Berlino affascinante capitale

Capodanno nell'innevata Berlino
Scritto da: silviamauri
berlino affascinante capitale
Partenza il: 27/12/2009
Ritorno il: 02/01/2010
Viaggiatori: 4
Spesa: 1000 €

Pubblico solo ora, il breve ma bel viaggio fatto in occasione del capodanno 2009/10, in quanto la meta è più che attuale. Domenica 27 dicembre 2009: giornata interamente dedicata al viaggio, in 11 ore abbiamo percorso i 1150 km che separano Bologna da Berlino, arrivando all’albergo in tempo per la cena. Abbiamo preso alloggio in un hotel vicinissimo alla OSTBAHNHOF,con comodo parcheggio coperto e abbondante colazione, il tutto per 50 € a testa per notte. Alla sera abbiamo cenato nel ristorantino HENNE (zona Kreuzberg) che è famoso per i polli arrosto che serve; il locale è di inizio novecento, si mangia bene e si spende poco. Lunedì 28 dicembre 2009: abbiamo fatto subito la Wilkommen card, per 5 giorni e per tutte le zone in cui è suddivisa la città:la tessera permette di girare in metro o sui bus (anche a Potsdam) e in molti posti dà anche diritto a sconti agli ingressi. Siamo andati subito a visitare la Nuova Sinagoga (€ 4,5), che francamente non consiglio: c’è poco da vedere all’interno e la vista dalla cupola è limitata. Da lì abbiamo raggiunto la porta di Brandeburgo e il Parlamento, dove, dopo una lunga fila, siamo saliti sulla avveniristica cupola. Nonostante la pioggia abbiamo ammirato una bella vista della città, ma soprattutto è suggestiva la struttura architettonica della cupola. A piedi siamo passati a vedere il monumento all’Olocausto, poi abbiamo raggiunto l’elegante Gendarmenmarkt e la Babelplatz. Infine abbiamo raggiunto il Duomo (ingresso scontato a 3 €), salendo in cima alla cupola dove abbiamo ammirato un altro bel panorama con le luci della sera. Alla sera cena in un altro localino del Kreuzberg, in quanto il ristorante dove avremmo voluto andare era prenotato per tutto il periodo natalizio ( il ristorante è il tipico e storico Zur Letzten Instanz). Martedì 29 dicembre 2009: ci siamo messi in fila presto al Pergamon Museum (apre alle ore 10, ma si forma subito una lunga coda). Abbiamo fatto il biglietto per poter accedere a tutti i musei dell’isola dei musei (14,00 €). Il Pergamon Museum è davvero eccezionale come imponenza e meraviglia dei tesori ivi esposti (altare di Pergamo, Porte del Mercato di Mileto, Porta di Ishtar, Palazzo del califfo di Mshatta, Sala Aleppo). Dopo abbiamo visto nel Neus Museum la collezione egizia, soffermandoci sul meraviglioso busto di Nefertiti. Infine abbiamo fatto un salto al Bode Museum – merita già il palazzo – dove abbiamo ammirato una collezione di sculture medievali, oltre ad opere di Donatello e Giovanni Pisano. Abbiamo chiuso la giornata con un giro in battello lungo il fiume Spree. Serata al ristorante turco Defne (zona Kreuzberg): locale molto carino, dove si è mangiato davvero bene (da provare gli antipasti). Ha iniziato a nevicare! Mercoledì 30 dicembre 2009: con la metro di superficie (linea S 7)abbiamo raggiunto Potsdam e da qui in autobus (n. 695) la reggia di Sansoucci (€ 8,00): davvero bella. Suggestivi anche i giardini ricoperti da un manto bianco. Sempre con il bus – visto le distanze – abbiamo raggiunto il palazzo Nuovo (scontato €3,00), altrettanto bello, ma soprattutto imponente nella sua grandezza. Rientrando verso Potsdam, siamo scesi alla fermata dell’Orangerie (chiusa in inverno), ma da vedere anche solo da fuori. Abbiamo poi girato il grazioso centro di Potsdam, raggiungendo il famoso quartiere degli olandesi, pieno di locali e negozi tipici. Arrivati a Berlino sul tardo pomeriggio abbiamo girato il centro, percorrendo tutta l’Unter den linden, il viale che conduce alla Porta di Brandeburgo. Alla sera cena al ristorante Jolesh (zona Kreuzberg), con ottima cucina austriaca. Giovedì 31 dicembre 2009: abbiamo visitato il castello di Charlottenburg ( €.10,00 scontati), ma solo l’ala più antica, l’altra era chiusa. Si visitano circa 30 stanze: il piano terreno è fedele, in massima parte, al castello originale, mentre il primo piano è completamente ricostruito. Da lì abbiamo raggiunto con la metro Alexander Platz e abbiamo acquistato il biglietto per la Fersehturm (€ 7,50 scontato). Visto che c’era tempo prima di poter salire, abbiamo visitato la vicina zona medievale, Nikolaiviertel: davvero graziosa e piena di locali. Siamo poi saliti sulla torre, a 203 metri d’altezza, dove nonostante la nevicata si è potuto ammirare un bel panorama. Ridiscesi abbiamo fatto un salto al vicino Monastero Francescano, fortemente bombardato e di cui resta solo un lato e l’abside: di sicuro impatto la scelta di non ricostruire l’intero edificio. L’ultimo dell’anno abbiamo cenato in un grazioso locale del quartiere medievale – che a differenza di come accade spesso da noi aveva i prezzi del menù senza maggiorazioni di capodanno – e poi abbiamo raggiunto a piedi la porta di Brandeburgo per festeggiare lì, insieme a mezzo milione di persone, la mezzanotte. Davvero suggestivo lo spettacolo! Nessun problema a rientrare essendo le metro tutte funzionanti 24 ore su 24. Venerdì 01 gennaio 2010: dall’albergo abbiamo raggiunto la vicina EAST SIDE GALLERY, percorrendo a piedi 1,2 km di muro, tutto dipinto da vari artisti. Con la metro abbiamo poi raggiunto lo Zoo, trascorrendo 3 ore piacevoli tra animali provenienti da tutto il mondo. In uscita dallo Zoo abbiamo visto la Gedachtniskirche, un tempo la chiesa più imponente della città prima di crollare sotto le bombe: resta la torre in rovina, ora integrata in una moderna sala di culto. Con la metro abbiamo raggiunto poi il Check point Charlie, ora un luogo decisamente molto turistico e da lì a piedi ci siamo concessi un ultimo giro nel centro di questa bella e giovane capitale. Sabato 02 gennaio 2010: rientro a Bologna, con un viaggio molto più stancante dell’andata, tra neve e traffico costante. Il viaggio ci è piaciuto molto, Berlino merita decisamente, perché offre attrattive per tutti i gusti ed è una capitale molto vitale e giovane, forse – anzi sicuramente – la si gode meglio nella stagione primaverile, noi abbiamo avuto sempre una temperatura intorno allo zero, con ben 4 giorni di neve costante, ciononostante la versione “imbiancata” di questa bella capiatle ha offerto spunti fotografici n9otevoli.



    Commenti

    Lascia un commento

    Berlino: leggi gli altri diari di viaggio