Capodanno a Madrid e Toledo

29 dicembre 2008 : si parte! Alle 7 del mattino saliamo sul volo Iberia Genova- Madrid su aereo un po' claustrofobico... Ma va tutto benissimo, atterriamo in orario a Barajas MA capiamo subito che la sfiga ci ha puntato: ci arriva 1 sola valigia su 4 (2 nostre e 2 dei nostri amici) Ci arrabbiamo perchè la sera alle 18 dobbiamo tornare a...
 
Partenza il: 29/12/2008
Ritorno il: 03/01/2009
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

29 dicembre 2008 : si parte! Alle 7 del mattino saliamo sul volo Iberia Genova- Madrid su aereo un po’ claustrofobico… Ma va tutto benissimo, atterriamo in orario a Barajas MA capiamo subito che la sfiga ci ha puntato: ci arriva 1 sola valigia su 4 (2 nostre e 2 dei nostri amici) Ci arrabbiamo perchè la sera alle 18 dobbiamo tornare a prenderle … In pratica sanno già in partenza che non staranno sull’aereo tutte le valige dei passeggeri, ma si guardano bene dal dirlo, così il nostro bagaglio è andato prima a Roma e da Roma arriverà a Madrid . Decidiamo di tornare a prenderlo noi senza aspettarlo sino alla sera del giorno dopo… Prendiamo il biglietto con supplemento aeroporto della metro (2 € totali a testa) e il carnet da 10 biglietti (7€) da usare in due e arriviamo in 45 min a puerta del sol, il nostro hostal è proprio in una stradina ad 1 min a piedi da lì. Ci sistemiamo in camera (anche lì piccola disavventura, ma sorvolo sennò questo diario sembra un resoconto di guerra) e mollati zaini e l’unica valigia in nostro possesso iniziamo a calmarci e a gustarci l’essere a Madrid.

Andiamo subito a saldare il baño arabo che abbiamo prenotato per l’1 gennaio e poi andiamo a piedi alla stazione di atocha per fare i tanto sospirati biglietti del treno per Toledo… Arriviamo lì e giriamo per la stazione con calma visto che abbiamo “solo” 169 persone davanti! Abbiamo capito che il nostro viaggio non è sarà semplice! Dopo più di un’ora usciamo dalla biglietteria coi biglietti di Toledo in mano e facendo un balletto tipicamente da italiani gaudenti  e finalmente andiamo a pranzo… Lì davanti ad Atocha c’è El Brillante, uno dei posti più famosi di Madrid… Il panino con tortilla era divino! Prendiamo la metro per andare a vedere la metro chamberì (ve ne parlo più avanti) ma arriviamo ed è chiusa, così decidiamo di tornare in centro a piedi, bighellonando per le strade e tornando a puerta del sol scendendo da calle hortaleza … I negozi stanno aprendo ora (le 16) dopo la siesta… E le strade iniziano ad essere meno deserte… Spuntiamo sulla Gran Via all’altezza dell’edificio della Telefonica: che bello! e ci infiliamo in calle Montera …Famosa per le sue “signorine”, ma che di giorno è frequentata da chiunque, bellissima è la coda di famigliole con bambini che vanno a vedere Madagascar 2 con accanto le signorine al lavoro ! Continuiamo e arriviamo a Puerta del Sol dove facciamo le foto di rito alla piazza e alla statua dell’orso col corbezzolo che è il simbolo della città … Poi visto che è ancora presto ci dirigiamo a Plaza Mayor camminando in mezzo a mille parrucche colorate: chiunque ha una parrucca o un cappello strano in testa! dopo esserci comprato un bellissimo cappellino pure noi , andiamo al monastero de las carboneras per comprare i dolcetti fatti dalle suore ma simpaticamente un biglietto ci avvisa che non ne fanno sino al 5 gennaio! Per tornare verso l’hostal facciamo il giro largo e passiamo davanti al ristorante Sobrino de Botin, il più antico ristorante del mondo, come testimonia la targa del Guinness world records.

Sono arrivate le 17 quindi prendiamo la metro per l’aeroporto e andiamo a recuperare le nostre borse, che per fortuna sono lì ad aspettarci. Tutti felici torniamo in città e dopo esserci andati a riposare un po’ in hostal (che specifico ancora, NON è un ostello, ma un affittacamere, una nostra pensione) usciamo per cena, trovando pieno da molte parti ci dirigiamo in Plaza S. Ana e troviamo posto alla Cerveceria Alemana che , pur essendo un posto a vista più elegante degli altri nelle vicinanze, pur essendo stato frequentato da Frank Sinatra, Ava Gardner e Hemingway ha prezzi normalissimi ! dopo un giro nella bella plaza s. Ana e nelle stradine attorno e dopo aver scattato mille foto ai locali e ai palazzi ed esser andati a sbirciare puerta del sol la sera andiamo a dormire perchè siamo stravolti: l’alzataccia alle 3.30 si fa sentire! 30 dicembre 2008 Visto che sarà una giornata parecchio piena ci alziamo presto (per noi in vacanza è la norma) e decidiamo di andare a fare colazione alla Mallorquina, vero must per Madrid. E’ in puerta del sol, quindi a 2 min scarsi a piedi dal nostro hostal… Arriviamo ed è ancora chiusa! Apre alle 9, così girottoliamo in giro nell’attesa. Quando apre saliamo nel salone superiore perchè ci vogliamo viziare con la colazione seduti tranquilli: siamo i primi! Decidiamo di viziarci … prendendo ben 2 (enormi) paste a testa! Da lì partiamo per la nostra prima missione: il Monasterio de las Descalzas Reales! Ci si deve mettere in coda almeno mezz’ora prima dell’apertura perchè il numero di persone che può entrare è limitato e spesso tocca tornare più volte per riuscire ad entrare… Ma noi siamo i terzi in fila e quindi … Missione compiuta al primo colpo! Nel monastero non si può fotografare , c’è la visita guidata obbligatoria, e che dire? E’ meraviglioso!!!! Vale davvero la pena!!! Dopo lo splendido monastero ci incamminiamo arriviamo dal teatro real, poi continuiamo e arriviamo in plaza de oriente in cui spicca il Palazzo Reale: ci sono anche molte statue viventi e le centinaia di parrucche colorate in testa alla gente rendono l’atmosfera molto festosa … Complice pure la bella giornata di sole , ci mettiamo pazientemente in coda … Lunghissima! e dopo 1 ora e passa riusciamo a varcare i cancelli (ottenendo pure tutti e 4 lo sconto studenti sul prezzo del biglietto …2,50 invece di 10 €!!) .

Prendiamo l’audioguida e iniziamo la visita dell’immenso palazzo, dell’armeria e della favolosa farmacia reale. anche la cattedrale vista dall’enorme plaza de armas del palazzo reale risulta ancora più bella! il palazzo è meraviglioso, ed anche la farmacia reale è veramente splendida, il non poter fare foto è una vera sofferenza! salutiamo infine a malincuore il palazzo reale… E andiamo a visitare la cattedrale de la Almudena. Purtroppo la salita alle torri è chiusa, ma possiamo visitare l’interno: pur essendo “nuova” (è stata completata nel 1992) è molto bella, ma ancor più bella è la Cripta sottostante che avendo un ingresso separato, in una stradina laterale e a pagamento (2€ ) viene spesso purtroppo ignorata pur essendo strabiliante! 365 colonne con 365 capitelli diversi !!! Ci incamminiamo poi verso i giardini Sabatini dove ci “spiaggiamo” sdraiati al sole per riprendere fiato … Ma la siesta dura poco e ci rimettiamo in marcia per raggiungere uno dei simboli di Madrid: Plaza de España col suo bel monumento a Don Chisciotte , Sancho Panza e a Cervantes: nella piazza c’è il mercato dell’artigianato, così procediamo coi primi acquisti! Ci riposiamo un po’ in uno starbuck’s e poi ci riincamminiamo verso uno dei monumenti che più attendo di vedere: il Templo de Debod !!! Guardiamo subito il panorama che dalla spianata del templo si ha sul palazzo reale e sulla cattedrale: visti da qui sono ancora più belli! E poi ci dedichiamo all’ammirazione del tempio egizio… Siamo quasi all’ora del tramonto perciò il cielo cambia colore continuamente, faccio fuori mezza scheda da 1 giga solo lì! Il Templo è davvero bellissimo con la luce del tramonto, non sembra neppure di essere in Spagna! Anche l’interno del templo è molto carino…Con tutti i suoi geroglifici originali Tornati in Plaza de Espana, ora tutta illuminata prendiamo la metro e scendiamo ad Atocha: anche lì ora ci sono gli addobbi accesi! A piedi andiamo alle biglietterie del Prado a prenderci il biglietto PaAseo de l’Arte, il biglietto cumulativo per i 3 musei principali, così da saltare l’indomani tutte le code nei musei. Il paseo de l’arte costa 14,40€ e li vale tutti! anche solo per la possibilità che dà di saltare le code immense che troveremo. Ormai distrutti torniamo un po’ in hostal, e poi usciamo e andiamo a cena al Museo de Jamon … Siamo o non siamo turisti?? non ancora del tutto sazi, o meglio … Golosi come scimmie , andiamo poi alla Chocolateria San Gines … per i tipici churros y chocolate … Noi ed altre migliaia di persone! coda anche lì, ma la fortuna ci assiste e dopo 10-15 min troviamo pure un tavolo! giriamo un po’ per plaza mayor illuminata e poi ci buttiamo in puerta del sol perchè stasera è la NOCHE VIEJA FALSA ! sì sì … A Madrid si festeggia due volte!! il 30 ed il 31 !!! Ma vista la ressa e la stanchezza non riusciamo a resistere sino a mezzanotte e ce ne andiamo a nanna, benedendo le doppie finestre con doppi vetri ciascuna che ci isolano dal casino sottostante.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Grandi Capitali
    Diari di viaggio
    parigi: il nostro indimenticabile weekend lungo nella ville lumière

    Parigi: il nostro indimenticabile weekend lungo nella Ville Lumière

    Approfittiamo del weekend lungo di Ognissanti per tornare a Parigi, visitata da sola, in coppia e ora con i bimbi.Per la prima...

    Diari di viaggio
    budapest in quattro meravigliosi giorni

    Budapest in quattro meravigliosi giorni

    Decidiamo di partire alla volta di Budapest!L’impressione è di essere in una piccola Vienna: Giorno 1 Nonostante le decisioni...

    Diari di viaggio
    vienna e praga... un tour guidato

    Vienna e Praga… un tour guidato

    1° Giorno 26 Dicembre 2018: Montefiascone – Empoli – Siena – Padova. Quest’anno doppie ferie! Dopo 6 anni ferie per Capodanno con...

    Diari di viaggio
    un salto a bratislava

    Un salto a Bratislava

    Quest'anno pare proprio che da noi il freddo non voglia arrivare, quindi lo andiamo a cercare, atmosfera pre-natalizia compresa, in una...

    Diari di viaggio
    navigando lungo il danubio

    Navigando lungo il Danubio

    L'esperienza di navigare su un fiume importante, l'avevo già provata quando da Mosca la motonave aveva terminato il suo viaggio a San...

    Diari di viaggio
    hola madrid! 3

    Hola Madrid! 3

    Io e il mio amico Andrea partiamo alla volta di Madrid con il volo di Iberia delle ore 06.50 di venerdì 18 ottobre in decollo da Bologna....

    Diari di viaggio
    56esimo compleanno a londra

    56esimo compleanno a Londra

    Per festeggiare il mio 56esimo compleanno ho deciso di andare a Londra con mia moglie. Per noi da Genova andare a Londra è molto comodo ed...

    Diari di viaggio
    moien, lussemburgo vi saluta

    MOIEN, Lussemburgo vi saluta

    M-O-I-E-N Saranno queste cinque enormi lettere luminose ad accoglierci all’aeroporto di Lussemburgo. È questo il saluto...

    Diari di viaggio
    primavera a new york 2

    Primavera a New York 2

    Questa primavera cogliamo l’occasione di una defezione da parte di un paio colleghi, per partecipare all’ultimo momento a un viaggio di...

    Diari di viaggio
    berlino un connubio perfetto tra antico e moderno

    Berlino un connubio perfetto tra antico e moderno

    Finalmente eccomi a Berlino, dopo vari tentativi andati a vuoto. Dopo aver trovato col Ciber Monday un volo a 10 euro A/R da Bergamo mi...