Capodanno a Madrid e Toledo

29 dicembre 2008 : si parte! Alle 7 del mattino saliamo sul volo Iberia Genova- Madrid su aereo un po' claustrofobico... Ma va tutto benissimo, atterriamo in orario a Barajas MA capiamo subito che la sfiga ci ha puntato: ci arriva 1 sola valigia su 4 (2 nostre e 2 dei nostri amici) Ci arrabbiamo perchè la sera alle 18 dobbiamo tornare a...
 
Partenza il: 29/12/2008
Ritorno il: 03/01/2009
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

31 dicembre 2008 dopo la colazione in un caffè sotto l’hostal andiamo col taxi al Museo del Prado (i taxi sono molto molto economici! Da p. Del sol al prado 3,15€), avendo il Paseo de l’Arte già in tasca abbiamo una corsia preferenziale alle biglietterie, ma si deve comunque cambiare il tagliando del paseo de l’arte con il biglietto. Per fortuna però nella nostra coda non ci sono più di 10 persone, mentre nelle code delle biglietterie normali la coda è già parecchio lunga pur essendo solo le 8.50!!! Entriamo al Prado e lì ci perdiamo tra le mille sale e i mille capolavori, per fortuna siamo arrivati all’apertura perchè dopo un’ora la gente si moltiplica ed è veramente fastidioso fare la coda per vedere le opere maggiori La maja desnuda non c’è, è in prestito e ci rimaniamo un po’ male, ma il resto dei capolavori ci consolano.

Dopo circa 3 ore usciamo e, non contenti, ci infiliamo al museo Thyssen: anche qui col paseo de l’arte entriamo senza coda (qui non serve cambiare il tagliando col biglietto). Il thyssen ci piace tantissimissimo! è una meraviglia! ad ogni sale si resta a bocca aperta alla fine della visita, distrutti, usciamo e andiamo a pranzo alla Cerveceria Cervantes che non è molto lontana (è accanto alla famosa taberna daniela) da lì a piedi ci godiamo le stradine meno battute dai turisti, passando davanti a casa lope de la vega e alla casa in cui ha vissuto ed è morto cervantes.

Proseguiamo verso il centro e andiamo a vedere Cortylandia: è una tradizione madrilena andare a vederla! Si tratta di una rappresentazione con “pupazzi” che parlano e si muovono, canzoncine e luci che c’è sulla facciata del Corte Ingles che si affaccia su calle de preciados.

Tutte le famiglie madrilene vanno a vederla a natale. Lo “spettacolo” dura circa 10-15min e si tiene ogni mezz’ora. Carino, ma niente di più … Ma la canzoncina resta in testa, tanto che la cantiamo ancora ora: “Cortylandia, Cortylandia vamos todos a cantar. Alegría en estas fechas. Porque ya es Navidad! ” dopo qualche acquisto al corte ingles e al corte ingles libri prendiamo la metro e andiamo sino ad uno dei nuovi simboli di Madrid: Puerta de Europa. Ovviamente facciamo anche le foto sceme in cui sembra che reggiamo le torri con enorme sforzo  da porta d’Europa con la metro in un lampo siamo allo Stadio Santiago Bernabeu, che guardiamo solo da fuori … Il giro all’interno costa 15€ ma non è quello il problema, è che non ci interessa più di tanto avendo già visto anche il camp nou di barcellona, e poi oggi i tour all’interno sono sospesi perchè c’è un evento importante per Madrid… Siamo infatti immersi in una valanga di magliette verdi: i partecipanti alla san silvestre , la corsa che si tiene ogni anno nel centro di Madrid il 31 dicembre. I partecipanti sono più di 22mila! in metro tornando verso il centro vediamo una fiumana di persone , conciata nei modi più disparati che si avvia verso il Bernabeu: sembra carnevale! Torniamo in hostal per prepararci alla grande notte, inforchiamo le orecchie luminose (che avevamo comprato lo scorso anno a Londra e che ci siamo portati apposta) e cappellino natalizio con spiralina e andiamo a cena prestissimo al museo de jamon: prestissimo perchè stasera chiude alle 20 !!! giriamo poi per il centro per goderci l’atmosfera sinchè si riesce a camminare e a fare foto senza problemi: compriamo l’ uva de la suerte, e dopo l’attesa eccoci al clou della serata: la mezzanotte! Con le mani occupate dagli acini d’uva non era semplice fare foto : sì perchè tradizione vuole che ci siano 12 rintocchi (campanadas) e ad ogni rintocco si debba ingoiare un acino d’uva ! Vista la moltitudine di persone, il casino e la stanchezza come al solito il nostro capodanno si conclude molto presto e (dopo aver lottato a spintoni per guardagnare l’uscita da puerta del sol) a mezzanotte e mezza siamo a nanna.

1 gennaio 2009 dopo aver dormito un bel po’ andiamo a fare colazione alla simpatica ora di quasi mezzogiorno! Colazione ovviamente a base di churros (per la precisione quelli “incrociati” e sottili sono churros, quelli più larghi e lasciati lunghi sono porras, poi ci sono i churros bon bon che sono ricoperti di cioccolata fondente e sono divini!!!!!!!! ) questo volta da maestro churrero (in Plaza de Jacinto Benavente) e i churros sono mooooooooooooolto più buoni che da san gines!!! http://www.Maestrochurrero.Com essendo il 1°gennaio è tutto chiuso perciò tutti ci riversiamo al Parque del Buen retiro.

Una delle prime cose che vediamo è la statua dell’angelo caduto: sono pochissime al mondo le statue che rappresentano il diavolo! il parco è enorme, molto bello e oggi essendo giorno di festa veramente animato! arriviamo allo splendido palacio de cristal.

arrivando poi al palacio de velasquez, e mangiamo lì all’aperto in un bar visto che la temperatura è piacevole. Arriviamo poi al famoso laghetto (estanque) con il mausoleo di alfonso XII , ed infine usciamo verso puerta de alcalà. (dobbiamo rinunciare al giro in barca sul lago perché essendo il 1° gennaio il barcaiolo è chiuso) purtroppo non siamo riusciti a tornare a Puerta de Alcalà la sera , ma vedendola nella diretta tv della marcia di san silvestro ho visto che tutta illuminata era uno spettacolo! Da lì a piedi in pochi minuti raggiungiamo Plaza de Cibeles, uno dei simboli di Madrid, in cui si staglia il palazzo delle poste e la fontana più famosa di Madrid, fontana nella quale si buttano i tifosi del Real ad ogni vittoria importante. (quelli dell’atletico vanno nella fontana di plaza de Neptuno).

Dall’altro lato della piazza, all’angolo con la Gran Via c’è il meraviglioso Edificio Metropolis! Dopo aver scattato mille foto all’edificio Metropolis (bellissimo!) torniamo verso puerta del sol percorrendo calle de alcalà, fotografando i suoi bei palazzi, e arriviamo in puerta del sol dove scattiamo la foto di rito al km zero. I nostri amici, cotti dalla passeggiata, vanno a riposarsi, mentre noi continuiamo il giro andando a vedere calle de la cava baja e calle de la cava alta … Ma il top queste strade lo devono dare la sera con tutti i locali aperti, mentre ora al pomeriggio sono carine ma nulla più Torniamo poi all’hostal pure noi per cambiarci … Perchè ci aspetta una gran cosa prenotata due mesi prima … Memori della goduria provata a cordoba… Andiamo ai banos arabes! http://www.Medinamayrit.Com/ Fantastico! quello di cordoba è più bello, ma quello di Madrid mica è da buttare! Per chi non ha letto le nostre avventure andaluse… In pratica si tratta di vasche con acqua a diversa temperatura: templada a 30° , caliente a 40° e fria a 12° ! bisogna passare da una all’altra! è una goduria… A parte l’entrare nella fredda dopo essere stati in quella a 40° ! ma ti senti tutto il corpo tonico (miraaaaaaaaaaaaaaaaacolo!), il sangue che pulsa, è rilassantissimo! poi c’è il bagno turco ( quindi bagno di vapore) e la sala relax con un rubinetto da cui esce thè alla menta! in più si possono fare diversi tipi di massaggi … Io ho fatto quello standard a gambe e schiena e sono rinata! Tutto ciò si fa in penombra, nel silenzio, con solo in sottofondo musica araba e il rumore dell’acqua che scorre dalle fontane! Questo era il regalo di laurea che ho fatto all’amica che era con me e lei … Me n’è stata molto grata! dopo essere tornati (camminando praticamente su una nuvoletta) all’hostal per cambiarci usciamo per cena …



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Madrid
    Diari di viaggio
    weekend a madrid

    Weekend a Madrid

    Volo (Ryanair) da Bologna, ed una sistemazione centralissima fra Plaza Major e plaza del Sol, all'hostal Comercial, eccellente...

    Diari di viaggio
    madrid nunca duerme

    Madrid nunca duerme

    Day 1 Volo Iberia da Napoli arrivo alle 14.55 all'aeroporto di Barajas appartamento poppartiano preso con Airbnb il tempo di posare i...

    Diari di viaggio
    natale a madrid

    Natale a Madrid

    Le feste natalizie a Madrid: cosa fare Periodo 23-27 dicembre 2019 Circa dieci giorni prima della partenza abbiamo trovato...

    Diari di viaggio
    hola madrid! 3

    Hola Madrid! 3

    Io e il mio amico Andrea partiamo alla volta di Madrid con il volo di Iberia delle ore 06.50 di venerdì 18 ottobre in decollo da Bologna....

    Diari di viaggio
    il primo viaggio non si scorda mai: spagna

    Il primo viaggio non si scorda mai: Spagna

    Quando ho iniziato a lavorare mi sono detta che avrei speso i miei soldi in viaggi... e non scherzavo. Lo stipendio non era alto e così,...

    Diari di viaggio
    madrid facile da visitare

    Madrid facile da visitare

    Ancora una volta decidiamo di visitare un’altra città della Spagna, precisamente Madrid. Partiti dall’aeroporto di Venezia alle sette...

    Diari di viaggio
    un weekend lungo a madrid

    Un weekend lungo a Madrid

    Sfogliando varie guide e diari di viaggio ricorre spesso l’idea che Madrid non rimanga impressa nei ricordi dei visitatori per qualche...

    Diari di viaggio
    madrid, ponte del 2 novembre in famiglia

    Madrid, ponte del 2 Novembre in famiglia

    che il giorno dopo si parte.5 giorno - colazione e via a prendere l'aereo di ritorno, ore 10.45, stavolta Alitalia. PS. Stavolta...

    Diari di viaggio
    da un capo all’altro del mediterraneo: viaggio a madrid e marrakech

    Da un capo all’altro del Mediterraneo: viaggio a Madrid e Marrakech

    31 DICEMBRE: CAPODANNO A MADRID Quest’anno io e mio fratello Andrea abbiamo deciso di passare il Capodanno in viaggio, possibilmente in...

    Diari di viaggio
    madrid in pratica

    Madrid in pratica

    Alcune info pratiche dal nostro ultimo viaggio TRASPORTI:Noi siamo arrivati in aereo; i collegamenti col centro città sono dal...