Cina, Tibet e Nepal 2018

Tutto quello che c’è da sapere per organizzare il viaggio... e partire
 
Partenza il: 19/05/2018
Ritorno il: 19/06/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 4000 €

è costato 7 CNY a testa, aria condizionata e durata del viaggio sempre di circa un’ora.

TIBET

Il permesso di ingresso in Tibet è stato controllato al check-in in partenza del volo per Lhasa e all’uscita dell’aeroporto di Lhasa, poi ancora all’ingresso di Lhasa, poi numerose altre volte durante il tour. Lhasa è a 3650 metri di altitudine e la mancanza di ossigeno si è fatta subito sentire con mal di testa e fiatone facendo brevi scalinate. I cinesi stanno costruendo come matti dovunque e qualsiasi cosa: palazzi, negozi, autostrade, strade, ponti, tralicci, eccetera. Dovunque ci sono lavori in corso. A Lhasa ci sono numerosi plotoni di militari in assetto anti sommossa. L’impressione che si ha è che i cinesi abbiamo molto alzato il tenore di vita dei tibetani ma che si comportino come un esercito invasore. La separazione tra cinesi e tibetani è nettissima. Mi sembra inutile descrivere il nostro tour in Tibet perché è quello classico del quale si trovano infinite descrizioni in Internet.

Dico solo che malgrado l’intervento massiccio dei cinesi il Tibet è ancora il Tibet dei tibetani che coraggiosamente e con molta tenacia mantengono il loro stile di vita, le donne anche l’abbigliamento.

I templi sono magnifici come pure i paesaggi, il clima è stato buono e anzi fin troppo caldo (tranne che al campo base dell’Everest).

Il Tibet resta una meta magnifica e prima ci si va meglio è.

NEPAL

Superato il confine cinese a Gyirong Port con il suo nuovo scintillante palazzo della dogana e attraversato a piedi il piccolo ponte che divide le due frontiere… si entra nel medioevo. Tutto è fatiscente e improvvisato, dalla strada agli uffici della dogana e del controllo passaporti.

Siamo stati subito contattati, noi due più un ragazzo olandese che aveva fatto il tour del Tibet con la nostra agenzia, da un procacciatore di passaggi in jeep che ci ha proposto il trasferimento fino a Kathmandu per 120 USD complessivi. In teoria avrebbe dovuto esserci anche un servizio pubblico di bus ma non ce n’era nessuno in quel momento. Abbiamo quindi accettato la proposta e abbiamo fatto bene perché era veramente il solo sistema per arrivare a Kathmandu. Il viaggio è durato 9 ore compresa una sosta per il pranzo. Buona parte della strada era una specie di mulattiera malconcia, comunque percorsa anche da camion, quindi con incroci al cardiopalma. Tutto è andato bene, l’autista era molto bravo e gentile ed ha guidato sempre con molta prudenza. Siamo stati fermati molte volte sia per perquisire i bagagli che per controllare i passaporti e i documenti dell’autista.

Per me Kathmandu è una città invivibile: c’ero già stato due volte ma mia moglie Katy no, per cui ci sono tornato per fargliela visitare. Il terremoto ha peggiorato la situazione.

Abbiamo visitato le solite attrattive di Kathmandu spostandoci in taxi e siamo andati a Bakhtapur con un bus pubblico.

Bakhtapur ha avuto ancora più danni di Kathmandu dal terremoto ma comunque è stato piacevole rivederla anche perché il centro storico ha molte strade pedonali e il traffico è molto limitato, contrariamente a quello che succede a Kathmandu.

CONCLUSIONI

La Cina è enorme e bellissima e ci torneremo ancora. Ritengo che basti guardare le foto della Guida Mondadori per aver voglia di andarci. Non bisogna farsi scoraggiare dalla burocrazia cinese per ottenere i visti e dalla lingua perché, anche se quasi nessun cinese parla l’inglese, molte scritte sono in inglese in un modo o nell’altro ci si arrangia. I controlli sugli spostamenti della popolazione e dei turisti sono identici e capillari: per contro il Paese è sicurissimo e per i turisti questo è un grande vantaggio.

La Cina è ricca, modernissima, ben organizzata e pulita. Gli alberghi costano poco e sono confortevoli, il cibo costa pochissimo mentre le visite sono tutte molto care. Il turismo interno cinese è massiccio e si trovano ovunque comitive di turisti cinesi, mentre il turismo occidentale è percentualmente insignificante. Un viaggio in Cina e in Tibet è altamente consigliabile.

Guarda la gallery
tibet-mr7r4

Everest

tibet-4bvff

Khatmandu

tibet-1cmvy

Macao

tibet-zhmd2

Guilin fiume Li

tibet-mmjg4

Hong Kong

tibet-duuwe

Chongqing

tibet-qwhpp

Grotte di Dazu

tibet-6rnjy

Zhangjiajie

tibet-9qykw

Yangtze

tibet-x3ucb

Xi'An

tibet-21tum

Lhasa



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Cina
    Diari di viaggio
    viaggio in cina 2019 nella terra del dragone con itinerario classico pre covid

    VIAGGIO IN CINA 2019 NELLA TERRA DEL DRAGONE CON ITINERARIO CLASSICO PRE COVID

    ​Era un pò di tempo che era nei miei pensieri di visitare le attrazioni più importanti della Cina, ma visto che è ancora un paese...

    Diari di viaggio
    10 giorni in cina secondo il classico itinerario da principianti

    10 giorni in Cina secondo il classico itinerario da “principianti”

    Informazioni pratiche: TRASPORTI: voli prenotati online con Opodo acquistati a inizio marzo per il periodo di aprile: andata con Austrian...

    Diari di viaggio
    cina fai da te? certo che si può fare!

    Cina fai da te? Certo che si può fare!

    Dopo anni di viaggi in Asia, la Cina era ancora una destinazione chiusa nel cassetto.. ma la primavera 2019, con un fantastico ponte da...

    Diari di viaggio
    la via della seta ed altri percorsi

    La Via della Seta ed altri percorsi

    Ogni viaggio è una storia a sé, lo sappiamo tutti. Non è detto che la stessa destinazione rappresenti per tutti lo stesso arrivo, non...

    Diari di viaggio
    una settimana di cina classica e 3 giorni ad hong kong

    Una settimana di Cina “classica” e 3 giorni ad Hong Kong

    I giorni da dedicare alla Cina "classica" - Hong Kong esclusa - erano davvero pochi, ma sarebbero stati sufficienti per avere una buona...

    Diari di viaggio
    la via della seta a modo nostro
    Fef

    La Via della Seta a modo nostro

    L’Asia rappresenta sempre una grande attrattiva per noi e per le nostre vacanze abbiamo scelto di visitare una parte della Cina. Questo...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: tappa nello yunnan

    Overland Italia Australia: tappa nello Yunnan

    Continua il mio viaggio e la raccolta fondi per una organizzazione che si occupa dei bimbi meno fortunati, potete trovare i dettagli nella...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: arrivo a shanghai

    Overland Italia Australia: Arrivo a Shanghai

    Il volto della Cina del XXI secolo, l'ho colto pienamente viaggiando sul "Bullet train" a più di 350 KM/h da Pechino a Shanghai. La Cina...

    Diari di viaggio
    le meraviglie di guangxi e hunan

    Le meraviglie di Guangxi e Hunan

    L’anno scorso, durante il viaggio nel nord-ovest della Cina lungo la Via della Seta, un compagno di viaggio mi parlava delle bellezze...

    Diari di viaggio
    overland italia australia: ritorno a pechino

    Overland Italia Australia: ritorno a Pechino

    Ero già stato a Pechino nel '93 alla fine di un viaggio sulla "Via della Seta" e ora la rincontro alla conclusione della Trasmongolica. Mi...

    Video Itinerari