Bretagna mon amour

Alla scoperta della selvaggia e ventosa Bretagna e di un pizzico di Normandia: natura, mare agitato e soprattutto tanti tanti fari
Partenza il: 29/07/2012
Ritorno il: 08/08/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Undici intensi giorni e quasi 2800 chilometri a bordo di una 500 bianca alla scoperta della selvaggia e ventosa Bretagna e di un pizzico di Normandia; natura, mare agitato e soprattutto tanti tanti fari.

Quest’anno io e Claudio siamo riusciti a raggiungere la tanto sognata Bretagna, terra che per me amante dei fari rappresenta letteralmente un paradiso. Ovviamente prima di partire mi sono studiata per bene le diverse posizioni dei fari e durante questa vacanza ho cercato di vederne il più possibile; ma oltre ai bellissimi fari la Bretagna ci ha permesso di scoprire dei paesaggi che difficilmente dimenticheremo e la cordialità e disponibilità dei proprietari delle chambre d’hotes in cui abbiamo soggiornato. La parte che più ci ha affascinato è stata la parte settentrionale della Bretagna, e in particolare il Finistere che ci ha fatto vivere delle atmosfere davvero da finis terrae! Abbiamo iniziato il nostro viaggio facendo una tappa in Normandia e lo abbiamo concluso facendo una piccola deviazione per Versailles. Questo racconto di viaggio spero possa essere d’aiuto per i futuri visitatori di questa stupenda parte di Francia, in attesa di poterci ritornare, magari in inverno, per poter così assaporare la furia selvaggia del mare in tempesta.

Primo giorno: 29 Luglio (480 km)

Partenza da Orio al Serio con volo Ryanair alle ore 6.30 del mattino con destinazione Parigi Beauvais: costo 85€ a persona. Appena scesi dall’aereo ci rendiamo conto di aver sbagliato guardaroba! Infatti ad accoglierci ci sono nubi grigie e un vigoroso venticello che ci accompagnerà per tutta la vacanza. Quindi io armata di pile e kway e Claudio in maniche corte (il clima perfetto per lui!) ci dirigiamo verso gli uffici Avis dove ritiriamo una bellissima 500 bianca che sarà la nostra fedele compagna di viaggio. Presa l’auto ci mettiamo in marcia; prima tappa Colleville sur Mer: cimitero americano e spiagge dello sbarco in Normandia. Nel tragitto ci fermiamo ad osservare le numerose pale eoliche che costellano i campi come delle gigantesche girandole. Parcheggiamo la macchina nell’ampio parcheggio del cimitero americano e abbiamo il primo impatto con le enormi spiagge che caratterizzano la costa nord della Francia. Davanti a noi si apre la spiaggia di Omaha Beach teatro di un atroce scontro durante la seconda guerra mondiale. Decidiamo di scendere in spiaggia e subito ci rendiamo conto della sua vastità: sabbia bianca e moltissimi kart a vela che sfruttano il vento per muoversi; queste spiagge nel corso della giornata verranno poi sommerse dal mare che risale per effetto della marea. Dopo una sosta in spiaggia ci dirigiamo verso il cimitero americano: è davvero molto grande, ci sono tantissime croci bianche con inciso il nome dei soldati mentre altre sono anonime; è davvero molto difficile non commuoversi di fronte a questa distesa di oltre 9000 croci. La visita al cimitero è gratuita e c’è un ampio parcheggio per auto e camper. Finita la visita ci fermiamo per caso in una piccola e caratteristica cittadina sul mare: Port en Bessin-Huppain. Mangiamo una galette in uno dei ristoranti presenti al porto e nel pomeriggio ci dedichiamo alla raccolta delle numerosissime conchiglie presenti sulla spiaggia (capesante, cozze…) che nel tardo pomeriggio verrà sommersa dalla marea. Osserviamo l’arrivo della marea e ci rimettiamo in viaggio verso la nostra prima tappa: Roz Landrieux, un piccolo paesino dell’Ille et Vilaine dove rimarremo per tre notti (Manoir de la grande mettrie, 49 euro a notte la doppia; ottima prima colazione, gentilezza dei proprietari e il fascino di dormire in un maniero del 1400!). Per la cena ci spostiamo nella vicina Dol de Bretagne, graziosa cittadina medioevale con molti ristoranti e una bella cattedrale.

Guarda la gallery
michel-t3uph

Ile vierge e il suo faro



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
viaggio nel mani, peloponneso

Viaggio nel Mani, Peloponneso

La regione del Mani si trova nel Sud del Peloponneso, tra Messenia e Laconia. Un...

patrizio e le giuggiole di arquà petrarca

Patrizio e le giuggiole di Arquà Petrarca

Un episodio inedito dello Slow Tour Padano di Patrizio Roversi: durante l’itinerario...

villa vizcaya miami

Villa Vizcaya Miami

Villa Vizcaya Miami

Leggi i Diari di viaggio su Versailles
Diari di viaggio
parigi in una settimana: dritte e info sul nostro itinerario con bambini

Parigi in una settimana: dritte e info sul nostro itinerario con bambini

Per l’estate del 2019, dopo nove anni, abbiamo scelto di ritornare a Parigi perché è una città che ha lasciato in noi una grande...

Diari di viaggio
weekend a parigi 4

Weekend a Parigi 4

PARIGI! Eccoci in partenza, un weekend lungo con la mia mamma per i suoi 60 anni. Scelgo il treno, perchè proprio non ce la faccio a...

Diari di viaggio
parigi in 6 giorni: racconto e consigli pratici

Parigi in 6 giorni: racconto e consigli pratici

Partiamo il mattino da Verona con un volo AirFrance e arriviamo alle 12.30 circa al terminal 2G dell’aeroporto Charles de Gaulle. In...

Diari di viaggio
tour de force a paris

Tour de force a Paris

Finalmente, per il mio 23esimo compleanno riesco a realizzare uno dei miei sogni. Visitare Parigi, la città dell'amore, con il mio Amore....

Diari di viaggio
parigi insolita tra impressionisti e tour de france

Parigi insolita tra impressionisti e Tour de France

Parigi: meta classica con una sorpresa, la vittoria di un italiano al Tour de France Domenica 27 luglio 2014 Quando abbiamo prenotato i...

Diari di viaggio
a zonzo per parigi

A zonzo per Parigi

Rita ed io andiamo spesso a Parigi, facilmente raggiungibile in TGV da Torino con 29 euro per tratta. Ci sistemiamo all’Hotel Jules...

Diari di viaggio
paris, tutto o quasi in tre giorni

Paris, tutto o quasi in tre giorni

Eccoci al nostro primo diario di bordo, speriamo ce ne siano tanti altri! Partenza da Orio al Serio venerdì sera alle 20.25 e arrivo a...

Diari di viaggio
sei giorni a paris... avec la mamma

Sei giorni a Paris… avec la mamma

Volevo fare un bel regalo alla mia mamma per il suo compleanno, così ho deciso di portarla nella sua città del cuore, Parigi, con una...

Diari di viaggio
kenavo breizh! di arrivederci bretagna

Kenavo Breizh! di arrivederci Bretagna

vicinissima mostra d’arte, che espone dipinti di alcuni tra i più importanti pittori impressionisti, allievi dello stesso Monet. La...

Diari di viaggio
bretagna mon amour

Bretagna mon amour

Undici intensi giorni e quasi 2800 chilometri a bordo di una 500 bianca alla scoperta della selvaggia e ventosa Bretagna e di un pizzico di...