Costa BRAVA, AZAHAR, ALMERIA, del SOL e della LUZ

Eccoci appena tornati da un’ennesima avventura da veri appassionati ! Un viaggio faticoso consigliato a chi non si perde d’animo facilmente, per chi resiste a temperature desertiche e soprattutto per chi a voglia di guidare!!! Macchina: Opel Corsa C – 1.3 cdti // Tenda: Quecha T3+ (3 posti) // Navigatore TomTom7 su HTC...
Scritto da: fax82
costa brava, azahar, almeria,  del sol e della luz
Partenza il: 02/08/2008
Ritorno il: 22/08/2008
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

Eccoci appena tornati da un’ennesima avventura da veri appassionati ! Un viaggio faticoso consigliato a chi non si perde d’animo facilmente, per chi resiste a temperature desertiche e soprattutto per chi a voglia di guidare!!! Macchina: Opel Corsa C – 1.3 cdti // Tenda: Quecha T3+ (3 posti) // Navigatore TomTom7 su HTC P3600 1) TORINO – EL PORT DE LA SELVA (Girona) – Sabato 2 Agosto 2008 Il sabato è iniziato con la ricerca disperata per la strade di Torino, della mia targa anteriore..Persa durante il temporale/uragano abbattuto sulla nostra provincia durante la serata di Venerdì! Miracolosamente ritrovata…L’ho riavvitata saldamente al paraurti della mia opel.

Partiamo intorno a mezzanotte con viaggio diretto a El Port de la Selva, vicino a Cadaquez (dove è nato e vissuto Salvador Dalì) Sono circa 700Km, tagliando dal Monginevro. Una breve dormita in una fantastica area di sosta francese, e per le 9 del mattino eravamo arrivati. Li ci attendevano mio cugino con sua moglie, in un campeggio.

La zona è immersa in un parco naturale. Consigliamo una visita a Cadaquès, e al faro di Cap de Creus a vedere il tramonto, dove ci sono delle bellissime baie (un po’ complicate da raggiungere) ma con un’acqua splendida! 2) EL PORT DE LA SELVA – VALENCIA – Martedì 5 Agosto 2008 Ci attendevano 450 Km e circa 5 ore di macchina per arrivare alla nostra 2° tappa. A Valencia c’era un gran caos per la preparazione del circuito cittadino di Formula 1!! Per il resto bellissima città di giorno, e piena di locali notturni nella zona del porto. E’ la seconda volta che torno a Valencia, ed anche questa volta non mi ha lasciato un bel ricordo.

3) VALENCIA – SAN JOSE’ (Almeria) – Giovedì 7 Agosto 2008 Altri 400 Km da affrontare, con l’ultimo tratto in zone desertiche..Da farci pensare che forse la Guida Michelin (cha ci aveva consigliato di far visita alle splendide spiagge di quella zona) era da aggiornare!! Arrivati a San Josè, abbiamo pensato che forse tutti i turisti di quella zona avevano la stessa guida michelin, perché abbiamo trovato al nostro arrivo una miriade di turisti fra cui moltissimi italiani.

Da visitare Almeria!! Consigliamo inoltre la visita delle spiaggia di Monsul e Los Genoveses…E un nostro FORTE consiglio è di andare con OMBRELLONE, ACQUA e SCARPE DA GINNASTICA!!!! Sono spiaggie “selvatiche” senza ombra, chioschetti e doccie…

C’è un pulman gratuito che dalle 9 alle 21 che fa avanti e indietro dalle spiagge ad un parcheggio.

Per chi vuole andare in una spiaggia più tranquilla e soprattutto con doccie, consigliamo LA ISLETA.

4) SAN JOSE’ – MALAGA – ESTEPONA – Sabato 9 Agosto 2008 Partiamo con destinazione la Mini-Holliwood che si trova nel deserto di Almeria. Qui si trovano i set cinematografici originali dei film di Sergio Leone..Una piccola cittadella del farwest..Con tanto di Saloon, Sceriffo, banca e vilalggio indiano. Avevano girato una scena del film di Marrakech Express..E avevo la fissa di andarci.

Attenzione che si paga l’ingresso…11€ a testa!!! ESAGERATO!! ..Ma ormai eravamo li… Siamo stati poco, giusto il tempo di fare un bel giro e tante foto. Partenza per Puerto Banus…Ma all’altezza di Malaga..Una coda kilometrica ci aspettava davanti. Ormai prossimi all’ora di pranzo, siamo usciti a Malaga, e abbiamo colto l’occasione di guardarci questa splendida città. A metà pomeriggio ripartiamo e troviamo un campeggio a Estepona. Un mio amico mi aveva consigliato di vedere Puerto Banus, la montecarlo spagnola. Dopo aver montato la tenda, abbiamo visto che la spiaggia nei pressi del campeggio era paragonabile ad una delle miriade spiagge ligure…E quindi ci eravamo convinti di ripartire il giorno dopo.

Dopo esserci preparati per bene, andiamo a far serata a Puerto Banus. Ci aspetta una bellissima cittadina, piccola ma mooolto frenetica. Negozi aperti tutta la notte..Ma accessibili a pochi..È una zona frequentata da emirati arabi; la macchina più “normale” era un’HUMMER ultra accessoriato..Che sfigurava davanti alle ferrari e alle Lamborghini personalizzate..Dei principini arabi… Una città estremamente ricca..Con delle bellissime discoteche chic e non..

5) ESTEPONA – TARIFA – CHICLANA DE LA FRONTERA – Domenica 10 Agosto Partiamo con destinazione Tarifa, abbastanza vicino da dov’eravamo, circa 150 Km. A tarifa abbiamo trovato una centinaio di persone di fronte ad ogni campeggio in attesa di una piazzola..Che ti facevano pure strapagare!! Ci siamo così spinti più a nord, vicino a Cadiz, a Chiclana dove c’è la splendida (la più bella del viaggio forse) spiaggia de LA BARROSA.

Qui siamo stati un po’ di giorni, e abbiamo visitato CADIZ, e SEVILLA…E il tanto atteso MAROCCO… ..Da Tarifa ci siamo imbarcarti per una visita giornaliera con guida a Tanger. La visita costa 65€ a testa…E sinceramente la sconsiglio!!!!! Almeno..Dipende un po’ cosa si vuol fare e con chi sei… La guida ti fa vedere dei posti programmati, dove c’erano le LORO attrattive e quindi ci siamo subiti una vendita di tappeti, e di spezie…Senza farci vedere i vari negozi della medina. Nel costo era compreso anche un pranzo marocchino. I marocchini li sono molto e troppo insistenti a venderti le cose…Vedendoti turista..Ed immagino che visitare la medina da solo con la ragazza non sarebbe stata una bella esperienza… 6) CHICLANA – GRANADA – LA MANGA (Cartagena) – Giovedì 14 Agosto 2008 Partiamo diretti a Granada..E nel tragitto riscontro un problema alla macchina…A Sevilla..Un fantomatico benzinaio che vendeva il gasolio a 1,019€ al litro…Mi ha attratto, e non ho potuto evitare di fare un pieno così economico. La mattina della partenza però mi sono accorto che c’era più acqua che gasolio…Nonostante i vari vuoti d’aria..Sono riuscito ad arrivare a Granada. Bellissima città..Più fresca e ventilata di quanto ci saremmo aspettati!! Da vedere la Alhambra..Ma consiglio di fare i biglietti sul sito, a meno chè non si voglia fare 2/3 ore di coda al sole…

Arriviamo a La Manga..Sul Mar Menor che, dopo la nostra esperienza, SCONSIGLIO AL MONDO!!! Siamo arrivati in un campeggio enorme con più di 7000 piazzole. Era più una cittadella, con tanto di supermercato vero e proprio, cinema, campi da tennis..E addirittura un trenino che faceva il giro del campeggio. Era la vigilia di ferragosto…E ci siamo dovuti accontentare di stare in mezzo a quel marasca. Ci siamo convinti che probabilmente il mare era fantastico, visto che tutta quella gente sembrava adorasse quel posto. Il mattino ci siamo diretti alla spiaggia del campeggio: ci siamo trovati davanti una distesa di terra battuta rossastra..Con 5 palme sparse in 50 m di spiaggia..Con minimo 180 persone a contendersi la terra migliore…Ma la cosa più sconvolgente è stata quella di “guardare” quel fantomatico mare: una laguna putrida con fanghiglia..E qualche alghetta viscida. Intere famiglie a sguazzare nell’acqua che non raggiungeva il massimo di 80cm di altezza..Con tutto il fango sul fondo..Nella quale nessun mio figlio prossimo avrei mai fatto fare il bagno!!! Sconvolti c’è ne ritorniamo indietro..Andando verso la piscina…Ma probabilmente il resto del campeggio che non aveva trovato posto sulla terra migliore..Aveva deciso di andare in piscina: una vasta 30 metri per 10, nella quale non ci si poteva neanche concedersi una nuotata. Sembrava una vasca da bagno comune..Con 200 persone immerse in un’acqua untuosa… Siamo tornati a dormire in tenda…Consapevoli che il mattino c’è ne saremmo scappati da li!!! 7) LA MANGA – EL MANERY DA BARRAQUETES (Valencia) – Venerdì 15 Agosto 2008 Una vecchia esperienza..Mi aveva insegnato di non cercare mai un campeggio al 15 di Agosto…Ma per quest’anno è stato inevitabile!!! 2 anni fa scoprì per caso la cittadina di Oliva, a sud di Valencia, fantastica per la spiaggia movimentatissima di sera! Ci siamo diretti li, con la convinzione che non fosse così conosciuta…Ma al nostro arrivo i 7 campeggi della zona..Erano tutti pieni…E così..Risalendo la costa ci siamo trovati a Barraquetes.



    Commenti

    Lascia un commento

    Barcellona: leggi gli altri diari di viaggio