Bretagna e Normandia in camper

NORMANDIA E BRETAGNA 2004 Domenica 8 agosto Alle 20.00 in punto esco di corsa dall’ufficio e mi ritrovo come per magia sul mio camper…finalmente si parte…direzione Normandia e Bretagna! Imbocchiamo l’autostrada a Sarzana e ci dirigiamo verso Aosta, ns. Prima tappa, dove passiamo la notte in autogrill. Km. 327/327 Lunedì 9...
 
Partenza il: 08/08/2004
Ritorno il: 24/08/2004
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

NORMANDIA E BRETAGNA 2004 Domenica 8 agosto Alle 20.00 in punto esco di corsa dall’ufficio e mi ritrovo come per magia sul mio camper…Finalmente si parte…Direzione Normandia e Bretagna! Imbocchiamo l’autostrada a Sarzana e ci dirigiamo verso Aosta, ns. Prima tappa, dove passiamo la notte in autogrill.

Km. 327/327 Lunedì 9 agosto Partiamo dall’area di servizio accompagnati da tempo nuvoloso e da una leggera pioggia.

Al momento di fare il gas per la bombola dei servizi ci attende il primo imprevisto: il ragazzo della stazione di servizio ci fa notare che c’è una perdita di gas e ci consiglia di uscire dall’autostrada e andare a fare un controllo presso un’officina specializzata negli impianti gas.

Così usciamo alla ricerca dell’officina che troviamo con facilità dove, dopo aver dato un’occhiata, ci tranquillizzano dicendoci che non si tratta di una vera e propria perdita, ma solamente che al momento di fare il pieno, data l’età e l’usura dei tubi, si ha una piccola fuga dall’entrata del gas alla bombola. Secondo loro nessun problema per la vacanza, solo il consiglio di sostituire i vari tubi e tubetti al ns. Ritorno. Quindi si riparte alla volta del traforo del Monte Bianco. Entriamo in Francia finalmente e imbocchiamo la N206 e poi la E84 e ci fermiamo per il pranzo vicino a Collages, dopodiché ripartiamo in direzione Bourg-en-Bresse / Macon, strada provinciale D979 (scorrevole anche se tutti saliscendi) e poi N79.

Lungo la strada passiamo per Nantua, piccolo paesino neanche segnalato sulla cartina, sulle rive di un grande lago. Passiamo Macon e ci dirigiamo verso Chalon sur Saone (N6), dove ci fermiamo al centro commerciale Carrefour (il primo dei migliaia che troveremo lungo la strada)…Prima ordinazione in francese al bar…Il caffè costa 1 € ed è decisamente pessimo! Di nuovo sulla N6 decidiamo di arrivare a Beaune e fermarci lì per la notte in un camping (dovremo comprare un adattatore per le spine francesi o vacanza senza elettricità!).

Spese del giorno: -pedaggio Aosta € 23,70 + € 4,70 -traforo Monte Bianco € 29,30 -pedaggi € 5,70 + € 1,60 -campeggio € 14,50 Km. 447/774 Martedì 10 agosto Durante la notte veniamo svegliati più volte da un temporale…A un certo punto sentiamo pure una donna che urla! Tentiamo di partire verso le 9.00 ma veniamo fermati da turisti tedeschi che ci urlano qualcosa, scendo e mi rendo conto che stavamo partendo con le scarpe sul tetto! Recuperata la faccia partiamo alla ricerca del supermarchè dove facciamo colazione e compriamo un fornellino a gas (abbiamo deciso di non usare + quello del camper). Dopo 1 ora e mezza persa a girare a vuoto finalmente imbocchiamo la A6 direzione Auxerre e successivamente Fontainbleau con la N6.

Visitiamo il parco ed il castello, immensi…Il cartello all’entrata preannuncia 8 Km. Di percorso (che naturalmente non ci sognamo neanche di fare!) Lasciamo Fontainbleau e arriviamo a Chartres (D409 e poi D837), dove troviamo con facilità il camping per la notte, anche se non è segnalato su nessuna guida o diario di viaggio.

Cena a lume di candela alla citronella preparata sul ns. Nuovo fornellino! Spese del giorno: -pedaggio autoroute € 9,20 Km. 385/1.159 Mercoledì 11 agosto Dopo colazione e rigoverno del mezzo decidiamo di andare a visitare la cattedrale di Chartres, patrimonio dell’umanità dell’Unesco. La visita merita non solo per la bellezza della cattedrale, ma anche per il paese, dove tra l’altro incontriamo le prime case a graticcio tipiche del nord della Francia. Ripartiamo verso mezzogiorno in direzione Rouen (N154-D828).

Sosta per il pranzo ad Acquigny, dove c’è un bel castello con parco sulla riva di un piccolo fiume.

Arriviamo a Rouen, dove dobbiamo prendere di nuovo l’autoroute (A151), causa traffico e lavori in corso, per arrivare a Dieppe, dove finalmente (alla soglia dei trent’anni) vedo e tocco per la prima volta l’oceano! Mi sembra di essere come Alberto Granado, l’amico del Che, che durante il loro viaggio in lungo e largo per l’America Latina lo scopre per la prima volta…Il panorama è meraviglioso e, nonostante sia abituata alle coste rocciose (abitando in Liguria), le falesie altissime che si gettano in mare mi lasciano stupefatta! Cerchiamo un posto per la notte e lo troviamo a Martigny, dove riusciamo a infilarci in un camping nonostante la reception sia chiusa. Ci piazziamo proprio sul laghetto con tanto di ninfee e paperelle…L’unica cosa negativa sono le zanzare… Spese del giorno: -camping € 12,10 Km. 273/1.432 Giovedì 12 agosto Finalmente dopo 3 gg. E mezzo di peregrinare si può dire che ha inizio la vacanza! Alla ricerca di un supermarchè sbagliamo strada e ci troviamo davanti un cartello che indica la centrale nucleare di Pelny…Quindi deviazione obbligata per la visita…Veniamo anche “rimproverati” da un addetto della centrale per esserci spinti troppo in là sulla falesia per “spiare” il panorama e la centrale! Trovato un Leclerc ci fermiamo a fare la spesa e poi cominciamo a scoprire le cittadine sulla costa: Veules les Roses, St. Valery en Caux etc.

Sosta per il pranzo a Paluet, dove tra l’altro c’è un’altra delle 73 (?) centrali nucleari francesi.

Mentre mangiamo scoppia un temporale e continuerà a piovere per tutto il giorno, così decidiamo di andare a visitare la fiera dell’antiquariato di Carny che abbiamo trovato seguendo un manifesto. Da lì esco con una meravigliosa pala in legno. Arrivo e serata a Fecamp, deludente, squallida a dir poco, forse per la pioggia? Spese del giorno: -camping € 11,20 Km. 141/1.573 Venerdì 13 agosto Visitiamo l’abbazia La Trinitè di Fecamp, più grande all’esterno della Notre Dame di Parigi, che mi fa un po’ ricredere sulla cittadina, anche se all’uscita rischio di prendere un pezzo di cornicione in testa! Ci fermiamo ad un Bricomarchè per comprare l’adattatore di corrente per il camper e poi ci dirigiamo verso Etretat, dove troviamo un camper molto vicino al centro. Pranziamo e poi partiamo alla volta delle falesie…Mai visto uno spettacolo simile: rocce bianche a picco sul mare…Credo non abbiano nulla da invidiare alle più famose scogliere d’oltremanica di Dover. Dalla spiaggia ci sono 2 percorsi che portano uno sulla falesia di Amont e l’altro su quella di Aval, noi andiamo verso quest’ultima, raggiungibile solo a piedi, e giunti sulla parte più alta ci troviamo davanti uno scenario magnifico: un arco di pietra naturale di 90 mt. Di apertura con davanti un “obelisco” che si staglia nell’oceano. Inoltre da lì sopra si gode la vista di tutta la cittadina, peraltro molto bella e ordinata, non come le altre città di mare che abbiamo incontrato sinora.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Caen
    Diari di viaggio
    normandia e parigi on the road

    Normandia e Parigi on the road

    Diario di viaggio tra Normandia e Parigi.Giorno 1: da Roma a Giverny Partenza ore 07:20 puntuale da Ciampino e arrivo a Parigi...

    Diari di viaggio
    gironzolando per la normandia
    Ama

    Gironzolando per la Normandia

    2022 anno di viaggi, dopo Lapponia finlandese, Perù adesso tocca alla Francia ed in particolare la Normandia. Anche per questo viaggio ci...

    Diari di viaggio
    normandia on the road

    Normandia on the road

    GIORNO 0: DALLA LOMBARDIA ALLA NORMANDIA GIORNO 1: CASTELLO DI GAILLARD E ROUENGiunti in Normandia, la prima sosta del viaggio la...

    Diari di viaggio
    maratona e...alta marea!

    Maratona e…alta marea!

    Mentre il nostro amico continua ad allenarsi nella corsa, noi cominciamo a preparare i bagagli per partire: si va a Mont Saint Michel per...

    Diari di viaggio
    francia on the road di prima parte

    Francia on the road di prima parte

    a base di pesce, muscoli e crostacei (non poteva essere diversamente), ottima per noi e un po’ meno per papà, che ha ordinato le lumache...

    Diari di viaggio
    a spasso per la valle della loira, mont st-michel, la normandia e rouen

    A spasso per la Valle della Loira, Mont St-Michel, la Normandia e Rouen

    Eccomi qui di ritorno dal tanto atteso viaggio in Francia a zonzo tra la valle della Loira, della Bretagna e della Normandia. Anzitutto mi...

    Diari di viaggio
    bello perdersi in normandia!

    Bello perdersi in Normandia!

    stati in coda, praticamente, oltre tre ore! Prima, non aprivano mai il nostro check-in, poi l’hanno aperto ad un desk per il drop off...

    Diari di viaggio
    assaggio di francia

    Assaggio di Francia

    Siamo atterrati a Parigi Beauvais nel tardo pomeriggio, giusto il tempo di prendere l’auto in affitto già prenotata su internet, e...

    Diari di viaggio
    normandia e bretagna 12

    Normandia e Bretagna 12

    7 agosto 2014 Partenza da Orio al Serio, destinazione Beauvais. Presa della vettura a noleggio (Autoeurope/Avis) e prima tappa a Giverny...

    Diari di viaggio
    la seducente francia del nord

    La seducente Francia del Nord

    la suggestione del giardino davvero impossibile da dimenticare. Il laghetto con le ninfee compare tra una selva di bambù, salici...