Beautiful London 3

Shopping, calcio, cultura e spettacolo nella città più bella
 
Partenza il: 02/09/2011
Ritorno il: 07/09/2011
Viaggiatori: 1
Spesa: 1000 €

Ci tenevo molto a visitare la City, tanto che pur non trovando soci di viaggio per una serie di circostanze, ho deciso di prendere e partire da solo. Aereo da Bologna alle 10.50 Ryanair, a/r a 129 euro, con arrivo a Stansted. Sole e caldo mi accolgono, ma siamo sicuri che sono a Londra? Per raggiungere il centro ci sono i bus o i treni, data la convenienza nel prezzo (15 sterline a/r) opto per il bus della Terravision che parte fuori dall’aeroporto. Se avete degli orari stabiliti è forse meglio il treno, ma dato che non avevo fretta, ho scelto il bus anche se dato il traffco londinese, può impiegarci anche più di un’ora per arrivare a destinazione (Victoria Street o Liverpool station, a seconda delle preferenze). In ogni caso, in 45 minuti arrivo a Liverpool Street, e attraverso la metro raggiungo il mio bed&breakfast a Holland Park, a 30 metri dall’omonima fermata della metro, e in una zona molto tranquilla, trafficata e ben fornita di bar, supermercato, e souvenir. L’ostello si chiama Ravna Gora, le camere sono un po’ piccole, ma c’è tutto ed è molto tranquillo e silenzioso come posto. Ho pagato 45 euro circa a notte, il che per Londra è il minimo che si può spendere vicino al centro. Consigliato se ci dovete solo dormire!

Nel pomeriggio, dopo essere sostato davanti alla casa di Sherlock Holmes al 221 di Baker Street, mi reco subito al Madame Tussauds, il museo delle cere che un vero e proprio museo non è, perchè è una vera e propria attrazione con giochi interattivi e percorsi nella storia londinese, e anche uno spettacolo in 3D alla fine del giro. Consiglio il “late sever”, ossia il biglietto di ingresso a 14.40 sterline che permette di entrare nel tardo pomeriggio (intorno alle 18) e che vi fa pagare la metà, dato che il biglietto intero costa 28 sterline! Tutto prenotabile sul sito del Madame Tussauds, e naturalmente a un giorno prefissato che potete scegliere. Le cere sono davvero verosimili, da Marylin Monroe a Morgan Freeman, da Spielberg a Nelson Mandela, c’è davvero di tutto. Assolutamente da visitare! In serata, grazie a conoscenze a Londra, sono uscito con un gruppo di ragazzi in disco-pub dell’est londinese chiamato Favela Chic, musica non male e posto consigliato se si vuole passare qualche serata in relax. Lo svantaggio è che si trova nell’est londinese lontano dal mio ostello e alle 2 con le metro chiuse servono 28 sterline di taxi per tornare alla base! Poco male.

Il primo giorno intero (sabato) è dedicato a Westminster. Il sole e il caldo mi assistono, e prima, in mattinata, mi reco a visitare lo stadio del Fulham, il Craven Cottage, un gioiellino di 25.000 posti non distante da quello del Chelsea, raggiugendo poi il Big Ben nel pomeriggio. Molti turisti, moltissimi negozi di souvenir, visita allo shop dell’abbaza di Westminster, e poi a Victoria Street dove si trova anche la sede di Scotland Yard. Volevo salire subito sul London Eye, la ruota panoramica, ma data l’enorme fila ho preferito salirci qualche giorno più tardi, e in tardo orario (18.30) potendo fare anche il biglietto sul momento nel ticket office di fronte alla ruota. Purtroppo il tempo non è stato clemente quel giorno, e la visita sulla ruota sarebbe meglio farla col sole e nel tramonto, per ammirare ancora meglio la splendida vista di Londra dall’alto.

Domenica è il giorno designato per altre due visite agli stadi inglesi: Stamford Bridge (Chelsea) e Wembley, l’impianto dove gioca la nazionale inglese. Il tutto è stato prenotato on line, sul sito delle squadre (Fulham e Chelsea) che consentono di prenotare a giorni e orari preferiti la combinazione stadio+museo, e stampando una copia della conferma da consegnare poi all’ingresso per avere il pass. Le guide sono molto simpatiche e mettono tutti i turisti a loro agio facendo battute e dando molti chiarimenti, il giro è completo, museo, spogliatoio, sala conferenze, ingresso nel tunnel che porta al campo, le tribune e infine lo shop. A Wembley a fine visita si può fare la foto con la FA Cup, la Coppa d’Inghilterra, trofeo più vecchio della storia del calcio. Per i veri calciofili, assolutamente da fare!

Per muoversi a Londra la metro naturalmente è la cosa ideale, ci sono 12 linee e occorre naturalmente stamparsi la mappa e portarsela dietro costantemente per orientarsi. C’è sempre molta gente, e la differenza tra il week-end e i giorni feriali è notevole, il lunedi mattina alle 8 la metro è affollata di gente in giacca e camicia ciascuno a testa bassa col proprio giornale si recao al lavoro! Anche lo storico bus a due piani è molto funzionale, in generale i trasporti sono naturalmente molti, e tutti in oraro ed efficienti.

Lunedì è il giorno dedicato al British Museum (ingresso libero, consigliata la parte relativa agli egizi con sarcofagi e mummie, ci si muove tra i piani con molti ascensori) che si trova in un quartiere molto carino, Bloomsbury, una zona “bene” di Londra. Poi puntata a Covent Garden, con i suoi mercatini dell’antiquariato (libri antichi, stampe di lettere in gotico, orologi fatti a mano a prezzi molto bassi) davvero da visitare. Se invece vi volete dare allo shopping, Oxford Street è la meta ideale con molti negozi a tutte le marche e tutti i prezzi. Consigliatissimo Primark, che si trova all’uscita della fermata della metro “Marble Arch”, abbigliamento uomo/donna e oggettistica a prezzi davvero imbattibili, cinture a 2 sterline e jeans a 10!

Lunedì pomeriggio, alle 15, un’altra metà consigliatissima: la visita alle State Rooms di Buckingham Palace. Nei mesi di agosto e settembre infatti, la famiglia reale occupa il Balmoral Castle in Scozia, e il palazzo londinese è aperto ai visitatori. A 17,50 sterline con l’audioguida nella lingua che si preferisce, si visitano le 19 sale reali destinate agli incontri con i capi di stato esteri e le delegazioni: la sala della musica, da pranzo, da ballo, la pinacoteca, e la scala regia, che sale ai piani superiori incastonata di una balaustra d’oro. Nella sala da ballo, eccezionalmente per questo periodo, esposto il Royal Wedding dress, ossia l’abito nunziale di Kate Middleton, insieme a buchet, scarpe e orecchini. La visita termina con il giro dei giardini reali, dove si possono trovare animali selvatici (un simpatico scoiattolo con la sua ghianda, per esempio!!).



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Buckingham Palace
    Diari di viaggio
    londra e dintorni con la famiglia

    Londra e dintorni con la famiglia

    fino alla Tottenham Station che ci serve per raggiungere in metropolitana la zona di Regent Street. Percorrendo questa via dello shopping...

    Diari di viaggio
    londra forever

    Londra forever

    Pur avendo viaggiato parecchio in Europa, non ci sembrava mai il momento di andare a Londra: non che non ci interessasse, anzi, ma una...

    Diari di viaggio
    londra per nonni e nipoti pre-teen

    Londra per nonni e nipoti pre-teen

    Primo Giorno Arrivo a Londra Heathrow e, con la Piccadilly Line della Metropolitana (gli adulti devono procurarsi la Oyster Card...

    Diari di viaggio
    londra, un mondo in una città

    Londra, un mondo in una città

    ruota, 34,5 £; Crociera sul Tamigi con Citycruises, single ticket da Greenwich a Westminster, 9,5£ (usufruendo dello sconto per i...

    Diari di viaggio
    long weekend a londra

    Long weekend a Londra

    Nonostante avessimo già visitato Londra in passato decidiamo di goderci 3 giorni nella capitale inglese attratti soprattutto dalla fama...

    Diari di viaggio
    weekend a londra

    Weekend a Londra

    1° giorno Partenza da Roma Fiumicino per Heathrow con volo AZ. Arrivo a Londra in orario. Terminal 4. Mi dirigo verso l'Underground e...

    Diari di viaggio
    londra è sempre bellissima… ma con le luci di natale è meravigliosa

    Londra è sempre bellissima… ma con le luci di Natale è meravigliosa

    1/2° giorno Volo Ryanair con arrivo a Stansted, bus dell’Easybus prenotato in internet con arrivo a Baker street, travelcard, ovvero...

    Diari di viaggio
    beautiful london 3

    Beautiful London 3

    Ci tenevo molto a visitare la City, tanto che pur non trovando soci di viaggio per una serie di circostanze, ho deciso di prendere e...