Capodanno a Berlino 6

Info utili per trascorrere qualche giorno nella capitale tedesca
Scritto da: silviaarcangeli
Partenza il: 31/12/2013
Ritorno il: 05/01/2014
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Siamo poi andati a vedere l’East side gallery che è un pezzo di muro lungo circa un km e mezzo, potete scendere alla fermata della metro Warschauer strasse e arrivare all’altra Ostbahnhof, warschauer strasse.

Alcuni murales sono bellissimi, nonostante qualche vandalo li abbia rovinati con scritte di dubbia utilità (tizio ama tizia ecc). Merita veramente una passeggiata.

Dopo di che siamo andati al DDR museum che chiude più tardi degli altri musei (alle 20 invece che alle 18, il sabato alle 22), l’entrata non è compresa nella museum pass, ma abbiamo pagato il biglietto ridotto per gli studenti solo 4euro ciascuno. (C’è anche una riduzione per chi ha la Berlin welcome card).

È un museo particolare perché molto interattivo, ma lo spazio è un po’ ridotto in confronto al numero dei visitatori. Non forniscono audio guide quindi se non conoscete bene l’inglese o il tedesco non lo apprezzerete al meglio. La visita dura un’oretta abbondante. A cena siamo andati vicino a friedrichstrasse in un ristorante tedesco trovato su Tripadvisor, il Treffpunkt Berlin. Dovete prenotare soprattutto se in più di 2persone, perché il locale non è grandissimo, si mangia bene, io ho preso la polpette alla berlinese con contorno di patate, i costi sono contenuti tra i 10 e i 15 euro a testa, per un secondo e bibita.

4 Gennaio

Abbiamo deciso di vedere la mostra di Tranenpalast, dietro la stazione di friedrichstrasse. Era la vecchia dogana, nel periodo in cui Berlino era divisa dal muro nei due settori, i viaggiatori dovevano sottoporsi a molteplici controllo per poter attraversare il confine. È un’esposizione molto esaustiva su come si viveva in una città divisa, è gratuita e forniscono audio guide gratis in italiano. La visita dura un’oretta abbondante, ma secondo me merita molto. Abbiamo voluto vedere anche la Topografia del terrore, una mostra fotografica sugli orrori del nazismo dal 33 alla fine della guerra. È interessante ma un po’ lunga e se non sapete bene inglese o tedesco può risultare un po’ pesante. È gratuita. Siamo poi andati al museo di storia naturale, il cui ingresso è compreso nella museum pass, e fornisce le solite guide in italiano. È carino, anche se avete bambini, ma non è niente di imperdibile, secondo me. (Sarà che invece quello di New York mi è piaciuto molto di più).

A cena siamo andati vicino all’hotel sulla friedrichstrasse in un ristorante italiano sconosciuto a tripadvisor ma molto molto meritevole: il ristorante Roma, gestito da italiani. Noi abbiamo preso un antipasto italiano a metà perché molto grande, e due piatti di pasta molto buoni! Insieme alle bibite abbiamo pagato 17 euro a testa.

5 Gennaio

Ultimo giorno… abbiamo il volo da Tegel (zona b di Berlino) alle 18, ci arriva un bus il TXL che parte da Alexanderplatz ogni 10 minuti e fa varie fermate per la città (se però volete trovare sicuramente posto per voi e le valigie vi conviene prenderlo dal capolinea). La mattina, essendo domenica, siamo andati al mercatino di Mauerpark, molto molto carino!

Berlino è una città fantastica, molto particolare, multietnica e, secondo me, molto avanti culturalmente rispetto a noi!

Bellissima!



    Commenti

    Lascia un commento

    Berlino: leggi gli altri diari di viaggio