Weekend a Biella e dintorni

Una fuga dall'afa della città verso le montagne del biellese: arte, natura e buona cucina
Partenza il: 22/06/2012
Ritorno il: 24/06/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: Fino a €250 €

Siamo partite il venerdì da Milano, io non conoscevo Biella e dintorni e mi sono fidata del consiglio della mia compagna di viaggio; ottimo consiglio, ci siamo divertite e abbiamo visitato un sacco di luoghi interessanti. E quanto fresco in montagna, alla faccia del caldo milanese!

Appena arrivate abbiamo parcheggiato l’auto nel parcheggio sotterraneo dell’hotel Agorà. Depositati i bagagli siamo partite per la visita alla città. Biella, città famosa per le sue produzioni di tessuti di lane pregiate, nasconde un centro ricco di architetture degli anni ’30, che merita di essere scoperto. La città di Biella accoglie il visitatore con i suoi bei giardini, ricchi di alberi e fiori, ma anche con un Battistero romanico di notevole valore artistico. Quest’ultimo fu costruito anche con il recupero di materiale romano. Si tratta di un edificio a pianta polimorfa, con 4 absidiole semicircolari che si addossano ai lati di un quadrato centrale. Alla fine del ‘700 vi si inserì una cripta per ospitare le tombe dei Vescovi della città. Il bassorilievo nella lunetta della porta di ingresso risale al II sec. e rappresenta Ercole Bambino e un putto.

Appena uscite dall’albergo ci siamo trovate di fronte i giardini pubblici, che abbiamo attraversato per iniziare la visita in centro. Questi giardini furono realizzati nel 1875 e intitolati al botanico biellese Maurizio Zumaglini. Una fontana raffigura l’orso, animale simbolo della città.

Quindi ci siamo trovate di fronte al “Palazzotto Ripa e Banca” del 1935, progettato dall’arch. Nicola Mosso. Le sue forme severe sono definite da porte e finestre ben incorniciate in granito, mentre la facciata è “tessuta” con un rivestimento di grés rosso. Si tratta di un edificio molto interessante dal punto di vista architettonico, in quanto espressione di uno stile razionalista molto caratterizzato. Piazza Vittorio Veneto 14.

Imponente e interessante il “Palazzo Centro” del 1935 in via Gramsci 1, è caratterizzato da una grande curvatura che abbraccia l’incrocio di due vie centralissime. Rivestito in travertino e tessiture di klinker (mattoni), ha una caratteristica pergola angolare che raccorda le due ali del piano attico. Attraversate le vie centrali abbiamo raggiunto un punto panoramico da dove si ammira tutta la zona indistriale. Non riportato nei depliant, ma merita uno sguardo, anche l’antico ospedale con facciata definita da due imponenti colonne.

Uno stile severo, ripreso nell’architettura del nuovo Ospedale degli Infermi del 1937, via Carraccio 5. Progettato dall’ing. Giulio Marcovigi, tipicamente razionalista. Tra le tante architetture interessanti che si incontrano in città, merita attenzione il Lanificio Scuola Piacenza, del 1911, in Piazza Lamarmora 5. Di gusto eclettico, si ispira al Rinascimento toscano ed è decorato con motti in latino esortanti gli allievi al buon lavoro. Arch. Carlo Nigra. Per chi si interessa di architettura, sono da segnalare anche: Unione Industriale del arch. Nicola Mosso, 1938; Torre Littoria 1938 arch. Federico Maggia; Cinema Impero, 1936, arch. Eugenio Faludi; Bagni pubblici 1988 ecc… Piantina e info sul depliant “Identità di pietra architettura del ‘900 a Biella”.

La maggiore sorpresa che attende il visitatore a Biella è la parte alta della città, visitabile con una veloce funicolare. Qui sorge un borgo medioevale di Biella Piazzo. Fondato dal vescovo di Vercelli Uguccione nel 1160, con lo scopo di edificare una residenza in luogo sicuro. All’arrivo, sulla destra, si vede Porta della Torrazza, del 1780, costruita al posto di un’antica porta medioevale, a ricordo della visita del re Vittorio Amedeo III e della regina Maria Antonia Ferdinanda di Spagna. Non passa inosservata l’unica casa caratterizzata dalla struttura in travi in legno (a graticcio), stile molto diffuso nel medioevo, poi abbandonato anche a causa dei tetti in paglia che favorivano gli incendi. Ovunque case e portici decorati con terrecotte di bella fattura. La piazza principale accoglie il visitatore con numerosi bar-ristoranti caratteristici e qui ci siamo fermate per un breve riposo e una bibita rinfrescante.

Guarda la gallery
cultura-62tc3

Biella Piazzo

cultura-9uyc1

interno della parrocchiale di Rosazza dipinto dal Maffei

cultura-ex6t3

la parrocchiale di Rosazza su progetto di Maffei

cultura-75q1b

cimitero a Rosazza su progetto di Maffei

cultura-k6uwb

Ricetto costruzioni

cultura-d6skn

Ricetto torre

cultura-2x4z2

Ricetto

cultura-fj9uy

architettura fascista a Biella

cultura-zjav8

castello progettato da Maffei

cultura-hz6af

antica locanda Galleria Rosazza progetto di Maffei

cultura-ksmry

Biella Piazzo casa a graticcio

biella e dintorni

Chalet Bielmonte

cultura-meuz7

paesaggio industriale a Biella

cultura-r3rhd

il vecchio ospedale a Biella

cultura-ev5s5

Biella Piazzo

cultura-5kzs7

funicolare per Biella Piazzo

cultura-dzcda

giardini pubblici a Biella

cultura-2gcg9

casa privata a Biella

cultura-ppxy4

Palazzotto Ripa e Banca

cultura-zb6m5

Alpe Moncerchio

cultura-tm64k

Santuario di Oropa

cultura-t934p

locanda Bocchetto Sessera



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
viaggio nel mani, peloponneso

Viaggio nel Mani, Peloponneso

La regione del Mani si trova nel Sud del Peloponneso, tra Messenia e Laconia. Un...

patrizio e le giuggiole di arquà petrarca

Patrizio e le giuggiole di Arquà Petrarca

Un episodio inedito dello Slow Tour Padano di Patrizio Roversi: durante l’itinerario...

villa vizcaya miami

Villa Vizcaya Miami

Villa Vizcaya Miami

Leggi i Diari di viaggio su Biella
Diari di viaggio
weekend al santuario di oropa

Weekend al santuario di Oropa

Anniversario al santuario di Oropa. Il 15 ottobre è il nostro ventinovesimo anniversario di nozze. Come tutti gli anni vogliamo...

Diari di viaggio
ricetto di candelo e oasi zegna

Ricetto di Candelo e oasi Zegna

Martedì 13/08/2013, una giornata d’agosto di vacanza da trascorrere con una coppia d’amici; siamo Io, Bruno, Claudia e Mario ed...

Diari di viaggio
weekend a biella e dintorni

Weekend a Biella e dintorni

Siamo partite il venerdì da Milano, io non conoscevo Biella e dintorni e mi sono fidata del consiglio della mia compagna di viaggio;...

Diari di viaggio
l'oro dei sapori della cucina casalinga

L’oro dei sapori della cucina casalinga

racconta che a Salussola, diversi secoli fa, ci fu perfino un'apparizione della Madonna. La nostra cena prosegue con una bella frittata,...