Cicladimania

Una full immersion nell'arcipelago delle Cicladi per un tour itinerante di venti giorni fra le isole regine dell'Egeo. Mykonos, Naxos, Donoussa, Ios, Santorini, Milos, per finire con Atene
 
Partenza il: 01/07/2014
Ritorno il: 19/07/2014
Viaggiatori: 4
Spesa: 1000 €

Cicladimania

Ho riflettuto a lungo su come costruire questo viaggio fra le isole Cicladi. Per un certo periodo ci era balenata l’idea di provare una crociera, pur sapendo che non era il nostro genere di vacanza, sarebbe stato il modo più semplice e meno faticoso, che però, ci avrebbe limitati ad un rapidissimo assaggio di solo un paio di isole.

Dopo aver consultato diari di viaggio e guide turistiche, la mia mente era farcita di mete fantastiche. Seleziona, taglia, riduci, ma le isole da non perdere erano sempre troppe. Con una ventina di giorni a disposizione, alla fine ho giudicato irrinunciabili: Mykonos, Naxos, Donoussa, Ios, Santorini e poi dovendo rientrare da Atene, perchè non fermarsi a Milos visto che rimane sulla direttrice?

Sei isole in 18 giorni, sono di certo un pò tantine, ma considerando che con una crociera, saremmo rimasti sulla terraferma solo per una manciata d’ore, potrebbero sembrare fattibili. E poi, mi vorranno scusare i miei amici amanti della Grecia, ma il mondo è tanto grande, la vita così breve e le risorse limitate, che non potremo permetterci di tornare da queste parti un’altra volta, almeno crediamo…

Così, nel giro di un giorno e mezzo, passiamo dai bagnati campi sportivi di Stoccarda, dove nostro figlio Simone di 11 anni partecipava ad un torneo di calcio, alle assolate spiagge di Mykonos, sostando a casa nostra a Firenze, giusto il tempo per cambiare le valige, sbrigare le ultime faccende burocratiche, e…… dimenticare il mio passaporto nella fotocopiatrice……Fortuna che partivamo da Peretola! Sono riuscito a riprenderlo in tempo, ma al check-in mi si è ghiacciato il sangue…..

La circolazione è ripresa regolare non appena l’airbus della Vueling si è alzato in volo, con noi a bordo, alle 19:00 di MARTEDI 1 LUGLIO, e altrettanto puntuale è atterrato a Mykonos, dove con nostro stupore non c’era ad accoglierci, ne il Meltemi, ne lo shuttle dell’Ibiscus villas. Quest’ultimo è arrivato dopo poco, il vento il mattino successivo.

L’Ibiscus, è situato a circa un chilometro e mezzo dal centro. Avevamo prenotato solo due notti e ci hanno sistemato in una delle camere peggiori, onestamente lasciava un pò a desiderare.

Per il giorno seguente, MERCOLEDI 2 LUGLIO, abbiamo noleggiato una pandina, con cui siamo partiti alla scoperta dell’isola. Prima siamo andati a dare una sbirciatina ad alcune delle più famose spiagge, come Super Paradise, Agrari, Kalo Liviadi, Kalafati, tutte bellissime e con acqua stupenda, ma un pò troppo “attrezzate” per i nostri gusti, così abbiamo proseguito fino a Lia, bella come le altre ma un pò più libera da ombrelloni e lettini. Nel pomeriggio siamo scesi al porto di Mykonos, decisi ad acquistare i biglietti per tutti i nostri trasferimenti dei prossimi giorni. Anche la signorina, dell’agenzia, è rimasta allibita quando le elencavo le nostre tappe, e alla fine soddisfatta, ha incassato 603 €.

Per l’ultimo bagno a Mykonos, abbiamo puntato su Agios Sostis, molto carina e anche se a nord, abbastanza riparata dalle onde provocate dal Meltemi. Alla sera ci siamo immersi nell’atmosfera caratteristica dell’isola, girovagando tra le bianche case del paese, in un groviglio di vicoli pieni di colori, di gente e di negozietti carini. Naturalmente abbiamo incontrato il famoso pellicano, che circondato da una piccola folla e da un gatto curioso, era intento a pulirsi le piume. Il tempo di godersi il tramonto dall’altura dei vecchi mulini a vento e siamo a cena da Marko Polo, una delle tante taverne con specialità greche, dove si mangia bene e si spende il giusto.

GIOVEDI 3 LUGLIO è già tempo di cambiare isola, dall’hotel ci accompagnano al porto, dove alle 11.10 partiamo puntuali per Naxos. Qui in taxi (12€), raggiungiamo Agios Prokopios, dove abbiamo prenotato due notti al piccolo ma simpatico hotel Panoramic view. Il nostro appartamento è molto carino, al piano terra con una veranda bordata da un bellissimo bouganville e con un ottima vista sul mare, che è di un tale azzurro invitante, che di lì a poco, siamo già in acqua. Siamo nella parte finale della spiaggia, anche qui soffia un forte Meltemi, ma alle spalle, quindi il mare è calmo e limpido. La spiaggia è poco affollata in questa stagione, si sta bene. Per raggiungere il paesino di Agios Prokopios, si percorre a piedi una strada bianca, tra il mare e gli stagni e in dieci minuti ci siamo. Non fatichiamo troppo per trovare un autonoleggio, ce ne sono tre che si fanno concorrenza, alla fine optiamo per Bilas che per 60€, ci offre una spaziosa Kia Rio per due giorni. Poi da Nikos sul lungomare, ci gustiamo un’altra buona cena greca.

VENERDI 4 LUGLIO, di buonora, partiamo alla scoperta delle rinomate spiagge della costa sud-ovest di Naxos. Passiamo prima da Agia Anna ed il suo animato centro, proseguiamo poi lungo la strada sterrata che fiancheggia la lunga e deserta lingua di sabbia di Plaka, il mare è di un azzurrino assai invitante, ma noi continuiamo su una piacevole strada semideserta, in direzione sud, fino a giungere ad Aliko. Qui si aprono alcune piccole baie riparate che ci fanno vacillare sulla nostra idea di proseguire verso Agiassos. In effetti, ci siamo quasi, dopo poche curve, scoviamo una minuscola insenatura di ghiaia a sabbia tutta per noi a poche centinaia di metri dall’ampio bianco arenile di Agiassos. Ci godiamo per tutta la mattina la solitudine e la tranquillità di questo luogo. Nel pomeriggio ci muoviamo verso i paesi dell’interno. Filoti, alle pendici del monte Zeus, a quasi 500 metri d’altitudine, si presenta come una moltitudine di casette bianche. Nella bella piazza principale, piena di tavolini all’ombra di un gigantesco platano, ci gustiamo crepes e frappè, poi gironzoliamo tra scalinate e piccoli vicoli, in cui si aggira una moltitudine di gatti assonnati. A breve distanza, c’è una sorgente, da cui parte un sentiero che in poco tempo porterebbe ad una grotta e poi fino ai mille metri sulla cima del monte. Io sarei tentato, ma i miei compagni di viaggio (moglie e figlioli), non ci pensano proprio, per cui…



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Atene
    Diari di viaggio
    atene tra murales, botteghe artigiane, taverne tipiche e piatti rotti: il quartiere di psirri e non solo!

    Atene tra murales, botteghe artigiane, taverne tipiche e piatti rotti: il quartiere di Psirri e non solo!

    Giusto il tempo di appoggiare la valigia nell’appartamento Airbnb ed immergermi nel folcloristico caos di Monastiraki Square, il cuore...

    Diari di viaggio
    grecia on the road: atene, meteore, epidauro e isole ionie

    Grecia on the road: Atene, Meteore, Epidauro e isole Ionie

    Vi propongo il nostro itinerario di 15 giorni studiato con cura tra la Grecia continentale e le isole Ionie, tutto effettuato con la nostra...

    Diari di viaggio
    weekend ad atene

    Weekend ad Atene

    Negli ultimi due anni il nostro modo di vivere e di viaggiare è profondamente cambiato, privilegiando più i viaggi in Italia e...

    Diari di viaggio
    grecia continentale on the road

    Grecia continentale on the road

    Partiamo? Per un viaggio sorprendente! Si parte. Non si parte. Zona gialla. Zona rossa. Quarantena sì. Quarantena no. Prenotiamo. Non...

    Diari di viaggio
    la grecia che non ti aspetti

    La Grecia che non ti aspetti

    Speravamo quest’anno di poter recuperare i viaggi persi lo scorso anno, ma ci siamo ritrovati ancora nella stessa situazione, così...

    Diari di viaggio
    atene in un giorno

    Atene in un giorno

    La scelta di abbinare un viaggio nella città eterna Roma ad Atene, altrettanto eterna e magica città, è nata praticamente per caso o...

    Diari di viaggio
    atene e paros

    Atene e Paros

    Partecipanti: Gianluca & Claudia & Cristina, Carlo & Cristian, Donatella e Matteo Abbiamo prenotato questa vacanza già a...

    Diari di viaggio
    sotto questo sole

    Sotto questo sole

    Sifnos: Sentieri e Monasteri7/6/19Ric, c’è Elisabetta! Ops, nella fretta d’imbarcarmi le sono passato davanti senza...

    Diari di viaggio
    eubea: la nostra mèta avvolta nel mistero

    Eubea: la nostra mèta avvolta nel mistero

    Eubea, GreciaLa Grecia ci accoglie ogni estate da anni per una settimana di relax nel suo splendido mare Abbiamo già visitato tutte le...

    Diari di viaggio
    atene e il suo fascino trasandato

    Atene e il suo fascino trasandato

    colonnelli: durante l'occupazione del Politecnico da parte degli studenti nel novembre 1973 il governo ordinò l'entrata dei carri armati...