Bretagna on the road

Periodo: 09/21 agosto Km fatti: 4.500 (tutti in auto) Per le vacanze di quest’anno, dopo l’ipotesi Normandia (non scartata, solo rinviata..), io ed Elena abbiamo scelto di visitare una sola regione, forse quella più particolare della Francia, la Bretagna. Molti quando gli dicevamo che avremmo viaggiato in macchina ci guardavano storto, ma...
 
Partenza il: 09/08/2007
Ritorno il: 21/08/2007
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

Dournanez è carina ma a nostro parere un po’ dispersiva, il porticciolo con i ristoranti tipico e accogliente, ma sinceramente ci ha lasciato non delusi ma abbastanza indifferenti.

In questi giorni torna a farci visita il maltempo, rendendo le nostre visite e/o scarpinate spesso bagnate e avventurose. Segnalo assolutamente da non perdere il “Pointe du Raz” e il “Pointe du Van”, dove tra i due si incastona meravigliosa la “Baie des trespasses”..

Km di scarpinate resi leggerissimi dai panorami mozzafiato, complice anche il cielo plumbeo di quelle mattine che rendeva tutto molto “anglosassone”, vento perennemente a tenerci compagnia (da rilevare infatti l’abbondanza in tutta la Bretagna di impianti eolici, le famose torri con le eliche alte 50-60m..).

Dopo 3 giorni nel Finistere torniamo mestamente verso l’Italia, facendo per la sera tappa a Cluny, dove stanchissimi dalla giornata di viaggio non ci fermiamo molto a fare turismo, se non per una passeggiata in centro per la cena. Anche qui alloggiamo in una bellissima casa, ospiti di una gentilissima giovane coppia, con camere in stile antico davvero belle. La chambre d’hote si chiama “Maison de garde”, a 5 minuti a piedi dal centro di Cluny e dalla celeberrima abbazia.

Nel pomeriggio del giorno dopo siamo a casa..Stanchi ma soddisfatti della nostra vacanza, consci di aver visto una serie di luoghi incantevoli, una natura ancora con qualcosa da dire (abbiamo volutamente evitato apparte St.Malo tutte le città..) , con l’orgoglio nazionalista dei bretoni (celebre il detto “Je ne suis pas francais, je suis bretonne”) e la presenza ovunque della loro bandiera, dei cartelli in doppia lingua francese/bretone a farci sempre compagnia, dell’odore dei loro prelibatissimi biscotti al burro, le galettes bretonnes..

Ma riuscirò a metabolizzare tutto ancora meglio stasera, dopo un enorme piatto di spaghetti alla carbonara e un bel caffè..Italianissimi..Quanto mi siete mancati..

A bientot Bretagne..

Andrea P.S. Per info/indirizzi aggiuntivi contattatemi senza problemi.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Cancale
    Diari di viaggio
    castelli e cattedrali nel nord della francia

    Castelli e cattedrali nel nord della Francia

    di Cheverny: 11 € (parcheggio gratis)Castello di Chambord: 13 € (parcheggio 6 €)Chiostro Cattedrale di Tours: 3,50...

    Diari di viaggio
    un tour tra bretagna e normandia on the road

    Un tour tra Bretagna e Normandia on the road

    Prima di iniziare a scrivere il diario di questo bellissimo tour in Bretagna e Normanida, ho deciso di scrivere alcune dritte che...

    Diari di viaggio
    olanda, normandia e bretagna

    Olanda, Normandia e Bretagna

    Quando organizziamo un viaggio iniziamo a guardare in internet che tipo di itinerario percorrere, deciso a grandi linee compriamo la guida...

    Diari di viaggio
    la bretagna in inverno

    La Bretagna in inverno

    Quest’anno, la voglia di partire era veramente tanta perché era più di un anno che io e mio marito Luca non ci concedevamo una vacanza...

    Diari di viaggio
    normandia e bretagna 12

    Normandia e Bretagna 12

    7 agosto 2014 Partenza da Orio al Serio, destinazione Beauvais. Presa della vettura a noleggio (Autoeurope/Avis) e prima tappa a Giverny...

    Diari di viaggio
    normandia e bretagna 11

    Normandia e Bretagna 11

    riscalda gli animi decidiamo di lasciare la Bretagna. E dobbiamo farlo velocemente se vogliamo trovare un alloggio per stanotte. Arriviamo...

    Diari di viaggio
    francia da sogno

    Francia da sogno

    Siamo ormai due amanti della Francia, bisogna ammetterlo. A Parigi per ben due volte (un Capodanno e una dieci giorni estiva), e una...

    Diari di viaggio
    uno scrigno chiamato bretagna

    Uno scrigno chiamato Bretagna

    In verità non sapevo proprio bene cosa aspettarmi, pensavo però che ormai dopo il boom del mercato immobiliare che ha rovinato tanti...

    Diari di viaggio
    normandie et bretagne

    Normandie et Bretagne

    Normadie et Bretagne Journal du voyageSettembre 2009Sabato 12 settembre 2009 H 11.50Il viaggio è iniziato. Una calda...

    Diari di viaggio
    un'allegra famiglia in bretagna e normandia

    Un’allegra famiglia in Bretagna e Normandia

    Un’allegra famiglia in Bretagna e Normandia Scrivere questo diario può sembrare stavolta una cosa superflua perché di itinerari su...