Berlino in un giorno

La capitale tedesca... tutta d'un fiato!
Scritto da: lauretta65
berlino in un giorno
Partenza il: 17/06/2010
Ritorno il: 17/06/2010
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Dopo Valencia ecco BERLINO… tutta in un fiato. Partenza da Orio al Serio con Ryanair alle ore 6.45 e arrivo a Berlino aereoporto di Schonefeld in perfetto orario alle 8.20. Acquistiamo all’ufficio informazioni (ci sono anche le macchinette automatiche) prima dell’uscita dall’aereostazione il biglietto giornaliero valido per tutti i mezzi di trasporto e per le zone A,B e C al prezzo di 6 euro e una mappa della città e ci incamminiamo, seguendo il passaggio coperto, verso la stazione che dista circa cinque minuti a piedi, con il treno in venti minuti circa e con una puntualità teutonica siamo in centro ad Alexander plaza dove spicca la torre della televisione, il weltzerthur, l’orologio gigante che indica le ore del mondo, e il municipio rosso . Avendo poco tempo a disposizione abbiamo puntato dritto al centro storico di Berlino (Mitte), a piedi ci siamo diretti verso la Porta di Brandeburgo un tempo emblema della divisione fra est e ovest passando per il duomo, l’isola dei musei, che noi per ragioni di tempo non abbiamo visitato, l’Unter den Linden (viale dei tigli), Babel plaza , non trascurando di dare un occhiata alla hall del Hotel Radisson Blu dove al centro c’è un enorme acquario cilindrico con centinaia di specie marine. Dalla Porta di Brandeburgo, ci siamo spostati verso il Raichstad (palazzo del parlamento) dove decidiamo di affrontare la coda per l’ingresso, che è gratuito.La sommità della cupola si raggiunge con una rampa elicoidale all’interno della volta a vetri dove si gode un notevole panorama a 360° sulla città. Sosta prima al museo alla memoria dell’olocausto, che è un labirinto di 2711 stele di cemento che da una sensazione di spaesamento, poi a Postdamer Plaza, scintillante con i suoi palazzi di nuova costruzione, e con quel che resta del muro. Da Postdamer Plaza, sempre a piedi, ci siamo diretti verso il Checkpoint Charlie ,ex posto di frontiera, ci piace visitare le città a piedi si riesce a cogliere cose curiose, come qui a Berlino la trasformazione di angoli urbani in lidi esotici, spiagge di sabbia con ombrelloni e sdraio dove si può bere, mangiare e prendere il sole. Stanchi, ma soddisfatti perchè fino a qui Berlino ci piace, prendiamo la Metro (U-Bahn) per raggiungere Wittenberg Plaza nella City West e percorriamo il Ku’damm, un viale pieno di negozi, entriamo nel famoso Kadewe, ma niente di eccezionale è una sorta di grande magazzino tipo Rinascente, e ci fermiamo a vedere la Gedachtnskirche, la chiesa bombardata durante la guerra e così lasciata per non dimenticare. Sempre a piedi ci addentriamo nel Tiergarten il parco cittadino, che è proprio la meta ideale per rilassarsi e affacciati sul lago ci accomodiamo in un grande Biergarten con self service dove gustiamo una discreta pizza e un ottima birra. Una nota a Berlino di sicuro non si muore di fame ovunque ti giri ci sono posti dove mangiare per tutti i palati e per tutte le tasche. Si avvicina l’ora del rientro previsto per le 22.10, e per il ritorno ad Alexander Plaza prendiamo dalla stazione zoologico garden il bus 100, un bus di linea a due piani che attraversa la città e passa davanti ai principali monumenti permettendoci un ripasso generale. Arrivederci alla prossima città….tutta in un fiato.



    Commenti

    Lascia un commento

    Berlino: leggi gli altri diari di viaggio