos dove ci fermeremo al Sarikampos. Per strada facciamo tappa a Makri Gialos, per valutare se fermarci il prossimo anno o no. Arriviamo a destinazione, le stanze non sono ancora pronte, ci fermiamo a chiacchierare con la sig.ra Mina. Eravamo stati qui tre anni fa, tanto che mi chiede di raccontare di nuovo la storia di quando mio padre era a Rodi durante la guerra, perché la volta precedente il marito non c’era e voleva che sentisse anche lui. Fatte le stanze provo a fare il bagno di fronte, ma il mare è mosso e pieno di alghe per cui andiamo in spiaggia a Myrtos. Ceniamo ad Ierapetra, vicinissimo. Taverna Levante, la consiglio, ci portano delle alici al forno veramente buone e spendiamo in due 20 euro, birra e verdure comprese.

Sesto giorno, 5 settembre

I nostri amici partono, dopo una colazione veloce e mattiniera per Chrissi. Noi decidiamo di non andare per via del mal di mare di Nadia che la volta precedente per poco non ne muore. Optiamo per una spiaggia vicina ma, vedendo il mare liscio come l’olio, all’ultimo momento tentiamo l’imbarco anche noi per Chrissi. Ci va bene, il battello è ancora in porto, facciamo due biglietti al volo per 50 euro più la tassa ecologica, due euro a cranio e saliamo a bordo. La traversata è buona, arriviamo a Chrissi che è uno dei veri paradisi al mondo. Non so descriverlo a parole, bisogna vederlo. Alle 17 riprendiamo il battello e rientriamo ad Ierapetra,e da lì al Serikampos. A cena si va a Myrtos, dove ci hanno indicato la taverna Platanos. Ottima. Trenta euro. Finiamo con due passi ed un raki. Poi a dormire.

Settimo giorno, 6 settembre

Da Myrtos a Zaros. Arriviamo a mezzogiorno, la Caterina ci aspettava, con il rinfresco. La Caterina è un personaggio, l’ho già detto, prepara delle colazioni straordinarie. Nel pomeriggio ce ne andiamo a spasso per i monti attorno al paese, alla ricerca di un monastero che non troviamo ed alla fine rientriamo al Keramos. A cena come solito da Vivi, taverna Vegera. Quest’anno è da sola perché Giorgos si è sposato ed è occupato in altro lavoro, allora ha messo su una sorta di self. La cena è sempre ottima, le chiacchiere a fiumi, alla fine di una discussione sulla “carbonara” mi arruola come aiuto cuoco per il prossimo anno.

Guarda la gallery
creta-j7x7k

Chania

creta-pqruu

Elafonissi

creta-fkm6h

Chania

creta-uvnau

Falasarna

creta-g83c6

Heraklion

creta-jcjwb

Xerocambos

creta-v5bef

Erimoupoli

creta-2c1e1

Rethymno

creta-naerw

Balos

creta-nk3jv

Agio farago

creta-17k4s

Chrissi

creta-d1spk

Aspri Limni

creta-rtf6a

Agia Sofia



    Commenti

    Lascia un commento

    Creta: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari