Berlino, una città nel futuro… con un passato da non dimenticare

La città è un libro di storia a cielo aperto. Continua ancora oggi la ricostruzione dopo la guerra e la riunificazione.
 
Partenza il: 06/08/2012
Ritorno il: 09/08/2012
Viaggiatori: 4
Spesa: 500 €

Premetto che, come sempre, nell’organizzare il viaggio mi sono avvalsa dei Diari degli altri Turisti per Caso ed ho fatto tesoro dei tanti consigli che vi ho trovato.

Partiamo lunedi 6 agosto da Milano Malpensa con volo German Wings delle 8,55. Dopo una tappa a Colonia, atterriamo alle 13 a Berlino Schoenefeld.

Nell’atrio dell’aeroporto acquistiamo subito la Tageskarte fur Kleingruppen ABC, che al prezzo di 16 euro consente di viaggiare su tutta la rete di trasporti cittadina per tutto il giorno in 5 persone.

Percorriamo la passerella che porta alla stazione del treno di Schoenefeld (circa 400 metri). L’impressione non è molto positiva: stazione e treno RE7 non sono certo all’altezza di una grande capitale europea. In 23 minuti arriviamo comunque ad Alexanderplatz, nodo cruciale di tutte le linee di trasporto. Con la U2 percorriamo ancora tre fermate sino ad Eberswalder Allee, fermata corrispondente al nostro albergo.

Abbiamo prenotato su Booking.com l’Hotel Apartmenthaus Zarenhof in Prenzlauer Berg.

Si trova proprio di fronte alla fermata della metro ed anche qui sul momento restiamo un po’ perplessi: la reception in pratica è un negozio che affaccia sul marciapiedi. Si deve poi oltrepassare un portone ed un primo cortile condominiale per raggiungere l’hotel vero e proprio. Data la posizione interna, l’hotel è peraltro molto silenzioso e tranquillo. Per la nostra famiglia abbiamo prenotato una camera quadrupla molto spaziosa composta da ingresso, letto matrimoniale, divano letto doppio, angolo cottura con frigo e microonde, soggiorno, bagno, 7 finestre ed 1 balcone! La pulizia è ottima e l’ambiente è molto d’atmosfera, ispirato all’epoca degli Zar.

Per il primo pranzo in terra tedesca non dobbiamo percorrere che 50 metri: infatti siamo proprio di fronte al più antico chiosco di Berlino dove poter assaggiare il famoso Berliner Currywurst e le Bouletten (le polpette nostrane): il Konnopke’s Imbiss.

Satolli, iniziamo la visita della città: torniamo ad Alexanderplatz (la piazza era la più grande e famosa di Berlino Est e oggi è una grande area piena di centri commerciali, negozi, fast food).

Le cose meritevoli sono la Fernsehturm, visibile da quasi tutta la città, il grattacielo del Park Inn Hotel e l’Orologio del Mondo.

A piedi (le distanze sono minime e tutta questa zona si visita tranquillamente a piedi), ci incamminiamo verso il Rotes Rathaus (il Municipio), attraversiamo il Nikolaiviertel (alcuni isolati molto caratteristici con la Nikolai Kirche e tanti locallini dove mangiare e bere birra), raggiungiamo la Sprea, arriviamo al Berliner Dom (una bella lavata sarebbe auspicabile!). Si respira un’aria rilassata: sul prato di fronte al Duomo molti turisti e giovani sono coricati al sole.

Il traffico è scarso ed il rischio maggiore sono le migliaia di biciclette che sfrecciano sulle piste ciclabili e costituiscono il peggior pericolo per i pedoni (marciapiedi e piste sono attigue e spesso si rischia di essere falciati se si sconfina…).

Percorriamo il famoso viale Unter den Linden fino alla Friedrich Strasse e giungiamo infine alla Gendarmenmarkt, bella piazza dove si trovano il Duomo Francese, quello Tedesco e la Konzerthaus.

Qui non perdetevi una visita alla famosa cioccolateria Fassbender & Rauch, delizia per gli occhi e per il palato. Stanchi ma soddisfatti, torniamo verso Alexanderplatz per una cena veloce e poi a nanna nel nostro hotel.

Martedi 7 agosto

Oggi ci incontreremo con i nostri cari vecchi amici di Hannover.

Per la colazione ci rechiamo al Bar Manolo, all’incrocio a fianco all’hotel. E’ un locale molto carino, frequentato da giovani che durante la colazione leggono i vari giornali o lavorano al computer. Anche qui atmosfera rilassata e piacevole.

L’incontro con i nostri amici è l’occasione per visitare la Hauptbanhof, la nuova stazione ferroviaria di Berlino, inaugurata per i Mondiali del 2006: si tratta di una struttura modernissima, tutta acciaio e vetro, dove transitano giornalmente 1000 treni.

Decidiamo di acquistare i biglietti per visitare la città con i pullman gialli SightSeeing: con 22 euro a testa possiamo salire e scendere a tutte le fermate in prossimità dei monumenti e delle altre attrazioni turistiche per 2 giorni. L’audioguida in italiano rende il giro più interessante, specie per i nostri figli.

Vediamo così il Bellevue Schloss (residenza del Presidente della Repubblica), saliamo a piedi sulla Siegessaule (la Colonna della Vittoria) da cui abbiamo una vista spettacolare su tutta Berlino.

Percorriamo una parte del Tiergarten, l’immenso parco cittadino. Con il bus vediamo (solo da fuori) il Castello di Charlottenburg ed attraversiamo alcuni quartieri della ex Berlino Ovest, sicuramente più simile alle nostre città rispetto alla parte orientale, molto sovietica e più indietro nella ricostruzione post-guerra e post-riunificazione.

Con il bus arriviamo alla famosa Kurfuerstendamm, la via commerciale, per anni simbolo del benessere e del lusso “occidentale” di Berlino Ovest. Qui si trovano tutti i negozi degli stilisti (italiani) e i negozi più alla moda e più cari della città, nonché l’Hard Rock Cafè e una fila interminabile di negozi di souvenir e bar, ristoranti, fast food ecc.

Vi si trova anche il Ka.de.We. storico e famosissimo centro commerciale. Andate assolutamente al sesto piano (il reparto gastronomico più fornito al mondo!).

Su questa strada si trova anche la Kaiser Wilhelm Gedaechtniskirche, chiesa bombardata dall’aviazione alleata e per scelta non restaurata (a ricordo e monito della guerra), con a fianco la nuova chiesa esagonale e modernissima.

In Potsdamer Platz, vediamo il primo semaforo al mondo. Questa piazza era, prima della guerra, il cuore di Berlino. Oggi è una piazza futuristica, dove pullulano grattacieli e costruzioni avveniristiche (tra cui il Sony-Center).

Risaliamo sul bus che ci porta al famoso Check Point Charlie.

Tra il 1961 e il 1989, si trattava della postazione attraverso cui, dopo severi controlli e muniti di visto, ci si poteva recare da Berlino Ovest a Berlino Est. Oggi il sito è quanto di più turistico si possa immaginare: finti soldati con la bandiera americana si offrono in posa per foto a pagamento. Sui marciapiedi si trovano Mac Donald’s ed innumerevoli negozietti di souvenir.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Berlino
    Diari di viaggio
    berlino un connubio perfetto tra antico e moderno

    Berlino un connubio perfetto tra antico e moderno

    Finalmente eccomi a Berlino, dopo vari tentativi andati a vuoto. Dopo aver trovato col Ciber Monday un volo a 10 euro A/R da Bergamo mi...

    Diari di viaggio
    berlino a natale: 4 giorni nella capitale tedesca

    Berlino a Natale: 4 giorni nella capitale tedesca

    Non avevamo mai pensato concretamente ad un viaggio a Berlino fino a quando a causa di un cambio programma, abbiamo optato per questa meta...

    Diari di viaggio
    in giro per berlino

    In giro per Berlino

    30 luglio 2019 – martedì Volo Easyjet Pisa (20:25) – Berlino Schonenfeld (22:20)Una volta ritirati i bagagli ci rechiamo alla...

    Diari di viaggio
    berlino: bunker, muro e zoo

    Berlino: Bunker, Muro e Zoo

    Un'ottima offerta aerea mi ha convinto ad andare nella capitale della Germania. Ci si può immaginare in DDR o in Germania Ovest a seconda...

    Diari di viaggio
    quattro giorni a berlino

    Quattro giorni a Berlino

    Volo A/R Ryanair prenotato a Dicembre 2018. Totale euro 150 a persona ca.GIOVEDÌ 25/04 Partenza ore 8,35 da Milano Malpensa e...

    Diari di viaggio
    germania - bielorussia: berlino e dintorni, minsk

    Germania – Bielorussia: Berlino e dintorni, Minsk

    (settembre 2017) Biglietti aerei con Ryanair e Belavia (su eDreams) acquistati ad aprile: Roma Ciampino 8:55 – 11:00 Berlino Schoenefeld...

    Diari di viaggio
    berlin calling!

    Berlin Calling!

    Sono partita dall'aeroporto Marconi di Bologna giovedì 04 ottobre alle ore 13.15 con Ryanair e dopo due ore circa di volo, sono atterrata...

    Diari di viaggio
    noi, berlino e gli u2

    Noi, Berlino e gli U2

    12 novembre 2018 Partiamo per Berlino all'improvviso: la necessità di staccare per qualche giorno nel mezzo di un periodo...

    Diari di viaggio
    germania di est: la grande bellezza

    Germania di Est: la grande bellezza

    Per impegni vari e poca disponibilità economica, gli ultimi due viaggi in Provenza e in Bulgaria sono stati di soli quattro i giorni....

    Diari di viaggio
    berlino tra divertimento e cultura

    Berlino tra divertimento e cultura

    un’offerta di 270 negozi. E’ inutile dire che l’offerta è vastissima. Ma al suo interno si possono trovare anche uffici,...