Capodanno in Martinica

Ciao a tutti! Il sole e il mare dei Caraibi a Gennaio è un'esperienza fantastica! Partiamo il 28/12/07 da Roma per Parigi CDG, passiamo la notte a Parigi all’Ibis e il giorno seguente partiamo da Orly per Fort de France con volo di linea Air France. Il volo dura circa 7 ore. Spostamento da Fde France a s. Anne con taxi. Costa circa 60 euro...
 
Partenza il: 28/12/2007
Ritorno il: 08/01/2008
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 2000 €

Ciao a tutti! Il sole e il mare dei Caraibi a Gennaio è un’esperienza fantastica! Partiamo il 28/12/07 da Roma per Parigi CDG, passiamo la notte a Parigi all’Ibis e il giorno seguente partiamo da Orly per Fort de France con volo di linea Air France. Il volo dura circa 7 ore. Spostamento da Fde France a s. Anne con taxi. Costa circa 60 euro ma noi abbiamo preso la sola a 100…Chiedete prima se vi costa 60!!! Nell’isola non esistono praticamente autobus o taxi ( a parte l’unico dall’aeroporto) e l’unico modo di girare è affittare un’auto. Noi l’abbiamo pagata 47€ al giorno. Ci sono autonoleggi presso quasi tutti gli alberghi ma vi conviene affittarla in aeroporto.

Le strade sono poco illuminate ma tutte asfaltate e a 2 corsie, si gira benissimo.

Le distanze nell’isola sono brevi, noi in 9 giorni l’abbiamo girata tutta.

Brevemente questo è stato il nostro itinerario: – 29/12 – 1/01 : Saint Anne presso l’albergo Ans Caritan. s. Anne è un villaggio di pescatori che non ha assolutamente nulla. È comodo però perchè si raggiunge facilmente la spiaggia PIU’ BELLA della martinica “Les Salinas”…Spiaggia lunga, selvaggia, palme piegate dal vento…Tipica immagine da cartolina! Siamo poi andati alla spiaggia di Cap Chevalier (bella). Il 4° giorno (di pioggia purtroppo) abbiamo girato da sant anne fino a La Francois dove abbiamo visitato la distilleria CLEMENT…Immensa piantagione di canne da zucchero con casa coloniale …Assolutamente stupenda! Abbiamo acquistato 4 bottiglie di rhum invecchiato 10 anni (30€ a bottiglia) che poi abbiamo dovuto imbarcare – 2/01 – 5/01: Tartane presso l’albergo appartenente alla catena karibea trattamento all inclusive. Da qui abbiamo fatto un giro bellissimo partendo da Tartane – Vulcano Montagne Pelee – San Pierre e SPIAGGE NERE (da non perdere assolutamente bellissime) e rientro sulla punta a Nord da Gran Riviere e rientro a Tartane.

– 6/01 – 8/01: Diamant presso il Mercure Diamant residence. Sicuramente la parte più bella, sviluppata e turistica dell’isola. Nuovamente siamo tornati alle Salinas e baie di Ans d’Arlet (da vedere…Ha una piccola barriera corallina a 20 metri dalla riva) e Anse Noir, molto suggestiva immensa nel verde. L’ultimo giorno abbiamo fatto la meravigliosa escursione in catamarano (75€ a persona) ai Fonds Blanc dicono che sono i fondali più belli delle Antille e…Confermo! L’isola è molto varia e suggestiva; la parte Nord e Sud sono completamente diverse sia come spiagge che come abitazioni. Le distanze sono brevi (in lunghezza circa 63 KM), la mappa dell’isola e le strade sono molto chiare ; l’isola si può facilmente visitare tutta in 9 giorni. Noi abbiamo fatto 3 tappe ma, secondo me, ne bastano 2: una al nord a Tartan dove si arriva facilmente al vulcano, alle bellissime piantagioni, residenze coloniali e alle spiagge nere e una a Diamant dove si arriva in 20 minuti sia alle salinas che a tutta la parte di Ans d’Arlet. Qualche consiglio:

MANGIARE: Purtroppo devo dire che la cucina è pessima e poco varia. Il piatto tipico è a base di pollo riso fagioli. Da qualche parte si trova l’ aragosta. I ristoranti sono pochissimi e si mangia comunque sempre la stessa cosa anche a prezzi elevati (un pollo e riso costa dai 10 ai 15€!!). Anche la frutta non è come ci aspettavamo ed è poco proposta (nei ristoranti servono solo ananas).L’unico ristorante buono è il CAP 110 (Diamant) che troverete segnato sulla Mappa.

La pizza (se così si può chiamare) costa 10€. Tutti i residence hanno comunque la cucina…Quindi se dopo 4 giorni vi siete stufati di POULET GRILLE’ vi consiglio vivamente di fare la spesa al supermercato…Si risparmia e si mangia bene! A Diamant ci sono tanti “PUNTI CALDI” dove sfornano ottime baguette e croissant (…Questi meritano!).

DIVERTIMENTI e TURISMO: Assolutamente nessuno. No locali, no aperitivi sulla spiaggia…Niente di niente. Non è un’isola molto turistica (almeno in questo periodo); lo dimostra anche il fatto che propongono poche escursioni a prezzi alti e non ci sono servizi pubblici.

L’isola va vissuta il giorno anche perché alle 18 è buio! Questo periodo è ottimo, inizia la stagione secca, l’acqua è mediamente calda e ci sono circa 30 gradi.

Consiglio questo viaggio a coppie o famiglie per assoluto relax. No per gruppi di amici o per chi è in cerca di serate danzanti sulla spiaggia perché, ripeto, la sera non c’è niente da fare.

POPOLAZIONE: abbiamo avuto difficoltà per la lingua Per noi che conosciamo solo 3 parole di francese. Si parla Francese e BASTA. Occhi sgranati alla domanda “Do You speak English???”…NO!!!! Splendida la messa nella chiesetta coloniale in legno a Diamant.

MONETA e COSTO DELLA VITA: ovviamente Euro. Noi siamo riusciti a prelevare solo ai Bancomat BNP Paribas.

In albergo accettano tutte le carte. In alcuni ristoranti non la hanno proprio.

Di fatto è Francia e i prezzi sono assolutamente Europei. Noi ci aspettavamo prezzi molto più bassi e invece l’isola, per gli scarsi servizi che offre, ha un costo molto alto. Per fare un paragone, escludendo il volo, 9 giorni in Martinica ci sono costati come 3 settimane in Messico.

BENZINA: costa come in Italia Dimenticavo…Lo spostamento dall’aeroporto di CdG a Orly è gratuito! All’andata non ci hanno detto nulla e l’abbiamo pagato 16 € a persona. Al ritorno invece ci hanno detto di andare allo sportello Connection per ritirare il voucher gratuito per la navetta. Se avete domande potete scrivermi a [email protected]

Buona Martinica a tutti! Claudia e Christian



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Argentina
    Diari di viaggio
    argentina e cile

    Argentina e Cile

    Arriviamo a Buenos Aires in mattinata presto, rinfrescatina in albergo e passeggiata nel quartiere di Sant’Erasmo, pranzo veloce e...

    Diari di viaggio
    alla scoperta della terra guarani, della foresta amazzonica e delle famose cascate dell’iguazù

    Alla scoperta della terra Guarani, della foresta amazzonica e delle famose cascate dell’Iguazù

    Viaggio spettacolare alle cascate del Iguazù. Partenza in macchina dall’Uruguay 1300 km in un paio di giorni per arrivare a questo posto...

    Diari di viaggio
    tre grandi viaggi che si possono fare in 10 giorni di provati da noi! - argentina

    Tre grandi viaggi che si possono fare in 10 giorni di provati da noi! – Argentina

    È l’occasione per ritrovare una carissima amica argentina - che già ero andata a trovare molto tempo fa - e di vedere finalmente uno...

    Diari di viaggio
    patagonia e iguazù, la bellezza del sudamerica

    Patagonia e Iguazù, la bellezza del sudamerica

    Racconterò il nostro viaggio (febbraio 2020, 7 persone, poco prima dell'emergenza coronavirus in Italia/Europa) in Patagonia, con aggiunta...

    Diari di viaggio
    il viaggio di nozze da sempre sognato: il meglio di argentina e brasile fai da te!

    Il Viaggio di Nozze da sempre sognato: il meglio di Argentina e Brasile fai da te!

    Da sempre Viaggiatori e non Turisti fai da te, in occasione del Viaggio di Nozze abbiamo pensato di sfruttare la nostra Esperienza sul...

    Diari di viaggio
    argentina fai da te

    Argentina “Fai da Te”

    Sono uno che considera il piccolo intoppo o l’improvvisazione sul posto parte integrante del fascino di un viaggio, per cui quando mi...

    Diari di viaggio
    argentina e cile fai da te in sei settimane tutto in macchina

    Argentina e Cile fai da te in sei settimane tutto in macchina

    particolare e caratteristico di questa zona. Visita alla distilleria Pisquera AbA. Pranzo al ristorante Donde Martita, famoso per le...

    Diari di viaggio
    massimo e florence in argentina

    Massimo e Florence in Argentina

    nero, l’Oca di Magellano, lo zafferano meridionale, ecc. La traversata arriva fino al Faro Les Eclaireurs, piazzato su uno degli isolotti...

    Diari di viaggio
    argentina insolita: la puna e le cascate di iguazù

    Argentina insolita: La Puna e le Cascate di Iguazù

    La Puna, chi è costei? E’ una regione super naturale che trova collocazione nella parte settentrionale dell’Argentina nelle Ande...

    Diari di viaggio
    puna argentina, un altopiano andino dalle mille sfaccettature

    Puna Argentina, un altopiano andino dalle mille sfaccettature

    Il mio primo viaggio con avventure nel mondo. Il mio primo viaggio, non di lavoro, al di fuori dell'Europa: Argentina. In particolare il...