Botswana & victoria falls

1° giorno – sabato 29 novembre 2008 Italia / Francoforte / Johannesburg Ritrovo all’aeroporto di partenza in Italia almeno 2h00’ prima della partenza del volo LH (Lufthansa) per Francoforte. Arrivo e coincidenza con volo SA (South African Airways) per Johannesburg. Pasti e pernottamento a bordo. 2° giorno – domenica 30 novembre 2008...
 
Partenza il: 29/11/2008
Ritorno il: 14/12/2008
Viaggiatori: in coppia

1° giorno – sabato 29 novembre 2008 Italia / Francoforte / Johannesburg Ritrovo all’aeroporto di partenza in Italia almeno 2h00’ prima della partenza del volo LH (Lufthansa) per Francoforte. Arrivo e coincidenza con volo SA (South African Airways) per Johannesburg. Pasti e pernottamento a bordo. 2° giorno – domenica 30 novembre 2008 Johannesburg Arrivo a Johannesburg e disbrigo delle formalità doganali. Incontro con un incaricato del nostro corrispondente locale che vi fornirà le prime informazioni utili per il vostro soggiorno in Sudafrica. Trasferimento al THE WESTCLIFF HOTEL.

La giornata è a vostra disposizione per rilassarvi dopo il viaggio e godervi la prima giornata di vacanza.

THE WESTCLIFF HOTEL è sicuramente una struttura dalla raffinata eleganza. E’ immerso in un rigoglioso giardino, in una zona residenziale ed appartata della città, ma a breve distanza dai punti di principale interesse. Offre camere arredate con ricercatezza in cui pezzi d’antiquariato si fondono armoniosamente a tendaggi e carte da parati ricercate. Tutte le camere dispongono di aria condizionata, televisione, radio, minibar e servizi privati. A disposizione degli ospiti: ristoranti, bar, piscina riscaldata, direttamente affacciata sul celebre giardino zoologico della città. L’hotel appartiene alla prestigiosa catena Orient Express. 3° giorno – lunedì 1 dicembre 2008 Johannesburg/Maun/Kalahari (prima colazione e cena) All’ora convenuta trasferimento all’aeroporto e partenza con volo BP (Air Botswana) per Maun.

All’arrivo, Trasferimento in aereo da turismo all’airstrip del DECEPTION VALLEY LODGE quindi in auto fino al lodge.

Sistemazione Sistemazione nello chalet riservato con trattamento di pensione completa. Avrete incluso nella quota due attività al giorno accompagnati da esperti rangers inglesi. DECEPTION VALLEY LODGE http://www.Dvl.Co.Za Il Main Lodge è costruito in stile tipicamente africano, caratterizzato dai colori accesi e brillanti e dal vasto uso di oggetti dell’artigianato dei bushmen del Kalahari: sala da pranzo, lounge e bar, terrazza con vista sul laghetto antistante intorno al quale la fauna locale si riunisce. La piscina e il tipico boma per le cene all’aperto si trovano nei pressi del main lodge. Camminamenti di legno collegano il main lodge con i songoli chalets.

6 Luxury chalets e 1 family chalet con 2 camere da letto comunicanti. Ciascuno dispone di 2 letti singoli, sala da bagno in stile vittoriano, doccia esterna, area living separata e veranda; asciugacapelli, pale ventilatore, zanzariera sui letti, corrente elettrica, mini-bar.

Le attività del lodge prevedono: game safari in veicoli 4×4 aperti; safari notturni. Bird wathcing (oltre 200 specie di volatili abitano l’area); passeggiate guidate dai Bushmen del Kalahari; 4° giorno – martedì 2 dicembre 2008 – Kalahari Sveglia all’alba, tè/caffè, come vuole l’antica tradizione, quindi partenza per l’attività del mattino accompagnati dai rangers locali. Rientro al lodge per un’abbondante prima colazione. Pranzo al lodge e poi tempo a disposizione fino al safari pomeridiano. Al rientro cena e pernottamento. negli chalet riservati con trattamento di pensione completa. Avrete incluso nella quota due attività al giorno accompagnati da esperti rangers inglesi. DESERTO DEL KALAHARI Il deserto del Kalahari è una vasta distesa sabbiosa dell’Africa meridionale, che si estende per circa 520.000 km². È il quarto deserto al mondo per estensione. È parte di un immenso altopiano africano e si trova ad una altezza media di 900 metri. Copre il 70% del territorio del Botswana e parti dello Zimbabwe, della Namibia e del Sudafrica. Il nome Kalahari deriva dalla parola Kgalagadi della lingua Tswana, e vuol dire “la grande sete”. Il Kalahari è un deserto di sabbia rossa in parte arido e in parte semi arido. Parti del Kalahari ricevono più di 250 mm di acqua piovana ogni anno, mentre la zona veramente arida si trova a sud-ovest, dove ogni anno piovono meno di 175 mm d’acqua, rendendo quest’area un deserto di tipo fossile. Le temperature estive variano dai 20 ai 40 °C. In inverno il clima è secco e freddo, con una temperatura minima che in media può essere sotto lo zero, e di notte sono frequenti le gelate. Le uniche riserve permanenti d’acqua di grandi dimensioni sono costituite dalle saline, tra cui le più grandi sono Makgadikgadi in Botswana e Etosha in Namibia. Il Kalahari ha una serie di riserve naturali, la Central Kalahari Game Reserve (Riserva Naturale del Kalahari Centrale) è la seconda area protetta più grande del mondo, la Khutse Game Reserve (Riserva Naturale di Khutse) e il Parco Transfrontaliero di Kgalagadi. Tra gli animali che vivono nella regione vi sono le iene, i leoni, i suricati diverse specie di antilopi (incluso l’orice gazzella), e molte specie di rettili e uccelli. La vegetazione è molto variegata e comprende più di 400 specie di piante, ma consiste principalmente di graminacee e acacie. Il Kalahari ospita l’antico popolo nomade dei Boscimani, che si crede vivano in queste terre come cacciatori-raccoglitori da almeno ventimila anni. Vi sono numerosi giacimenti di carbone, rame e nichel, e una delle più grandi miniere di diamanti del mondo, che si trova a Orapa nel regione del Makgadikgadi, nel nord-est del deserto. 5° giorno – mercoledì 3 dicembre 2008 – Kalahari/Maun/Makgadikgadi Sveglia all’alba e partenza per l’ultima attività accompagnati da esperti ranger. Rientro al lodge per la prima colazione. All’ora convenuta trasferimento a Maun in aereo quindi in veicolo fuoristrada al LEROO LA TAU LODGE. Sistemazione nello chalet riservato con trattamento di pensione completa. Avrete incluso nella quota due attività al giorno accompagnati da esperti rangers inglesi. DESERTS & DELTA – LEROO LA TAU Situato al confine con il Parco Nazionale Makgadikgadi, sulle sponde del Boteti River un tempo fiume dalle acque cristalline e ora in secca a seguito dei cambiamenti climatici. Leroo La Tau “l’orma del leone” è costruito su scogliere 15 metri al di sopra di questo fiume in secca e nella stagione asciutta la fauna si concentra intorno alla pozza d’ acqua di fronte al lodge. L’area principale del lodge è situata sulla sommità di queste scogliere, in modo da offrire un’ottima prospettiva per gli avvistamenti di questi “abitanti” del deserto che si avvicinano alla pozza per abbeverarsi. Qui non si incontrano solo leoni, zebre e wildebeest ma anche Chobe bushbuck, leopardi, iene, impala, kudu, sciacalli, istrici,… per citarne solo alcuni. Inoltre, vi è anche la possibilità di vedere il raro rinoceronte bianco. Alquanto unici coccodrilli e ippopotami che sono sopravvissuti in condizioni avverse per più di 12 anni. Le stagioni estremamente contrastanti hanno reso quest’area del Makgadikgadi unico rifugio per mandrie e predatori. Il lodge accoglie fino a 24 ospiti in chalet tutti con servizi privati e su piattaforme di legno rialzate. Le aree principali con le finiture in legno e il tetto in paglia sono ambienti rilassanti e perfettamente inseriti nella natura. A disposizione degli ospiti una piscina. Un generatore di 220V AC è disponibile durante il giorno e la sera. Le batterie possono essere così ricaricate. Gli chalet sono dotati di prese a 220V AC per asciugacapelli. Gli ospiti vengono provvisti di torce per la sera, una volta che il generatore viene spento. Al lodge sono previsti fotosafari sia durante il giorno che la sera 6° giorno – giovedì 4 dicembre 2008 – Makgadikgadi Sveglia all’alba, tè/caffè, come vuole l’antica tradizione, quindi partenza per l’attività del mattino accompagnati dai rangers locali. Rientro al lodge per un’abbondante prima colazione. Pranzo al lodge e poi tempo a disposizione fino al safari pomeridiano. Al rientro cena e pernottamento. negli chalet riservati con trattamento di pensione completa. Avrete incluso nella quota due attività al giorno accompagnati da esperti rangers inglesi. MAKGADIKGADI E NXAI PAN NATIONAL PARK Queste due riserve, inaugurate nel medesimo periodo, sono situate circa 100 km a est di Maun e formano in pratica un unico parco nazionale. La zona meridionale, Makgadikgadi Game Reserve, si estende per 4000 kmq di bacini, praterie e splendidi tratti di savana. La fauna di questo parco è ricchissima, anche se non numerosa come nel Chobe: vi si trovano antilopi, leoni, iene, ghepardi e ippopotami, e inoltre una varietà incredibile di avifauna, mentre sono assenti elefanti e bufali. Nel parco, che si raggiunge in fuoristrada, cè una piazzola con servizi igienici, doccia calda e acqua potabile. La zona settentrionale del parco, Nxai Pan, si estende per altri 4000 kmq; a sud si trova un complesso di piccole saline. Questa è una delle poche aeree del Botswana che si rivelano più interessanti durante la stagione delle piogge, quando mandrie sconfinate raggiungono i bacini erbosi del Nxai. La quantità di animali dipende dalla specie: gnu, zebre e antilopi sudafricane si contano a migliaia, insieme con grandi mandrie di altre antilopi e giraffe, mentre leoni, iene e dingo vengono a servirsi in questo ricco menu. Questa zona è anche uno dei pochi posti dove riuscirete a vedere lotocione. Situati nella parte meridionale dello Nxai Pan, i Baines Baobabs sono un gruppetto di grandi baobab immortalati nel 1862 dal pittore Thomas Baines, membro della spedizione di Livingstone: se avete visto una copia del dipinto, noterete che solo un ramo è caduto in questultimo secolo.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Botswana
    Diari di viaggio
    kgalagadi transfrontier park

    Kgalagadi Transfrontier Park

    cuccioli lo osservano da uno spiazzo in mezzo all’erba alta. Questo è il nostro primo avvistamento, e l’emozione è alle stelle! ...

    Diari di viaggio
    felini e coralli... safari e relax tra il botswana e il mozambico

    Felini e coralli… safari e relax tra il Botswana e il Mozambico

    Come ogni anno, ad agosto, si parte…Una famiglia di 4: io (Elena), mio marito (Marco) e i nostri 2 bambini: Clara di 11 anni e Michele di...

    Diari di viaggio
    botswana into the wild

    Botswana into the wild

    Sud Africa, tour del Botswana, Victoria Falls (Zimbabwe e Zambia) e Sud AfricaA) INFORMAZIONI GENERALI:IMPORTANTE: come...

    Diari di viaggio
    the botswana adventure

    The Botswana Adventure

    L’Africa è una terra magica, ricca di suggestioni e all’interno di questo continente quello in Botswana è considerato il viaggio dei...

    Diari di viaggio
    ancora namibia + sud africa di kgalagadi  ed augrabies falls - aprile 2019

    Ancora Namibia + Sud Africa di Kgalagadi ed Augrabies Falls – aprile 2019

    Ancora Namibia + Sud Africa (Kgalagadi ed Augrabies Falls) - aprile 2019 A) INFORMAZIONI GENERALI: IMPORTANTE: come sempre avviso che...

    Diari di viaggio
    botswana: un viaggio nella natura selvaggia a 360°

    Botswana: un viaggio nella natura selvaggia a 360°

    sia in Zimbabwe che in Zambia per $ 50.-). In 70km arriviamo poi a Victoria Falls accompagnati dalla nostra guida che ci racconta un po’...

    Diari di viaggio
    botswana, the place of plenty

    Botswana, the place of plenty

    Mombo, the place of plenty – il luogo dell’abbondanza -, teatro di uno spettacolare documentario del National Geographic, un miraggio...

    Diari di viaggio
    botswana in self drive: cosa non deve mancare

    Botswana in self drive: cosa non deve mancare

    Sicuramente non si può negare che un viaggio in autonomia, alla scoperta del selvaggio e affascinante Botswana, sia impegnativo e che...

    Diari di viaggio
    sudafrica e botswana: fai da te e in tenda

    Sudafrica e Botswana: fai da te e in tenda

    Periodo: dal 28 Ottobre al 16 Novembre 2015 (19 giorni)/ km 4.000/Voto 8 Partecipanti: Paola, Ivana, Elisa, Giancarlo e PaoloSpese...

    Diari di viaggio
    namibia e dintorni

    Namibia e dintorni

    Siamo in 3 (Io, Silvia e Swami, rispettivamente 45,43 e 12 anni). Sarà il nostro viaggio di nozze... in tre! Abbiamo deciso non fare il...