Corsica in vespa: 1600 km in 12 giorni

Era già da un po’ di tempo che io e Daniele progettavamo un viaggio con la nostra mitica Vespa PX 125E del 1983, e finalmente il sogno è diventato realtà nell’agosto del 2005 con destinazione Terra Corsa. Naturalmente i preparativi sono stati lunghi, perché essendo il nostro primo viaggio in vespa avevamo 1.000 preoccupazioni...
Partenza il: 02/08/2005
Ritorno il: 13/08/2005
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 500 €

Era già da un po’ di tempo che io e Daniele progettavamo un viaggio con la nostra mitica Vespa PX 125E del 1983, e finalmente il sogno è diventato realtà nell’agosto del 2005 con destinazione Terra Corsa. Naturalmente i preparativi sono stati lunghi, perché essendo il nostro primo viaggio in vespa avevamo 1.000 preoccupazioni sull’affidabilità di un mezzo di 22 anni e con alle spalle ben 35.000 Km. In realtà il viaggio è andato benissimo con zero complicazioni: non una foratura nonostante le strade sterrate, nessun cavo rotto malgrado percorsi tortuosi e molto spesso in salita.

La preparazione si è suddivisa in 2 parti: quella dedicata allo studio dell’itinerario da percorrere e quella dedicata ai nostri bagagli e soprattutto a come farli stare su una vespa.

Lo studio dell’itinerario è partito da racconti scovati in rete di vespisti e motociclisti in genere, dalla lettura di Travel Corsica (con bellissime fotografie) e della guida della Lonely Planet. Tuttavia questa enorme quantità di materiale raccolto, sulla quale ho passato svariate delle mie notti, ci portava ad allargare sempre di più il nostro percorso, fino a concludere che la soluzione migliore fosse fare il giro completo, ma con l’accortezza di effettuare il viaggio in senso orario, per evitare di trovarci sempre dal lato dello strapiombo; decisione presa dopo aver letto svariate descrizioni di strade corse, famose per essere molto strette e senza protezioni laterali. I bagagli si componevano di uno zaino da 45 litri, uno zaino da 70 litri ed una sacca da palestra. Lo zaino da 45 litri posizionato sulla mia schiena conteneva tutti i nostri vestiti e il mio materassino in schiuma. Lo zaino da 70 litri posizionato nell’tunnel centrale tra la sella e il bauletto (legato allo scudo e ovviamente sollevato per permettere l’utilizzo del freno posteriore) conteneva tutto il necessario per mangiare, per stendere, i sacchi a pelo e naturalmente i pezzi di ricambio per la vespa, preparati con l’estrema perizia di Daniele, a tal punto che con tutto quel materiale avremmo potuto costruire una nuova vespa!! Inoltre non potevano mancare medicine in genere, ma soprattutto il kit di primo soccorso contenente bende autoadesive, garze, betadine, cerottoni automedicati e resistenti all’acqua. La sacca da palestra posizionata sul portapacchi anteriore, insieme alla seconda spugna, conteneva la tenda, la sacca dell’acqua, 2 teli mare, 2 asciugamani e cosmetici vari.

2 Agosto 2005 Finalmente dopo tanta attesa è arrivato il giorno della partenza: da Settimo Torinese ci rechiamo a Savona, e quindi iniziamo subito con i primi 180 Km e le prime 4 ore di viaggio. A Porto Vado ci attende il traghetto della Corsica Ferries che salperà alle ore 23. Appena messi i piedi e le ruote sulla nave sentiamo chiaramente il profumo dell’avventura e quel pizzico di adrenalina che non guasta. Iniziamo la traversata dal ponte per goderci la partenza e respirare l’aria del mar ligure, ma verso l’una di notte decidiamo di entrare per essere carichi il nostro primo giorno in Corsica. La moquette del traghetto è disseminata di sacchi a pelo ovunque, perfino nella sala giochi e tra un piano e l’altro alla base delle scale; noi abbiamo trovato posto nel ristorante tra un tavolino e l’altro.



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Patrizio Roversi Slow Tour padano

Slow Tour Padano: tutte le puntate della seconda serie

La seconda serie di Slow Tour Padano è andata in onda su Rete4 dal 23 ottobre al 4...

Città bellissima

città bellissima

L’Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

L'Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

Leggi i Diari di viaggio su Corsica
Diari di viaggio
Corsica in moto da nord a sud, passando per la Restonica

Corsica in moto da nord a sud, passando per la Restonica

Quest’anno si parte in moto. Quest’anno mare. Quest’anno Corsica! 1 Day - domenica 11 agosto Si sbarca a Bastia da Genova con...

Diari di viaggio
Capo Corso: costa occidentale

Corsica on the Road

Preparazione al viaggio Milano, Roma, Salerno. Le tre città da cui pianificavamo il viaggio, tre amici, tre idee, una destinazione. La...

Diari di viaggio

Walkorse, cammina con me

L’ATTRACCO Salpo da Vado Ligure in un caldo pomeriggio di inizio giugno direzione Bastia. Ho preparato lo zaino con grande...

Diari di viaggio
bonifacio

Motocorsica di fine estate

Prendi 3 giorni di ferie, unisci un week-end, shakera bene con le offerte dei traghetti fuori stagione e cosa avrai?Il giro della Corsica...

Diari di viaggio

Corsica itinerante

GIORNO 1: CASA- CALVI (CORSICA) In partenza da casa alle 2 della mattina, percorriamo senza problemi la strada che ci divide dal porto di...

Diari di viaggio

Top 100 spiagge: le più belle del Mediterraneo

Selvagge, ‘caraibiche’, sperdute, famose. Ma tutte belle. Sono le spiagge che si affacciano lungo le coste del “nostro”...

Diari di viaggio
la penisola della Scandola

In Corsica da Bastia ai Calanchi di Piana

1° GIORNO Siamo partiti domenica 28 agosto 2016 da Livorno con la Corsica Ferries alle ore 8.00. Alle 12.05 puntuali come un orologio...

Diari di viaggio
colli del Nebbio: panorama

Corsica in bici

Quest'anno io e mio marito Filippo abbiamo deciso di ritornare, dopo 9 anni, in Corsica, questa volta con le nostre nuove bicicletta da...

Diari di viaggio

Corsica in tenda 3

Eccomi qui a raccontarvi il mio ultimo viaggio: Corsica in tenda! Il giorno 04/08 partiamo da Genova con traghetto della Moby in direzione...

Diari di viaggio
bonifacio

Corsica, che meraviglia!

Qualche mese fa (febbraio 2015), con una cartina geografica davanti cercavo un posto dove fare un po di campeggio, e pensai: Corsica,...