Canavese a due ruote

Tre itinerari di turismo dolce tra pianura e collina, che consentono di viaggiare a poco più di 10 km all’ora immersi in una rasserenante natura, alle porte di Torino, non lontano dal confine con la Valle d’Aosta
 
Partenza il: 30/04/2015
Ritorno il: 03/05/2015
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

del vino Erbaluce. Seguitiamo a pedalare per una strada a traffico limitatissimo, in una stupenda cornice paesistica fino a una morbida discesa che ci conduce a pelo d’acqua. Dopo la promenade del lungolago prendiamo una via a sinistra e ci inoltriamo per una strada bianca affogata nel verde, che corre a lato delle colline incombenti e maciniamo alcuni chilometri fino ad Azeglio, non senza prima esserci fermati davanti al santuario di Sant’Antonio Abate di Monte Perosio, venerato luogo di devozione. Più avanti attacchiamo la salita che porta ai paesi di Settimo Rottaro e Cossano. Tiriamo ancora il fiato e ci facciamo forza per raggiungere il castello di Masino, un maniero da favola racchiuso nello scrigno di verzura del suo parco, posizionato su un pulpito panoramico a picco sulla vallata della Dora Baltea, che consente una vista a giro d’orizzonte che spazia fino alla catena delle Alpi.

Si tratta di uno dei luoghi di maggiore attrazione turistica e ne siamo consapevoli nel momento in cui ci accorgiamo che un fiotto di turisti sbuca dalle fauci spalancate del castello, la cui mole esprime pienamente la potenza e ricchezza della famiglia Valperga, che per circa mille anni ebbe qui la sua residenza. Anche la decorazione degli interni, caratterizzata da uno sfarzo che ammutolisce, fa intuire che questa illustre casata fu veramente importante, tanto da essere protagonista della storia piemontese e italiana.

Lasciato il castello attraversiamo velocemente il borgo di Masino e sfrecciamo a razzo lungo una discesa eletrizzante che ci conduce a Caravino. Adesso che sappiamo che le salite sono finite le nostre pedalate sono farcite di rinnovate energie, sicché rapidamente raggiungiamo Albiano di Ivrea e quindi il B&B. Siamo arrivati comunque più tardi del previsto, abbiamo le magliette intrise di sudore e le gambe in atrofia, ma ci sentiamo contenti di essere entrati a contatto con lo spirito più autentico del Canavese.

Come arrivare: in treno. Ivrea si trova sulla linea ferroviaria Torino-Aosta.

Pernottamento e ristoro

B&b Spazio Bianco, camere con cultura Via dei Patrioti, 17 10015 Ivrea (TO) tel. 0125-1961620 www.spaziobiancoivrea.it email: [email protected];

Il ristorante/bar più vicino a questa struttura ricettiva è MOMA, tel. 0125425972 Via dei Patrioti, 19 (chiuso il lunedì).

Noleggio biciclette e indicazioni sui percorsi

Ruotalibera, Regione Termeino, 60 10013 Borgofranco d’Ivrea (TO) tel. 3494694041 – 335236015 – www.ruotalibera.net/upload/2015-02-17_14-02-13_RL%20Canavese_L%20PV.pdf; l’agenzia fornisce le tracce GPS dei percorsi e ha incollato delle freccette adesive segnaletiche agli incroci, inoltre è in grado di suggerire percorsi alternativi in caso si desiderasse accorciare gli itinerari o evitare qualche salita. Per quanto riguarda il trasporto bagagli questo non è necessario poiché si mantiene come base di partenza lo stesso alloggio per tutta la vacanza.

Per saperne di più

– su Ivrea in generale: http://www.radiocorriere.tv/piemonte/Ivrea_to.html

– sul castello di Ivrea: piazza Castello; orari d’apertura: domenica 15.00-18.30, biglietto: intero € 2,00 https://www.youtube.com/watch?v=irYAi2po8kQ brevissimo video sul castello Ivrea; http://www.mondimedievali.net/Castelli/Piemonte/torino/ivrea.htm sito con info sul castello.

– sul Museo a cielo aperto dell’architettura moderna di Ivrea

– panchina intelligente sulla passerella ciclo-pedonale che attraversa la Dora Baltea, inaugurata nel 2013 https://www.youtube.com/watch?v=Dizxs_bM7jk

– sul castello di Pavone: è un hotel, ristorante e centro congressi (non si visita) per avere un’idea del suo aspetto si può guardare questo video https://www.youtube.com/watch?v=3ZuJ9ZJezgU

– sul castello di Agliè: tel. 0124 330102; calendario apertura estiva 2015 (2/06-4/10): aperto da mar. a dom. 9-18.30 (ultimo ingresso); giardini e parco solo sab.-dom. e festivi, stesso orario del castello. Le visite sono accompagnate, per cui alla biglietteria assegnano un orario di ingresso, che dipende dall’ordine di arrivo e dall’affluenza di turisti alla reggia. visita virtuale al castello e al borgo; https://www.youtube.com/watch?v=yaRIpxrOG2E TG di rete7 del 25/05/2014 – presenta la residenza ducale di Agliè la direttrice della stessa.

– su villa “il Meleto” di Guido Gozzano: tel. 0124 330150, aperta da mart. a dom. (eccetto mercoledì) 10-12.30/15-19. Info sul museo: http://www.italianbotanicalheritage.com/it/scheda.php?struttura=1533. Video sul museo https://www.youtube.com/watch?v=dJAja8VehMM

– sul santuario della Madonna delle Grazie (Chiesa dei Tre Ciochè) http://www.viaggispirituali.it/2009/09/santuario-madonna-delle-grazie-aglie-torino/; ;

– sul castello di Mazzè: http://www.castellodimazze.it tel. 011 9830765; 011 3741761 http://www.parcopotorinese.it/

– sul lago di Candia: video https://www.youtube.com/watch?v=4aKpKya0gsA

– sulla chiesa romanica dei SS. Pietro e Paolo a Pessano di Bollengo

– sul borgo di Piverone e sui ruderi del Gesiun nei pressi di Piverone video: https://www.youtube.com/watch?v=kQE6_DJiXLA

– sul lago di Viverone video: https://www.youtube.com/watch?v=kyw2pdChkqw

– sul castello di Masino tel. 0125 778100 per gli orari consultare: https://fondoambiente.it/luoghi/beni-fai; video promozionale del FAI: https://www.youtube.com/watch?v=WWn1fl6ohMc

Cosa assaggiare: ad Agliè il torcetto, un biscotto al burro; consiglio di visionare questi due video sulla sagra del torcetto 2015: https://www.youtube.com/watch?v=UN6VQiz-j5g; https://www.youtube.com/watch?v=5bKFnLA8ypE



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Castello di Masino
    Diari di viaggio
    canavese a due ruote

    Canavese a due ruote

    del vino Erbaluce. Seguitiamo a pedalare per una strada a traffico limitatissimo, in una stupenda cornice paesistica fino a una morbida...

    Diari di viaggio
    gita in piemonte

    Gita in Piemonte

    Questo weekend era iniziato all’insegna delle previsioni meteo completamente sfavorevoli…comunque prima della partenza avevo fatto un...