Carinzia, regione da vivere

Laghi, montagne, natura e tanto altro
 
Partenza il: 21/08/2010
Ritorno il: 04/09/2010
Viaggiatori: 5
Spesa: 1000 €

Nell’estate del 2010 io (Davide), mia moglie Chiara ed il nuovo arrivato Gianluca (di appena 15 giorni) abbiamo trascorso, insieme ai miei genitori, due settimane in Carinzia. Data la composizione del nucleo famigliare abbiamo deciso di affittare una casa con 2 camere ed una spaziosa sala con angolo cottura per poter soddisfare al meglio le esigenze della truppa allargata.

Dopo aver pranzato nella veranda estiva dell’unico ristorante di Faak-am-See dove abbiamo potuto assaggiare i buonissimi ravioli carinziani, facciamo una sosta vicino a Rosegg per acquistare la Kartner Card (una tessera valida 7, 14 o addirittura 35 giorni che permette di entrare liberamente in molti siti turistici, effettuare gite in battello sui diversi laghi della regione gratuitamente o con un notevole sconto e di avere riduzioni dal 10% al 50% in tanti altri luoghi convenzionati). Se la vostra intenzione è quella di godere al meglio delle bellezze regionali è assolutamente consigliata! Arrivati ad Ossiach notiamo subito che la cittadina (posta sul lago omonimo, l’Ossiachersee) conserva una bella Abbazia che ci promettiamo di visitare l’indomani. Manca poco al tramonto qu-ando finalmente raggiungiamo la casa che ci ospiterà per ben 2 settimane.

Il giorno successivo iniziamo subito ad esplorare la regione e, soprattutto, ad utilizzare la nostra Card salendo gratis sul battello che ci permetterà di scoprire il lago di Ossiach. Durante le 2 ore di navigazione notiamo che tra noi c’è qualcuno per nulla interessato alla gita: è Gianluca i cui unici pensieri sono mangiare e dormire… Tornati sulla terraferma, essendo mezzogiorno passato, decidiamo di fermarci nel bar dell’Abbazia, dove mangiamo discretamente spendendo il giusto. Nel corso del pomeriggio, nonostante il gran caldo, visitiamo la bella Abbazia cistercense e facciamo una passeggiata lungo il lago. Il giorno successivo abbiamo in programma la visita di Villach, una delle città più grandi della regione, il cui centro storico, pur limitato, ha angoli molti suggestivi. Per chi non soffre di vertigini è d’obbligo poi la salita sul campanile della Chiesa di St. Jacob da dove potrete osservare tutta la città dall’alto! Lasciata Villach ci dirigiamo verso nord fino a Spittal an der Drau, una piccola cittadina famosa soprattutto per lo Schloss Porcia. Dietro al Castello sono da vedere anche i giardini, piccoli ma molto ben curati.

Siamo così arrivati al quarto giorno di vacanza, oggi visiteremo una delle cittadine più belle della regione, ossia Gmund, la cui piazza allungata con il bel Municipio e le tante case colorate che la circondano sono un occasione per una lunga sosta… Fotografica. La cittadina vanta poi anche una bella Torre Civica ed una notevole Chiesa dedicata a Maria Himmelfahrt.

Dove aver mangiato un boccone in uno dei bar della piazza, ritorniamo alla macchina: percorreremo la strada alpina denominata Maltahochalpenstrasse (a pagamento, ma gratuita con la Card, come peraltro tutte le altre Alpenstrasse) che, dopo una serie impressionante di curve, sbuca in una valle circondata da alte montagne alla cui base vi è una diga artificiale. Di dubbio gusto il rifugio posto alla sommità della valle, sembra un grattacielo di una grande città.

La mattina successiva decidiamo di spostarci verso est attratti dalla possibilità di visitare una delle più belle abbazie della regione, quella St Paul im Lavantaal. Il giorno non è dei migliori, piove a tratti, ma la bellezza dell’abbazia e, all’interno, della sua grande biblioteca è ugualmente percepibile. Terminata la visita ci spostiamo verso Wolfsberg, qui la pioggia battente ci convince a rinunciare alla visita del Castello; ci accontentiamo di fare qualche foto nella bella piazza allungata circondata da antichi palazzi e ornata da una bella fontana. Dal momento che il tempo non ne vuole proprio sapere di volgere al bello ritorniamo in anticipo alla base sperando nell’indomani. E invece le nuvole ci accompagneranno anche il giorno successivo.. Ma noi non ci fermiamo certo per questo! Oggi abbiamo in programma la visita di 2 luoghi in cui gli animali sono i protagonisti assoluti. Il primo è Affenberg (o Monte delle Scimmie) in cui i Macachi Giapponesi (grazie alla loro brava istruttrice) danno spettacolo di sé. Vederli all’opera è fantastico, ed è un’esperienza che non si dimentica facilmente.

A soli 500 m si trovano poi le rovine del Castello di Landskron, meritevole di visita soprattutto per la bella esibizione di falconeria che viene offerta ai visitatori. Anche il tempo trascorso qui è speso più che bene, fate però attenzione ai rapaci: volano anche a pochi centimetri dalle teste degli spettatori! Giusto per non perdere l’abitudine ai battelli, il giorno successivo decidiamo di esplorare il Worthersee (qui la Card vi permetterà di risparmiare il 50% sul biglietto di imbarco). Prima di salire a bordo abbiamo tutto il tempo di visitare Velden, la principale località del lago ed una delle più note mete turistiche della regione. La città, sebbene in parte moderna, ci ha colpito positivamente: la passeggiata lungo il lago ed il verde che circonda il Castello (ora albergo di lusso) ci hanno ripagato del tempo trascorso nella visita. E’ arrivato il momento di salire sul battello che in circa 4 ore ci riporterà a Velden dopo aver circumnavigato il Worthersee (il lago più grande della Carinzia). Il giro è molto interessante e i tipici Brezel gustati lungo il tragitto sono molto… Buoni!

Prima di tornare ad Ossiach abbiamo anche il tempo di visitare Maria Worth, un piccolo borgo sul lago conosciuto soprattutto per la Chiesa dei SS. Primo e Feliciano, nota meta di pellegrinaggio della regione. Iniziamo la seconda settimana di vacanza visitando Klagenfurt, la città più grande della Carinzia. Come nella maggioranza delle località visitate, anche qui il centro storico è perlopiù pedonale, è sicuramente anche per questo motivo che risulta piacevole passeggiare per le vie della città piene di negozi ma anche di interessanti monumenti storici. Il fulcro della città è la Neues Platz (Piazza Nuova) dove si trovano il Municipio e una bella statua dedicata a Maria Teresa d’Austria. Meritevole anche la vicina Alter Platz (Piazza Vecchia), sono le sue case colorate ed il Municipio vecchio a catturare maggiormente l’attenzione. Assolutamente da non perdere poi la Cattedrale dedicata ai SS. Pietro e Paolo, gli interni valgono da soli il tempo trascorso a Klagenfurt.

Guarda la gallery
villach-streetfood-25cu3

Ossiach: Veduta dell'Abbazia cistercense

villach-streetfood-d18ax

Afritzsee: Scorcio del lago

villach-streetfood-qrx5p

Ossiachersee: Panorama dall'alto

villach-streetfood-kkjaf

Gmund: Veduta della bella Cattedrale

villach-streetfood-gzhg8

Gurk: Veduta della bella Abbazia

villach-streetfood-hb7c3

Burg Hochosterwitz: Panorama

villach-streetfood-puare

Friesach: La piccola chiesa situata nel borgo antico



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Austria
    Diari di viaggio
    viaggio on the road in slovenia: 6 giorni a bled

    Viaggio on the road in Slovenia: 6 giorni a Bled

    Dal 29 Agosto al 3 Settembre immersi nella meraviglia di BledPianificare un viaggio on the road in Slovenia on line Come è ormai...

    Diari di viaggio
    vienna, la città imperiale a misura di bambino

    Vienna, la città imperiale a misura di bambino

    Atterriamo nell'aeroporto (flughafen in tedesco) di Vienna-Schwechat (20 chilometri sud-est della cittadina) a pomeriggio inoltrato con un...

    Diari di viaggio
    la traversata longitudinale della alpi: da trieste a nizza in bicicletta

    LA TRAVERSATA LONGITUDINALE DELLA ALPI: da Trieste a Nizza in bicicletta

    24/07/21 Inizia una nuova avventura in sella. Oggi giornata dedicata al trasferimento da casa a Trieste in treno.Pedaliamo fino alla...

    Diari di viaggio
    vienna e praga... un tour guidato

    Vienna e Praga… un tour guidato

    1° Giorno 26 Dicembre 2018: Montefiascone – Empoli – Siena – Padova. Quest’anno doppie ferie! Dopo 6 anni ferie per Capodanno con...

    Diari di viaggio
    navigando lungo il danubio

    Navigando lungo il Danubio

    L'esperienza di navigare su un fiume importante, l'avevo già provata quando da Mosca la motonave aveva terminato il suo viaggio a San...

    Diari di viaggio
    viaggio nella vecchia europa

    Viaggio nella vecchia Europa

    VIENNA e BRATISLAVA (18-23 luglio 2019) Vienna.. .e ti salta subito in testa il famoso Congresso, il Radetzky, la Cinque Giornate, il...

    Diari di viaggio
    vienna imperiale

    Vienna imperiale

    Per il ponte del 1 novembre ci rimettiamo finalmente in viaggio e scegliamo questa aristocratica città del nord Europa. Questa volta,...

    Diari di viaggio
    3 giorni a vienna - appunti pratici

    3 giorni a Vienna – appunti pratici

    VOLO Volo con Wizz air da Roma. La compagnia è piuttosto ingannevole perché alla tariffa che appare sul sito bisogna poi aggiungere i...

    Diari di viaggio
    vienna + bratislava

    Vienna + Bratislava

    Sono partita alla volta di Vienna da Bologna sabato 27 aprile alle 9.50 e, dopo un'oretta di viaggio, sono atterrata all'aeroporto...

    Diari di viaggio
    cracovia, varsavia, vienna e bratislava

    Cracovia, Varsavia, Vienna e Bratislava

    Come sempre nel mio diario di viaggio non vi racconterò cosa ho visitato, ma cercherò semplicemente di darvi dei consigli pratici,...

    Video Itinerari