Capodanno al caldo in Thailandia

Una breve vacanza in relax tra alcune delle isole più belle della Thailandia.
 
Partenza il: 26/12/2019
Ritorno il: 06/01/2020
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

A settembre abbiamo deciso di regalarci un Capodanno al caldo e così abbiamo scelto la Tailandia come destinazione per dicembre.

Purtroppo sono bastati pochi giorni di indecisione per vedere lievitare i prezzi dei voli ma alla fine, abbiamo deciso di acquistare il volo con Aeroflot, andata per Bangkok e ritorno da Phuket per circa 1.100€ a testa.

Almeno i voli sono stati ottimi infatti si sono rilevati puntualissimi e comodi perché ci siamo trovati in una classe intermedia tra la super economy e la business con sedili larghi e comodi, servizio pranzo e cena stile business.

Il viaggio è stato incentrato prevalentemente sul mare per cui abbiamo previsto le seguenti destinazioni:

– Bangkok (1,5gg)

– Koh Lanta (4gg)

– Koh Phi Phi (2gg)

– Zona di Krabi (2gg)

Siamo partiti la sera del 26 dicembre e siamo arrivati a Bangkok la sera del 27. Per pigrizia ma soprattutto perché volevamo arrivare in città in tempo per cenare, abbiamo preso subito un taxi che ci ha portato al ns hotel (Anantara Sathorn). Abbiamo fatto velocemente il check in e ci siamo buttati sul primo tuk tuk per farci portare in un ristorantino che avevamo già puntato cercando ispirazione su Tripadvisor. Purtroppo il guidatore di tuk-tuk ha fatto un po’ il furbetto e ha provato subito a portarci dove voleva lui anziché dove volevamo noi. Risultato? Siamo arrivati troppo tardi al ristorante e abbiamo dato 4€ (un furto considerando la distanza percorsa e la Tailandia) all’autista per farci lasciare in un posto a caso da dove poi ci siamo cercati un ristorante a piedi. Inizio non proprio eccellente insomma!

28 dicembre

Per il primo giorno in Thailandia, abbiamo deciso di prenotarci un tour guidato in modo da non perdere tempo e soprattutto farci spiegare qualcosa da una persona locale. Avevamo prenotato la nostra guida dall’Italia con “Your Thai Guide”. La guida, Elena, si è presentata puntuale in hotel, abbiamo rivisto insieme il programma per la giornata e poi siamo partiti per un giro della città. Abbiamo visitato i principali templi di Bangkok, il palazzo reale, un villaggio sull’acqua e poi abbiamo fatto un tour dei canali con una tappa in una coltivazione di orchidee. La giornata è stata molto ricca e bella, abbiamo pranzato in un posticino senza turisti insieme alla nostra guida e poi siamo rientrati in città sempre con lei ma tramite un servizio stile Uber.

Per la sera avevamo prenotato la cena in un locale famoso di Bangkok, l’Above Eleven. Il ristorante (anche locale con musica dal vivo) è uno sky bar al 34° piano di un palazzo quindi con una vista strepitosa sulla città. Avevamo prenotato con anticipo per cui ci aspettava un tavolino che si affacciava proprio nel vuoto. Cena ottima, cocktail e servizio anche. Prezzi chiaramente in linea con l’Europa e non con la Tailandia rurale.

29 dicembre

Avevamo prenotato un volo per Krabi con la Nok Air per le 6:30 del mattino, ma pochi giorni dopo la prenotazione, la compagnia ha annullato il volo. Siccome costava davvero poco (50€) e non avendo trovato una valida alternativa per prezzo e orario, abbiamo deciso di modificare i nostri programmi e adattarci al nuovo orario proposto dalla compagnia ovvero prendere il volo delle 15.15.

Abbiamo passato la mattinata a girovagare in un enorme mercato della domenica di Bangkok. Per i primi minuti ci siamo fatti prendere dall’entusiasmo ma dopo poco ci siamo resi conto che era un continuo susseguirsi degli stessi oggetti per cui abbiamo perso presto l’interesse. Abbiamo ripreso la metropolitana e siamo tornati in albergo per recuperare gli zaini. Da lì, di nuovo in taxi, ci siamo fatti portare nell’aeroporto di Don Maeng, quello dei voli interni. Non era la prima volta che passavamo per questo aeroporto ma devo dire che è molto migliorato, lo hanno rinnovato completamente e non è più uno squallido capannone senza servizi!

Almeno il volo è stato puntuale per cui siamo arrivati a Krabi nel tardo pomeriggio. Avevamo chiesto all’hotel di venirci a prendere in aeroporto per cui abbiamo trovato subito il nostro autista con un bel minivan che in un paio di ore, traghetto compreso, ci ha portato al Noble House di Koh Lanta. La struttura è molto carina, si tratta di una serie di bungalow che si affacciano su un giardino con piscina e arrivano fino ad un’immensa spiaggia.

30-31-1-2

Il nostro soggiorno al mare è quindi iniziato sull’isola di Koh Lanta. Un’amica ci aveva detto che era un’isola tranquilla e non delle più turistiche. Per noi è stata una meta meravigliosa.

Nei quattro giorni di soggiorno abbiamo alternato gite in scooter con gite organizzate in barca. Con 6/7€ al giorno ci siamo affittati lo scooter con i caschi e ci siamo spostati di spiaggia in spiaggia lungo tutta la costa occidentale. C’è l’imbarazzo della scelta, spiagge lunghe e sabbiose, più piccole e raccolte, con mare calmo e a volte invece più ondoso. Contro le nostre aspettative, nonostante il periodo, abbiamo trovato delle spiagge quasi deserte. Ovunque però abbiamo trovato piccoli ristoranti o locali dove fermarci per uno spuntino o un vero e proprio pranzo a prezzi sempre irrisori. L’unico posto che sconsiglierei perché a pagamento e a nostro avviso senza attrattive, è il Mu Ko Lanta National Park che si trova nella punta più a sud dell’isola. Sinceramente non abbiamo capito perché sia una zona protetta e a pagamento.

Ci siamo stati ma la spiaggia è bruttina e a parte salire sul promontorio dove c’è il faro per vedere il panorama, non abbiamo trovato nulla di interessante da vedere. In barca invece, abbiamo partecipato a una gita organizzata. Tutte le gite partivano dalla spiaggia davanti al nostro hotel. Le gite sono tutte simili e le barche fanno tappa quasi in ogni spiaggia per raccogliere i partecipanti direttamente dalle strutture dove alloggiano, molto comodo. In una giornata siamo stati nelle isole di Ko Ngai, Ko Muk e Ko Kradan. Sicuramente c’è un notevole afflusso turistico anche perché tutti si muovono più o meno negli stessi orari. Onestamente la tappa a Ko Ngai non ci è piaciuta proprio per l’eccessivo affollamento che ha reso impossibile vedere qualcosa durante lo snorkelling. La tappa a Ko Muk invece, nonostante l’affollamento, è stata divertente e bella perché nuotare nel tunnel di roccia della Emerald Cave per arrivare nella spiaggetta in centro all’isola è stata sicuramente un’esperienza originale e inaspettata.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bangkok
    Diari di viaggio
    l'arcipelago malese: un viaggio alla scoperta di questa lontana parte di mondo

    L’Arcipelago Malese: un viaggio alla scoperta di questa lontana parte di mondo

    Guardando le foto dell'album mi è venuta voglia di raccontare il mio viaggio. Dal 1 gennaio 2012 al 30 marzo 2012.Malesia 1...

    Diari di viaggio
    2 settimane fai da te in thailandia, tra bangkok, ayutthaya, sukhotai, chiang mai e phuket.

    2 settimane fai da te in Thailandia, tra Bangkok, Ayutthaya, Sukhotai, Chiang Mai e Phuket.

    Dopo un volo della Oman Air (compagnia aerea che consigliamo vivamente) partito da Bologna per Bangkok, con scalo a Muscat, atterriamo in...

    Diari di viaggio
    thailandia, paradiso all'improvviso

    Thailandia, paradiso all’improvviso

    Sono del parere che ci vorrebbero delle ferie per pianificare un viaggio, poi altre ferie per fare la valigia forse con un attimo più di...

    Diari di viaggio
    thailandia e cambogia 2020

    Thailandia e Cambogia 2020

    Scegliere questa meta per il nostro consueto viaggio di febbraio è stato abbastanza semplice: non avevamo a disposizione un budget...

    Diari di viaggio
    capodanno al caldo in thailandia
    Fef

    Capodanno al caldo in Thailandia

    A settembre abbiamo deciso di regalarci un Capodanno al caldo e così abbiamo scelto la Tailandia come destinazione per dicembre. Purtroppo...

    Diari di viaggio
    la nostra prima thailandia: nord, mare e bangkok

    La nostra Prima Thailandia: nord, mare e Bangkok

    24.12.19 VERONA Io e il mio compagno visiteremo per la prima volta questo paese. Partenza da casa nostra con l'ottimo servizio di Go-Opti,...

    Diari di viaggio
    a ovest della thailandia

    A ovest della Thailandia

    Raccontare i nostri viaggi è oramai un appuntamento necessario, utile a noi per ricordare nel tempo le nostre avventure e speriamo utile...

    Diari di viaggio
    amazing bangkok!

    Amazing Bangkok!

    Dieci giorni alla scoperta dell'incredibile capitale della Thailandia tra sapori, profumi, suoni e colori di una città che pur mantenendo...

    Diari di viaggio
    thailandia, al di sopra di ogni nostra immaginazione...

    Thailandia, al di sopra di ogni nostra immaginazione…

    Ad inizio novembre io e mio marito abbiamo iniziato ad organizzare un viaggio in Thailandia, per il mese di gennaio, prenotando i seguenti...

    Diari di viaggio
    bangkok e phi phi guida all'uso e consigli pratici

    Bangkok e Phi Phi guida all’uso e consigli pratici

    Giorno 1 Arriviamo all'aeroporto di Bangkok intorno alle 19 con volo Emirates. Aeroporto nuovissimo e all'avanguardia, stupisce la...