Capodanno in Egitto, tra Il Cairo e la crociera sul Nilo

Dieci giorni organizzati fai da te nel periodo natalizio
Scritto da: marti80
capodanno in egitto, tra il cairo e la crociera sul nilo

Rientriamo in hotel percorrendo il ponte più a nord dell’isola. Iniziamo da subito a prendere confidenza con gli attraversamenti pedonali, che richiedono una buona dose di sangue freddo e intraprendenza, considerando che non esistono strisce pedonali o simili e che le auto non si fermano. In pratica ci si butta e si attraversa facendo lo slalom tra le auto ancora in movimento. Andiamo a dormire cullati dal rumore incessante del traffico cittadino (gli egiziani suonano il clacson in continuazione e senza un apparente motivo).

Sabato 24 dicembre 2022

Dopo una colazione in camera con tè e biscotti (l’hotel non prevede colazione e quindi ci organizziamo con il bollitore fornito), ci facciamo portare da un Uber all’ingresso della Cittadella. Arriviamo verso le 8,30 riuscendo così ad evitare le orde di turisti che incroceremo poi all’uscita. La visitiamo in circa 2 ore con una leggera foschia che ricopre la città e che fa un piacevole effetto vedendo le cupole e i minareti delle moschee in controluce. All’uscita della Cittadella, camminiamo sullo stradone tenendo la destra e arriviamo a piedi in circa 1 ora al parco Al Azhar, attraversando un quartiere molto caratteristico di stradine strette con botteghe e numerose moschee. L’ingresso al parco è a pagamento e permette di passeggiare attraverso viali e fontane fino ad arrivare a dei viewpoint sui tetti della città. Incrociamo soprattutto famiglie egiziane e gruppi di studenti: molte ragazze mi fermano per farsi dei selfie con me, attratte dai lineamenti occidentali. Alla quinta richiesta mi rendo conto che non sono veramente abituate a vedere delle turiste, inspiegabilmente.

Dal parco usciamo e visitiamo poco lontano la moschea di El Azhar, con un affascinante cortile in marmo bianco. Ci addentriamo poi nelle viuzze del souk del quartiere musulmano. Girovaghiamo fino a che non siamo stufi del casino e ci spostiamo sempre a piedi fino alla fermata della metro Bab El Shaaria. Proviamo anche l’esperienza di prendere la metro in questa città, che funziona egregiamente, anche se non troviamo altri turisti al di fuori di noi. Fate attenzione che le carrozze centrali di ogni treno sono riservate alle sole donne. Scendiamo alla fermata Safaa Hegazy sull’isola di Gezira, per andare a vedere i barconi colorati sulla riva occidentale del Nilo. Arriviamo in zona e scopriamo navigando su internet che una buona parte dei barconi è stata smantellata dal comune e i pochi rimanenti sono anche poco visibili dalla riva. Abbiamo quindi esaurito il tempo a disposizione per questa giornata, dobbiamo rientrare in hotel a riprendere i nostri bagagli e dirigerci con Uber all’aeroporto, dove un volo ci porterà a Assuan entro sera.

Alle 21 circa atterriamo ad Assuan, troviamo il nostro pickup dell’hotel fuori ad attenderci. Dato che abbiamo scelto una guesthouse sull’isola Elefantina per le prossime 2 notti (kafana guest house), l’autista ci porta all’imbarcadero e saliamo su una barchetta riservata a noi per raggiungere la nostra struttura. Prendiamo possesso della nostra camera che dà direttamente sul Nilo e andiamo a dormire.

Domenica 25 dicembre 2022

Sveglia alle 4,15 perché oggi abbiamo organizzato la visita ad Abu Simbel con un’auto privata per poter gestire i nostri tempi liberamente e riuscire a rimanere al tempio anche dopo che le masse di turisti dei pullman lasciano il sito. Abbiamo organizzato la gita tramite la nostra guesthouse per circa 110 dollari (senza guida). Alle 8,15 siamo al parcheggio di Abu Simbel dopo circa 3 ore di auto e una sosta in un’area di servizio sulla strada che attraversa il deserto. Facciamo i biglietti (si paga solo in contanti) ed entriamo: c’è già parecchia gente e la situazione peggiorerà minuto dopo minuto, per poi svuotarsi molto velocemente dalle 10 in poi, quando tutti i pullman sono ripartiti. È comunque opportuno arrivare presto per poter godere della luce migliore e soprattutto vedere i 2 templi completamente senza ombre. Alle 10.30 siamo soddisfatti e pronti a ripartire in direzione Assuan. Ci godiamo il viaggio attraverso il deserto e arriviamo in centro città alle 13 circa. Facciamo una passeggiata sul lungo fiume e poi ci addentriamo nel souk che corre parallelo alla strada lungo il fiume. Ci imbattiamo in un marinaio nubiano e decidiamo di salire sulla sua feluca per un giro nel tardo pomeriggio. Partiamo dal centro e facciamo una sosta alle tombe dei Nobili, sulla riva opposta. Saliamo velocemente per godere della vista dall’alto sul fiume e sulla città. Sta iniziando il tramonto e quindi torniamo alla barca per riprendere la navigazione intorno all’isola Elefantina.

In circa 2 ore la circumnavighiamo, godendoci il tramonto dall’acqua e il lento navigare di questa imbarcazione a vela. Ci facciamo lasciare direttamente sull’isola, la attraversiamo a piedi e ci fermiamo al Bob Marley per cena. A piedi ripercorriamo altre strette vie dell’isola e, con un po’ di tentativi, riusciamo ad arrivare alla nostra guesthouse.

Lunedì 26 dicembre 2022

La prima parte della mattinata, dalle 8 alle 10,30 circa, la dedichiamo alla visita delle rovine presenti nella zona sud dell’isola elefantina. Paghiamo il biglietto e girovaghiamo tra i resti di vari templi e tombe e del nilometro. Torniamo alla nostra guesthouse passando attraverso il villaggio nubiano di Koti, con le casette colorate e troviamo la barca già attraccata che ci attende per portarci sulla nave da crociera. Circumnavighiamo di nuovo l’isola per arrivare sulla sponda orientale di Assuan dove è ancorata la nostra nave Movenpick Sunray. Facciamo il check in della crociera, prendiamo possesso della nostra cabina (che fortunatamente da sul fiume e non sulla città) e facciamo il primo pasto in nave, apprezzando il buffet ricco e di ottima qualità. Alle 13.30 partiamo per le escursioni organizzate previste dal primo giorno di crociera.

In ordine visitiamo: l’obelisco incompiuto, la grande diga di Assuan e il tempio di Philae, che raggiungiamo con una barchetta nell’ora del tramonto. Rientriamo in nave che è già buio, ci rilassiamo prima di cena e poi ci abbuffiamo al buffet. Stasera la nave rimane ad Assuan fino alle 4 di mattina quando partiremo in direzione nord.

Guarda la gallery
whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_4_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_1_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_2_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_3_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_5_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_6_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.40



    Commenti

    Lascia un commento

    Abu Simbel: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari