Corfù a primavera

Weekend lungo alla scoperta delle bellezze di quest'isola in periodo non turistico
 
Partenza il: 16/04/2015
Ritorno il: 19/04/2015
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

ineguagliabile non resistiamo e ci tuffiamo (senza avere nemmeno un asciugamano)! Ancora mezzi bagnati torniamo al nostro scooter e ci dirigiamo verso l’ultima meta della giornata: Sidari (canale d’amor): qui le rocce erose dal vento disegnano delle forme straordinarie, per un momento ci sembrava di stare in un canyon circondato d’acqua, e ci godiamo il tramonto. Torniamo dopo circa un’ora di scooter a Kerkira, la taverna del giorno precedente ci ha stregato e decidiamo di tornarci. Assaggiamo il sofrito (vitello cotto in casseruola con salsa di vino, pepe bianco ed aglio), e ancora una volta una buonissima insalata greca, frittura di calamari; chiudiamo con un ouzo (liquore all’anice moooolto alcolico), tutto ci viene 22 €. Sazi, felici, ma distrutti fisicamente, torniamo in albergo.

TERZO GIORNO

Dopo un’ottima e abbondante colazione, siamo pronti a continuare il nostro giro dell’isola. Per prima cosa ci rechiamo a visitare l’Achilleion, luogo di vacanza preferito dalla principessa Sissi. La collezione di oggetti appartenenti alla principessa ne rivela insolite sfaccettature: l’amore per la bellezza, la poesia, la personalità schiva alle cerimonie pompose e la fragilità dopo la morte del figlio Rodolfo. Il palazzo è molto bello, ha un bellissimo giardino dove abbiamo ammirato le due statue di Achille (l’eroe preferito di Sissi) e il panorama dell’isola. Per pranzare andiamo nel vicino paese di Benitses, un borgo di pescatori famoso per l’ottima cucina. Mangiamo alla Taverna Bellos (segnalata dalla guida) triglie fritte con tzitzaki e pomodori, bourdeto (una zuppa di pesce Palombo con salsa piccante), taramosalata (salsa fatta con uova di baccalà) e il kumquat (una specie di mandarino cinese candito), tutto 28€. Vogliamo farci una idea del sud dell’isola, nonostante le recensioni. Vediamo dapprima il lago Korisson, il paesaggio è qui molto particolare, sembra una zona paludosa immersa in delle dune di sabbia, per poi dirigerci verso Lefkimmi, un piccolo centro dove ammiriamo la bella chiesa e dove, perdendoci, giungiamo in aperta campagna tra splendidi e alti ulivi secolari. Molliamo lo scooter tra gli alberi e ci facciamo una camminata verso il mare, qua a sud la conformazione del territorio cambia e la costa è più bassa e sabbiosa. Incalzati dal tempo, riprendiamo il nostro mezzo e vediamo (per sbaglio) Agios Gordios (che ci regala scenari impagabili), Glyfada e Mirtiotissa. Quest’ultima era la nostra reale meta e rimaniamo senza fiato davanti ad una roccia a strapiombo sul mare con incastonati pini che sembravano caderci in testa! Dopo più di 120 km percorsi, compriamo l’occorrente per preparare dei panini per la sera e torniamo esausti all’hotel, facciamo una rapida doccia e dopo pochi minuti siamo già nel mondo dei sogni!

QUARTO GIORNO

Ci svegliamo verso le 10, facciamo una discreta colazione e oggi. Ci tocca camminare! Non abbiamo più a disposizione infatti lo scooter. Arriviamo nei pressi della Vecchia Fortezza e per prima cosa decidiamo di prendere un buon espresso al Liston, un porticato pieno di caffè che risale all’epoca del dominio francese. Visitiamo il Palazzo di San Michele e San Giorgio, dove risiede il museo di arte asiatica, aperto grazie all’interesse dell’ambasciatore greco Manos. Scopriamo piacevolmente che l’ingresso è gratis per studenti universitari e ci apprestiamo a vedere una bellissima collezione di oggetti risalenti a varie epoche, alcuni dei quali ci lasciano a dir poco basiti. Proseguiamo la visita del capoluogo visitando anche il museo di Antivouniotissa, una chiesa ad unica navata che contiene 100 icone che coprono un periodo storico di tre secoli dal XVI al XVIII e rappresentano santi e scene bibliche. E’ ora di pranzo e mangiamo nella taverna “la Pergola”, in quanto il posto da noi scelto è chiuso, qui assaggiamo il gyros (pane con carne di maiale e patatine), soutzoukakia (polpette di carne macinata aromatizzate al cumino e cotte nel sugo di pomodoro) e mangiamo una buona moussakà, ci vengono anche offerte delle bruschette e un dolce, prezzo totale 26 €. Visitiamo la Fortezza Nuova, dalla quale si gode di un’ottima vista sulla città, e ci prendiamo un’oretta per lo shopping. Qui, parlando con la signora del negozio, scopriamo che i greci dicono spessissimo Parakalò (prego, ma anche per dire “pronto” al telefono), Efharistò (grazie) e che “si” si dice né e che “no” si pronuncia O`khi.

Ci spostiamo quindi nella penisola di kanoni, dove ammiriamo la bellissima isoletta con il monastero di Vlacherna e da dove convinciamo un tipo a portarci sull’isola di Pontikonissi con la barca. Durante il breve tragitto un aereo passa sopra la nostra testa a distanza ravvicinata: l’aeroporto è lì a due passi e ancora una volta, Corfù ci regala scenari mozzafiato. Sulla piccola isola, una delle mete preferite della principessa Sissi, c’è una minuscola chiesetta bizantina del XII secolo. Secondo la leggenda questo scoglio sarebbe la nave di Odisseo di ritorno a Itaca, fossilizzata e trasformata in roccia dalla rabbia di Poseidone che tentò in ogni modo di rendere il suo viaggio impossibile. Tornando verso l’hotel vediamo infine i resti della basilica paleocristiana. Dall’hotel all’aeroporto facciamo una passeggiata di 20 minuti a piedi e col cuore colmo di bellezza ci accingiamo mestamente a partire, EFHARISTO’ EFHARISTO’ EFHARISTO’ CORFU’!!!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Corfù
    Diari di viaggio
    dalla città di kerkyra a mouse island, per scoprire un angolo di corfù legato ad antiche tradizioni

    Dalla città di Kerkyra a Mouse Island, per scoprire un angolo di Corfù legato ad antiche tradizioni

    La Pasqua è un momento ideale per andare alla scoperta di qualche angolo di mondo scegliendo magari una località in cui le celebrazioni...

    Diari di viaggio
    un sogno chiamato paxos

    Un sogno chiamato Paxos

    Paxos: la prima volta alle isole ionieÈ la terza estate che optiamo per la Grecia, ogni anno lasciamo le splendide isole greche con...

    Diari di viaggio
    una settimana a corfù, in scooter

    Una settimana a Corfù, in scooter

    Siamo partiti da Brindisi in nave il 16 sera, in due io e il mio compagno con un pacchetto organizzato da un’agenzia della città....

    Diari di viaggio
    kotor, santorini, corfù e creta in crociera, con msc opera

    Kotor, Santorini, Corfù e Creta in crociera, con MSC Opera

    Scrivo questo diario di viaggio dedicato ai crocieristi alle prime armi che hanno bisogno di informazioni, che sono quelle che avrei...

    Diari di viaggio
    grecia: crociera nel mediterraneo

    Grecia: Crociera nel Mediterraneo

    Vacanze estive 2018. Organizzate in fretta e furia per problematiche sul lavoro. E come mai avessi immaginato prima, decido di fare un...

    Diari di viaggio
    isole greche e mediterraneo orientale in crociera

    Isole greche e Mediterraneo orientale in crociera

    Si sa! La crociera è una vacanza sui generis: io la definisco un villaggio turistico itinerante... e per goderne i vantaggi ho pensato di...

    Diari di viaggio
    nonni in catamarano tra grecia e albania!

    Nonni in catamarano tra Grecia e Albania!

    libica si sta formando un sistema di nuvole che poi darà origine al primo ciclone del mediterraneo “Medicane”che colpirà in...

    Diari di viaggio
    relax a corfù

    Relax a Corfù

    09 GIUGNO Roma - Corfù con Ryanair. Il volo da Fiumicino parte alle 19.55. Arriviamo in aeroporto con largo anticipo, lasciamo l’auto al...

    Diari di viaggio
    vacanza di gruppo alla scoperta di corfù!

    Vacanza di gruppo alla scoperta di Corfù!

    Estate 2018, Grecia. Corfù Questo lo scenario in cui è ambientato il mio ultimo diario di viaggio. Organizzata a partire sin dallo...

    Diari di viaggio
    corfù in pratica

    Corfù in pratica

    scorci da fotografia. Su uno sperone roccioso a guardia della città c'è l'antica fortezza veneziana che abbiamo visitato esternamente e...