Caraibi in una settimana

Itinerario: Guadaloupe - Tortola - St Maarten - St Lucia - Barbados Mezzo: nave da crociera e mezzi vari a terra. Periodo: fine dicembre. Per la prima volta in vita nostra ci concediamo un viaggio organizzato ma, ahimé, siamo sempre più convinti che il fai da te sia la soluzione migliore se vuoi realmente conoscere un paese e il suo popolo....
 
Partenza il: 16/12/2001
Ritorno il: 22/12/2001
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

Itinerario: Guadaloupe – Tortola – St Maarten – St Lucia – Barbados Mezzo: nave da crociera e mezzi vari a terra. Periodo: fine dicembre.

Per la prima volta in vita nostra ci concediamo un viaggio organizzato ma, ahimé, siamo sempre più convinti che il fai da te sia la soluzione migliore se vuoi realmente conoscere un paese e il suo popolo. Non abbiamo acquistato pacchetti escursioni preconfezionati, affidandoci a guide improvvisate (e 3 volte più economiche)del posto per saperne di più. Partiamo con Guadaloupe, Antille Francesi. E’ un isola a forma di farfalla le cui ali sono completamente diverse l’una dall’altra. Una è vulcanica e quindi più verde e lussureggiante a causa del calore costante e perenne, l’altra è meno verde, con una vegetazione più rada ma con centinaia di piantagioni di canna da zucchero utilizzate per distillare il rhum (lo potete degustare e acquistare ovunque). La valuta non ufficiale qui, come per le altre isole, è il dollaro americano, che è accettato ovunque. Non consiglio la carta di credito in quanto hanno solo macchine manuali, e forse è meglio non lasciare in giro il numero della tua carta. L’artigianato locale è fatto di oggetti ricavati dai gusci dei frutti che crescono sugli alberi. Non comprate oggetti di legno e pietre dure né statuette in legno o pietra sapone: vengono importate dal Kenya e dal Brasile, non è artigianato locale. Comunque qui è tutto meno caro che sulle altre isole, fatta eccezione per St Maarten(vedi seguito). Ad ogni modo, non pensate di cavarvela con pochi soldi perchè da quando sono arrivati i turisti statunitensi, costa tutto di più. Se cercate una spiaggia, affidatevi alla gente del posto: sapranno indicarvi quelle più adatte alle vostre esigenze.

St. Lucia: splendido gioiello caraibico. Verdissima e ancora un pò autentica, piena di gente che non cerca per forza di venderti qualcosa. Fate una gita alla Soufriere, vulcano attivo avvallato tra due montagne che prima dell’eruzione erano una sola. Lo spettacolo è unico nel suo genere: da crateri aperti vedrete ribollire l’acqua, e uscire vapore a 171°. Il cratere è abitato da 60 persone del tutto tranquille in quanto, uscendo vapore costantemente, non si crea sufficiente pressione per un’eruzione. Tutt’intorno è verde. Altra tappa fatela alla cascata lungo la strada. Potete fare una doccia rinfrescante dopo la calura del viaggio. Tappa interessante è il mercato delle spezie vicino al porto: troverete zafferano, cannella e curry di ottima qualità oltre a salse più o meno piccanti fatte dalle donne del posto. Evitate i centri commerciali. Barbados: a dispetto dell’immaginario collettivo, non è il paradiso che ci si aspetta. Anche qui il dollaro americano regna sovrano, ma pure il dollaro di Barbados è fuori dalla nostra portata. La città è moderna e industrializzata e le spiagge sono poche anche se il mare è splendido e pulitissimo. Non abbiamo avuto il tempo di girarla tutta, forse un altro viaggio ce la farebbe scoprire migliore di quanto appaia a primo acchitto.

St Maarten: per metà olandese e per metà francese, è il territorio più piccolo al mondo diviso tra due stati. Ha due lingue, due valute, due sistemi di telecomunicazioni (una telefonata da un capo all’altro dell’isola è una chiamata internazionale!). Coloratissima e vivace, è un paradiso fiscale. Carino il taxi-barca che dal porto ti porta a down-town e ad up-town al prezzo di USD 5 andata e ritorno. Non c’è nulla di esotico in quest’isola che, di fatto, è una fetta di Europa nei Caraibi, quindi non aspettatevi folclore.

Tortola: isola delle Vergini Britanniche un pò bruttina, in realtà. Nell’interno non c’è nulla, ma le spiagge sono molto belle e con mezz’ora di barca si arriva a Virgin Gorda, autentica bellezza.

Eravamo partiti con tante aspettative di palme, sole, spiagge incontaminate e indigeni sorridenti e abbiamo trovato l’America, che ha rovinato col turismo scellerato questo paradiso.

Se dovete scegliere tra tutte queste isole, andate a St Lucia o a Guadaloupe; le altre possono essere ignorate.

Ciao e arrivederci al prossimo viaggio!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Barbados
    Diari di viaggio
    crociera ai caraibi 6

    Crociera ai Caraibi 6

    Prenotiamo la crociera con largo anticipo attirati più del prezzo che dalla tipologia di vacanza inusuale per il nostro modo di viaggiare....

    Diari di viaggio
    alle antille con la msc preziosa

    Alle Antille con la MSC Preziosa

    Come da ormai consolidata e bellissima abitudine, l’inizio di gennaio è stato nuovamente il momento perfetto per una settimana al caldo...

    Diari di viaggio
    da barbados a barbuda

    Da Barbados a Barbuda

    questo rende il luogo anche piuttosto affollato (nel nostro caso specificamente da croceristi italiani – quindi nessun problema a trovare...

    Diari di viaggio
    vacanze a barbados
    Lic

    Vacanze a Barbados

    La scelta della nostra meta, parte principalmente dal desiderio di una vacanza di mare con la certezza del caldo e da una proposta...

    Diari di viaggio
    capodanno a barbados

    Capodanno a Barbados

    GIORNO 1 (29/12) Per le ferie natalizie abbiamo deciso di andare via all’ultimo momento e per fortuna abbiamo trovato un last second,...

    Diari di viaggio
    barbados, isola da scoprire e da girare

    Barbados, isola da scoprire e da girare

    Causa problemi familiari, io e mio marito non abbiamo potuto prenotare nessuna vacanza fino a metà gennaio e così, dovendo organizzare in...

    Diari di viaggio
    antille e caraibi... in crociera

    Antille e Caraibi… in crociera

    Partiamo con Neos da Malpensa nel primo pomeriggio, il viaggio sarà ottimo, arriviamo a Point a Pitre (Guadalupe) in tarda serata, per via...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze tra new york e barbados

    Viaggio di nozze tra New York e Barbados

    New York e Barbados è stato il mio viaggio di nozze e, come tale, non abbiamo badato a spese! Tutto prenotato tramite agenzia, per evitare...

    Diari di viaggio
    natale a barbados

    Natale a Barbados

    Dopo aver visto molti tra i mari più belli finalmente è arrivata la volta dei caraibi e l'offerta volo trovata era su Barbados. Il volo...

    Diari di viaggio
    la più bella di barbados

    La più bella di Barbados

    Mercoledì 9 gennaio 2013 Johnny: La partenza per Barbados è da Milano Linate alle ore 07.30 con volo British Airways prenotato il13...