Budapest in quattro meravigliosi giorni

weekend lungo con bimbi al seguito
 

Decidiamo di partire alla volta di Budapest!

turistipercaso

L’impressione è di essere in una piccola Vienna: Giorno 1

Nonostante le decisioni inziali se partire o meno vista l’incertezza della guerra, optiamo per andare e poco dopo pranzo del venerdì di Pasqua siamo in città nel nostro appartamento prenotato su Airbnb. L’appartamento è nuovo e molto bello nel pieno centro del quartiere ebraico, dotato anche di garage interrato e di un piccolo terrazzino che è davvero carino. Cucina fornita, lavatrice e asciugatrice. Si raggiungono tutte le principali attrazioni di Pest a piedi. La proprietaria disponibile e veloce nelle risposte e parla anche italiano. Siamo stati molto bene, consigliato al 100%. Usciamo subito per un primo contatto con la città. L’impressione è di essere in una piccola Vienna, elegante, ben organizzata, pulita e vivace! Ed estremamente economica.

Facciamo un primo giro nel quartiere ebraico entrando allo Szlimpa Kert, senza dubbio il ruin pub più famoso di Budapest, all’interno di una vecchia fabbrica di stufe e nello street food accanto. La zona del quartiere ebraico è piena di questi pub in rovina, per lungo tempo luoghi di aggregazione non riconosciuti delle giovani generazioni di Budapest, oggi diventati vere e proprie attrazioni turistiche. Lo abbiamo trovato un quartiere vivo ed estremamente interessante, anche per i bambini! Arriviamo fino alla grande Sinagoga, davvero imponente e ammiriamo nel cortile interno il famoso salice piangente fatto di lame di metallo. Proseguiamo la nostra camminata fino al ponte Elisabetta da quale si gode una vista meravigliosa sul Danubio e sul Castello di Pest sulla sponda opposta del fiume.

Torniamo sui nostri passi per percorrere tutto il lungo fiume fino al parlamento. Nel nostro tragitto costeggiamo la bellissima linea del tram giallo n. 2. La strada che affianca il tram fortunatamente è chiusa per lavori e questo rende la passeggiata estremamente piacevole e tranquilla. Incrociamo la statua della ragazza con il cane e poi quella più famosa della piccola principessa. Arriviamo quindi al famoso ponte delle Catene, al momento in restauro e tutto coperto dai teli. Peccato. Superato il ponte poco prima di arrivare al Parlamento incontriamo le scarpe sul Danubio, monumento toccante dedicato alla memoria dell’olocausto degli ebrei. Siamo infine al Parlamento, simbolo della città e dell’intera Ungheria.

L’edifico è davvero bello e imponente sia dalla parte del fiume, sia dal lato interno dove sono state restaurate le due piazze interne sulle quali si affaccia. Dopo una breve sosta riprendiamo verso casa e attraversiamo la bella piazza Liberty square dove i nostri bimbi restano incantati dalla fontana della piazza. Gioco che piace a grandi e piccini e ci ritroviamo tutti bagnati ma contenti! Proseguiamo verso sud direzione Elisabeth square dove ci attende la ruota panoramica, tappa immancabile per i bambini! Finisce qui la nostra prima giornata

In giro per la città (sotto la pioggia!): Giorno 2

Ci alziamo di buon’ora ma purtroppo non è una bella giornata, il cielo è grigio e non promette niente di buono. Rimandiamo quindi al giorno successivo la visita della collina di Buda e cambiamo programma. Ci dirigiamo a piedi verso la chiesa di Santo Stefano, che visitiamo internamente e saliamo fin sulla cupola perché coi bimbi non può mancare! La vista però, causa il vento freddo e il cielo grigio, non ci lascia particolare soddisfazione, molto meglio dalla ruota panoramica la sera prima. Usciti dalla chiesa ci incamminiamo in Andrassy Ut, il più importante viale di Budapest. Qualcuno ha paragona questo viale agli Champs Elysees di Parigi. A mio modesto parere, ancora non reggono il confronto ma chissà… Passiamo davanti all’Opera e arriviamo fino a Piazza degli Eroi, una delle piazze più importanti della città costruita per celebrare il millesimo anniversario dell’Ungheria.

La piazza è dominata da un’imponente colonna corinzia alta 36 metri sormontata dall’Arcangelo Gabriele. Questa composizione scultorea, chiamata anche Monumento del Millennio, dal 2002 è stato dichiarato insieme al viale Andrassy Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Sulla piazza si affacciano anche due importanti edifici, il Museo delle Belle Arti a sinistra e il Palazzo dell’Arte a destra che però non abbiamo visitato. Superata la piazza si entra nel parco pubblico del Varosliget, il polmone verde della città. Ci fermiamo nel parco per i bimbi e intanto diamo un’occhiata. Poco distante ci sono i Bagni termali Szechenyi, i più antichi della città, che ci sentiamo di consigliarvi se non avete bambini al seguito. Tra le altre attrazioni che noi non abbiamo visitato, troverete lo Zoo di Budapest, il Museo dei mezzi di Trasporto, il Museo dell’Agricoltura e la Pista di Pattinaggio sul ghiaccio più grande d’Europa, che era da poco stata chiusa. Nel Parco del Varosliget si trova il magnifico castello del Vajdahunyad Vara, costruito nel 1896 in occasione dell’Esposizione Universale.

Purtroppo inizia a piovere, facciamo un carnet di biglietti da 10 biglietti (potete farli in tutte le macchinette che troverete agli ingressi delle metro e valgono per metro tram e autobus) e prendiamo la metro per tornare a casa, per prepararci e andare alle terme! La linea M1 della metro di Budapest è davvero bella, una delle più antiche del mondo e tenuta benissimo, con tutte le stazioni storiche fatte di legno e mattonelle. Con un totale di undici stazioni ne conserva ben otto originali in cui pavimenti, illuminazione e panchine sono gli stessi di quando fu edificata alla fine del 1800. Tornati a casa prepariamo l’occorrente e ci dirigiamo alle terme, tenute appositamente per un pomeriggio di pioggia.

Avendo con noi i bambini abbiamo scelto i bagni Csillaghegyi che sapevamo avere da poco aperto un’intera aerea dedicata ai bambini. I bagni sono molto belli, grandi e ben tenuti, ma certo non sono all’altezza degli storici bagni che troverete in centro a Budapest (Bagni Széchenyi o Gellert) da preferire senza bambini. Ad ogni modo il pomeriggio trascorre veloce e dopo 3 orette torniamo verso il nostro appartamento. Non abbiamo voglia di prepararci da cena e scendiamo sotto casa al Fekete Kutya, un pub frequentato prettamente da locali ma molto carino con birre artigianali e stuzzichini per cenare. Prezzo davvero basso.

Guarda la gallery
img_8774

fviq7241

img_8612

img_8748

img_e2685

img_e8792

lurb4044

pvej0536

rtzge9928

budapest,,hungary.,night,view,on,parliament,building,over,delta,of



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Budapest
    Diari di viaggio
    budapest in quattro meravigliosi giorni

    Budapest in quattro meravigliosi giorni

    Decidiamo di partire alla volta di Budapest!L’impressione è di essere in una piccola Vienna: Giorno 1 Nonostante le decisioni...

    Diari di viaggio
    48 ore a budapest

    48 ore a Budapest

    48 ore, tanto è durata la gita che io ed il mio ragazzo abbiamo deciso di regalarci per San Valentino 2020. Incuriositi dalla rinomata...

    Diari di viaggio
    budapest in auto

    Budapest in auto

    Amici dell’asfalto buongiorno, sono a raccontarvi un nuovo viaggio.Il 3 giugno 2015 io, mia moglie e il nostro cagnolino Wuilli (da...

    Diari di viaggio
    breve tappa in ungheria: 5 giorni a budapest e dintorni

    Breve tappa in Ungheria: 5 giorni a Budapest e dintorni

    Da un anno non andiamo all’estero e sentiamo forte il richiamo di una capitale. La stagione è ancora bella, si potrebbe approfittare del...

    Diari di viaggio
    budapest in 5 giorni

    Budapest in 5 giorni

    Primo giorno Il ns volo Ryanair in partenza dall’aeroporto di Bari atterra all'aeroporto Ferihegy nel primo pomeriggio. Fortuna che ho il...

    Diari di viaggio
    navigando lungo il danubio

    Navigando lungo il Danubio

    L'esperienza di navigare su un fiume importante, l'avevo già provata quando da Mosca la motonave aveva terminato il suo viaggio a San...

    Diari di viaggio
    budapest e dintorni: tra le bellezze della città e l'ottima gastronomia

    Budapest e dintorni: tra le bellezze della città e l’ottima gastronomia

    Budapest e dintorni1-8 agosto 2018Azzano San Paolo all’Orio Parking - Budapest : 1° giorno Lasciata l’auto ad Azzano...

    Diari di viaggio
    maratonadi ndo per budapest

    Maratonadi ndo per Budapest

    vicino al B&B: Fulemule Etterem (Usignolo Ristorante) dove avevamo già mangiato molto bene la prima sera. Io ho preso Serpenyos...

    Diari di viaggio
    budapest meravigliosa... fai da te

    Budapest meravigliosa… fai da te

    Abbiamo scelto questa meta dopo averne parlato molte volte e devo dire che questo breve viaggio è stato sorprendente. Una città...

    Diari di viaggio
    budapest, perla dell'est!

    Budapest, perla dell’est!

    30/09/2018 G1 - 20500 passi (12km)Sveglia prima dell’alba, carichiamo bambini e bagagli e partiamo verso il parcheggio aeroportuale...

    Video Itinerari