Cipro, non solo mare

Sei giorni a Cipro tra mare, città e siti archeologici
 
Partenza il: 16/06/2018
Ritorno il: 23/06/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

1/2) 16 E 17 GIUGNO: MILANO – LARNACA

Larnaca – Nissi BeachAyia NapaKonnos BayCapo GrecoParalimni

Partenza da Linate il 16 giugno ore 17, scalo di qualche ora a Roma e arrivo a Larnaca alle 3 ora locale (+ 1 h rispetto all’Italia) con una mezz’ora di ritardo. Ritiriamo senza problemi la macchina al banco della Sixty affiliata alla compagnia locale Get Your Car dove abbiamo prenotato una macchina tramite il collaudato sito Europe Car. Siamo abbastanza stanchi perché sull’aereo abbiamo dormito quasi niente e allora ci fermiamo nel parcheggio dell’aeroporto a dormire in macchina un paio d’ore. Alle 6 infatti decidiamo di iniziare il nostro viaggio e dopo aver infilato costume e pantaloncini (il sole si inizia a sentire già alla mattina presto) ci dirigiamo verso la costa, direzione est, dove abbiamo individuato le migliori spiagge per trascorrere questo primo giorno a Cipro all’insegna del mare e… del riposo.

La prima tappa prevista è la spiaggia di Makronissos, ma decidiamo, vista la stanchezza, di dirigerci subito a Nissi Beach che dista pochi km più avanti. Arriviamo alle 8 di mattina, la spiaggia è deserta.

Acquistiamo subito un ombrellone e dopo un bagno rinfrescante ne approfittiamo per dormire un’oretta. Quando ci svegliamo vediamo che la spiaggia si incomincia ad animare, del resto è domenica. Nonostante la gente è proprio una bella spiaggia con sabbia fine e acqua cristallina.

La mattina trascorre tra sole e bagni; facciamo anche una passeggiata sul lembo di terra davanti alla spiaggia dove si gode del bel panorama della spiaggia e da dove un gruppo di persone si tuffa dall’alto di una roccia. Nel primo pomeriggio siamo cotti dal sole anche perché il piacevole venticello che ci accompagna per tutta la giornata non ci permette di tenere aperto l’ombrellone; lasciamo la oramai affollata spiaggia e ci dirigiamo verso Konnos Bay.

Anche questa baia è spettacolare con acque azzurre e spiaggia di sabbia ma ci limitiamo a fotografarla perché preferiamo fare una sosta a Capo Greco. Qui il mare è meraviglioso, di un blu intenso: non c’è sabbia ma rocce e si accede al mare percorrendo alcuni scalini nella roccia. L’acqua è limpidissima e c’è molta meno gente visto che non c’è sabbia e l’accesso al mare è limitato. Prima di risalire in macchina facciamo una passeggiata tra le rocce e ci rinfreschiamo con una spremuta d’arancia.

Ci dirigiamo quindi verso Paralimni dove abbiamo prenotato una camera attraverso booking. Grazie al navigatore arriviamo al Sotia Art Rooms senza problemi ma, una volta davanti a casa, non riusciamo a trovare le chiavi che la proprietaria ci ha lasciato dandoci le istruzioni per messaggio. Chiamiamo la signora che ci fa trovare le chiavi all’interno di un armadietto di legno posto nel retro della casa… non ci saremmo mai arrivati da soli!

La sistemazione è una camera all’interno di una grande e spaziosa abitazione molto ben arredata. Dalla prenotazione non avevamo capito che c’erano altre due stanze e che gli ospiti condividono i due bagni e la grande sala con cucina e terrazzo. La nostra perplessità decade dal momento che appuriamo che la casa è molto ben tenuta, pulita e attrezzata. Inoltre scopriamo poi che siamo gli unici ospiti e la casa è tutta per noi. Dopo le docce e un po’ di riposo usciamo per cena. Ci dirigiamo a Ayia Napa che sappiamo essere un po’ la Rimini di Cipro. In effetti il centro è pieno di locali e abbastanza movimentato. Ci sono locali ispirati ai Fliston, a Guerre stellari, ai Pirati, a Titanic…

Adiacenti a questi locali si trova il tranquillo monastero di Agia Napa costruito dai veneziani intorno al 1500. Il monastero circondato da una massiccia cinta muraria è disposto intorno ad un ampio cortile e abbellito da una fontana di marmo. La piccola chiesa ricorda una grotta. Fuori dall’ingresso c’è un enorme sicomoro che ha più di 600 anni. Dopo questa pausa di tranquillità ci ributtiamo nel frastuono dei ristoranti con lo scopo di trovare un locale consigliato dalla LP diverso dai numerosi ristoranti turistici che incontriamo, ma non riusciamo a trovarlo e allora ci fermiamo a cenare nel ristorantino che più ci ispira dove io magio un kleftiko (agnello al forno con verdure) e Maurizio calamari al forno (costo euro 31,50 con due birre).

Soddisfatti facciamo un ultimo giro e torniamo a Paralimni per dormire.

3) 18 GIUGNO: PARALIMNI – FAMAGOSTA NICOSIA – KYRENIA

Ci svegliamo abbastanza presto desiderosi di iniziare il nostro tour. Godiamo della stupenda ed enorme cucina che è un tutt’uno con la zona giorno. Facciamo colazione all’interno nonostante ci si anche un grande terrazzo attrezzato con tavolo sedie e sdraio perché alle 8 di mattina il sole è già molto caldo e noi siamo già abbrustoliti dalla giornata di mare del giorno prima. È un peccato lasciare una casa cosi bella e grande che è stata tutta a nostra disposizione, ma iniziamo di buon mattino il giro programmato. Inviamo un messaggio di ringraziamento alla padrona di casa che non abbiamo conosciuto di persona, prendiamo dall’albero di lime in giardino due invitanti frutti ancora un po’ acerbi e ci mettiamo in macchina destinazione Famagosta.

Dopo pochi km c’è un posto di blocco dove ci fermiamo per acquistare l’assicurazione dell’auto valida nella parte turca e che dura 3 gg (costo 20 euro). Ci rilasciano un foglio, controllano i documenti e riprendiamo la strada.

Arrivati a Famagosta parcheggiamo appena al di fuori delle imponenti mura veneziane, proprio accanto alla grande piazza Yirmisekiz Ocak Meydan, sormontata da una gigantesca statua nera in perfetto stile turco-comunista. Le mura veneziane che un tempo difendevano la città con oltre 15 metri di altezza e uno spessore di 8 metri sono notevoli. Ci addentriamo nella città vecchia e visitiamo la principale moschea (lala Mustafa Pasa) che in realtà è una bella cattedrale gotica costruita nel 1300 convertita successivamente in moschea dopo l’invasione ottomana del 1571 a cui è stato aggiunto un minareto al posto delle torri che sono state distrutte. Il nuovo profilo della cattedrale domina la città vecchia di Famagosta. L’interno, ovviamente, è tipico delle mosche: imbiancato a calce secondo la consuetudine islamica e per entrare bisogna togliersi le scarpe e avere un abbigliamento decoroso.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Cipro
    Diari di viaggio
    cipro e la persecuzione di shakespeare

    Cipro e la persecuzione di Shakespeare

    Ai tempi di Shakespeare il centro del mondo era il Mediterraneo diviso fra l’Europa cristiana e l’impero islamico ottomano. La...

    Diari di viaggio
    welcome to cyprus!

    Welcome to Cyprus!

    Mer 4 agosto 2018 Io e la mia fidanzata siamo partiti alle 16.30 circa da Malpensa. Atterrati in orario a larnaka. In aereo una signora...

    Diari di viaggio
    dicembre a cipro con sosta ad atene

    Dicembre a Cipro con sosta ad Atene

    Inverno più che mite, con temperature primaverili. Ad Atene periodo intenso tra scioperi, manifestazioni e l'arrivo del Presidente...

    Diari di viaggio
    cipro, non solo mare

    Cipro, non solo mare

    1/2) 16 E 17 GIUGNO: MILANO – LARNACALarnaca - Nissi Beach–Ayia Napa–Konnos Bay–Capo Greco–Paralimni Partenza da Linate...

    Diari di viaggio
    cipro zona greca. mare, cultura e qualche dritta

    Cipro zona greca. Mare, cultura e qualche dritta

    Cipro: 24 - 31 Agosto 2016 Partecipanti: tutta la famigliaPrologo Dopo due "vacanze famiglia" al freddo e all'umido in UK,...

    Diari di viaggio
    cipro, casa dolce casa...

    Cipro, casa dolce casa…

    rimango per circa un'ora, ammirando lo splendido paesaggio ma poi decido di tornare indietro, peccato che erano circa le 13.30 il sole...

    Diari di viaggio
    i tre volti di cipro

    I tre “volti” di Cipro

    Importante: Poiché sono in uso le prese a tre spinotti di tipo inglese, è necessario l’utilizzo di un adattatore per poter usare le...

    Diari di viaggio
    cipro on the road

    Cipro on the road

    Tutta Cipro on the road (by Luca, Sabrina, Federico e Leonardo) Venerdì 14 Agosto La sveglia suona prestissimo: alle 3:20. Completiamo i...

    Diari di viaggio
    creta, cipro, giordania e israele

    Creta, Cipro, Giordania e Israele

    Premessa Questo GRANDE VIAGGIO (stupendo... è stato un sogno, una gioia, una magia) l'ho fatto a fine ottobre del 2013. Il diario era...

    Diari di viaggio
    estate prolungata a cipro

    Estate prolungata a Cipro

    Apartment Larnaca: Lakis Court Dove mangiare:Protaras: Traditional Cyprus Tavern Pafos: King Fisher Larnaca: Kalamaki Greek Bistro...